Facebook pixel

Cardiopatia Ischemica

Cardiopatia Ischemica

Panoramica

L’ischemia miocardica, o cardiopatia ischemica si verifica quando il flusso sanguigno al cuore è ridotto, impedendo al muscolo cardiaco di ricevere abbastanza ossigeno. La riduzione del flusso sanguigno è solitamente il risultato di un blocco parziale o completo delle arterie del cuore (arterie coronarie).

L’ischemia miocardica, chiamata anche ischemia cardiaca, riduce la capacità del muscolo cardiaco di pompare il sangue. Un blocco improvviso e grave di un’arteria del cuore può provocare un attacco di cuore. L’ischemia miocardica potrebbe anche causare gravi ritmi cardiaci anormali.

Il trattamento per l’ischemia miocardica comporta il miglioramento del flusso sanguigno al muscolo cardiaco. Il trattamento può includere farmaci, una procedura per aprire le arterie bloccate (angioplastica) o un intervento chirurgico di bypass.

Fare scelte di vita salutari per il cuore è importante nel trattamento e nella prevenzione dell’ischemia miocardica.

Sintomi

Alcune persone che hanno ischemia miocardica non hanno alcun segno o sintomo (ischemia silente).

Quando si verificano, il più comune è la pressione o il dolore al torace, tipicamente sul lato sinistro del corpo (angina pectoris). Altri segni e sintomi, che potrebbero essere sperimentati più comunemente da donne, anziani e persone con diabete, includono:

  • Dolore al collo o alla mascella
  • Dolore alla spalla o al braccio
  • Un battito cardiaco accelerato
  • Mancanza di respiro quando sei fisicamente attivo
  • Nausea e vomito
  • Sudorazione
  • Fatica

Quando vedere un dottore

Richiedi assistenza di emergenza se senti un forte dolore al petto che non scompare.

Le cause

L’ischemia miocardica si verifica quando il flusso sanguigno attraverso una o più delle arterie coronarie è diminuito. Il flusso sanguigno basso riduce la quantità di ossigeno che riceve il muscolo cardiaco.

L’ischemia miocardica può svilupparsi lentamente poiché le arterie si bloccano nel tempo. Oppure può verificarsi rapidamente quando un’arteria si blocca improvvisamente.

Le condizioni che possono causare ischemia miocardica includono:

  • Malattia coronarica (aterosclerosi). Le placche costituite principalmente da colesterolo si accumulano sulle pareti delle arterie e limitano il flusso sanguigno. L’aterosclerosi è la causa più comune di ischemia miocardica.
  • Coagulo. Le placche che si sviluppano nell’aterosclerosi possono rompersi, provocando un coagulo di sangue. Il coagulo potrebbe bloccare un’arteria e provocare un’improvvisa e grave ischemia miocardica, con conseguente infarto. Raramente, un coagulo di sangue potrebbe raggiungere l’arteria coronaria da altre parti del corpo.
  • Spasmo dell’arteria coronaria. Questo irrigidimento temporaneo dei muscoli della parete arteriosa può diminuire brevemente o addirittura impedire il flusso sanguigno a una parte del muscolo cardiaco. Lo spasmo dell’arteria coronarica è una causa rara di ischemia miocardica.

Il dolore toracico associato all’ischemia miocardica può essere scatenato da:

  • Sforzo fisico
  • Stress emotivo
  • Temperature fredde
  • Uso di cocaina
  • Mangiare un pasto pesante o abbondante
  • Rapporto sessuale

Fattori di rischio

I fattori che possono aumentare il rischio di sviluppare ischemia miocardica includono:

