Questa pagina contiene annunci di servizi o prodotti che riteniamo utili per i nostri lettori. Scopri il nostro processo di selezione

La caduta dei capelli (alopecia) è un evento abbastanza comune. Sebbene sia più diffuso negli anziani, chiunque può sperimentarlo, compresi i bambini.

La caduta dei capelli può svilupparsi gradualmente nel corso degli anni o verificarsi improvvisamente. A seconda della causa sottostante, può essere temporanea o permanente.

Stai cercando di capire se stai effettivamente perdendo i capelli o se stai solo sperimentando una normale caduta?

Un esame tricologico può darti la risposta.

Sommario

  1. Cos’è la Tricologia?
  2. Cosa succede durante un esame tricologico?
  3. Sintomi di caduta dei capelli
  4. Quali sono le cause della caduta dei capelli?
  5. Quali sono i trattamenti per la caduta dei capelli?
  6. Come posso prevenire la caduta dei capelli?
  7. Quando vedere un medico per la caduta dei capelli
  8. In Conclusione

1. Cos’è la Tricologia?

La tricologia è quella branca della dermatologia che si occupa dello studio dell’anatomia, patologia e fisiologia di capelli e capelli.

Il dermatologo specializzato in tricologia, o tricologo, è la figura a cui fare riferimento nel caso si osservi un’anomalia della salute dei capelli e si voglia definire una terapia adeguata per risolverla.

L’esame tricologico permette di individuare le cause di una possibile caduta o di una patologia a carico del cuoio capelluto.

alcune delle condizioni che si possono identificare con una visita specialistica tricologica includono:

  • Lichen plano pilare
  • psoriasi
  • dermatite seborroica
  • alopecia areata
  • tumori e condizioni precancerose della pelle

Anche la caduta dei capelli è tra le aree di analisi dell’esame tricologico.

La diagnosi precoce dell’alopecia androgenetica permette all’esperto di intervenire per interrompere o, nei casi più fortunati, invertire il progressivo processo di miniaturizzazione che interessa i follicoli piliferi attuato dagli ormoni androgeni.

2. Cosa succede durante un esame tricologico?

Prima di procedere con un esame per giudicare l’entità del diradamento, della calvizie o di altri problemi, viene effettuata un’anamnesi del paziente mediante un colloquio introduttivo e vengono poste domande specifiche al fine di raccogliere informazioni utili e avere un’idea generale del situazione del paziente, la sua dieta, eventuali circostanze stressanti, fattori ereditari, il metodo ei prodotti utilizzati per lavarsi i capelli, nonché eventuali tentativi passati già effettuati nel campo della tricologia, i risultati ottenuti e le aspettative del paziente.

Esame fisico del cuoio capelluto

Dopo lo screening iniziale viene effettuato un esame del cuoio capelluto e dei capelli per valutare lo stato di salute e la presenza di eventuali patologie.

Da tutte le informazioni raccolte può nascere la necessità di esami più approfonditi, come:

  • una tricoscopia ,
  • un tricogramma, mediante microscopia a luce polarizzata
  •  esami del sangue
  •  biopsia

 

La tricoscopia digitale è un esame diretto che fornisce informazioni sui capelli che non sono visibili agli occhi, utilizzando una normale lente d’ingrandimento.

Questo processo viene effettuato mediante un dermatoscopio, uno speciale strumento che consente la visualizzazione diretta, su uno schermo, dell’immagine ingrandita del cuoio capelluto, aiutando a identificare eventuali malattie della pelle che possono causare alopecia e diradamento dei capelli (alopecia areata, tricotillomania, tinea capitis, lichen, telogen effluvium, ecc.)

Si tratta di una procedura rapida e non invasiva che consente di salvare le immagini per un successivo confronto con quelle relative ai risultati di eventuali trattamenti effettuati.

Un tricogramma, mediante microscopia a luce polarizzata , è l’esame microscopico di un intero capello prelevato dal cuoio capelluto che fornisce informazioni diagnostiche precise e dati affidabili sulla qualità della sua struttura.

