Facebook pixel

Dipendenza Affettiva

Dipendenza Affettiva

Il supporto emotivo è uno dei grandi vantaggi dell’avere relazioni. Quando affronti le sfide della vita o lo stress , i tuoi cari possono offrire empatia e conforto ascoltando i tuoi problemi e convalidando i tuoi sentimenti.

In una relazione romantica, potresti prima rivolgerti al tuo partner per questo supporto. È normale rivolgersi ai partner per supporto emotivo e guida, specialmente in una relazione a lungo termine.

La dipendenza emotiva, tuttavia, supera il punto di appoggio.

La maggior parte dei partner romantici dipende l’uno dall’altro in una certa misura. Ma quando hai bisogno che il tuo partner soddisfi tutti i tuoi bisogni emotivi , probabilmente non stai facendo molto per soddisfare quei bisogni da solo.

Questa dipendenza totale da un’altra persona può alla fine influire sulla tua relazione e sul tuo benessere generale.

Cos’è la Dipendenza Affettiva

Può essere utile pensare alla dipendenza emotiva come a uno spettro.

L’indipendenza emotiva poggia su un’estremità. Le persone completamente indipendenti potrebbero resistere a qualsiasi supporto emotivo, preferendo far fronte ai bisogni emotivi da soli, o addirittura ignorarli del tutto.

Le relazioni interdipendenti, il tipo di relazione più sano, cadono nel mezzo. Interdipendenza significa che puoi riconoscere i tuoi bisogni emotivi e fare il lavoro per soddisfarne molti.

Quando non puoi soddisfarli da solo, potresti contattare il tuo partner. In altre parole, dipendi da loro per alcuni bisogni emotivi, non tutti.

Dall’altra parte c’è la dipendenza emotiva. Qui, di solito finisci per fare affidamento sul tuo partner per soddisfare quasi tutte le esigenze. Quando provi angoscia, potresti rivolgerti a loro immediatamente prima di provare a gestire le tue emozioni da solo.

Sentirsi come se non si potesse vivere senza il loro supporto emotivo può suggerire che la tua relazione ha virato verso un livello malsano di dipendenza.

Sintomi di Dipendenza Affettiva

Altri segni chiave di dipendenza emotiva includono:

  • una visione idealizzata del tuo partner o della relazione
  • la convinzione che la tua vita non abbia senso senza di loro
  • la convinzione di non poter trovare la felicità o la sicurezza da soli
  • una persistente paura del rifiuto
  • un costante bisogno di rassicurazione
  • sentimenti di vuoto e ansia quando si trascorre del tempo da soli
  • bisogno di loro per costruire la tua autostima , fiducia e autostima
  • sentimenti di gelosia o possessività
  • difficoltà a fidarsi dei sentimenti che provano per te

Dipendenza vs codipendenza

Se hai familiarità con la codipendenza , potresti notare alcune sovrapposizioni, ma c’è qualche differenza tra i due.

La codipendenza si verifica quando trascuri i tuoi bisogni per prenderti cura dei bisogni di una persona cara.

La dipendenza emotiva può assomigliare a un tipo di codipendenza se trascuri i tuoi bisogni emotivi per dare la priorità alle emozioni del tuo partner.

I Rischi della Dipendenza Affettiva

Difficoltà a soddisfare i tuoi bisogni emotivi può avere un impatto significativo sulle tue relazioni sentimentali, ma gli effetti possono estendersi anche ad altre aree della vita.

Problemi di relazione

Per la maggior parte, la dipendenza emotiva non apre la strada a relazioni sane .

Le persone emotivamente dipendenti in genere hanno bisogno di molte rassicurazioni e sostegno dai loro partner.

Potresti, ad esempio, chiedere regolarmente cose come:

  • “Mi ami?”
  • “Ti sto disturbando?”
  • “Vuoi davvero passare del tempo con me?”
  • “Come ti sembro?”
  • “Non vuoi rompere, vero?”

Se provi spesso sentimenti di insicurezza o insicurezza, potresti aver bisogno della loro approvazione per sentirti bene con te stesso. Questa esigenza può innescare la paura di ciò che potrebbe accadere se lasciano o smettono di fornire la rassicurazione di cui hai bisogno.

Queste paure dell’abbandono possono, a loro volta, portare a tentativi di controllare il loro comportamento per trattenerli.

Ma cercare di controllare le persone di solito fallisce. Le persone che si sentono manipolate o incapaci di fare le proprie scelte potrebbero finire per voler lasciare la relazione. Un modello di relazioni fallite è abbastanza comune con la dipendenza emotiva.

Disagio Emotivo

La dipendenza nelle relazioni spesso comporta anche un certo livello di disagio emotivo.

Una preoccupazione costante e di basso livello per il futuro della tua relazione e i sentimenti del tuo partner per te possono farti sentire ansioso e a disagio. Quando non sei insieme, potresti passare la maggior parte del tuo tempo a preoccuparti di quello che stanno facendo e se ti amano ancora. Questa fissazione può lasciare il livello di stress di base piuttosto alto.

Livelli elevati di stress possono influenzare il modo in cui vivi ed esprimi le tue emozioni. Potresti notare:

  • improvvisi cambiamenti di umore
  • umore persistente o sentimenti di depressione
  • scoppi di rabbia o tristezza, inclusi pianti o urla
  • espressioni fisiche dei tuoi sentimenti, inclusa la violenza verso persone o oggetti
  • sintomi somatici, tra cui tensione muscolare, mal di testa o disturbi allo stomaco

Scarsa cura di sé

Se ti affidi interamente al tuo partner per il supporto emotivo, perdi la possibilità di scoprire i modi in cui puoi offrire quel supporto a te stesso.