  • Tabacco. Il fumo e l’esposizione a lungo termine al fumo passivo possono danneggiare le pareti interne delle arterie. Il danno può consentire la raccolta di depositi di colesterolo e altre sostanze e rallentare il flusso sanguigno nelle arterie coronarie. Il fumo provoca lo spasmo delle arterie coronarie e può anche aumentare il rischio di coaguli di sangue.
  • Diabete. Il diabete di tipo 1 e di tipo 2 sono collegati a un aumentato rischio di ischemia miocardica, infarto e altri problemi cardiaci.
  • Ipertensione. Nel tempo, l’ipertensione può accelerare l’aterosclerosi, con conseguenti danni alle arterie coronarie.
  • Livello di colesterolo alto nel sangue. Il colesterolo è una parte importante dei depositi che possono restringere le arterie coronarie. Un livello elevato di colesterolo “cattivo” (lipoproteine ​​a bassa densità o LDL) nel sangue può essere dovuto a una condizione ereditaria o a una dieta ricca di grassi saturi e colesterolo.
  • Livello alto di trigliceridi nel sangue. Anche i trigliceridi, un altro tipo di grasso nel sangue, possono contribuire all’aterosclerosi.
  • Obesità. L’obesità è associata a diabete, ipertensione e livelli elevati di colesterolo nel sangue.
  • Girovita. Una misura della vita di oltre 35 pollici (89 centimetri) per le donne e 40 pollici (102 cm) negli uomini aumenta il rischio di ipertensione, diabete e malattie cardiache.
  • Mancanza di attività fisica. Non fare abbastanza esercizio fisico contribuisce all’obesità ed è collegato a livelli più alti di colesterolo e trigliceridi. Le persone che fanno regolarmente esercizio aerobico hanno una migliore salute del cuore, che è associata a un minor rischio di ischemia miocardica e infarto. L’esercizio riduce anche la pressione sanguigna.

Complicazioni

L’ischemia miocardica può portare a gravi complicazioni, tra cui:

  • Attacco di cuore. Se un’arteria coronaria si blocca completamente, la mancanza di sangue e ossigeno può portare a un attacco di cuore che distrugge parte del muscolo cardiaco. Il danno può essere grave e talvolta fatale.
  • Ritmo cardiaco irregolare (aritmia). Un ritmo cardiaco anormale può indebolire il tuo cuore e può essere pericoloso per la vita.
  • Insufficienza cardiaca. Nel tempo, episodi ripetuti di ischemia possono portare a insufficienza cardiaca.

Prevenzione

Le stesse abitudini di vita che possono aiutare a trattare l’ischemia miocardica possono anche aiutare a prevenirne lo sviluppo in primo luogo. Condurre uno stile di vita sano per il cuore può aiutare a mantenere le arterie forti, elastiche e lisce e consentire il massimo flusso sanguigno.

Diagnosi

Il tuo medico inizierà ponendo domande sulla tua storia medica e con un esame fisico. Successivamente, il medico potrebbe consigliarti:

  • Elettrocardiogramma (ECG). Gli elettrodi attaccati alla pelle registrano l’attività elettrica del cuore. Alcuni cambiamenti nell’attività elettrica del tuo cuore possono essere un segno di danno al cuore.
  • Stress test. Il ritmo cardiaco, la pressione sanguigna e la respirazione vengono monitorati mentre cammini su un tapis roulant o vai su una cyclette. L’esercizio fisico rende il battito cardiaco più intenso e veloce del solito, quindi uno stress test può rilevare problemi cardiaci che altrimenti potrebbero non essere evidenti.
  • Ecocardiogramma. Le onde sonore dirette al tuo cuore da un dispositivo simile a una bacchetta tenuto al petto producono immagini video del tuo cuore. Un ecocardiogramma può aiutare a identificare se un’area del cuore è stata danneggiata e non sta pompando normalmente.
  • Ecocardiogramma da stress. Un ecocardiogramma da sforzo è simile a un normale ecocardiogramma, tranne per il fatto che il test viene eseguito dopo l’allenamento nell’ambulatorio del medico su un tapis roulant o una cyclette.
  • Stress test nucleare. Piccole quantità di materiale radioattivo vengono iniettate nel flusso sanguigno. Mentre ti alleni, il medico può osservare mentre scorre attraverso il tuo cuore e i tuoi polmoni, consentendo di identificare i problemi del flusso sanguigno.
  • Angiografia coronarica. Un colorante viene iniettato nei vasi sanguigni del cuore. Quindi vengono prese una serie di immagini a raggi X (angiogrammi), che mostrano il percorso del colorante. Questo test offre al medico uno sguardo dettagliato all’interno dei vasi sanguigni.
  • Scansione TC cardiaca. Questo test può determinare se hai un accumulo di calcio nelle arterie coronarie, un segno di aterosclerosi coronarica. Le arterie cardiache possono anche essere viste utilizzando la TC (angiografia TC coronarica).