Questo test permette di verificare la vitalità del capello, confrontandola in fase di crescita con quella in fase di caduta e attraverso la polarizzazione delle immagini, fornisce informazioni sullo stato di salute del bulbo e del capello e permette allo specialista di formare un diagnosi precisa.

3. Sintomi di caduta dei capelli

Il sintomo principale dell’alopecia è la perdita di capelli più del solito, ma può essere più difficile da identificare di quanto si possa pensare.

I seguenti sintomi possono fornire alcuni indizi:

  • Diradamento dei capelli Se dividi i capelli, potresti iniziare a notare che la tua parte si allarga, il che può essere un segno di diradamento dei capelli.
  • Stempiatura. Allo stesso modo, se noti che l’attaccatura dei capelli sembra più alta del solito, potrebbe essere un segno di diradamento dei capelli.
  • Perdita visibile dei capelli Controlla la spazzola o il pettine dopo averlo usato. Raccoglie più capelli del solito? In tal caso, questo potrebbe essere un segno di caduta dei capelli.
  • Macchie calve. Questi possono variare di dimensioni e possono crescere nel tempo.
  • Scarichi ostruiti. Potresti scoprire che gli scarichi del lavandino o della doccia sono ostruiti dai capelli.
  • Dolore o prurito. Se hai una condizione della pelle sottostante che causa la caduta dei capelli, potresti anche provare dolore o prurito sul cuoio capelluto.

4. Quali sono le cause della caduta dei capelli?

Ci sono alcuni tipi principali di caduta dei capelli, ognuno con diverse cause sottostanti.

Alopecia Androgenetica

L’alopecia androgenetica si riferisce alla caduta dei capelli ereditaria, come la calvizie maschile o la calvizie femminile . È la causa più comune di caduta dei capelli.

La caduta dei capelli correlata all’alopecia androgenetica tende ad avvenire gradualmente. Mentre alcune persone potrebbero sperimentare la caduta dei capelli già durante la pubertà, altre potrebbero non notare i sintomi fino alla mezza età, che è compresa tra i 6 e gli 11 anni.

La calvizie femminile si traduce spesso in un assottigliamento su tutto il cuoio capelluto. Potrebbe anche sembrare un allargamento o un assottigliamento intorno alla parte. La calvizie maschile comporta in genere una progressiva perdita di capelli sopra le tempie e un assottigliamento sulla sommità della testa, creando una forma a “M”.

Foto di Alopecia Androgenetica nell’Uomo

 

Foto di Alopecia Androgenetica nella Donna

Alopecia areata Foto

L’alopecia areata è una condizione autoimmune che induce il sistema immunitario ad attaccare i follicoli piliferi, provocando macchie calve che possono variare da piccole a grandi. In alcuni casi, potrebbe portare alla caduta totale dei capelli.

Oltre a perdere i capelli sul cuoio capelluto, alcune persone con alopecia areata perdono i capelli dalle sopracciglia, dalle ciglia o da altre parti del corpo.

Anagen effluvium

Anagen effluvium comporta una rapida caduta dei capelli. Questo di solito accade a causa di radioterapia o chemioterapia.

I capelli di solito ricrescono dopo l’interruzione del trattamento.

Telogen effluvium

Il telogen effluvium è un tipo di caduta improvvisa dei capelli che deriva da uno shock emotivo o fisico, come un evento traumatico, un periodo di stress estremo o una malattia grave.

Può anche accadere a causa di cambiamenti ormonali, come quelli che si verificano in:

  • gravidanza
  • parto
  • menopausa

Altre potenziali cause di telogen effluvium includono:

  • malnutrizione
  • alcuni disturbi endocrini
  • avviare o interrompere il controllo delle nascite ormonale

Diversi tipi di farmaci possono anche causarlo, tra cui:

  • anticoagulanti
  • anticonvulsivanti
  • retinoidi orali
  • beta-bloccanti
  • farmaci per la tiroide

Questo tipo di caduta dei capelli in genere si risolve da solo una volta affrontata la causa sottostante.

Tinea Capitis

La tinea capitis un‘infezione fungina che può colpire il cuoio capelluto e il fusto del capello. Provoca piccole macchie calve che sono squamose e pruriginose. Nel tempo, la dimensione di queste patch aumenta.