Non è realistico aspettarsi che un’altra persona soddisfi tutte le tue esigenze in ogni momento. È importante disporre di alcuni strumenti di coping su cui sai di poter fare affidamento quando gli altri non sono disponibili.

Inoltre, il disagio emotivo che provi quando non riescono a soddisfare le tue esigenze può facilmente occupare la maggior parte del tuo spazio mentale. Questo ti lascia con poca capacità di perseguire attività piacevoli o trascorrere del tempo con amici e altri cari, entrambe cose che ti consentono di soddisfare i tuoi bisogni emotivi.

Come Superare la Dipendenza Affettiva

La dipendenza emotiva ha iniziato a suonare un po ‘come qualcosa che hai notato nelle tue relazioni?

Sii onesto con te stesso. Se hai risposto di sì, fatti coraggio. Puoi assolutamente agire per affrontare questo schema.

Questi suggerimenti possono aiutarti a identificare e soddisfare meglio i tuoi bisogni emotivi. Certo, è assolutamente positivo e salutare appoggiarsi agli altri se necessario, ma è importante anche sapere come presentarsi per se stessi.

Prendi Consapevolezza delle Tue Emozioni

Il primo passo per soddisfare i bisogni emotivi implica imparare a riconoscere le tue emozioni mentre le vivi. Va bene se all’inizio questo si rivela impegnativo. È abbastanza normale avere problemi a sedersi con sentimenti spiacevoli .

Potrebbe essere utile ricordare che la vita include sia alti che bassi. Senza il male, come potresti riconoscere il bene? Le emozioni che vedi come negative sono importanti quanto quelle che vedi come positive. Ti aiutano a riconoscere quando le cose non vanno bene.

Invece di nasconderti da sentimenti tutt’altro che ideali o affidarti a qualcuno per farli andare via, entra in contatto con il tuo senso di curiosità. Chiediti cosa ti stanno dicendo.

Per saperne di più su te stesso e sulle tue emozioni, prova:

  • meditazione
  • trascorrere del tempo nella natura
  • passare del tempo da solo

Prendi in carico i tuoi bisogni emotivi

Quindi, ora che sai di più sulla tua mentalità emotiva , cosa puoi fare al riguardo?

Dì che ti senti come se il tuo partner ti avesse trascurato. Ti senti geloso, solo o non amato. Ma invece di cercare rassicurazione, considera la situazione da una prospettiva diversa. In questo modo, puoi aiutare a soddisfare le tue esigenze di rassicurazione e sicurezza.

Forse hanno bisogno di spazio per affrontare le proprie difficoltà. È normale aver bisogno di tempo per separarsi , anche nelle relazioni strette. Questo non significa sempre che qualcuno voglia uscire.

Prova a concentrarti su ciò che è divertente ora :

  • passare del tempo con gli amici al di fuori della relazione
  • esplorare i tuoi interessi
  • trovare il tempo per rilassarsi
  • praticare la cura di sé

Esplora i Fattori Scatenanti

Potresti notare che alcune cose innescano comportamenti emotivamente dipendenti.

Per esempio:

  • Ti ritrovi a cercare rassicurazione soprattutto quando hai a che fare con fonti esterne di stress, come problemi al lavoro o drammi tra amici.
  • La tua autostima cessa quando commetti un errore e dipendi davvero dalla loro approvazione per rialzarti.
  • Ti senti rifiutato e temi di perdere il loro amore quando trascorrono molto tempo con qualcun altro.

Identificare fattori scatenanti specifici può aiutarti a esplorare i metodi di coping, sia che si tratti di parlare con un amico dei tuoi sentimenti o di usare un dialogo interiore positivo per ricordare a te stesso i tuoi punti di forza e i tuoi successi.

Parlane con uno Psicoterapeuta

Quando si tratta di identificare e rompere gli schemi, lavorare con un terapista di fiducia può avere alcuni importanti vantaggi.

La dipendenza emotiva spesso si ricollega all’infanzia. La mancanza di un attaccamento sicuro al tuo genitore o al tuo caregiver primario può prepararti a problemi di attaccamento nelle tue relazioni adulte. Alcuni stili di attaccamento possono svolgere un ruolo nella dipendenza emotiva.

Questo può rendere il superamento dei comportamenti emotivamente dipendenti in qualche modo difficile da solo.

Un terapista può aiutarti a esplorare i problemi del tuo passato che contribuiscono alle attuali preoccupazioni relazionali e ad affrontare strategie più sane per soddisfare i bisogni emotivi.

In terapia, puoi anche lavorare per risolvere altri problemi che spesso si collegano alla dipendenza emotiva:

  • sviluppare una maggiore autocompassione
  • aumentare la fiducia in se stessi e l’autostima
  • imparare a riconoscere relazioni sane
  • imparare a sfidare e riformulare i pensieri negativi
  • Richiedi la Consulenza di uno Psicoterapeuta

 

 

 

Fonti:

  • Kemer G, et al. (2016). Dipendenza emotiva e credenze relazionali disfunzionali come predittori della soddisfazione relazionale degli individui turchi sposati. DOI:
    10.1017 / sjp.2016.78
  • Petruccelli F, et al. (2014). Dipendenza affettiva e aggressività: uno studio esplorativo. DOI:
    10.1155 / 2014/805469
  • Ryan RM, et al. (2005). Sulla regolazione interpersonale delle emozioni: dipendenza emotiva attraverso il genere, le relazioni e le culture. DOI:
    10.1111 / j.1350-4126.2005.00106.x
Vuoi collaborare all'articolo?

Vuoi apportare il tuo importante contributo all'articolo? Sentiti libero di scrivere il tuo pensiero e ne faremo tesoro.

Diventa uno 'Specialist
Articoli correlati