Cosa sono le allucinazioni?

Le allucinazioni sono esperienze sensoriali che sembrano reali ma sono create dalla tua mente. Possono influenzare tutti e cinque i tuoi sensi. Ad esempio, potresti sentire una voce che nessun altro nella stanza può sentire o vedere un’immagine che non è reale.

Questi sintomi possono essere causati da malattie mentali, effetti collaterali dei farmaci o malattie fisiche come l’ epilessia o il disturbo da uso di alcol .

Potrebbe essere necessario visitare uno psichiatra, un neurologo o un medico generico a seconda della causa delle allucinazioni.

Il trattamento può includere l’assunzione di farmaci per trattare una condizione di salute. Il medico può anche raccomandare di adottare comportamenti diversi come bere meno alcol e dormire di più per migliorare le tue allucinazioni.

 

Tipi di allucinazioni

Le allucinazioni possono influenzare la vista, l’olfatto, il gusto, l’udito o le sensazioni corporee.

Allucinazioni visive

Le allucinazioni visive implicano il vedere cose che non ci sono. Le allucinazioni possono riguardare oggetti, schemi visivi, persone o luci.

Ad esempio, potresti vedere una persona che non è nella stanza o luci lampeggianti che nessun altro può vedere.

Allucinazioni olfattive

Le allucinazioni olfattive coinvolgono il tuo senso dell’olfatto. Potresti sentire un odore sgradevole quando ti svegli nel cuore della notte o sentire che il tuo corpo ha un cattivo odore quando non lo fa.

Questo tipo di allucinazione può includere anche profumi che trovi piacevoli, come l’odore dei fiori.

Allucinazioni gustative

Le allucinazioni gustative sono simili alle allucinazioni olfattive, ma coinvolgono il tuo senso del gusto invece dell’olfatto.

Questi gusti sono spesso strani o sgradevoli. Le allucinazioni gustative (spesso con un sapore metallico) sono un sintomo relativamente comune per le persone con epilessia .

Allucinazioni uditive

Le allucinazioni uditive sono tra i tipi più comuni di allucinazioni. Potresti sentire qualcuno che ti parla o ti dice di fare certe cose. La voce può essere arrabbiata, neutra o calda.

Altri esempi di questo tipo di allucinazioni includono l’udire suoni, come qualcuno che cammina in soffitta o rumori ripetuti di clic o colpi.

Allucinazioni tattili

Le allucinazioni tattili coinvolgono la sensazione del tatto o del movimento nel tuo corpo. Ad esempio, potresti sentire che gli insetti strisciano sulla tua pelle o che i tuoi organi interni si muovono. Potresti anche sentire il tocco immaginario delle mani di qualcuno sul tuo corpo.

 

Cosa causa le allucinazioni?

Le allucinazioni sono un sintomo estremamente trasversale, che può presentarsi in diverse condizioni ed essere generato, quindi, da cause diverse. Ecco le principali.

Condizioni di salute mentale

Le malattie mentali sono tra le cause più comuni di allucinazioni. Schizofrenia, demenza e delirio sono alcuni esempi.

Uso di sostanze

L’uso di sostanze è un’altra causa abbastanza comune di allucinazioni. Alcune persone vedono o sentono cose che non ci sono dopo aver bevuto troppo alcol o aver assunto droghe come la cocaina.

Anche i farmaci allucinogeni come l’LSD e il PCP possono causare allucinazioni.

Mancanza di sonno

Non dormire a sufficienza può anche portare ad allucinazioni. Potresti essere più incline alle allucinazioni se non dormi da più giorni o non dormi abbastanza per lunghi periodi di tempo.

È anche possibile sperimentare allucinazioni subito prima di addormentarsi, note come allucinazioni ipnagogiche o subito prima di svegliarsi dal sonno, note come allucinazioni ipnopompiche.

Farmaci

Alcuni farmaci presi per condizioni di salute mentale e fisica possono anche causare allucinazioni. La malattia di Parkinson, la depressione, la psicosi e i farmaci per l’epilessia possono a volte scatenare sintomi di allucinazioni.