È curabile con farmaci antimicotici.

Alopecia da trazione

L’alopecia da trazione deriva da troppa pressione e tensione sui capelli, spesso da indossarli in stili stretti, come trecce, code di cavallo o chignon.

Altre cause della caduta dei capelli

Le malattie che causano cicatrici, come il lichen planus e alcuni tipi di lupus , possono causare la caduta permanente dei capelli a causa delle cicatrici.

  • capelli fragili che si spezzano facilmente
  • tenerezza del cuoio capelluto
  • chiazze squamose di pelle che sembrano grigie o rosse
  • tricottilomania

5. Quali sono i trattamenti per la caduta dei capelli?

Sono disponibili trattamenti efficaci per alcuni tipi di caduta dei capelli. Potresti essere in grado di invertire la caduta dei capelli, o almeno rallentarla.

Con alcune condizioni, come la perdita di capelli a chiazze (alopecia areata), i capelli possono ricrescere senza trattamento entro un anno. I trattamenti per la caduta dei capelli includono farmaci e interventi chirurgici.

I farmaci saranno probabilmente il primo ciclo di trattamento.

I farmaci da banco  sono generalmente costituiti da creme, gel, soluzioni o schiume per uso topico che si applicano direttamente sul cuoio capelluto. I prodotti più comuni contengono un ingrediente chiamato minoxidil.

I farmaci da prescrizione, come la finasteride (Propecia), possono aiutare, specialmente per la calvizie maschile.

Il medico potrebbe prescrivere farmaci antinfiammatori, come i corticosteroidi, se la caduta dei capelli sembra correlata a una condizione autoimmune.

Se i farmaci non aiutano, il medico potrebbe raccomandare una delle seguenti procedure:

Chirurgia del trapianto di capelli

La chirurgia del trapianto di capelli comporta lo spostamento di piccoli tasselli di pelle, ciascuno con pochi capelli, su parti calve del cuoio capelluto.

Questo funziona bene per le persone con calvizie ereditaria poiché in genere perdono i capelli sulla sommità della testa. Poiché una certa perdita di capelli può essere progressiva, potrebbero essere necessarie più procedure nel tempo.

Riduzione del cuoio capelluto

In una riduzione del cuoio capelluto, un chirurgo rimuove parte del cuoio capelluto privo di capelli e chiude l’area con un pezzo del cuoio capelluto che ha i capelli. Un’altra opzione è un lembo, in cui il chirurgo piega il cuoio capelluto che ha i capelli su una zona calva.

L’espansione dei tessuti può anche coprire i punti calvi, ma ciò richiede due procedure. Nel primo intervento chirurgico, un chirurgo posiziona un espansore tissutale sotto una parte del cuoio capelluto che ha i capelli e si trova vicino alla zona calva. Dopo diverse settimane, l’espansore allunga la parte del cuoio capelluto che ha i capelli.

Nel secondo intervento, il chirurgo rimuove l’espansore e tira l’area espansa del cuoio capelluto con i capelli sopra il punto calvo.

6. Come posso prevenire la caduta dei capelli?

Ci sono alcune cose che puoi fare per ridurre al minimo la caduta dei capelli:

  • Mantieni le acconciature sciolte. Se acconci regolarmente i capelli in trecce, chignon o code di cavallo, cerca di tenerli sciolti in modo che non esercitino troppa pressione sui tuoi capelli.
  • Evita di toccarti i capelli. Per quanto possibile, cerca di non tirare, torcere o strofinare i capelli.
  • Asciuga correttamente i capelli. Dopo il lavaggio, usa un asciugamano per tamponare delicatamente i capelli. Evita di strofinare i capelli con l’asciugamano o di attorcigliarli all’interno dell’asciugamano.
  • Segui una dieta equilibrata ricca di nutrienti. Cerca di incorporare molto ferro e proteine ​​negli spuntini e nei pasti.