Trattamento

L’obiettivo del trattamento dell’ischemia miocardica è migliorare il flusso sanguigno al muscolo cardiaco. A seconda della gravità della tua condizione, il medico può raccomandare farmaci, interventi chirurgici o entrambi.

Farmaci

I farmaci per trattare l’ischemia miocardica includono:

  • Aspirina. Un’aspirina quotidiana o un altro anticoagulante può ridurre il rischio di coaguli di sangue, che potrebbero aiutare a prevenire il blocco delle arterie coronarie. Chiedi al tuo medico prima di iniziare a prendere l’aspirina perché potrebbe non essere appropriato se hai un disturbo emorragico o se stai già assumendo un altro anticoagulante.
  • Nitrati. Questi farmaci allargano le arterie, migliorando il flusso sanguigno da e verso il tuo cuore. Un flusso sanguigno migliore significa che il tuo cuore non deve lavorare così duramente.
  • Beta bloccanti. Questi farmaci aiutano a rilassare il muscolo cardiaco, a rallentare il battito cardiaco e a diminuire la pressione sanguigna in modo che il sangue possa fluire più facilmente al cuore.
  • Calcio antagonisti. Questi farmaci rilassano e allargano i vasi sanguigni, aumentando il flusso sanguigno nel cuore. I bloccanti dei canali del calcio rallentano anche il polso e riducono il carico di lavoro sul cuore.
  • Farmaci per abbassare il colesterolo. Questi farmaci riducono il materiale primario che si deposita sulle arterie coronarie.
  • Inibitori dell’enzima di conversione dell’angiotensina (ACE). Questi farmaci aiutano a rilassare i vasi sanguigni e abbassare la pressione sanguigna. Il medico potrebbe raccomandare un ACE inibitore se si soffre di ipertensione o diabete oltre all’ischemia miocardica. Gli ACE inibitori possono essere utilizzati anche in caso di insufficienza cardiaca o se il cuore non pompa il sangue in modo efficace.
  • Ranolazina (Ranexa). Questo farmaco aiuta a rilassare le arterie coronarie per alleviare l’angina. La ranolazina può essere prescritta con altri farmaci per l’angina, come bloccanti dei canali del calcio, beta bloccanti o nitrati

Procedure per migliorare il flusso sanguigno

A volte, è necessario un trattamento più aggressivo per migliorare il flusso sanguigno. Le procedure che possono aiutare includono:

  • Angioplastica e stenting. Un tubo lungo e sottile (catetere) con un minuscolo palloncino viene inserito nella parte ristretta dell’arteria e gonfiato per allargare l’arteria. Di solito viene inserita una piccola bobina di rete metallica (stent) per mantenere aperta l’arteria.
  • Intervento chirurgico di bypass dell’arteria coronaria. Un chirurgo utilizza un vaso da un’altra parte del corpo per creare un innesto che consente al sangue di fluire attorno all’arteria coronaria ostruita o ristretta. Questo tipo di chirurgia a cuore aperto viene solitamente utilizzato solo per le persone che hanno diverse arterie coronarie ristrette.
  • Contropulsazioni esterne migliorate. Questo trattamento ambulatoriale non invasivo potrebbe essere raccomandato se altri trattamenti non hanno funzionato. I polsini che sono stati avvolti intorno alle gambe vengono gonfiati delicatamente con aria e poi sgonfiati. La pressione risultante sui vasi sanguigni può migliorare il flusso sanguigno al cuore.

