Facebook pixel

Dipendenza da alcool

Dipendenza da alcool

Che cos’è la dipendenza da alcool o il disturbo da uso di alcool?

L’alcolismo è stato conosciuto con una varietà di termini, tra cui l’abuso di alcol e la dipendenza da alcol. Oggi viene definito disturbo da uso di alcol.

Si verifica quando bevi così tanto che il tuo corpo alla fine diventa dipendente o assuefatto all’alcol. Quando questo accade, l’alcol diventa la cosa più importante nella tua vita.

Le persone con disturbo da uso di alcol continueranno a bere anche quando il consumo di alcol provoca conseguenze negative, come perdere un lavoro o distruggere i rapporti con le persone che amano. Potrebbero sapere che il loro consumo di alcol influisce negativamente sulla loro vita, ma spesso non è sufficiente per farli smettere di bere.

Alcune persone possono bere alcolici al punto da causare problemi, ma non sono fisicamente dipendenti dall’alcol. Questo veniva definito abuso di alcol.

 

Quali sono i sintomi?

I sintomi del disturbo da uso di alcol si basano sui comportamenti e sui risultati fisici che si verificano a seguito della dipendenza da alcol.

Le persone con disturbo da uso di alcol possono assumere i seguenti comportamenti:

  • bere da solo
  • bere di più per sentire gli effetti dell’alcol (avere un’alta tolleranza)
  • diventare violento o arrabbiato quando gli viene chiesto delle loro abitudini nel bere
  • non mangiare o mangiare male
  • trascurare l’igiene personale
  • manca il lavoro o la scuola a causa del bere
  • non essere in grado di controllare l’assunzione di alcol
  • trovare scuse per bere
  • continuare a bere anche quando si sviluppano problemi legali, sociali o economici
  • rinunciare ad importanti attività sociali, professionali o ricreative a causa del consumo di alcol

Le persone con disturbo da uso di alcol possono anche manifestare i seguenti sintomi fisici:

  • voglie di alcol
  • sintomi di astinenza quando non si beve, inclusi tremori, nausea e vomito
  • tremori (scuotimento involontario) la mattina dopo aver bevuto
  • svanisce nella memoria (svenimento) dopo una notte di bevute
  • malattie, come la chetoacidosi alcolica (include sintomi di tipo disidratato) o la cirrosi

Cosa causa la dipendenza da alcool?

La causa del disturbo da uso di alcol è ancora sconosciuta. Il disturbo da uso di alcol si sviluppa quando si beve così tanto che si verificano cambiamenti chimici nel cervello. Questi cambiamenti aumentano le sensazioni piacevoli che provi quando bevi alcolici. Questo ti fa venir voglia di bere più spesso, anche se provoca danni.

Alla fine, le sensazioni piacevoli associate al consumo di alcol scompaiono e la persona con disturbo da uso di alcol si impegnerà a bere per prevenire i sintomi di astinenza. Questi sintomi di astinenza possono essere piuttosto spiacevoli e persino pericolosi.

Il disturbo da uso di alcol si sviluppa in genere gradualmente nel tempo. È anche noto per funzionare in famiglie.

 

Fattori di rischio

Sebbene la causa esatta del disturbo da uso di alcol sia sconosciuta, ci sono alcuni fattori che possono aumentare il rischio di sviluppare questa malattia.

I fattori di rischio noti includono:

  • più di 15 drink a settimana se sei maschio
  • più di 12 drink a settimana se sei una donna
  • più di 5 drink al giorno almeno una volta alla settimana (binge drinking)
  • un genitore con disturbo da uso di alcol
  • un problema di salute mentale, come depressione , ansia o schizofrenia

Potresti anche essere a maggior rischio di disturbo da uso di alcol se:

  • sono un giovane adulto che subisce la pressione dei pari
  • avere bassa autostima
  • sperimentare un alto livello di stress
  • vivere in una famiglia o in una cultura in cui il consumo di alcol è comune e accettato
  • avere un parente stretto con disturbo da uso di alcol

 

Autotest: uso improprio l’alcol?

A volte può essere difficile tracciare il confine tra l’uso sicuro di alcol e l’abuso di alcol. La Mayo Clinic suggerisce che potresti abusare di alcol se rispondi “sì” ad alcune delle seguenti domande:

  • Hai bisogno di bere di più per sentire gli effetti dell’alcol?
  • Ti senti in colpa per aver bevuto?
  • Diventi irritabile o violento quando bevi?
  • Hai problemi a scuola o al lavoro a causa del bere?
  • Pensi che potrebbe essere meglio se tagli il tuo bere?

Diagnosi professionale

Il tuo medico o operatore sanitario può diagnosticare il disturbo da uso di alcol. Faranno un esame fisico e ti faranno domande sulle tue abitudini nel bere.

