La vita è allo stesso tempo meravigliosa e terribile. Dopo un incredibile successo è possibile sperimentare un fallimento spettacolare, ad un grande amore ne può seguire una perdita devastante, a momenti di meraviglia e beatitudine alterniamo momenti di oscurità e disperazione.

La scomoda verità è che quasi tutto ciò che rende la nostra vita ricca, piena e significativa nasconde una dolorosa doppia faccia. É difficile, se non impossibile evitare la sofferenza ad un certo punto o in certi momenti della nosta vita.  Come fare allora per far fronte ai periodi difficili e poter recuperare la nostra vitalità in seguito ai momenti di disperazione? Possiamo ricorrere all’ACT.

 

Che cos’è esattamente la terapia ACT?

L’ACT (Acceptance and Commitment Therapy) o Terapia dell’Accettazione e dell’Impegno è una tecnica terapeutica che ci insegna come ridurre l’impatto e l’influenza di pensieri e sentimenti dolorosi (tramite l’accettazione), spingendoci contemporaneamente ad agire nei momenti di difficoltà, per non smettere di costruire una vita ricca, piena e significativa (tramite l’impegno). Uno degli obiettivi dell’ACT è quello di aiutare le persone ad affrontare l’inevitabile dolore dell’esperienza umana attraverso il processo di consapevolezza.

L’ACT presume che la sofferenza umana sia naturale ed un’esperienza comune a tutti gli esseri umani. Ma il motivo per cui soffriamo così tanto è dovuto alla tendenza della nostra mente di creare un “dialogo interiore negativo”, riportando a galla ricordi e pensieri indesiderati.

Come Funziona la Terapia dell’Accettazione e dell’Impegno?

L’ACT è una terapia del linguaggio che si focalizza sul modo in cui usiamo le parole per combattere diversi disagi mentali. L’approccio si concentra, come suggerisce il nome, sull’accettazione. La teoria suggerisce che la crescente accettazione delle proprie circostanze di vita e dei propri pensieri può portare ad una maggiore flessibilità psicologica.

Nel complesso, questo tipo di terapia incoraggia l’acquisizione di informazioni approfondite sui propri modelli di pensiero, sui modelli di evitamento e sulla presenza o assenza di azioni in linea con i propri valori di vita.

Insieme ad uno psicoterapeuta specializzato si impara ad ascoltare il proprio discorso interiore e i pensieri riguardo eventi traumatici, relazioni problematiche, limitazioni fisiche o altri problemi. Si può quindi decidere se un problema richiede un’azione e un cambiamento immediati o se può o deve essere accettato per quello che è. Allo stesso tempo, si impara ad apportare cambiamenti comportamentali che possono influenzare la situazione in modo positivo.

Terapia ACT | Quando può essere utile

ACT è indicata come trattamento contro traumi, stress sul posto di lavoro, ansia da esame, il disturbo d’ansia sociale, la depressione, il disturbo ossessivo-compulsivo e la psicosi . È stato anche usata per aiutare a trattare condizioni mediche come dolore cronico, abuso di sostanze e diabete.

 

ACT e Disturbi d’ansia generale e sociale

Molti studi mostrano gli effetti positivi di questa forma di terapia per i pazienti che soffrono di ansia.

Ad esempio, uno studio ha dimostrato che gli studenti universitari che hanno ricevuto il trattamento ACT hanno goduto di meno stress per quanto riguarda le preoccupazioni accademiche, diminuzione dei sintomi di ansia e depressione, maggiore salute mentale generale e migliore accettazione consapevole (Levin, Haeger, Pierce e Twohig, 2017).

Un altro studio ha ribadito questi impatti positivi sull’ansia e ha dimostrato che l’ACT fornito tramite Internet potrebbe essere efficace quanto l’ACT fornito dal terapeuta (Ivanova et al., 2016).

I partecipanti a questo studio hanno riportato una riduzione dell’ansia generale e sociale, sia che si trovassero nel gruppo “trattamento come al solito” o nel gruppo ACT online.

Se vuoi trattare l’ansia con ACT, ti consigliamo il seguente libro,  Terapia di accettazione e impegno per i disturbi d’ansia: Guida al trattamento di un professionista per l’utilizzo di consapevolezza, accettazione e strategie di cambiamento del comportamento basate sui valori .

