Facebook pixel

Cheratosi seborroica: foto hd, sintomi e cura (dalle creme al laser)

Cheratosi seborroica: foto hd, sintomi e cura (dalle creme al laser)

Cos’è la cheratosi seborroica?

Una cheratosi seborroica è un tipo di escrescenza della pelle non cancerosa. Possono essere antiestetiche, ma tali escrescenze non sono dannose. Tuttavia, in alcuni casi una cheratosi seborroica può essere difficile da distinguere dal melanoma, un tipo molto grave di cancro della pelle .

Se la tua pelle cambia inaspettatamente, dovresti sempre farla esaminare da un medico.

Che aspetto ha la cheratosi seborroica?

Una cheratosi seborroica è di solito facilmente identificata dall’aspetto.

Posizione

Possono comparire più lesioni, anche se all’inizio potrebbe essercene solo una. Le escrescenze possono essere trovate su molte aree del corpo, tra cui:

  • petto
  • cuoio capelluto
  • le spalle
  • indietro
  • addome
  • viso

Le crescite possono essere trovate ovunque sul corpo tranne che sulle piante dei piedi o sui palmi.

Struttura

Le crescite spesso iniziano come aree piccole e ruvide. Nel tempo, tendono a sviluppare una superficie spessa simile a una verruca. Possono anche sembrare cerosi e avere superfici leggermente rialzate.

Forma

Le escrescenze sono generalmente rotonde o di forma ovale.

Colore

Le crescite sono generalmente marroni, ma possono anche essere gialle, bianche o nere.

 

Cheratosi seborroica | Foto hd

cheratosi seborroica, foto, sintomi, cura
Fonte: DermNetNZ
cheratosi seborroica, foto, sintomi, cura
Fonte: DermNetNZ
cheratosi seborroica, foto, sintomi, cura
Fonte: DermNetNZ
cheratosi seborroica, foto, sintomi, cura
Fonte: DermNetNZ
cheratosi seborroica, foto, cura, sintomi
Fonte: DermNetNZ

 

Chi è a rischio di sviluppare cheratosi seborroica?

I fattori di rischio per questa condizione includono:

Età avanzata

La condizione si sviluppa spesso nelle persone di mezza età. Il rischio aumenta con l’età.

Familiari con cheratosi seborroica

Questa condizione della pelle spesso è familiare. Il rischio aumenta con il numero di parenti affetti.

Esposizione al sole frequente

Ci sono alcune prove che la pelle esposta al sole ha maggiori probabilità di sviluppare una cheratosi seborroica. Tuttavia, le escrescenze compaiono anche sulla pelle che di solito è coperta quando le persone vanno all’aperto.

 

Quando vedere un dottore

Una cheratosi seborroica non è pericolosa, ma non dovresti ignorare le escrescenze sulla pelle.

Può essere difficile distinguere tra escrescenze innocue e pericolose. Qualcosa che assomiglia alla cheratosi seborroica potrebbe effettivamente essere il melanoma.

Chiedi a un medico di controllare la tua pelle se:

  • c’è una nuova escrescenza
  • c’è un cambiamento nell’aspetto di un’escrescenza esistente
  • c’è solo un’escrescenza (la cheratosi seborroica di solito ne ha diverse)
  • un’escrescenza ha un colore insolito, come viola, blu o nero-rossastro
  • un’escrescenza ha bordi irregolari (sfocati o frastagliati)
  • un’escrescenza risulta dolorosa

Se sei preoccupato per un’escrescenza, fissa un appuntamento con il tuo medico. È meglio essere troppo cauti che ignorare un problema potenzialmente serio.

 

Diagnosi della cheratosi seborroica

Un dermatologo sarà spesso in grado di diagnosticare la cheratosi seborroica ad occhio. In caso di incertezza, è probabile che rimuoveranno parte o tutta la crescita per i test in laboratorio. Questa è chiamata biopsia cutanea.

La biopsia sarà esaminata al microscopio da un patologo qualificato. Questo può aiutare il medico a diagnosticare la crescita come cheratosi seborroica o cancro (come il melanoma maligno).

 

Metodi di trattamento comuni per la cheratosi seborroica

In molti casi, una cheratosi seborroica non necessita di trattamento. Tuttavia, il medico può decidere di rimuovere eventuali escrescenze che hanno un aspetto sospetto o che causano disagio fisico o emotivo.

Metodi di rimozione

Sono disponibili diverse opzioni per rimuovere una cheratosi seborroica:

  • Congelamento con azoto liquido (criochirurgia). La criochirurgia può essere un modo efficace per rimuovere una cheratosi seborroica. Non sempre funziona su escrescenze in rilievo e più spesse e può provocare lo scolorimento della pelle trattata.
  • Raschiare la superficie della pelle (curettage). Per prima cosa il medico intorpidirà l’area e quindi utilizzerà una lama di bisturi per rimuovere la crescita. A volte la raschiatura viene utilizzata insieme alla criochirurgia per trattare escrescenze più sottili o piatte. Può anche essere utilizzato con l’elettrocauterizzazione.
  • Bruciare con una corrente elettrica (elettrocauterizzazione). Per prima cosa il medico intorpidirà l’area e poi distruggerà l’escrescenza con l’elettrocauterizzazione. Questo metodo può essere utilizzato da solo o con raschiatura, soprattutto quando si rimuovono lesioni più spesse. Questa procedura può lasciare cicatrici se non viene eseguita correttamente e potrebbe richiedere un po’ più di tempo rispetto ad altri metodi di rimozione.
  • Vaporizzare la crescita con un laser (ablazione). Sono disponibili diversi tipi di trattamenti laser.
  • Applicare una soluzione di perossido di idrogeno. In caso di crescita elevata, il medico può prescrivere una soluzione al 40% di perossido di idrogeno (Eskata), da applicare sulla pelle. Il farmaco si è dimostrato efficace nella rimozione delle cheratosi seborroiche, ma può irritare la pelle. Questa soluzione deve essere maneggiata con cura, poiché può causare danni agli occhi.

 

Dopo la rimozione

La tua pelle potrebbe essere più chiara nel sito di rimozione. La differenza nel colore della pelle diventa spesso meno evidente nel tempo. Il più delle volte una cheratosi seborroica non si ripresenta, ma è possibile svilupparne una nuova su un’altra parte del corpo.

 

Cheratosi seborroica | Lo specialista da contattare

Tirando le somme, per essere sicuri che la diagnosi sia effettivamente di cheratosi seborroica, è opportuno fare una visita dermatologica. In casi di incertezza, il dermatologo può proporre di eseguire una biopsia cutanea per verificare la natura della condizione.

  • Prenota una visita con il dermatologo

 

 

Fonte: Healthline

Vuoi collaborare all'articolo?

Vuoi apportare il tuo importante contributo all'articolo? Sentiti libero di scrivere il tuo pensiero e ne faremo tesoro.

Diventa uno 'Specialist
Articoli correlati