In psicologia , il termine autostima è usato per descrivere il senso soggettivo generale di valore personale di una persona, in altre parole, quanto ti apprezzi e ti piaci. L’autostima include tutte le varie convinzioni che le persone hanno su se stesse, comprese quelle relative al modo in cui appaiono e si sentono, nonché a come si sentono riguardo ad attributi o abilità specifici (“Sono un grande pittore”, “Sono un pessimo amico, “ecc.).

Cos’è l’autostima?

L’autostima è il modo in cui valutiamo e percepiamo noi stessi. Si basa sulle nostre opinioni e convinzioni su noi stessi, che a volte possono sembrare davvero difficili da cambiare.

La tua autostima può influenzare il tuo modo di:

  • apprezzare e valorizzare te stesso come persona
  • prendere decisioni e far valere te stesso
  • riconoscere i tuoi punti di forza
  • sentirti in grado di provare cose nuove o difficili
  • mostrare gentilezza verso te stesso
  • superare gli errori del passato senza incolpare te stesso ingiustamente
  • prenderti il ​​tempo che ti serve per te stesso
  • credere di essere importante
  • credere di meritare la felicità

Cosa può causare una bassa autostima?

Le cose che influenzano la nostra autostima differiscono per tutti. La tua autostima potrebbe cambiare improvvisamente o potresti aver avuto una bassa autostima per un po ‘, il che potrebbe rendere difficile riconoscere come ti senti e apportare cambiamenti.

Le esperienze di vita difficili o stressanti possono spesso essere un fattore, come ad esempio:

  • essere vittima di bullismo o abusi
  • sperimentando pregiudizi, discriminazioni o stigma
  • perdere il lavoro o difficoltà a trovare un impiego
  • problemi sul lavoro  o durante lo studio
  • stress continuo
  • problemi di salute fisica
  • problemi di salute mentale
  • problemi di relazione, separazione o divorzio
  • preoccupazioni per il tuo aspetto e per l’immagine del tuo corpo
  • problemi con i soldi  o l’ alloggio .

Potresti aver avuto alcune di queste esperienze e potresti anche aver avuto difficoltà che non sono elencate qui. Oppure potrebbe non esserci una causa particolare.

 

Teorie dell’autostima

Molti teorici hanno scritto sulle dinamiche coinvolte nell’autostima. Il bisogno di autostima gioca un ruolo importante nella gerarchia dei bisogni dello psicologo Abraham Maslow, che descrive l’autostima come una delle motivazioni umane di base. Maslow ha suggerito che le persone hanno bisogno sia della stima degli altri che del rispetto interiore di sé. Entrambi questi bisogni devono essere soddisfatti affinché un individuo possa crescere come persona e raggiungere l’autorealizzazione. È importante notare che l’autostima è un concetto distinto dall’autoefficacia , che implica quanto bene credi che gestirai le azioni, le prestazioni o le abilità future.

Segni di sana autostima

Ci sono alcuni semplici modi per capire se hai una sana autostima. Probabilmente hai una sana autostima se hai maggiori probabilità di:

  • Evitare di soffermarti su esperienze passate e negative
  • Esprimere le tue esigenze
  • Sentirti sicuro di te
  • Avere una visione positiva della vita
  • Dire ‘”no” quando vuoi
  • Vedere i punti di forza e di debolezza complessivi e accettarli

Segni di scarsa autostima

Potrebbe essere necessario lavorare su come ti percepisci se tendi a sperimentare questi problemi comuni causati da una bassa autostima:

  • Credi che gli altri siano migliori di te.
  • Trovi difficile esprimere le tue esigenze.
  • Ti concentri sulle tue debolezze.
  • Provate spesso sentimenti come vergogna, depressione o ansia.
  • Hai una visione negativa della vita.
  • Hai un’intensa paura del fallimento.
  • Hai problemi ad accettare un feedback positivo.
  • Hai problemi a dire “no”.
  • Metti i bisogni degli altri prima dei tuoi.
  • Combatti con la fiducia.