 

ACT e Dolore cronico

È stato scoperto che la terapia di accettazione e impegno migliora la qualità della vita , anche senza influire sul livello di dolore sperimentato, per molti casi di dolore cronico.

Uno studio ha dimostrato che i malati di cancro che ricevono il trattamento ACT hanno riportato miglioramenti significativi nell’accettazione delle loro circostanze e nel trovare un significato maggiore nella vita, anche mentre soffrivano ancora (Datta, Aditya, Chakraborty, Das e Mukhopadhyay, 2016).

Un altro studio ha anche scoperto che ACT migliora la flessibilità psicologica e riduce i sintomi depressivi, anche quando il dolore cronico rimane (Scott, Hann, McCracken, 2016).

Uno studio diverso ha verificato questa scoperta, riportando che il funzionamento fisico ed emotivo è migliorato con ACT, anche senza riduzione simultanea del dolore (Vowles, Witkiewitz, Levell, Sowden e Ashworth, 2017).

 

ACT e Depressione

Allo stesso modo, è stato scoperto che ACT migliora i sintomi per le persone che soffrono di depressione. Uno studio ha rilevato che ACT ha ridotto la gravità dei sintomi depressivi per i veterani con depressione e pensieri suicidi (Walser, Garvert, Karlin, Trockel, Ryu e Taylor, 2015).

ACT ha anche ridotto l’inflessibilità psicologica e l’angoscia legati alla depressione e all’ansia negli anziani, anche con solo un breve corso da un terapista ACT alle prime armi (Roberts, 2016).

Se desideri saperne di più sull’utilizzo della terapia di accettazione e impegno per curare la depressione, prova questo libro : ACT for Depression: A Clinician’s Guide to Using Acceptance and Commitment Therapy in Treating Depression , di Robert Zettle. Descrive come l’ACT può contribuire al trattamento efficace della depressione fornendo un approccio sessione per sessione.

 

ACT e Disturbo ossessivo-compulsivo (DOC)

ACT può anche aiutare i pazienti che soffrono di disturbo ossessivo-compulsivo (DOC).

Una panoramica della ricerca quantitativa condotta in quest’area ha mostrato che il trattamento ACT per il disturbo ossessivo compulsivo è efficace quanto l’approccio della terapia cognitivo comportamentale (Bluett, Homan, Morrison, Levin e Twohig, 2014).

L’ACT può essere applicata al trattamento del disturbo ossessivo compulsivo considerando i comportamenti come risposte biologiche mutevoli piuttosto che intrinseche. Offre modi per concentrarsi sulle reazioni dei clienti agli eventi, invece di vedere i loro comportamenti come aspetti fissi della loro personalità.

 

ACT e Problemi alimentari

Infine, ACT è stato applicato con successo anche a pazienti con disturbi alimentari. Uno studio di serie di casi su donne con disturbo da alimentazione incontrollata ha mostrato che i partecipanti sono migliorati con l’applicazione di ACT (Hill, Masuda, Melcher, Morgan e Twohig, 2015).

Una paziente ha persino raggiunto un punto in cui i suoi sintomi non soddisfacevano più la definizione clinica di disturbo da alimentazione incontrollata, mentre entrambi mostravano un aumento della flessibilità dell’immagine corporea.

In uno studio su pazienti con anoressia, i partecipanti che hanno ricevuto un trattamento che includeva ACT avevano maggiori probabilità di raggiungere risultati positivi alla fine dello studio (Parling, Cernvall, Ramklint, Holmgren e Ghaderi, 2016).

 

Applicare ACT nella terapia di gruppo

La terapia di accettazione e impegno può essere applicata a livello individuale, ma è anche efficace quando somministrata tramite un gruppo di trattamento.

L’Association for Contextual Behavioral Science riconosce l’efficacia dei trattamenti ACT di gruppo per rabbia, depressione e ansia generale, ansia sociale , dolore cronico e per adolescenti in difficoltà.

La Houston Group Psychotherapy Society ribadisce l’efficacia della terapia ACT di gruppo, osservando che un contesto di gruppo può fornire opportunità ai clienti di connettersi e imparare gli uni dagli altri, ricevere la convalida di cui possono disperatamente aver bisogno e praticare una vulnerabilità costruttiva.