Altre condizioni

Anche altre condizioni possono causare allucinazioni. Questi possono includere:

  • febbre alta, soprattutto nei bambini e negli anziani
  • emicrania
  • isolamento sociale, in particolare negli anziani
  • convulsioni
  • sordità, cecità o problemi di vista
  • epilessia (in alcuni casi, le crisi epilettiche possono farti vedere forme lampeggianti o punti luminosi)
  • malattie terminali, come l’ HIV in stadio 3 (AIDS) , il cancro al cervello o l’insufficienza renale e epatica

 

Come vengono diagnosticate le allucinazioni?

La cosa migliore da fare è chiamare subito il medico se sospetti che le tue percezioni non siano reali. Il medico chiederà informazioni sui sintomi ed eseguirà un esame fisico. Ulteriori test potrebbero includere un esame del sangue o delle urine e forse una scansione del cervello.

Se conosci qualcuno che ha le allucinazioni, non lasciarlo da solo. In alcuni casi gravi, la paura e la paranoia innescate dalle allucinazioni possono portare ad azioni o comportamenti pericolosi.

Resta sempre con la persona e vai con lei dal medico per un supporto emotivo. Potresti anche essere in grado di rispondere a domande sui loro sintomi e sulla frequenza con cui si verificano.

 

Trattamento

Il tuo medico sarà in grado di consigliarti la migliore forma di trattamento una volta che avrà capito cosa sta causando le tue allucinazioni.

Farmaci

Il trattamento per le tue allucinazioni dipenderà interamente dalla loro causa sottostante. Ad esempio, se hai allucinazioni a causa di una grave astinenza da alcol , il medico potrebbe prescriverti farmaci che aiutano a calmare il sistema nervoso.

Tuttavia, se le allucinazioni sono causate dalla malattia di Parkinson in una persona con demenza, questo stesso tipo di farmaco potrebbe non essere utile e potrebbero essere utilizzati altri farmaci.

Una diagnosi accurata è molto importante per trattare efficacemente la condizione.

Consulenza

La consulenza potrebbe anche far parte del tuo piano di trattamento. Ciò è particolarmente vero se la causa alla base delle tue allucinazioni è una condizione di salute mentale.

Parlare con un consulente può aiutarti a capire meglio cosa ti sta succedendo. Un consulente può anche aiutarti a sviluppare strategie di coping, in particolare quando ti senti spaventato o paranoico.

 

Gli Specialisti delle allucinazioni

  • psichiatra
  • neurologo
  • neuropsichiatra infantile
  • psicologo

 

Vedere le cose: l’esperienza di Michelle delle allucinazioni

https://www.parkinsons.org.uk/information-and-support/your-magazine/stories/seeing-things-michelles-experience-hallucinations

Michelle ha sperimentato la sua prima allucinazione 4 anni dopo la diagnosi di Parkinson. Qui condivide la sua storia.

Un’allucinazione è quando qualcuno vede, sente, sente, annusa o addirittura assaggia qualcosa che non è realmente reale. Le delusioni sono pensieri o convinzioni fortemente sostenuti che non sono basati su prove.

Entrambi possono essere un effetto collaterale dei farmaci per il Parkinson, ma in alcuni casi possono essere un sintomo diretto del Parkinson o di un’altra condizione

Le allucinazioni possono essere piuttosto spaventose, soprattutto quando non ti rendi conto che le cose che vedi, senti o provi non sono effettivamente reali. Alcune persone saranno consapevoli di avere allucinazioni e altre no.

Mio marito guidava e mia nipote di 7 anni, Amy, era in macchina. Mi voltai per vedere se dormiva e vidi qualcuno seduto accanto a lei. Ho detto a mio marito: “Ferma la macchina, qualcuno è dietro con Amy”.

Straniero in macchina
Michelle ha 54 anni e ha avuto una lunga battaglia contro le allucinazioni e il morbo di Parkinson.

“Dopo un processo complicato e lungo, alla fine mi è stato diagnosticato il Parkinson nel 2012.

” Una sera, di ritorno dalla visita a un amico, siamo entrati in una stazione di servizio. Mio marito stava guidando e mia nipote di 7 anni, Amy, era in macchina. Mi voltai per vedere se dormiva e vidi qualcuno seduto accanto a lei. Ho detto a mio marito: “Ferma la macchina, qualcuno è dietro con Amy”. Ero convinto. Ma mio marito mi ha promesso che non c’era nessuno “.

