Cos’è il comportamento aggressivo?

Il comportamento aggressivo può causare danni fisici o emotivi agli altri. Può variare dall’abuso verbale all’abuso fisico. Può anche comportare il danneggiamento della proprietà personale.

Il comportamento aggressivo viola i confini sociali. Può portare a rotture nelle tue relazioni. Può essere ovvio o riservato. Gli scoppi aggressivi occasionali sono comuni e persino normali nelle giuste circostanze. Tuttavia, dovresti parlare con il tuo medico se manifesti comportamenti aggressivi frequentemente o secondo schemi.

Quando ti impegni in un comportamento aggressivo, potresti sentirti irritabile e irrequieto. Potresti sentirti impulsivo. Potresti trovare difficile controllare il tuo comportamento. Potresti non sapere quali comportamenti sono socialmente appropriati. In altri casi, potresti agire in modo aggressivo di proposito. Ad esempio, potresti usare un comportamento aggressivo per vendicarti o provocare qualcuno. Puoi anche indirizzare un comportamento aggressivo verso te stesso.

È importante capire le cause del tuo comportamento aggressivo. Questo può aiutarti ad affrontarlo.

 

Cosa causa un comportamento aggressivo?

Molte cose possono influenzare il tuo comportamento. Questi possono includere:

  • salute fisica
  • salute mentale
  • struttura familiare
  • rapporti con gli altri
  • ambiente lavorativo o scolastico
  • fattori sociali o socioeconomici
  • tratti individuali
  • esperienze di vita

Da adulto, potresti agire in modo aggressivo in risposta a esperienze negative. Ad esempio, potresti diventare aggressivo quando ti senti frustrato. Il tuo comportamento aggressivo può anche essere collegato a depressione, ansia, disturbo da stress post-traumatico o altre condizioni di salute mentale.

 

Cause di salute nel comportamento aggressivo

Molte condizioni di salute mentale possono contribuire a comportamenti aggressivi. Ad esempio, queste condizioni includono:

  • disturbo dello spettro autistico
  • disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD)
  • disordine bipolare
  • schizofrenia
  • disturbo della condotta
  • disturbo esplosivo intermittente
  • disturbo post-traumatico da stress (PTSD)

Il danno cerebrale può anche limitare la tua capacità di controllare l’aggressività. Potresti subire danni cerebrali come risultato di:

  • colpo
  • ferita alla testa
  • alcune infezioni
  • alcune malattie

Diverse condizioni di salute contribuiscono all’aggressività in modi diversi. Ad esempio, se soffri di autismo o disturbo bipolare, potresti agire in modo aggressivo quando ti senti frustrato o incapace di parlare dei tuoi sentimenti. Se hai un disturbo della condotta, agirai in modo aggressivo di proposito.

 

Cause nei bambini

L’aggressività nei bambini può essere causata da diversi fattori. Questi possono includere:

  • scarse capacità relazionali
  • condizioni di salute sottostanti
  • stress o frustrazione

Tuo figlio potrebbe imitare un comportamento aggressivo o violento che vede nella sua vita quotidiana. Possono ricevere attenzione da membri della famiglia, insegnanti o colleghi. Puoi incoraggiarlo accidentalmente ignorando o premiando il loro comportamento aggressivo.

A volte, i bambini si scatenano per paura o sospetto. Questo è più comune se tuo figlio ha schizofrenia, paranoia o altre forme di psicosi. Se hanno un disturbo bipolare, potrebbero agire in modo aggressivo durante la fase maniacale della loro condizione. Se soffrono di depressione, potrebbero agire in modo aggressivo quando si sentono irritati.

Tuo figlio potrebbe anche agire in modo aggressivo quando ha difficoltà ad affrontare le proprie emozioni. Potrebbero trovare particolarmente difficile affrontare la frustrazione. Questo è comune nei bambini che hanno disturbi dello spettro autistico o disturbi cognitivi. Se si sentono frustrati, potrebbero non essere in grado di risolvere o descrivere la situazione che causa la loro frustrazione. Questo può portarli a recitare.