Stile di vita e rimedi casalinghi

I cambiamenti dello stile di vita sono una parte importante del trattamento. Per seguire uno stile di vita sano per il cuore:

  • Smetti di fumare. Parla con il tuo medico delle strategie per smettere di fumare. Cerca anche di evitare il fumo passivo.
  • Gestisci le condizioni di salute sottostanti. Tratta malattie o condizioni che possono aumentare il rischio di ischemia miocardica, come diabete, ipertensione e colesterolo alto.
  • Segui una dieta sana. Limita i grassi saturi e mangia molti cereali integrali, frutta e verdura. Conosci i tuoi numeri di colesterolo e chiedi al tuo medico se li hai ridotti al livello raccomandato.
  • Fai esercizio. Parla con il tuo medico per iniziare un programma di esercizi sicuri per migliorare il flusso sanguigno al tuo cuore.
  • Mantieni un peso sano. Se sei in sovrappeso, parla con il tuo medico delle opzioni per perdere peso.
  • Diminuisci lo stress. Pratica tecniche sane per gestire lo stress, come il rilassamento muscolare e la respirazione profonda.

È importante sottoporsi a regolari controlli medici. Alcuni dei principali fattori di rischio per l’ischemia miocardica – colesterolo alto, ipertensione e diabete – non hanno sintomi nelle fasi iniziali. La diagnosi precoce e il trattamento possono preparare il terreno per un cuore più in salute.

Come prepararsi alla visita dal medico

Se soffri di dolore al petto, probabilmente verrai esaminato e trattato al pronto soccorso.

Se non hai dolore al petto ma hai altri sintomi o sei preoccupato per il tuo rischio di ischemia miocardica, potresti essere indirizzato a un cardiologo.

Cosa puoi fare

  • Informati su eventuali restrizioni pre-appuntamento, come il digiuno prima di un esame del sangue.
  • Annota i sintomi, compresi quelli che potrebbero sembrare estranei al motivo per cui hai programmato l’appuntamento.
  • Fai un elenco di tutti i tuoi farmaci, vitamine e integratori.
  • Annota le tue informazioni mediche chiave, comprese altre condizioni.
  • Annota le informazioni personali chiave, inclusi eventuali cambiamenti recenti o fattori di stress nella tua vita.
  • Scrivi le domande da porre al tuo medico.
  • Chiedi a un parente o un amico di accompagnarti, per aiutarti a ricordare ciò che dice il medico.

Domande da porre al medico

  • Qual è la causa più probabile dei miei sintomi?
  • Di quali test ho bisogno? C’è qualche preparazione speciale?
  • Di quali trattamenti ho bisogno?
  • Devo apportare modifiche allo stile di vita? Quale sarebbe una dieta e un livello di attività fisica appropriati per me?
  • Con quale frequenza dovrei essere sottoposto a screening per malattie cardiache?
  • Ho altri problemi di salute. Come posso gestire al meglio queste condizioni insieme?

Oltre alle domande che ti sei preparato a porre al tuo medico, non esitare a fare altre domande durante l’appuntamento.

Cosa aspettarsi dal proprio medico

È probabile che il medico ti ponga una serie di domande. Essere pronti a rispondere potrebbe lasciare del tempo per superare i punti su cui vuoi dedicare più tempo. Ti potrebbe essere chiesto:

  • Quali sono i tuoi sintomi e quando sono iniziati?
  • Quanto sono gravi i tuoi sintomi? Sono occasionali o continui?
  • Qualcosa migliora o peggiora i tuoi sintomi?
  • Hai una storia familiare di malattie cardiache, ipertensione o colesterolo alto?
  • Fumi?

Cardiopatia Ischemica | A quale specialista rivolgersi?

In sintesi, lo specialista che potrà porre una corretta diagnosi, soprattutto attraverso l‘elettrocardiogramma con prova da sforzo al cicloergometro (ECG Dinamico) e potrà indicarti il trattamento migliore è il cardiologo.

  • Prenota una visita con il cardiologo

 

Fonte: Mayo Clinic

Vuoi collaborare all'articolo?

Vuoi apportare il tuo importante contributo all'articolo? Sentiti libero di scrivere il tuo pensiero e ne faremo tesoro.

Diventa uno 'Specialist
Articoli correlati