Facebook pixel

Cardiomiopatia Ipertrofica

Cardiomiopatia Ipertrofica

La cardiomiopatia ipertrofica è una malattia in cui il muscolo cardiaco diventa più spesso del normale (ipertrofico). Il muscolo cardiaco ispessito può rendere più difficile per il cuore pompare il sangue. Nella maggior parte dei casi, la cardiomiopatia ipertrofica non causa alcun sintomo. Le persone di conseguenza sono generalmente in grado di condurre una vita normale.  Tuttavia, in un piccolo numero di persone con cardiomiopatia ipertrofica, il muscolo cardiaco ispessito può causare respiro affannoso, dolore toracico o problemi al sistema elettrico del cuore, con conseguenti ritmi cardiaci anormali potenzialmente letali (aritmie) o morte improvvisa.

Il cardiologo, attraverso l’ECG può avere indicazioni importanti, ma sarà l’ecocardiogramma che lo guiderà nella diagnosi di questa pericolosa patologia.

Come Riconoscere i Sintomi della Cardiomiopatia Ipertrofica

Molte persone con questa patologia non manifestano alcun sintomo. Tuttavia, durante l’attività fisica possono verificarsi i seguenti sintomi:

  • dolore al petto
  • fiato corto
  • svenimenti
  • vertigini

Altri sintomi che potrebbero verificarsi, in qualsiasi momento, includono:

  • fatica
  • fiato corto
  • palpitazioni cardiache, che sono battiti cardiaci martellanti o svolazzanti
  • ipertensione

Che cosa causa la Cardiomiopatia Ipertrofica?

Genetica

La Cardiomiopatica Ipertrofica è in genere una condizione ereditaria. I geni difettosi possono causare l’ispessimento del muscolo cardiaco. Esiste una probabilità del 50% di ereditare uno di questi geni se uno dei tuoi genitori è affetto da CMI. Ereditare il gene non significa necessariamente che sviluppare una malattia sintomatica. La Cardiomiopatia Ipertrofica segue un modello ereditario dominante. Tuttavia, i sintomi non si sviluppano sempre nelle persone con il gene difettoso.

Altre cause

Altre possibili cause  includono l’invecchiamento e l’ipertensione. In alcuni casi, la causa della cardiomiopatia ipertrofica non viene mai identificata.

Come viene diagnosticata la Cardiomiopatia Ipertrofica?

Diversi test possono essere utilizzati per diagnosticare questa patologia, tra cui:

– Esame fisico

Il tuo medico ascolterà un soffio al cuore o un battito cardiaco insolito. Possono verificarsi soffi cardiaci se il muscolo cardiaco ispessito interrompe il flusso sanguigno al cuore.

– Ecocardiogramma

Questo è il test diagnostico più comune per l’HCM. Un ecocardiogramma crea immagini del tuo cuore utilizzando le onde sonore. Il medico cercherà eventuali movimenti insoliti.

– Elettrocardiogramma

Un elettrocardiogramma viene utilizzato per misurare l’attività elettrica nel tuo cuore. L’HCM può causare risultati anormali.

– Holter Monitor

Un monitor Holter è un elettrocardiogramma portatile che puoi indossare tutto il giorno. Per l’esame, è necessario indossasrlo per 24-48 ore. Ciò consente al medico di vedere come cambia il battito cardiaco durante le diverse attività.

– Risonanza Magnetica Cardiaca

Una risonanza magnetica cardiaca utilizza un campo magnetico per produrre immagini dettagliate del tuo cuore.

– Cateterismo cardiaco

Questo test viene utilizzato per misurare la pressione del flusso sanguigno nel cuore e cercare i blocchi. Per eseguire questo test, il medico posizionerà un catetere in una delle arterie del braccio o vicino all’inguine. Il catetere viene accuratamente infilato attraverso le arterie fino al cuore. Una volta che raggiunge il tuo cuore, la tintura viene iniettata in modo che il medico possa acquisire immagini radiografiche dettagliate.

Cardiomiopatia Ipertrofica | Quali sono i trattamenti disponibili?

Il trattamento si concentra sull’alleviamento dei sintomi e sulla prevenzione delle complicanze, in particolare la morte cardiaca improvvisa. I metodi utilizzati dipendono da:

  • sintomi
  • età
  • livello di attività
  • funzione cardiaca

Farmaci

I beta-bloccanti e i calcio-antagonisti rilassano il muscolo cardiaco. Il rilassamento aiuta a funzionare meglio. Se hai un ritmo cardiaco irregolare, il medico potrebbe prescriverti farmaci antiaritmici, come l’amiodarone. Potrebbe essere necessario assumere antibiotici prima di sottoporsi a procedure odontoiatriche o interventi chirurgici per ridurre il rischio di endocardite infettiva.