 

Terapia ACT | 6 Principi Fondamentali

Con la terapia ACT si diventa consapevoli dei modelli di pensiero che non hanno funzionato in passato e che hanno aumentato la percezione di disagio e sofferenza. Il terapeuta può aiutare la persona a smettere di ripetere schemi di pensiero e comportamenti problematici e nocivi. Una volta che hai affrontato e accettato i tuoi problemi attuali, ci si impegna a smettere di combattere il passato per assumere un comportamento ottimista, basato sui propri valori e obiettivi personali .

I sei processi terapeutici fondamentali di ACT includono:

  • contattare il momento presente: Questo processo si riferisce all’essere nel momento presente. Le persone spesso pensano a qualcosa di diverso da quello che sta succedendo davanti a loro o cercano di fare multitasking e non prestano davvero attenzione a ciò che stanno facendo.
  • defusione: Questo processo si riferisce alla capacità di separarci dai nostri pensieri. Si tratta di essere in grado di fare un passo indietro allontanandoci dai nostri pensieri per non aggrapparci a loro così strettamente. Invece, dovremmo considerarli solo come pensieri, parole o immagini.
  • accettazione: Questo processo significa fare spazio alle esperienze negative nella nostra mente. Non dobbiamo apprezzare nessuna di loro, ma accettarle significa semplicemente permettere loro di essere.
  • il sé osservante: Questo processo si riferisce alla capacità di comprendere il “sé osservante”. Ci sono due diversi aspetti della mente, il sé pensante e il sé osservante. La maggior parte delle persone pensa che la mente sia il sé pensante, la parte di noi che presenta pensieri, credenze, ricordi e così via, ma molte persone non sono consapevoli del sé osservante, la parte della nostra mente che è in grado di fare un passo indietro e osservare semplicemente il sé pensante e il resto del nostro essere.
  • identificare i propri valori: Questo processo ci incoraggia a identificare ciò che vogliamo rappresentare, ciò che conta veramente per noi. Identificare i propri valori per prendere decisioni in merito a comportamenti più utili per il raggiungimento delle proprie aspirazioni. I valori potrebbero anche essere indicati come “direzioni di vita scelte”.
  • azione impegnata : Questo processo riguarda l’adozione di azioni congruenti con i propri valori. In questo processo, gli individui apportano un cambiamento di comportamento basato sui propri valori. Ci sono molti diversi interventi comportamentali che possono essere implementati in questo processo, come la definizione degli obiettivi, l’addestramento delle abilità, l’auto-rilassamento e la gestione del tempo.

 

Rivolgiti ad un Esperto di Terapia ACT

Se stai attraversando un periodo di stress, stai cercando di superare un trauma del passato o sei semplicemente colto da uno stato d’animo negativo con pensieri intrusivi e opprimenti, potresti considerare il ricorso alla terapia ACT.

  • Contatta uno Psicoterapeuta Specializzato nella ACT

 

Guarda il TED TALK sulla Flessibilità Psicologica del Fondatore della ACT Stephen Hayes

Il video è sottotitolato in italiano

Il Verdetto Finale

La terapia dell’accettazione e dell’impegno – ACT,  è una forma di terapia comportamentale che combina le capacità di consapevolezza con la pratica dell’auto-accettazione e ci permette di sviluppare una maggiore flessibilità psicologica. Quando si mira ad accettare maggiormente i propri pensieri e sentimenti, l’impegno gioca un ruolo chiave. La terapia ACT ti consente, tramite un percorso guidato dallo psicoterapeuta, di impegnarti ad affrontare un problema piuttosto che evitare le fonti di stress o sofferenza psicologica. Grazie a questo tipo di terapia potrai impegnarti ad assumere comportamenti che faciliteranno le esperienze di vita spiacevoli e sarai capace di affrontare sfide prima d’ora temute.

