Facebook pixel

Cyberbullismo

Cyberbullismo

Come il bullismo normale, il cyberbullismo, causa un notevole disagio emotivo, psicologico e fisico. Proprio come qualsiasi altra vittima di bullismo, i bambini vittime di cyberbullismo sperimentano ansia, paura, depressione e scarsa autostima. Possono anche manifestare sintomi fisici, problemi di salute mentale e difficoltà di apprendimento.

 

Cos’è il Cyberbullismo

Il cyberbullismo si riferisce all’uso della tecnologia digitale per causare danni ad altre persone. Ciò comporta in genere l’uso di Internet, ma può avvenire anche tramite telefoni cellulari (ad esempio, bullismo basato su testo). I social media sono uno dei canali principali attraverso i quali avviene il bullismo informatico, inclusi Facebook , Instagram , Tik Tok, Snapchat e altri.

I cyberbulli possono apparire attraverso i social media, all’interno delle app, nei forum, durante i giochi e altro ancora. Talvolta i cyberbulli colpiscono la vittima tramite e-mail, messaggi di testo o messaggi diretti.

Cinque criteri caratterizzano il comportamento da cyberbullismo: intenzione, ripetizione, squilibrio di potere, anonimato e pubblicità offensiva.
Guarda il Video di Forum Prävention per sapere cos’è il cyberbullismo:

Forme di cyberbullismo

Quali sono le varie forme di cyberbullismo ? Di seguito sono riportati i tipi di cyberbullismo esistenti.

  • Flaming : Flaming si riferisce all’uso di un linguaggio infiammatorio su qualcuno o alla trasmissione di messaggi offensivi su di loro nella speranza di suscitare una reazione. Un esempio potrebbe essere l’uso da parte di Donald Trump delle frasi “Crooked Hilary” o “Sleepy Joe Biden”. 4
  • Outing : Outing implica la condivisione di informazioni personali o imbarazzanti su qualcuno su Internet. Questo tipo di cyberbullismo di solito si svolge su scala più ampia piuttosto che uno a uno o in un gruppo più piccolo.
  • Trolling : Trolling si riferisce alla pubblicazione di contenuti o commenti con l’obiettivo di indurre le persone ad avere reazioni online imbarazzanti. In altre parole, un troll dirà qualcosa di dispregiativo o offensivo su una persona o un gruppo, con la sola intenzione di far arrabbiare le persone. Questo tipo di cyberbullismo ama creare il caos e poi sedersi e guardare cosa succede.
  • Derisione : la derisione implica l’uso di un linguaggio offensivo in riferimento ad altre persone. Si stima che il 42% degli adolescenti sia stato chiamato con nomi offensivi tramite il proprio telefono cellulare o su Internet.
  • Diffondere false voci : i cyberbulli che diffondono false voci inventano storie su individui e poi diffondono queste false verità online.
  • Invio di immagini o messaggi espliciti : i cyberbulli possono anche inviare immagini o messaggi espliciti senza il consenso della vittima.
  • Cyber ​​Stalking / Molestie / Minacce fisiche : alcuni cyberbulli prendono di mira ripetutamente le stesse persone attraverso cyberstalking, molestie informatiche o minacce fisiche.

Bullismo vs. Cyberbullismo | Qual è la differenza?

Nel caso del cyberbullismo, la vittima generalmente non ha scampo dagli abusi e dalle molestie. A differenza degli incontri nella vita reale, il bullismo online e su Internet non si interrompe mai veramente. Questo può far sentire le vittime come se non avessero scampo, in particolare se il cyberbullismo implica la condivisione delle loro informazioni personali o quando qualcosa pubblicato su di loro diventa virale. Questo tipo di bullismo può protrarsi per un lungo periodo di tempo.

Effetti del cyberbullismo sulla Salute Mentale

Ci sono numerosi effetti che possono essere visti in coloro che hanno a che fare con il cyberbullismo. Può essere utile sapere cosa aspettarsi di vedere in una vittima, in quanto questo può essere un modo per identificare quando qualcuno è vittima di cyberbullismo.

