Questa pagina contiene annunci di servizi o prodotti che riteniamo utili per i nostri lettori. Scopri il nostro processo di selezione

La fisioterapia per la riabilitazione del pavimento pelvico prevede il rafforzamento, il rilassamento e la coordinazione dei muscoli pelvici per aiutare a trattare la tensione o la debolezza muscolare del pavimento pelvico e i problemi associati che ne derivano.

Il tono muscolare del pavimento pelvico può alterarsi quando i muscoli diventano iper- o ipotonici, spesso a causa del parto, dell’indebolimento muscolare causato dall’invecchiamento o da condizioni di stress.

Le attuali evidenze cliniche supportano la fisioterapia del pavimento pelvico come opzione di trattamento minimamente invasiva che dovrebbe essere utilizzata come metodo di prima linea per il trattamento di vari tipi di disfunzione del pavimento pelvico, inclusi problemi come prolasso degli organi pelvici , incontinenza urinaria o fecale e rapporti sessuali dolorosi.

Sommario

  1. Cos’è la Fisioterapia per la Riabilitazione del Pavimento Pelvico
  2. La prima visita
  3. Come Prepararsi alla Prima Visita
  4. Quando è utile la Fisioterapia
  5. Quando bisogna ricorrere alla fisioterapia del pavimento pelvico?
  6. Disturbi da Ipotonia Muscolare
  7. Disturbi da Ipertonia Muscolare
  8. Come viene eseguita la fisioterapia del pavimento pelvico?
  9. In Conclusione

1. Cos’è la Fisioterapia per la Riabilitazione del Pavimento Pelvico

La fisioterapia del pavimento pelvico viene utilizzata per trattare tutti i tipi di disturbi classificati come disfunzione del pavimento pelvico. La disfunzione del pavimento pelvico può essere suddivisa in disturbi ipotonici o di tono basso e ipertonici o di tono alto.

Il tono muscolare si riferisce alla quantità di tensione a riposo in un muscolo quando non è contratto. Troppo poco o troppo tono nei muscoli del pavimento pelvico può causare diverse forme di disfunzione del pavimento pelvico PubmedRosenbaum TY. Pelvic floor physiotherapy for women with urogenital dysfunction: indications and methods. Minerva Urol Nefrol. 2011 Mar;63(1):101-7.

Il trattamento può consistere in quanto segue:

  • Esercizi per rilassare o contrarre i muscoli del pavimento pelvico, come i Kegel
  • Terapia manuale, spesso eseguita internamente dal fisioterapista, per rilassare i muscoli del pavimento pelvico e alleviare i punti trigger
  • Biofeedback, con l’uso di una sonda di pressione del sensore che viene inserita nella vagina o nel retto, per percepire la forza delle contrazioni dei muscoli del pavimento pelvico per aiutarti a essere consapevole di quando stai contraendo o rilassando questi muscoli
  • Stimolazione elettrica per favorire l’attivazione muscolare del pavimento pelvico

2. La prima visita

Durante il primo appuntamento, il fisioterapista esaminerà la tua storia medica e i sintomi legati al dolore pelvico. Il fisioterapista eseguirà quindi un esame fisico. Durante l’esame esterno, il fisioterapista valuterà la colonna lombare, le articolazioni sacro-iliache e i muscoli che circondano o si attaccano al bacino, inclusi il retto dell’addome, l’ileopsoas e il piriforme, per verificare la presenza di dolore, tensione o dolorabilità. Durante l’esame interno, il fisioterapista valuterà i muscoli del pavimento pelvico per tono, elasticità, dolore e rigidità.

Il  fisioterapista esaminerà anche la tua capacità di eseguire la contrazione e il rilassamento volontari dei muscoli del pavimento pelvico, nonché il movimento del pavimento pelvico con in funzione degli schemi respiratori.

3. Come Prepararsi alla Prima Visita

Per prepararti alla fisioterapia del pavimento pelvico, dovresti arrivare vestito con abiti comodi che ti permettano di muovere liberamente le gambe senza limitare i tuoi movimenti.

4. Quando è utile la Fisioterapia

La fisioterapia del pavimento pelvico è appropriata per quelli con forme di disfunzione del pavimento pelvico e relativo dolore muscolare del pavimento pelvico.

Tuttavia, il dolore nella regione pelvica potrebbe non essere sempre correlato alla disfunzione muscolare del pavimento pelvico. I seguenti sintomi possono essere segni di una condizione più grave:

  • Sensazione di bruciore durante la minzione
  • Sanguinamento intenso durante le mestruazioni
  • Forti crampi mestruali
  • Mestruazioni irregolari
  • Sangue nelle urine o nelle feci
  • Perdite vaginali anomale
  • Febbre
  • Brividi
  • Nausea e vomito

Assicurati di contattare il tuo medico di base o il ginecologo se hai riscontrato uno di questi sintomi. Potresti avere un’infezione o un’altra condizione correlata agli organi gastrointestinali, urinari o riproduttivi che richiedono ulteriori cure mediche.

5. Quando bisogna ricorrere alla fisioterapia del pavimento pelvico?

La fisioterapia del pavimento pelvico deve essere iniziata non appena si iniziano a notare sintomi che interferiscono con il funzionamento quotidiano, compreso il controllo sulla voglia di urinare e il comfort durante il rapporto sessuale. Più a lungo aspetti per iniziare la fisioterapia del pavimento pelvico, più tempo potrebbe essere necessario affinché i sintomi migliorino, poiché tendono a peggiorare nel tempo.