I prodotti e gli strumenti per lo styling sono anche comuni colpevoli della caduta dei capelli. Esempi di prodotti o strumenti che possono influenzare la caduta dei capelli includono:

  • asciugacapelli
  • pettini riscaldati
  • piastre per capelli
  • prodotti coloranti
  • agenti sbiancanti

Se decidi di acconciare i tuoi capelli con strumenti riscaldati, fallo solo quando i tuoi capelli sono asciutti e usa le impostazioni più basse possibili.

Se stai perdendo i capelli, usa uno shampoo delicato per bambini per lavarli. A meno che tu non abbia i capelli estremamente grassi, considera di lavarli solo a giorni alterni o meno.

7. Quando vedere un medico per la caduta dei capelli

È meglio consultare un dermatologo per qualsiasi perdita di capelli inspiegabile in modo che possa determinare la causa sottostante e il miglior corso del trattamento.

Durante l’appuntamento, assicurati di menzionare tutti gli altri sintomi insoliti che hai notato, tra cui:

  • fatica
  • perdita di peso inspiegabile
  • gonfiore degli arti
  • febbre
  • cambiamenti nei movimenti intestinali
  • eruzioni cutanee o altri cambiamenti della pelle sul cuoio capelluto o sul corpo

Saranno utili anche tutte le informazioni che puoi fornire sulla rapidità con cui si è verificata la caduta dei capelli, insieme a qualsiasi storia familiare di calvizie.

Dott.ssa Maddalena Napolitano - Dermatologo e Medical Reviewer dell'Articolo

La dott.ssa Napolitano è ricercatrice presso l’Università del Molise e svolge la sua attività assistenziale presso la facoltà di dermatologia dell’Università Federico II. E’ responsabile dell’ambulatorio di Dermatologia allergologica professionale e ambientale. La sua expertise comprende la tricologia, gestione della dermatite atopica, della psoriasi, dell’orticaria e della idrosadenite suppurativa. E’ autrice di quasi un centinaio di lavori scientifici su riviste internazionali e autrice di capitoli di libri. Prenota la tua visita dermatologica.

leggi di più

Dott.ssa Maddalena Napolitano - Dermatologo

8. In Conclusione

La caduta dei capelli e i problemi del cuoio capelluto possono essere dovuti a diverse cause, dallo stress ai farmaci, dalla genetica alle malattie. Se sospetti una caduta dei capelli, è necessario rivolgersi ad un dermatologo e prenotare una visita tricologica. Attraverso esami specifici sarà possibile risalire alla tipologia del problema e scegliere il trattamento più adeguato.

 

Fonti

  1. . GRANT PHILLIPS, MD; W. PAUL SLOMIANY, MD; and ROBERT ALLISON, DO, Washington Health Systems Family Medicine Residency, Washington, Pennsylvania
  2. Dhurat R, Saraogi P. Hair evaluation methods: merits and demerits. Int J Trichology. 2009 Jul;1(2):108-19
  3. Dhurat R, Saraogi P. Metodi di valutazione dei capelli: pregi e demeritiInt J Tricologia . 2009;1(2):108-119. doi:10.4103/0974-7753.58553
  4. Meyer-Gonzalez T, Bacqueville D, Grimalt R, Mengeaud V, Piraccini BM, Rudnicka L, Saceda-Corralo D, Vogt A; Trichology Experts Network Group, Vano-Galvan S. Current controversies in trichology: a European expert consensus statement. J Eur Acad Dermatol Venereol. 2021 Nov;35 Suppl 2:3-11.
  5. Damiani G, Conic R, Orlando G, Zampetti A, Marinello E, Piai M, Linder MD. Vitamin D in trichology: a comprehensive review of the role of vitamin D and its receptor in hair and scalp disorders. G Ital Dermatol Venereol. 2020 Apr;155(2):190-197
  6. Kumar AB, Shamim H, Nagaraju U. Premature Graying of Hair: Review with Updates. Int J Trichology. 2018 Sep-Oct;10(5):198-203. doi: 10.4103/ijt.ijt_47_18
  7. Zhang X, Caulloo S, Zhao Y, Zhang B, Cai Z, Yang J. Female pattern hair loss: clinico-laboratory findings and trichoscopy depending on disease severity. Int J Trichology. 2012 Jan;4(1):23-8.

 

 

trattamento anticaduta capelli