Alcuni di questi effetti sono anche più forti di quanto visto con il bullismo tradizionale, poiché la vittima spesso non può sfuggire alla situazione abusiva. Gli effetti più comuni del cyberbullismo includono:

  • Sentimenti di angoscia
  • Aumento dei sentimenti di depressione e sbalzi d’umore
  • Aumento dei sentimenti di ansia
  • Disturbi del Sonno
  • Ideazione suicidaria o tentativo di suicidio
  • Aumento dei sentimenti di paura
  • Sentimenti di bassa autostima
  • Isolamento sociale, ritiro da gruppi di amici
  • Evitare di fare cose che prima procuravano benessere
  • Scarso rendimento scolastico
  • Problemi nei rapporti con familiari e amici
  • Sintomi di stress post-traumatico
  • Autolesionismo (p. Es., Tagliarsi, colpirsi, fare headbanging)
  • Abuso di sostanze
  • Aumento dei sentimenti di rabbia, irritabilità o scoppi di rabbia

Effetti fisici del cyberbullismo

Essere presi di mira dai cyberbulli è un’esperienza devastante sia dal punto di vista mentale che fisico. A volte lo stress di affrontare il cyberbullismo può far sentire i bambini come se la situazione fosse più di quanto possano gestire.

Queste sensazioni travolgenti possono portare a sintomi fisici come mal di testa, mal di stomaco, malattie della pelle o altri disturbi fisici. Ecco uno sguardo più da vicino ad alcuni degli effetti fisici del cyberbullismo.

  • Problemi gastrointestinali : lo stress del bullismo può anche causare condizioni legate allo stress come ulcere allo stomaco, disturbi di stomaco e dolore addominale. Possono esserci sintomi come nausea, vomito e diarrea.
  • Alimentazione irregolare : i bambini vittime di cyberbullismo possono sperimentare cambiamenti nelle abitudini alimentari come saltare i pasti o mangiare in modo incontrollato. Poiché le loro vite sembrano fuori controllo, guardano ai loro schemi alimentari come a qualcosa che possono controllare. Questi sforzi possono trasformarsi in un vero e proprio disturbo alimentare , soprattutto se il bullismo ha causato un’immagine del corpo distorta.
  • Disturbi del sonno : l’esperienza del cyberbullismo può influire sui modelli di sonno di una persona, che può soffrire di insonnia, dormire più del solito o avere incubi.

Se noti che tuo figlio sta subendo cambiamenti nelle sue abitudini alimentari e del sonno, o se presenta problemi fisici, è importante parlarne con il medico. Questi potrebbero essere segni di un problema molto più grande e dovrebbero essere valutati il ​​prima possibile.

Caratteristiche delle vittime

Ci sono infatti alcuni aspetti comuni della vittima che tendono a ripetersi includendo le seguenti caratteristiche:

  • Gli adolescenti e i giovani adulti sono i più a rischio.
  • In caso di diffusione di false voci e immagini esplicite, le ragazze hanno maggiori probabilità di essere vittime.
  • Le persone gay, lesbiche, bisessuali o transgender tendono ad essere più spesso vittime di cyberbullismo.
  • Coloro che sono timidi, socialmente impacciati o che non si adattano facilmente possono diventare vittime più facilmente.
  • Le persone provenienti da famiglie a basso reddito hanno maggiori probabilità di essere vittime.
  • Le persone che utilizzano costantemente Internet hanno maggiori probabilità di essere vittime di bulli online.

Come affrontare un cyberbullo

Esistono molti modi per affrontare un cyberbullismo da adulto e da genitore se tuo figlio è vittima di bullismo su Internet. Diamo un’occhiata a ciascuno di questi problemi separatamente.

Come Genitore

Se tuo figlio è vittima di bullismo online, la migliore linea d’azione è istruirlo a non rispondere al bullo su Internet. Inoltre, chiedi a tuo figlio di documentare ogni caso di bullismo informatico salvando messaggi di testo, e-mail, foto e qualsiasi altra forma di comunicazione. Questo può essere fatto utilizzando screenshot, se necessario. Chiedi a tuo figlio di inoltrarti queste informazioni in modo che tu abbia un registro di tutto.

Successivamente, se il bullismo proviene da un contatto scolastico, segnala i casi di cyberbullismo all’insegnante, al preside o al personale amministrativo della tua scuola. In caso di bullismo estremo o minacce, dovresti anche segnalare il comportamento di bullismo alla polizia.

Infine, è importante rassicurare tuo figlio che non è responsabile del bullismo online. Alcune vittime possono ritenere che il loro comportamento abbia creato il problema o che in qualche modo siano da biasimare. Per questo motivo, è importante assicurarsi che tuo figlio sappia che quello che è successo non è colpa sua.