Il medico potrebbe chiederti se:

  • guida quando sei ubriaco
  • hai perso il lavoro o hai perso un lavoro a causa del tuo consumo di alcol
  • hai bisogno di più alcol per sentirti “ubriaco” quando bevi
  • hai avuto blackout a causa del tuo consumo di alcol
  • hai provato a ridurre l’importo di alcool ma non ci sono riuscito

Il medico può anche utilizzare un questionario che valuta il disturbo da uso di alcol per diagnosticare la tua condizione.

In genere, una diagnosi di disturbo da uso di alcol non richiede nessun altro tipo di test diagnostico. C’è una possibilità che il tuo medico possa prescriverti un’analisi del sangue per controllare la tua funzionalità epatica se mostri segni o sintomi di malattia del fegato.

Il disturbo da uso di alcol può causare danni gravi e duraturi al fegato. Il tuo fegato è responsabile della rimozione delle tossine dal tuo sangue. Quando bevi troppo, il tuo fegato ha più difficoltà a filtrare l’alcol e altre tossine dal flusso sanguigno. Questo può portare a malattie del fegato e altre complicazioni.

 

Trattamento

Il trattamento per il disturbo da uso di alcol varia, ma ogni metodo ha lo scopo di aiutarti a smettere del tutto di bere. Questa si chiama astinenza. Il trattamento può avvenire in più fasi e può includere quanto segue:

  • disintossicazione o astinenza per liberare il corpo dall’alcol
  • riabilitazione per apprendere nuove capacità e comportamenti di coping
  • consulenza per affrontare i problemi emotivi che potrebbero indurti a bere
  • gruppi di sostegno , inclusi programmi in 12 fasi come Alcolisti Anonimi (AA)
  • cure mediche per problemi di salute associati al disturbo da uso di alcol
  • farmaci per aiutare a controllare la dipendenza

Ci sono un paio di diversi farmaci che possono aiutare con il disturbo da uso di alcol:

  • Il naltrexone (ReVia) viene utilizzato solo dopo che qualcuno si è disintossicato dall’alcol. Questo tipo di droga agisce bloccando alcuni recettori nel cervello associati allo “sballo” alcolico. Questo tipo di droga, in combinazione con la consulenza, può aiutare a diminuire il desiderio di alcol di una persona.
  • L’acamprosato è un farmaco che può aiutare a ristabilire lo stato chimico originale del cervello prima della dipendenza da alcol. Questo farmaco dovrebbe anche essere combinato con la terapia.
  • Disulfiram (Antabuse) è un farmaco che provoca disagio fisico (come nausea, vomito e mal di testa) ogni volta che la persona consuma alcol.

Potrebbe essere necessario cercare un trattamento presso una struttura ospedaliera se la tua dipendenza da alcol è grave. Queste strutture ti forniranno assistenza 24 ore su 24 mentre ti allontani dall’alcol e ti riprendi dalla dipendenza. Quando starai abbastanza bene per andartene, dovrai continuare a ricevere cure ambulatoriali.

 

Dipendenza da alcool | Gli specialisti

  • psicologo

  • psicoterapeuta

  • psichiatra

Quali sono le prospettive per una persona con disturbo da uso di alcol?

Il recupero dal disturbo da uso di alcol è difficile. La tua prospettiva dipenderà dalla tua capacità di smettere di bere. Molte persone che cercano un trattamento sono in grado di superare la dipendenza. Un forte sistema di supporto è utile per effettuare un recupero completo.

La tua prospettiva dipenderà anche dalle complicazioni di salute che si sono sviluppate a causa del tuo consumo di alcol. Il disturbo da uso di alcol può danneggiare gravemente il fegato. Può anche portare ad altre complicazioni di salute, tra cui:

  • sanguinamento nel tratto gastrointestinale (GI)
  • danni alle cellule cerebrali
  • cancro nel tratto gastrointestinale
  • demenza
  • depressione
  • alta pressione sanguigna
  • pancreatite (infiammazione del pancreas)
  • danni ai nervi
  • cambiamenti nello stato mentale, inclusa la sindrome di Wernicke-Korsakoff (una malattia del cervello che
  • causa sintomi come confusione, alterazioni della vista o perdita di memoria)

 

Come puoi prevenire il disturbo da uso di alcol?

Puoi prevenire il disturbo da uso di alcol limitando l’assunzione di alcol. Secondo il National Institute on Alcohol Abuse and Alcoholism , le donne non dovrebbero bere più di un drink al giorno e gli uomini non dovrebbero bere più di due drink al giorno.

Rivolgiti al medico se inizi a tenere comportamenti che sono segni di disturbo da uso di alcol o se pensi di avere un problema con l’alcol. Dovresti anche considerare di partecipare a una riunione locale dell’AA o di partecipare a un programma di auto-aiuto come Women for Sobriety .

 

Dipendenza da alcool | La storia di Jean

https://www.verywellmind.com/jeans-alcoholics-anonymous-story-63503

Ciao, mi chiamo Jean e sono un alcolizzato in recupero . Sono uno dei fortunati alcolisti che ha vissuto per raccontare la mia storia. Se non fosse stato per la grazia di Dio e per il programma di AA, sarei morto.