I bambini con ADHD o altri disturbi dirompenti possono mostrare una mancanza di attenzione o comprensione. Possono anche apparire impulsivi. In alcuni casi, questi comportamenti possono essere considerati aggressivi. Ciò è particolarmente vero in situazioni in cui i loro comportamenti sono socialmente inaccettabili.

 

Cause negli adolescenti

Il comportamento aggressivo negli adolescenti è comune. Ad esempio, molti adolescenti agiscono in modo scortese o litigano a volte. Tuttavia, tuo figlio potrebbe avere problemi con un comportamento aggressivo se regolarmente:

  • urlare durante le discussioni
  • litigare
  • fare il prepotente con gli altri

In alcuni casi, possono agire in modo aggressivo in risposta a:

  • fatica
  • pressione dei pari
  • abuso di sostanze
  • relazioni malsane con i membri della famiglia o altri

La pubertà può anche essere un periodo stressante per molti adolescenti. Se non capiscono o non sanno come affrontare i cambiamenti durante la pubertà, tuo figlio potrebbe agire in modo aggressivo. Se hanno una condizione di salute mentale, può anche contribuire a un comportamento aggressivo.

 

Come viene trattato il comportamento aggressivo?

Per elaborare un comportamento aggressivo, è necessario identificare le sue cause sottostanti.

Può essere utile parlare con qualcuno di esperienze che ti fanno sentire aggressivo. In alcuni casi, puoi imparare come evitare situazioni frustranti modificando il tuo stile di vita o la tua carriera. Puoi anche sviluppare strategie per far fronte a situazioni frustranti. Ad esempio, puoi imparare a comunicare in modo più aperto e onesto, senza diventare aggressivo.

Il medico può raccomandare la psicoterapia per aiutare a trattare il comportamento aggressivo. Ad esempio, la terapia cognitivo comportamentale (CBT) può aiutarti a imparare a controllare il tuo comportamento. Può aiutarti a sviluppare meccanismi di coping. Può anche aiutarti a capire le conseguenze delle tue azioni. La terapia della parola è un’altra opzione. Può aiutarti a capire le cause della tua aggressività. Può anche aiutarti a superare i sentimenti negativi.

In alcuni casi, il medico può prescrivere farmaci per trattare il tuo comportamento aggressivo. Ad esempio, possono prescrivere farmaci antiepilettici (DAE), come la fenitoina e la carbamazepina. Se soffri di schizofrenia, Alzheimer o disturbo bipolare, possono prescrivere stabilizzatori dell’umore. Potrebbero anche incoraggiarti a prendere integratori di acidi grassi omega-3.

Il tuo piano di trattamento varierà a seconda delle cause alla base del tuo comportamento aggressivo. Parla con il tuo medico per saperne di più sulle tue condizioni e sulle opzioni di trattamento.

 

Il verdetto finale

Se non affronti la tua aggressività, può portare a comportamenti più aggressivi e violenti. Tuttavia, ci sono opzioni di trattamento disponibili per il comportamento aggressivo. Seguire il piano di trattamento consigliato dal medico può aiutarti a ottenere il controllo, prima di causare danni a te stesso o agli altri.

Il comportamento aggressivo si verifica raramente senza una ragione. Identificare le cause profonde del comportamento aggressivo può aiutarti a evitare situazioni che lo innescano. Parla con il tuo medico per imparare a identificare e trattare le cause alla base del tuo comportamento aggressivo.

Gli Specialisti

  • psicologo

 

La storia di Martin

https://www.researchunbound.org.uk/aggression/young-peoples-stories-martin/

Martin , di 13 anni, è il figlio più piccolo di una famiglia di tre figli. È stato ospitato all’età di 18 mesi dopo che suo padre è stato arrestato per aver aggredito un vicino e anche la polizia che era stata chiamata per l’incidente. La famiglia era nota alla polizia che aveva visitato la casa familiare in almeno 10 occasioni precedenti a seguito di episodi di violenza domestica.