Come Adulto

Molti degli stessi principi di cui sopra si applicheranno alla tua situazione di un adulto che ha a che fare con un cyberbullismo. Prima di tutto, assicurati di tenere traccia di tutti i casi di bullismo, indipendentemente dal fatto che provengano da messaggi di testo, chat di messaggistica, gruppi di Facebook, DM di Instagram o altre fonti online. Acquisisci screenshot e conserva le cartelle sul tuo computer con le prove del cyberbullismo.

Successivamente, se conosci la fonte del cyberbullismo, determina se esiste una linea di condotta che puoi intraprendere nei confronti di quella persona. Ad esempio, se si tratta di un collega di lavoro o di un supervisore, c’è qualcuno al lavoro con cui puoi parlare? Se si tratta di un membro della famiglia, c’è un modo per sollevare la questione ad altri membri della famiglia per chiedere il loro sostegno? Infine, se è qualcuno che conosci solo online, puoi bloccarlo ed eliminarlo da tutti i tuoi social media?

La migliore linea d’azione sarà ignorare il più possibile il cyberbullismo. Tuttavia, se ricevi minacce, dovrai denunciarlo alla polizia, insieme alle prove che hai raccolto.

Come comunità

Non è sufficiente che le vittime di cyberbullismo affrontino i propri bulli e provino a trovare soluzioni. Spesso queste vittime sono emotivamente sconvolte e incapaci di trovare aiuto. Il nostro lavoro come comunità è lavorare alla creazione di sistemi che impediscano del tutto il cyberbullismo. Di seguito sono elencate alcune potenziali idee per iniziative.

I  bambini e gli adolescenti vittime di cyberbullismo stanno ancora imparando a regolare le emozioni e ad affrontare le situazioni sociali. Il cyberbullismo a questa età potrebbe avere effetti permanenti duraturi. Le risorse per la salute mentale dovrebbero essere messe a disposizione per aiutare le vittime del cyberbullismo a gestire la propria salute mentale.

Il cyberbullismo prospera grazie allo status e all’approvazione. I cyberbulli si fermeranno quando il rifiuto sociale del cyberbullismo diventerà così diffuso e prevalente da non avere più nulla da guadagnare. Ciò significa che ogni istanza di bullismo online a cui si assiste (specialmente nel caso dei commenti dei troll) dovrebbe essere ignorata. Inoltre, dovrebbero essere organizzate campagne di sensibilizzazione sul fatto che il bullismo online non solo non è accettabile, ma è un segno di uno status sociale debole.

Le scuole sono il punto di contatto per i genitori che cercano di aiutare i propri figli vittime di cyberbullismo. Per questo motivo, le scuole dovrebbero disporre di programmi e protocolli per affrontare immediatamente e rapidamente il cyberbullismo. I genitori non dovrebbero dover chiedere più volte aiuto senza riceverlo.

Effetti emotivi del cyberbullismo

Non sorprende che il cyberbullismo sia un fattore di stress significativo nella vita di un giovane. In effetti, secondo alcune richerche il 32% dei bambini che sono bersagli di cyberbullismo riferisce di aver sperimentato almeno un sintomo di stress. Oltre a sentirsi angosciati,  le vittime possono anche sentirsi imbarazzati, feriti e persino temere per la loro sicurezza. Possono persino incolpare se stessi per essere diventati preda del cyberbullismo.

Se sei un genitori e hai notato dei cambiamenti nell’umore o nel comportamento di tuo figlio, non esitare a contattare lo specialista per la valutazione e il supporto adeguato.

Tra le emozioni comuni che possono provare giovani e adolescenti vittime di cyberbullismo, troviamo:

Umiliazione

Poiché il cyberbullismo si verifica nel cyberspazio, il bullismo online sembra permanente. I bambini sanno che una volta che qualcosa è là fuori, sarà sempre là fuori. Si sentono esposti, imbarazzati e sopraffatti. Quando si verifica il cyberbullismo, i post, i messaggi o i testi sgradevoli possono essere condivisi con moltitudini di persone. L’enorme quantità di persone che possono partecipare e osservare il cyberbullismo può portare a intensi sentimenti di umiliazione.

Solitudine

Il cyberbullismo a volte causa l’esclusione e l’ ostracismo degli adolescenti a scuola. Di conseguenza, spesso si sentono soli e isolati. Questa esperienza è particolarmente dolorosa perché gli amici sono fondamentali a questa età. Quando i bambini non hanno amici, questo può portare a più bullismo.

