Facebook pixel

Cancro dell’occhio (Oftalmico)

Cancro dell’occhio (Oftalmico)

I tumori oftalmici, sebbene non comuni, possono derivare da varie strutture oculari e orbitali. In generale, possono essere classificati come tumori delle palpebre, tumori della congiuntiva / della cornea, tumori dell’uvea, tumori della retina e tumori orbitali.

I sintomi e la presentazione clinica dipendono dalla posizione del tumore. In generale, il trattamento prevede chirurgia, radioterapia e chemioterapia.

Inoltre, per il trattamento oftalmico locale vengono utilizzate procedure specializzate come la termoterapia e la brachiterapia.

 

Carcinoma a cellule squamose della congiuntiva

Il carcinoma a cellule squamose della congiuntiva è un tumore maligno derivante dal rivestimento membranoso del bulbo oculare e delle palpebre. Il carcinoma a cellule squamose è considerato all’interno dello spettro clinico della neoplasia squamosa della superficie oculare che include tutti i tumori epiteliali che colpiscono la congiuntiva e la cornea.

Quali sono i sintomi?

  • Occhi rossi unilaterali
  • Irritazione agli occhi
  • Massa congiuntivale

Come viene diagnosticato?

  • Biopsia escissionale o incisionale

Quali sono le opzioni di trattamento?

  • Rimozione completa con crioterapia supplementare (congelamento del tumore)
  • Chemioterapia topica per coinvolgimento esteso, diffuso o ricorrente

 

Retinoblastoma

Il retinoblastoma è un tumore maligno derivante dalla retina (la parte posteriore del bulbo oculare). È visto quasi esclusivamente nei bambini.

Quali sono i sintomi?

  • Leucocoria o pupilla bianca
  • Strabismo (occhio pigro)
  • Infiammazione dell’occhio

È necessario lo screening dei bambini con una storia familiare di retinoblastoma, poiché questo tumore viene spesso trasmesso ai figli di genitori con retinoblastoma

Come viene diagnosticato?

  • La diagnosi si basa solitamente sull’aspetto oftalmoscopico
  • Evidenze ecografiche / TC di calcificazione
  • La biopsia intraoculare non è raccomandata

Quali sono le opzioni di trattamento?

  • Il trattamento della malattia bilaterale è iniziato dalla chemioterapia (chemoreduzione) con terapia locale (crioterapia, termoterapia, brachiterapia ).
  • La radiazione del fascio esterno e l’enucleazione (rimozione dell’occhio) vengono eseguite per i fallimenti del trattamento
  • Malattia unilaterale avanzata – Enucleazione

 

Carcinoma sebaceo della palpebra

Il carcinoma della ghiandola sebacea della palpebra è un raro tumore maligno derivante dalle ghiandole di Meibomio della placca tarsale della palpebra. I termini carcinoma a cellule sebacee e carcinoma sebaceo sono usati in modo intercambiabile.

Quali sono i sintomi?

Il carcinoma sebaceo è spesso mal diagnosticato sia clinicamente che istopatologicamente. Il carcinoma sebaceo può apparire come nodulo solitario o come ispessimento diffuso della palpebra.

Come viene diagnosticato?

Biopsia escissionale o incisionale dell’intero spessore della palpebra e della congiuntiva da più siti.

Quali sono le opzioni di trattamento?

  • Escissione chirurgica con margini netti di circa 5 mm (controllo della sezione congelata o tecnica di Mohs ) con crioterapia supplementare.
  • La terapia topica con mitomicina (un antibiotico) è utile per il coinvolgimento congiuntivale.
  • La radioterapia è offerta solo per cure palliative.
  • L’esenterazione viene eseguita quando c’è un’estesa estensione orbitale.
  • Resta da stabilire il ruolo della biopsia del linfonodo sentinella.

Melanoma uveale

Il melanoma uveale è il tumore maligno primario più comune all’interno dell’occhio. Nasce dai melanociti uveali o dalle cellule pigmentate. In base alla posizione anatomica è di tre tipi; melanoma dell’iride, melanoma del corpo ciliare e melanoma della coroide (Figura UVMM).

Quali sono i sintomi?

  • Il melanoma dell’iride si presenta come una massa pigmentata dell’iride.
  • Il melanoma del corpo ciliare può causare visione offuscata . Perdita della vista, sensazione di luce lampeggiante, distacco di retina essudativo sono alcune delle manifestazioni comuni di un melanoma coroideale.

Come viene diagnosticato?

La diagnosi è clinica essenziale sulla base di oftalmoscopia indiretta, studi angiografici e pattern ecografici. L’accuratezza diagnostica con tali tecniche è del 99% e quindi la biopsia viene eseguita solo in casi molto atipici.

Quali sono le opzioni di trattamento?

Il Collaborative Ocular Melanoma Study ha suddiviso il melanoma coroidale in base alla dimensione in tumori piccoli, medi e grandi in base al diametro e all’altezza del tumore. Diversi fattori vengono considerati nella selezione della terapia appropriata dal seguente elenco di opzioni.

  • Piccolo: osservazione, termoterapia (laser), escissione chirurgica, radioterapia
  • Medium: radioterapia, escissione chirurgica, enucleazione (rimozione del bulbo oculare)
  • Grande: enucleazione, radioterapia.

Il carcinoma della ghiandola sebacea della palpebra è un raro tumore maligno derivante dalle ghiandole di Meibomio della placca tarsale della palpebra. I termini carcinoma a cellule sebacee e carcinoma sebaceo sono usati in modo intercambiabile. Il carcinoma sebaceo è spesso mal diagnosticato sia clinicamente che istopatologicamente. Il carcinoma sebaceo può apparire come nodulo solitario o come ispessimento diffuso della palpebra.

Il Verdetto Finale | Lo Specialista

L’oculista è lo specialista che ti guiderà nel percorso di una corretta diagnosi e, quindi, del percorso terapeutico adeguato.

  • Contatta l’oculista

 

Fonte: Cleveland Clinic

Vuoi collaborare all'articolo?

Vuoi apportare il tuo importante contributo all'articolo? Sentiti libero di scrivere il tuo pensiero e ne faremo tesoro.

Diventa uno 'Specialist
Articoli correlati