Fattori che Influenzano l’Autostima

Molti fattori possono potenzialmente influenzare l’autostima. Alcune delle cose che potrebbero influire sulla tua autostima includono:

  • Età
  • Disabilità
  • Malattia
  • Limitazioni fisiche
  • Modelli di pensiero
  • Relazioni Sociali

È stato anche dimostrato che il razzismo e la discriminazione hanno effetti negativi sull’autostima. Inoltre, i fattori genetici che aiutano a plasmare la personalità di una persona possono avere un ruolo, ma spesso sono le nostre esperienze che costituiscono la base per l’autostima generale. Coloro che ricevono costantemente valutazioni eccessivamente critiche o negative da familiari e amici, ad esempio, sperimenteranno probabilmente una bassa autostima.

Problemi di Autostima 

L’autostima può essere una parte importante della motivazione e del successo. I livelli di autostima agli estremi alti e bassi dello spettro possono essere dannosi, quindi idealmente, è meglio trovare un equilibrio da qualche parte nel mezzo. Una visione realistica ma positiva di te stesso è generalmente considerata l’ideale.

Un senso grandioso di importanza personale, d’altra parte, può essere scoraggiante per gli altri e può persino danneggiare le relazioni personali. Può anche essere un segno di disturbo narcisistico di personalità , un disturbo della salute mentale caratterizzato da un eccessivo bisogno di ammirazione e mancanza di empatia verso le altre persone.

Troppa poca autostima può far sentire le persone sconfitte o depresse. Può anche portare le persone a fare scelte sbagliate, a cadere in relazioni distruttive o a non essere all’altezza del loro pieno potenziale. La bassa autostima può impedirti di avere successo a scuola o al lavoro perché non credi di essere capace di successo.

Avere una sana autostima può aiutarti a raggiungere, perché navighi nella vita con un atteggiamento positivo e assertivo e credi di poter raggiungere i tuoi obiettivi.

Suggerimenti per migliorare l’autostima

Fortunatamente, ci sono dei passaggi che puoi intraprendere per affrontare i problemi di autostima. Ecco cose che puoi fare per migliorare la tua autostima:

  • Diventa più consapevole dei tuoi pensieri e sentimenti . Impara a identificare i pensieri negativi e distorti che danneggiano la tua autostima.
  • Sfida i pensieri negativi . Quando ti ritrovi a pensare in modo negativo, prova a contrastare quei pensieri con pensieri più realistici e positivi.
  • Trattati con gentilezza . Concentrati sull’uso di affermazioni piene di speranza e cerca di concentrarti maggiormente sugli aspetti positivi delle situazioni. Esercitati a perdonare te stesso per gli errori passati e vai avanti incoraggiandoti e accettando te stesso.
  • Parla con un professionista . I problemi di autostima possono anche contribuire o essere un sintomo di una condizione di salute mentale come ansia o depressione. Parlane con uno psicoterapeuta per conoscere le opzioni di trattamento, che potrebbero includere psicoterapia, farmaci o entrambi. Potresti anche beneficiare di una terapia online per migliorare la tua autostima.

Contatta uno Psicoterapeuta

  • Richiedi la consulenza online con uno psicoterapeuta

Bassa Autostima | La Storia di Beth ( fonte: https://www.mind.org.uk/)

Ciao! Sono Beth, una cantante di 23 anni, studentessa di musica, amante degli hamburger vegetariani e sostenitrice della musica rock, in un viaggio con bassa autostima e ansia.  Le cose sono iniziate a cambiare per me nel settembre 2013, quando mi sono trasferita dalla mia piccola città natale nel Dorset alla vibrante e bellissima Brighton per accettare un posto al college di musica.

Fin da piccola, non volevo altro che questo tipo di opportunità, quindi sono rimasta scioccata quando invece di iniziare questo nuovo capitolo entusiasmante, ero assalita dal pensiero che per qualche motivo non meritavo il mio posto nel corso. Sono andata a Brighton trascinando una valigia piena di ansie basate su esperienze passate: paura di fallire, paura di non essere abbastanza brava, paura di essere sola e, ovviamente, paura di deludere le persone.