La tensione o la debolezza dei muscoli del pavimento pelvico possono causare problemi con i rapporti sessuali e l’incontinenza, che tenderanno a peggiorare senza trattamento PubmedStein A, Sauder SK, Reale J. The Role of Physical Therapy in Sexual Health in Men and Women: Evaluation and Treatment. Sex Med Rev. 2019 Jan;7(1):46-56.

6. Disturbi da Ipotonia Muscolare

I disturbi del pavimento pelvico a tono basso includono:

  • Prolasso degli organi pelvici: discesa anomala degli organi pelvici, compreso l’ utero, la vagina, la vescica o il retto, dalla loro posizione normale
  • Incontinenza da stress: perdita involontaria di urina durante attività che aumentano la pressione intra-addominale, inclusi tosse, starnuti, risate, accovacciati e sollevamento di carichi pesanti
  • Vescica iperattiva: una condizione caratterizzata da urgenza urinaria, frequenza e incontinenza da urgenza quando la vescica si contrae involontariamente
  • Incontinenza fecale : fuoriuscita involontaria di gas, liquidi o feci dal retto

7. Disturbi da Ipertonia Muscolare

Quando un muscolo ha un tono alto, il muscolo è più teso e più rigido del normale. Questo può spesso causare dolore quando provi a rilassare o distendere il muscolo. Quando i muscoli del pavimento pelvico sono eccessivamente tesi a causa del tono alto, è possibile che si verifichino dolore pelvico, spasmi muscolari e dolore e difficoltà durante il rapporto sessuale o durante un esame ginecologico.

I disturbi del pavimento pelvico da ipertonia includono:

  • Dolore miofasciale del pavimento pelvico: dolore cronico che deriva dall’irrigidimento dei muscoli del pavimento pelvico
  • Vaginismo : spasmo incontrollato e involontario dei muscoli che circondano la vagina che si verifica con la penetrazione
  • Dispareunia: dolore durante il rapporto sessuale dovuto alla penetrazione vaginale
  • Vulvodinia : dolore e disagio nella vulva , spesso a causa di muscoli del pavimento pelvico tesi e disfunzionali

    8. Come viene eseguita la fisioterapia del pavimento pelvico?

    La fisioterapia del pavimento pelvico viene completata in una stanza privata per trattamenti con il  fisioterapista. Il tuo fisioterapista ti istruirà in esercizi specifici mirati a migliorare l’attivazione o il rilassamento dei muscoli del pavimento pelvico e fornirà diverse tecniche e modalità terapeutiche per aiutare ad affrontare i tuoi sintomi. Ti può essere inoltre fornito un programma di esercizi e attrezzature da utilizzare a casa per aiutare con i tuoi progressi con il trattamento.

    Dott. Arcangelo De Falco - Fisioterapista e Osteopata

    Il dott. De Falco è laureato in Fisioterapia presso il Policlinico Le Scotte di Siena, è specialista in Osteopatia e si occupa di Riabilitazione del pavimento pelvico per incontinenza urinaria maschile (prostatoectomizzati) e femminile, Disturbi ano-rettali (stipsi ostinata, defecazione ostruita, prolasso rettale), Disturbi sessuali (dispareunia, anorgasmia), Dolori Cronici incluso il dolore pelvico cronico e ricorrente. Prenota un trattamento osteopatico con il Dott. De Falco

    leggi di più

    Dott. Arcangelo De Falco - Osteopata

    9. In Conclusione

    I sintomi della disfunzione del pavimento pelvico tendono a peggiorare nel tempo e possono avere un impatto significativo sulla qualità della vita. Iniziare la fisioterapia del pavimento pelvico il prima possibile può aiutare ad alleviare il dolore e altri sintomi per aiutarti a riprendere il controllo della tua vita. La fisioterapia del pavimento pelvico è efficace per il trattamento e la gestione ipertonia e ipotonia del pavimento pelvico e relativo dolore muscolare.

    Se soffri di dolore pelvico cronico da più di tre mesi o avverti problemi con la minzione, i movimenti intestinali o i rapporti sessuali, contatta il ginecologo per vedere se sono necessari ulteriori test per determinare se c’è un problema più serio alla base dei sintomi pelvici.

    Fonti

    1. Wallace SL, Miller LD, Mishra K. Pelvic floor physical therapy in the treatment of pelvic floor dysfunction in womenCurr Opin Obstet Gynecol. 2019;31(6):485-493
    2. Mateus-Vasconcelos ECL, Ribeiro AM, Antônio FI, Brito LGO, Ferreira CHJ. Physiotherapy methods to facilitate pelvic floor muscle contraction: A systematic review. Physiother Theory Pract. 2018 Jun;34(6):420-432.
    3. van Reijn-Baggen DA, Han-Geurts IJM, Voorham-van der Zalm PJ, Pelger RCM, Hagenaars-van Miert CHAC, Laan ETM. Pelvic Floor Physical Therapy for Pelvic Floor Hypertonicity: A Systematic Review of Treatment Efficacy. Sex Med Rev. 2022 Apr;10(2):209-230
    4. Wallace SL, Miller LD, Mishra K. Pelvic floor physical therapy in the treatment of pelvic floor dysfunction in women. Curr Opin Obstet Gynecol. 2019
    5. Rosenbaum TY. Pelvic floor physiotherapy for women with urogenital dysfunction: indications and methods. Minerva Urol Nefrol. 2011 Mar;63(1):101-7

    palline kegel esercizi pavimento pelvico