Facebook pixel

Ablazione Cardiaca

Ablazione Cardiaca

Cos’è l’Ablazione Cardiaca?

L’ablazione cardiaca è una procedura che può correggere i problemi del ritmo cardiaco (aritmie).

L’ablazione cardiaca agisce cicatrizzando o distruggendo i tessuti del cuore che innescano o sostengono un ritmo cardiaco anormale. In alcuni casi, l’ablazione cardiaca impedisce l’ingresso di segnali elettrici anormali nel cuore e, di conseguenza, previene l’aritmia.

L’ablazione cardiaca prevede l’inserimento di cateteri attraverso una vena o un’arteria nell’inguine, che vengono collegati al cuore per fornire energia sotto forma di calore o freddo estremo, in modo da modificare i tessuti del cuore che causano un’aritmia.

Ablazione Cardiaca | A Cosa Serve

L’ablazione cardiaca è una procedura utilizzata per correggere i problemi del ritmo cardiaco.

Quando il tuo cuore batte, gli impulsi elettrici che lo fanno contrarre devono seguire un percorso preciso attraverso il cuore. Qualsiasi interruzione di questi impulsi può causare un battito cardiaco anormale (aritmia), che a volte può essere trattato con ablazione cardiaca.

L’ablazione di solito non è la prima opzione di trattamento. L’ablazione è indicata se:

  • Il trattamento dell’aritmia con farmaci non ha avuto successo
  • Ci sono stati effetti collaterali legati alla terpaia farmacologica per l’aritmia
  • Soffri di un tipo di aritmia che risponde bene all’ablazione, come la sindrome di Wolff-Parkinson-White e la tachicardia sopraventricolare
  • Hai un alto rischio di complicanze dovute all’aritmia, come un arresto cardiaco improvviso

Quali sono i Rischi?

L’ablazione cardiaca comporta un rischio di complicanze, tra cui:

  • Sanguinamento o infezione nel sito in cui è stato inserito il catetere
  • Danni ai vasi sanguigni in cui il catetere potrebbe essersi raschiato
  • Danni alle valvole cardiache
  • Danneggiamento del sistema elettrico del cuore, che potrebbe peggiorare l’aritmia e richiedere l’inserimento di un pacemaker
  • Coaguli di sangue nelle gambe o nei polmoni (tromboembolia venosa)
  • Ictus o infarto
  • Restringimento delle vene che trasportano il sangue tra i polmoni e il cuore (stenosi delle vene polmonari)
  • Danni ai reni
  • La morte in rari casi

É necessario discutere con il proprio medico dei rischi e dei benefici dell’ablazione cardiaca per capire se questa procedura è adatta a te.

Ablazione Cardiaca | Come prepararsi all’intervento

Il medico ti esaminerà e potrà prescrivere diversi test per valutare le tue condizioni cardiache. Discuterà con te dei rischi e dei benefici dell’ablazione cardiaca.

Dovrai smettere di mangiare e bere la sera prima della procedura. Se si assumono farmaci, bisogna farlo sapere al medico per capire se è necessario continuare a prenderli prima della procedura.

Il medico ti dirà se è necessario seguire altre istruzioni speciali prima o dopo la procedura. In alcuni casi, ti verrà chiesto di interrompere l’assunzione di farmaci per il trattamento di un’aritmia cardiaca diversi giorni prima della procedura.

Se si dispone di un dispositivo cardiaco impiantato, come un pacemaker o un defibrillatore cardioverter impiantabile, bisogna consultare il medico per vedere se è necessario prendere precauzioni speciali.

Cosa puoi aspettarti

Durante l’intervento

L’ablazione del catetere viene eseguita in ospedale. Prima che inizi la procedura, uno specialista inserirà un catetere endovenoso nell’avambraccio o nella mano e ti verrà dato un sedativo per aiutarti a rilassarti. In alcune situazioni, l’anestesia generale può essere utilizzata invece per metterti in uno stato simile al sonno. Il tipo di anestesia che ricevi dipende dalla tua situazione particolare.