Inutile dire che la mia prima esperienza di canto in classe è stata tutt’altro che divertente … Mi alzavo per esibirmi sentendomi male e pietrificata e per tutto il tempo i miei pensieri mi hanno tormentata; dicendomi quanto stavo male, quanto sono orribile e come tutti penseranno che sono una schifezza. Sono scoppiata in lacrime non appena ho smesso di cantare.

Nei mesi successivi, esibirmi quotidianamente in situazioni di stress, in cui critiche e feedback facevano parte del corso, hanno alimentato un’ansia che ha riacceso la mia mancanza di autostima – fino a quando un giorno, ho sofferto di una serie di intensi attacchi di panico.

“Respiravo a fativa, ero esausta e non riuscivo ad uscire di casa, è stato allora che ho capito che avevo bisogno di aiuto”.

Non potevo rispondere al telefono per paura di deludere qualcuno, non uscivo per paura di mettermi in imbarazzo e credevo sinceramente di non servire a nessuno. Per me, la bassa autostima è stata la vocina dentro la mia testa che mi diceva ‘sei spazzatura, sei grassa, qual è il punto, non sei tagliata per questo’ e così via …

Sapevo di aver bisogno di aiuto , perché ho capito che senza cambiamenti, avrei finito per rinunciare a incredibili opportunità; rinunciare ai miei sogni per pura convinzione di non essere abbastanza brava. Fortunatamente, grazie al sostegno dell’università e delle persone intorno a me, le cose non sono arrivate a questo punto e ho iniziato la mia strada verso il recupero, con l’aiuto di un servizio di consulenza psicologica per studenti .

Il percorso di psicoterapia mi ha aiutato ad affrontare le mie ansie e gli specialisti mi hanno dato alcuni suggerimenti per gestirla, tra cui esercizio fisico regolare, uscire, mangiare sano, terapia di consapevolezza e persino meditazione.

È incredibile dire che ora sto imparando ad amare e prendermi cura della mia salute mentale. In un’industria creativa e attenta all’immagine come la musica e le arti, può sembrare impossibile aprirsi su questo tipo di problemi. Ma, quando l’ho fatto, mi sono resa conto che ci sono così tante persone che stanno vivendo una battaglia simile.

Ora la mia autostima sta migliorando ogni giorno, sto facendo dei passi per realizzare e godermi i miei sogni. Oltre a scrivere la mia musica, sono la cantante principale della mia band di cover rock e pop; mi esibisco ogni settimana e fornisco intrattenimento per le occasioni speciali delle persone a matrimoni, celebrazioni, pub, club e altri luoghi fantastici.

Anche se penso che i miei compagni di band possano avermi visto dubitare delle mie capacità di tanto in tanto, so che credono in me e questo aiuta la mia fiducia a crescere. La mia esperienza e il supporto che ho ricevuto mi hanno aiutato a rendermi conto che posso ricominciare a credere in me stessa, incoraggerei davvero chiunque abbia problemi simili a cercare supporto psicologico.

 

  • Richiedi la consulenza online con uno psicoterapeuta

Il Verdetto Finale

Qualunque cosa abbia influito sulla tua autostima, è importante ricordare che hai il diritto di sentirti bene con chi sei . Ccambiare le cose può sembrare difficile, ma un percorso di psicoterapia può renderti la vita più facile e aiutarti ad affrontare i problemi di autostima che ti bloccano.

 

 

 

Fonti:

  • Johnson AJ. Esaminare le associazioni tra razzismo, vergogna interiorizzata e autostima tra gli afroamericani . Psicologia convincente . 2020; 7 (1): 1757857. doi: 10.1080 / 23311908.2020.1757857
  • Crocker J, Major B. Stigma sociale e autostima: le proprietà autoprotettive dello stigma . Revisione psicologica. 1989; (4): 608-630. doi: 10.1037 / 0033-295X.96.4.60
  • Kunc N. The Need to Belong: Riscoprire la gerarchia dei bisogni di Maslow . In: Villa RA, Thousand JS, Stainback W, Stainback S (a cura di)  Ristrutturazione per la cura e l’educazione efficace: una guida amministrativa per la creazione di scuole eterogenee . Baltimora, MD, Inghilterra: Paul H. Brookes Publishing; 1992: 25-39