Facebook pixel

La Meditazione in un Bagno di Gong: ci Immergiamo?

La Meditazione in un Bagno di Gong: ci Immergiamo?

Si sente sempre più spesso parlare dei Bagni di Gong, veri e propri bagni vibrazionali che ci aiutano a ritrovare noi stessi favorendo uno stato di pace interiore profonda. Il termine “bagno” non è utilizzato a caso visto che il suono del gong riesce ad avvolgerci completamente, tanto da riempire l’intero spazio circostante, immergendo in una dimensione sonora avvolgente e intensa.

Il Bagno di Gong è una pratica di massaggio sonoro durante la quale, comodamente sdraiati a terra, ci si lascia immergere completamente da un ricco campo di suoni armonici. Tali suoni portano ad uno stato di profondo rilassamento meditativo.

I Bagni di Gong purificano da situazioni di stress. I blocchi e le tensioni iniziano a sciogliersi sotto l’influsso di “suoni vivi”. Il risultato è un ritrovare la propria armonia interiore.

Durante un bagno di gong si apre un magico mondo sonoro e i confini del tempo e dello spazio iniziano a sgretolarsi.

Molte persone descrivono un Bagno di Gong come un viaggio attraverso lo spazio, come ritrovarsi in un profondo oceano o come essere nel grembo, semplicemente ci si stende per un’ora e si riceve un bagno di suoni “guaritivi”.

Le sessioni, a quanto sostengono i praticanti, prevedono un’introduzione e una fase di preparazione, seguita quindi dal Bagno di Gong, per finire con un’eventuale condivisione verbale dell’esperienza. Stesi su materassini in ambienti energicamente puliti e silenziosi, ci si prepara al bagno.

 

Francesco Fiore Bagni di Gong - Caserta-I Bagni di Gong si prefiggono quindi lo scopo di favorire lo stato meditativo aiutando ad accedere alle parti di noi più profonde, superando i limiti del pensiero logico. Permettendo alla mente di trovare uno stato di quiete, i suoni riuscirebbero a far vibrare più intensamente la parte emozionale. Questo permette di riaccedere a memorie perdute, risvegliando il nostro vero “SE”, avere una maggiore comprensione di noi stessi favorendo la sensazione di essere parte di un tutto.

Il bagno sonoro agisce sulle onde cerebrali trasformando le frequenze;le vibrazioni sonore mettono in risonanza i meridiani presenti nel nostro corpo, rimuovendo tensioni e blocchi energetici, permettendo il naturale fluire dell’energia rigeneratrice nel nostro essere.

Il gong è il suono della creatività, è una splendida meditazione rinforzata. il suono del gong è il primo suono dell’universo, è il suono creativo di base.

“La mente non ha il potere di resistere a un gong che è ben suonato.”
cit. Yogi Bhajan

I Bagni di Gong, possono addirittura ripulire ferite emotive per mezzo della vibrazione sonora. È come se i suoni emessi massaggiassero il nostro “SE” interiore sciogliendo eventuali energie bloccate, restituendoci un senso di benessere. Essi favoriscono, le connessioni fra parte sinistra e destra del cervello. Più ci si abbandona a quest’ultimo, più ci si ripulisce dalle sovrastrutture pesanti e limitanti per la nostra evoluzione.

Comunque sia, il Suono del Gong ha sicuramente un potere terapeutico profondo, particolarmente utile per i soggetti che faticano a lasciar andare la mente logica. Una forma di meditazione alternativa che vale la pena sperimentare visti i benefici che le sono attribuiti da secoli.

Esperti in Bagni di Gong

Solitamente sono gli insegnanti di Yoga e  di altre discipline meditative che si dedicano alla pratica della meditazione sonora come il Bagno di Gong.

  • Cerca gli insegnati di Yoga a te più vicini 
Francesco Fiore, autore dell’articolo è Istruttore Yoga dal 2011 e  Gong Master dal 2017.

 

    Vuoi collaborare all'articolo?

    Vuoi apportare il tuo importante contributo all'articolo? Sentiti libero di scrivere il tuo pensiero e ne faremo tesoro.

    Diventa uno 'Specialist

    Articoli correlati