Dopo che il sedativo avrà effetto, il medico o un altro specialista intorpidirà una piccola area vicino a una vena sull’inguine, sul collo o sull’avambraccio. Il medico inserirà un ago nella vena e inserirà un tubicino (guaina) attraverso l’ago.

Il medico infilerà i cateteri attraverso la guaina e li guiderà in diversi punti del cuore. Il medico può iniettare del colorante nel catetere, il che aiuta il team medico a vedere i vasi sanguigni e il cuore usando l’imaging a raggi X. I cateteri hanno elettrodi sulle estremità che possono essere utilizzati per inviare impulsi elettrici al cuore e registrare l’attività elettrica del cuore.

Questo processo di utilizzo dell’imaging e di altri test per determinare la causa dell’aritmia è chiamato studio di elettrofisiologia (EP). Uno studio EP viene di solito eseguito prima dell’ablazione cardiaca al fine di determinare il modo più efficace per trattare l’aritmia.

Una volta identificato il tessuto cardiaco anormale che causa l’aritmia, il medico posizionerà il catetere nell’area del tessuto cardiaco anormale. L’energia viaggerà attraverso le estremità del catetere per creare una cicatrice o distruggere il tessuto che innesca l’aritmia.

In alcuni casi, l’ablazione blocca i segnali elettrici che viaggiano attraverso il cuore per fermare il ritmo anormale e consentire invece ai segnali di percorrere un percorso normale.

L’energia utilizzata nella tua procedura può provenire da:

  • Freddo estremo (crioablazione)
  • Calore (radiofrequenza)
  • laser

Quanto tempo dura l’intervento?

Il completamento dell’ablazione cardiaca richiede solitamente dalle tre alle sei ore, ma procedure complicate possono richiedere più tempo.

Durante la procedura, è possibile avvertire un lieve disagio quando il catetere viene posizionato nel cuore e quando viene erogata energia. Se avverti qualsiasi tipo di dolore intenso o mancanza di respiro, informa il medico.

Ablazione cardiaca | Dopo l’Intervento

Dopo la procedura, verrai spostato in un’area di recupero per riposare in silenzio per 4-6 ore per evitare sanguinamenti nel sito del catetere. Il battito cardiaco e la pressione sanguigna saranno monitorati continuamente per verificare la presenza di complicanze della procedura.

A seconda delle tue condizioni, potresti essere in grado di tornare a casa lo stesso giorno della procedura o potresti dover rimanere in ospedale. Se torni a casa lo stesso giorno, pianifica che qualcun altro ti porti a casa dopo la procedura.

Potresti sentirti un po ‘dolorante dopo la procedura, ma il dolore non dovrebbe durare più di una settimana. Di solito sarai in grado di tornare alle tue normali attività entro pochi giorni dopo aver avuto l’ablazione cardiaca.

Sebbene l’ablazione cardiaca possa avere successo, alcune persone hanno bisogno di ripetere la procedura. Potrebbe anche essere necessario assumere farmaci dopo l’intervento.

In Conclusione

Per mantenere il cuore sano, potrebbe essere necessario apportare cambiamenti allo stile di vita che miglioreranno la salute generale del cuore, in particolare per prevenire o curare condizioni che possono causare o peggiorare le aritmie, come l’ipertensione. Il medico può suggerirti di:

  • Usa meno sale, che può aiutare a ridurre la pressione sanguigna
  • Aumentare la tua attività fisica
  • Smettere di fumare
  • Evitare di bere alcolici
  • Mangiare cibi salutari per il cuore
  • Mantenere un peso sano
  • Gestire forti emozioni, come la rabbia

 

Fonte: Mayo Clinic

Vuoi collaborare all'articolo?

Vuoi apportare il tuo importante contributo all'articolo? Sentiti libero di scrivere il tuo pensiero e ne faremo tesoro.

Diventa uno 'Specialist
Articoli correlati