Rabbia

Molte vittime di cyberbullismo si arrabbieranno per ciò che sta accadendo loro. In effetti, la ricerca indica che la rabbia è la risposta più comune al cyberbullismo seguita dall’essere turbati e preoccupati. Alcuni bambini vittimizzati possono tramare vendette e intraprendere ritorsioni. A parte i guai in cui potrebbero incappare, questo approccio è pericoloso perché li tiene bloccati nel ciclo bullo-vittima .

Sebbene sia sempre meglio perdonare un bullo che vendicarsi, il perdono è spesso più facile a dirsi che a farsi. Se tuo figlio sembra profondamente arrabbiato per il cyberbullismo, può essere utile parlare con uno psicologo o psicoterapeuta in modo che possa imparare a canalizzare quella rabbia in modo produttivo.

Impotenza

Le vittime del cyberbullismo spesso hanno difficoltà a sentirsi al sicuro.  Si sentono vulnerabili e impotenti. In genere, questi sentimenti emergono perché il bullismo può invadere la loro casa tramite il computer o il telefono cellulare in qualsiasi momento della giornata. Non hanno più un posto dove scappare.

Per la vittima,  il cyberbullismo sembrerà essere ovunque. Inoltre, poiché i bulli possono rimanere anonimi, questa consapevolezza può aumentare i sentimenti di paura. I bambini presi di mira a volte non sanno chi è il bullo, sebbene alcuni cyberbulli scelgano persone che conoscono.

Consulta lo Specialista

Per gestire le conseguenze emotive legate al cyberbullismo e impedire la comparsa di sintomi è necessario rivolgersi ad uno psicologo o uno psicoterapeuta per elaborare l’esperienza dolorosa e trovare le strategie giuste per prevenire che accada in futuro.

  • Richiedi la Consulenza di uno Psicoterapeuta

 

Storie di Cyberbullismo | La Storia di Flavia

Guarda la storia di Flavia raccontata su Fanpage per trarre ispirazione dalla sua forza e dal suo coraggio:

Il Verdetto Finale

Se tuo figlio è vittima di cyberbullismo, è importante aiutarlo a prendere provvedimenti per porre fine al tormento. Ciò potrebbe significare segnalare il cyberbullismo alle società di social media, ai funzionari scolastici e persino alla polizia. Assicurati di fare tutto il possibile per porre fine al tormento, incluso acquisire familiarità con le leggi che riguardano il cyberbullismo.

Nel frattempo, non ignorare i sentimenti di tuo figlio.  Parlane con lui e tieni sotto stretto controllo i cambiamenti di umore e comportamento. Rivolgiti ad uno psicoterapeuta per aiutarlo a superare gli effetti emotivi del cyberbullismo e contatta il pediatra se noti disturbi fisici.

Ogni persona vittima di cyberbullismo può trarre vantaggio dalla consulenza di uno psicoterapeuta, che può guidarla nel percorso di frotneggiamento del cyberbullismo. Lo sviluppo di strategie di coping efficaci può aiutare la vittima a superare le difficoltà emotive per iniziare a ricostruire un futuro più sereno e resiliente.

 

 

Fonti:

  • Nixon CL. Current perspectives: the impact of cyberbullying on adolescent health. Adolesc Health Med Ther. 2014;5:143-58. doi:10.2147/AHMT.S36456
  • Vaillancourt T, Faris R, Mishna F. Cyberbullying in children and youth: implications for health and clinical practice. Can J Psychiatry. 2017;62(6):368-373. doi:10.1177/0706743716684791
  • Extremera N, Quintana-Orts C, Mérida-López S, Rey L. Cyberbullying victimization, self-esteem and suicidal ideation in adolescence: does emotional intelligence play a buffering role? Front Psychol. 2018;9:367. doi:10.3389/fpsyg.2018.00367
  • Karanikola MNK, Lyberg A, Holm AL, Severinsson E. The association between deliberate self-harm and school bullying victimization and the mediating effect of depressive symptoms and self-stigma: a systematic review. Biomed Res Int. 2018;2018:4745791. doi:10.1155/2018/4745791
  • Alavi N, Reshetukha T, Prost E, et al. Relationship between bullying and suicidal behaviour in youth presenting to the emergency eepartment. J Can Acad Child Adolesc Psychiatry. 2017;26(2):70-77. PMID:28747929.

 

Vuoi collaborare all'articolo?

Vuoi apportare il tuo importante contributo all'articolo? Sentiti libero di scrivere il tuo pensiero e ne faremo tesoro.

Diventa uno 'Specialist
Articoli correlati