Miectomia settale

Una miectomia settale è un intervento chirurgico a cuore aperto che viene eseguito per rimuovere parte del setto ispessito. Il setto è la parete del muscolo cardiaco tra le due camere cardiache inferiori, che sono i ventricoli. La procedura aiuta a migliorare il flusso sanguigno. La miectomia settale viene eseguita solo se i farmaci non riducono i sintomi.

Ablazione Settale

L’ablazione settale prevede l’uso di alcol per distruggere parte del muscolo cardiaco ispessito. L’alcol viene iniettato attraverso un catetere posizionato nell’arteria che afferisce alla parte del cuore che viene trattata. Un’ablazione settale viene spesso eseguita in persone che non possono avere una miectomia settale.

Impianto di pacemaker

Se hai una frequenza cardiaca e un ritmo irregolari, un piccolo dispositivo elettronico chiamato pacemaker può essere posizionato sotto la pelle nella zona del petto. Il pacemaker aiuta a regolare la frequenza cardiaca inviando segnali elettrici al cuore. Questa procedura è meno invasiva delle miectomie e delle ablazioni settali. Di solito è anche meno efficace.

Defibrillatore Cardioverter Impiantabile (ICD)

Un defibrillatore cardioverter impiantabile (ICD) è un piccolo dispositivo che utilizza scosse elettriche per monitorare il battito cardiaco e correggere ritmi cardiaci pericolosi e anormali. L’ICD è spesso utilizzato nelle persone che hanno un alto rischio di morte cardiaca improvvisa.

Cambiamenti nello stile di vita

Se sei affetto da cardiomiopatia ipertrofica, il medico può raccomandare cambiamenti nello stile di vita per ridurre il rischio di complicanze. Ciò comprende:

  • seguire una dieta sana
  • mantenere il peso forma
  • fare attività fisica a bassa intensità
  • limitare l’assunzione di alcol, poiché l’alcol può causare ritmi cardiaci anormali

A Chi Rivolgersi?

Il medico chirurgo specializzato in cardiologia è lo specialista giusto per discutere delle opzioni di trattamento per la cardiomiopatia ipertrofica.

  • Contatta uno Specialista in Cardiologia

Cardiomiopatia Ipertrofica |Potenziali complicazioni a lungo termine

Molte persone con questa patologia non avranno mai gravi problemi di salute causati da essa. Tuttavia, la cardiomiopatia ipertrofica può causare gravi complicazioni in alcune persone. Le complicanze più comuni sono:

Arresto cardiaco improvviso

L’arresto cardiaco improvviso si verifica quando il cuore smette improvvisamente di funzionare. Questa condizione è anche chiamata “morte cardiaca improvvisa”. Ciò è in genere causato da un ritmo cardiaco accelerato noto come tachicardia ventricolare. Senza un trattamento di emergenza, l’arresto cardiaco improvviso può essere fatale. La cardiomiopatia ipertrofica è la principale causa di morte cardiaca improvvisa nelle persone di età inferiore ai 30 anni.

Potresti essere a maggior rischio di morte cardiaca improvvisa se hai uno o più dei seguenti:

  • una storia familiare di morte cardiaca improvvisa
  • scarsa funzione cardiaca
  • sintomi gravi
  • una storia di ritmi cardiaci irregolari con una frequenza cardiaca accelerata
  • una storia di svenimenti in diverse occasioni e sei giovane
  • una risposta insolita della pressione sanguigna all’attività fisica

Insufficienza cardiaca

Quando il tuo cuore non pompa la quantità di sangue di cui il tuo corpo ha bisogno, sei affetto da insufficienza cardiaca.

Cardiomiopatia dilatativa

Questa diagnosi indica che il muscolo cardiaco è diventato debole e ingrossato. L’allargamento fa lavorare il tuo cuore in modo meno efficace.

Endocardite infettiva

Quando il rivestimento interno del tuo cuore o le tue valvole cardiache si infettano, si verifica l’endocardite infettiva. Questo può accadere quando batteri o funghi entrano nel flusso sanguigno e arrivano al cuore. L’endocardite infettiva può causare cicatrici tissutali, fori o escrescenze nelle valvole cardiache. Può essere fatale senza trattamento.

 

Vuoi collaborare all'articolo?

Vuoi apportare il tuo importante contributo all'articolo? Sentiti libero di scrivere il tuo pensiero e ne faremo tesoro.

Diventa uno 'Specialist
Articoli correlati