“Era stata una giornata lunga ed era buio, quindi ho pensato di aver esagerato”, ricorda Michelle. “Non ci ho pensato.” Ma poi si sono verificate altre allucinazioni. “Mi sono sentito molto spaventato. Le mie allucinazioni erano sempre caratterizzate da persone, e anche da persone a caso, quindi è stato piuttosto terrificante “.

Perché stava succedendo?
La seconda volta che Michelle ha avuto un’allucinazione, ha pensato che qualcuno stesse camminando per casa. Riusciva anche a vedere il movimento con la coda dell’occhio e talvolta odorava profumo o alcol. Col passare del tempo, le allucinazioni di Michelle avvenivano quotidianamente.

Voleva capire cosa stava succedendo, quindi ha parlato con il suo consulente. “Hanno detto ‘È una di quelle cose’, che non era elencato come un effetto collaterale dei miei farmaci, e questo è quanto.”

Nel disperato tentativo di saperne di più, ha visto un’infermiera specializzata. «L’infermiera sospettava che potesse essere la mia medicina, Madopar. Ha cambiato e ha abbassato i miei farmaci, per vedere se quella era la causa. ” Questa si è rivelata la svolta. “Ha fatto una differenza enorme”, dice Michelle.

Non tutti coloro che assumono farmaci per il Parkinson sperimenteranno allucinazioni o delusioni. Dipende dal tipo esatto di farmaco, dalla dose, dal periodo di esaurimento e dalla persona che li assume.

Ottenere supporto
“Parlare è importante”, afferma Michelle. “Parla con uno specialista. Ho trovato gli infermieri di Parkinson molto informati e in grado di aiutarti con i tuoi sintomi specifici “.

Se avverti allucinazioni o deliri, è importante consultare il tuo specialista o l’infermiera di Parkinson il prima possibile. Questo dovrebbe aiutarti a scoprire come ridurli e il disagio che spesso causano. In generale, possono essere trattate allucinazioni e deliri.

È anche importante parlare con gli altri e cercare il supporto di chi ti circonda. Può aiutarli a capire come ti senti e diventare più pazienti. Se le persone intorno a te possono capirti e supportarti, questo può anche farti sentire meno preoccupato.

Guardando indietro, Michelle dice: “Dopo un periodo di diagnosi di due anni, ricordo ancora il sollievo di avere finalmente un nome per quello che ho. Non sono sicura che mia nipote si ricordi di me senza il Parkinson ”, aggiunge.

“Ma lei ha un’ottima padronanza della condizione. Di recente mi ha fatto un “super-you award” fatto in casa – qualcosa che premiano nella sua scuola – per celebrare il mio non arrendermi mai. Sicuramente mi ha fatto venire le lacrime agli occhi. ”

La ricerca della sua diagnosi e la necessità di comprendere e ridurre le sue allucinazioni ne sono la testimonianza.

Il Verdetto Finale

Il consiglio fondamentale è: non nascondere le allucinazioni! Non vergognartene!

Parlarne è il primo passo per capire da cosa dipendono e cosa puoi fare.

Il recupero dalle allucinazioni dipende dalla causa. Se non dormi abbastanza o bevi troppo, questi comportamenti possono essere modificati.

Se la tua condizione è causata da una malattia mentale, come la schizofrenia, assumere i farmaci giusti può migliorare significativamente le tue allucinazioni. Consultando immediatamente un medico e seguendo un piano di trattamento, è più probabile che tu abbia un risultato positivo a lungo termine.

 

Bibliografia

American Psychiatric Association. (2013). Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali (5a ed.). Arlington, VA: American Psychiatric Publishing.

Barnes J, et al. (2000). Allucinazioni visive nella malattia di Parkinson: una revisione e un’indagine fenomenologica.
jnnp.bmj.com/content/70/6/727
Daroff RB, et al. (2016). La neurologia di Bradley nella pratica clinica (7 ° ed.). New York, NY: Elsevier.

Hales RE, et al. (2014). Il libro di testo di pubblicazione psichiatrica americana di psichiatria (6a ed.). Washington, DC: pubblicazione psichiatrica americana.

Teeple RC, et al. (2009). Allucinazioni visive: diagnosi differenziale e trattamento.
ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2660156/