Martin era stato presente durante alcuni di questi incidenti, ma la polizia aveva ritenuto che la sua età lo avesse protetto dall’impatto; di solito era nella sua branda apparentemente addormentato quando venivano a trovarli. Anche i servizi sociali erano stati coinvolti e, a volte, avevano portato i due bambini più grandi a passare la notte con una zia perché ritenuti a rischio. Martin era stato lasciato a casa, ancora una volta perché era stato valutato come meno colpito.

Dopo che il padre di Martin è stato arrestato, l’ambiente familiare è peggiorato. Le precedenti preoccupazioni per gli scarsi standard igienici e la mancanza di cibo si sono intensificate ei bambini sono stati ospitati in affidamento; Martin è stato messo in una famiglia affidataria diversa dai suoi fratelli. Si è trasferito nella sua famiglia adottiva all’età di 3 anni.

Martin è andato felicemente dalla sua famiglia adottiva, chiamandoli “mamma” e “papà” dall’inizio. Era un bambino contento, sebbene la sua madre adottiva notasse che dormiva e mangiava più di quanto lei si sarebbe aspettata. Dopo sei mesi, il comportamento di Martin è cambiato. Diventava sempre più esigente e lottava quando sua madre gli diceva di no; si gettava sul pavimento, lanciava i suoi giocattoli per la stanza e la picchiava. Sua madre pensava che questi comportamenti fossero più estremi di quanto si sarebbe aspettata per un bambino piccolo, ma i suoi amici e l’asilo nido di Martin l’hanno rassicurata dicendo che stava vivendo i “due terribili” e che “tutti i bambini lo fanno”.

Man mano che Martin progrediva nella scuola primaria, presentava difficoltà a casa e sempre più a scuola. Sfidava l’autorità dei suoi genitori e spesso continuava a presentarsi come un “due terribile”, ad esempio quando gli veniva chiesto di riordinare la sua stanza o quando i suoi genitori dicevano di no a richieste irragionevoli. Si rifiutava di fare i compiti ei suoi genitori venivano spesso chiamati a scuola perché in classe gridava e lottava con i rapporti con i coetanei. I genitori di Martin sentivano di essere giudicati da insegnanti che sostenevano che ogni altro bambino avesse svolto i compiti e da altri genitori che chiedevano ai loro figli di non giocare con Martin.

Ora, all’età di 13 anni, i genitori di Martin stanno lottando per gestirlo. È scortese e aggressivo a casa, ruba ei suoi genitori hanno dovuto chiudere a chiave i loro soldi e le cose personali. Descrivono la loro casa come una “zona di guerra” in cui sono costantemente al limite e non sono sicuri di come interagire con Martin in un modo che non provochi un’esplosione aggressiva. A volte si rifiuta di frequentare la scuola ei suoi genitori sono preoccupati che possa aver sperimentato la cannabis.

 

Bibliografia

Lane, SD, Kjome, KL e Moeller, FG (2012, 1 febbraio). Neuropsichiatria dell’aggressività. Cliniche neurologiche , 29 (1), 49-vii
ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3053027/
Mayo Clinic Staff. (2015, 25 agosto). Disturbo esplosivo intermittente
mayoclinic.org/diseases-conditions/intermittent-explosive-disorder/basics/symptoms/con-20024309
Prado Lima, PA (2009, ottobre). Trattamento farmacologico dell’impulsività e del comportamento aggressivo. Revista Brasileira de Psiquiatria, 31 (Supplemento 2), S58-S65. Estratto da
ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19967201
Siever, LJ (2008, aprile). Neurobiologia dell’aggressività e della violenza. American Journal of Psychiatry , 165 (4), 429-442. Estratto da
ajp.psychiatryonline.org/doi/abs/10.1176/appi.ajp.2008.07111774
Stanford, MS, Anderson, NE, Lake, SL e Baldridge, RM (2009, settembre). Trattamento farmacologico dell’aggressione impulsiva con farmaci antiepilettici. Opzioni di trattamento attuali in neurologia , 11 (5), 383-390
ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19744405
Quali sono alcune delle cause dell’aggressività nei bambini? (27 dicembre 2010)
childmind.org/en/posts/articles/2010-12-27-what-are-some-causes-aggression-children