 

 

Fonti:

 

  • Forman EM, Herbert JD, Moitra E, Yeomans PD, Geller PA. Uno studio randomizzato di efficacia controllata di terapia di accettazione e impegno e terapia cognitiva per ansia e depressione. 
  • Hayes, S. A proposito di ACT. Associazione per la scienza comportamentale contestuale.
  • Dewane, C. L’ABC di ACT. Il lavoro sociale oggi. 
  • Lungo, certificazione D. ACT. Associato per la scienza comportamentale contestuale.
  • Bluett, EJ, Homan, KJ, Morrison, KL, Levin, ME e Twohig, MP (2014). Terapia di accettazione e impegno per ansia e disturbi dello spettro DOC: una revisione empirica. Journal of Anxiety Disorders, 28 , 612-624.
  • Datta, A., Aditya, C., Chakraborty, A., Das, P. e Mukhopadhyay, A. (2016). La potenziale utilità della terapia di accettazione e impegno (ACT) per ridurre lo stress e migliorare il benessere dei malati di cancro a Calcutta. Journal of Cancer Education, 31 , 721-729.
  • Harris, R. (2011). Abbracciare i tuoi demoni: una panoramica della terapia dell’accettazione e dell’impegno. Psicoterapia. Estratto da https://www.psychotherapy.net/article/Acceptance-and-Commitment-Therapy-ACT#section-the-goal-of-act
  • Harris, R. (2013). Accettazione e formazione sulla terapia dell’impegno. Estratto da https://www.actmindfully.com.au/acceptance_&_commitment_therapy Hill, ML, Masuda, A., Melcher, H., Morgan, JR e Twohig, MP (2015). Terapia di accettazione e impegno per le donne con diagnosi di disturbo da alimentazione incontrollata: uno studio di serie di casi. Pratica cognitiva e comportamentale, 22 , 367-378.
  • Ivanova, E., Lindner, P., Ly, KH, Dahlin, M., Vernmark, K., Andersson, G. e Carlbring, P. (2016). Terapia di accettazione e impegno guidata e non guidata per il disturbo d’ansia sociale e / o il disturbo di panico fornita tramite Internet e un’applicazione per smartphone: uno studio controllato randomizzato. Journal of Anxiety Disorders, 44 , 27-35.
  • Levin, ME, Haeger, JA, Pierce, BG e Twohig, MP (2017). Terapia di accettazione e impegno basata sul web per problemi di salute mentale negli studenti universitari: uno studio controllato randomizzato. Modifica del comportamento, 41 , 141-162.
  • Markaway, B. (2013, 25 maggio). L’approccio ACT all’accettazione di sé: tre modi semplici e sorprendenti per aumentare l’autoaccettazione Psicologia oggi. Estratto da https://www.psychologytoday.com/blog/living-the-questions/201305/the-act-approach-self-acceptance
  • Parling, T., Cernvall, M., Ramklint, M., Holmgren, S. e Ghaderi, A. (2016). Uno studio randomizzato di terapia di accettazione e impegno per l’anoressia nervosa dopo il trattamento diurno, compreso il follow-up di cinque anni. BMC Psychiatry, 16, 272-284.
  • Roberts, SL (2016). Terapia di accettazione e impegno con gli anziani: logica e caso di studio di un 89enne affetto da depressione e disturbo d’ansia generalizzato. Casi clinici clinici, 15 , 53-67.
  • Scott, W., Hann, KEJ e McCracken, LM (2016). Un esame completo dei cambiamenti nella flessibilità psicologica in seguito alla terapia di accettazione e impegno per il dolore cronico. Journal of Contemporary Psychotherapy, 46 , 139-148.
  • Serani, D. (2011, 22 febbraio). Accettazione e terapia dell’impegno: un modo consapevole per trattare i disturbi. Psicologia oggi. Estratto da https://www.psychologytoday.com/blog/two-takes-depression/201102/acceptance-and-commitment-therapy
  • Vowles, KE, Witkiewitz, K., Levell, J., Sowden, G. e Ashworth, J. (2017). Sono necessarie riduzioni dell’intensità del dolore e dell’angoscia correlata al dolore? Un’analisi delle traiettorie di cambiamento all’interno del trattamento in relazione al miglioramento del funzionamento dopo l’accettazione interdisciplinare e la terapia dell’impegno per gli adulti con dolore cronico. Journal of Consulting and Clinical Psychology, 85 , 87-98.
  • www.actmindfully.com.au
  • https://contextualscience.org/act
  • www.thehappinesstrap.com
  • www.youtube.com