Ho iniziato a bere in tenera età ed ero molto popolare tra i miei frequentatori del liceo come “l’anima della festa”. Potevo sempre bere fuori tutti quelli con cui ero. Quello che era iniziato come un divertimento è finito in un inferno. Ho continuato a bere durante il liceo e il college e poi nel primo studio legale in cui ho lavorato.

A quel tempo, il mio bere era abbastanza ben sotto controllo; Ero giovane, avevo la resistenza per ubriacarmi ogni notte e lavorare ogni giorno e il circolo vizioso andava avanti all’infinito. Non mi piacciono davvero gli “ubriachi”, quindi cercherò di essere breve e dirò: sono stato sposato più volte, ho svolto lavori molto prestigiosi, ad esempio, lavorando in vari studi legali, per un senatore statale e un giudice di successione e il tenente Ufficio del governatore. Avevo una bella casa e un marito che pensavo di amare in quel momento; e soprattutto, miei bellissimi figli.

Sono iniziati i blackout

Ebbene, questo marito non mi amava tanto quanto pensavo; Ha fatto la cosa giusta; ha preso i miei figli, mi ha cacciato dalla mia bella casa e ha divorziato da me. ANCORA non avevo toccato il fondo. Potrei ancora bere qualcuno in giro; ea quel punto, naturalmente, erano iniziati i blackout .

Credimi, ho cercato di incolpare tutti e tutto quello che sapevo per il mio bere; la morte di mio figlio, degli ex mariti, ecc. Tutti erano responsabili del mio bere tranne me. I blackout sono stati, in un certo senso, una benedizione. Non voglio ricordare alcune di quelle volte.

Alla fine, ovviamente, arrivò il momento in cui non potevo più lavorare; Dovevo avere la mia dose giornaliera di alcol ogni poche ore o giù di lì. La mia vita era un vero inferno vivente. C’erano così tanti giorni in cui tutto quello che potevo fare era guardare fuori dalla finestra per vedere se era giorno o buio.

Toccare il fondo

Questo, amici miei, è qualcosa che nessun essere umano vivente vorrebbe mai affrontare. Naturalmente, alla fine, arrivò il momento in cui non c’erano soldi per l’affitto di un appartamento, o per qualsiasi altra cosa, tranne i pochi dollari che tenevo indietro per l’alcol. Grazie a Dio per il blackout finale – sono arrivato in una stanza con un quarto sul cassettone nella stanza.

Grazie a Dio la mia famiglia praticava “Tough Love”. Nessuno della mia famiglia mi permetterebbe di entrare nelle loro case; questo è stato il momento di toccare il fondo . Ho guardato nelle pagine gialle dell’elenco telefonico e ho trovato il numero di AA.

Il liquore aveva smesso di funzionare

In pochi minuti, una signora e un gentiluomo di Alcolisti Anonimi erano lì. Nessuno dei due è sembrato scioccato dalle poche cose che ho detto loro. Ero così sicuro che la mia storia fosse unica rispetto a quella di chiunque altro. Ero così sicuro di essere unico. Non sapevo, ma ero semplicemente un alcolizzato, pronto a fare qualsiasi cosa al mondo per cambiare la mia vita.

Queste persone mi hanno accolto, portato al mio primo incontro AA e molte altre persone hanno iniziato a lavorare con me ea disintossicarmi. Non sono mai stato così malato, mentalmente e fisicamente. Ma in seguito ho imparato che anche il mio giorno peggiore da sobrio era migliore del mio giorno migliore da ubriaco. Il liquore aveva smesso di funzionare per me. Non c’era più “alto” o buon feeling.

Vorrei dirti che mi sono fermato lì, ma dopo un anno di sobrietà, ho deciso che forse potevo ancora essere un bevitore sociale. Dio, che disastro. Quello che mi è stato sempre detto nel programma AA è che questa malattia è molto progressiva, anche quando sei sobrio e, abbastanza sicuro, ho vissuto per scoprirlo. Dopo il mio primo o secondo drink, sono andato direttamente in blackout. Così il mio folle attacco di alcol era ricominciato daccapo.

Sono così grato al mio Potere Superiore ea coloro che ancora credevano in me; Sono stato uno dei fortunati che “è tornato indietro”. Era così difficile rientrare in quella porta di AA e ricominciare da capo e prendere un nuovo chip.

Ma l’ho fatto. Al diavolo il falso orgoglio: ero pronto a smettere di bere. Altrimenti, ero condannato a un manicomio o alla morte. Sono felice di dirti che ho appena ritirato il mio chip di sobrietà di 17 anni. Non avrei mai potuto farcela da solo. Devo avere tutti voi, miei fratelli e sorelle, che mi ricordiate chi sono, e cioè Jean, un alcolizzato in via di guarigione che deve togliersi la vita un giorno alla volta per rimanere sobrio.

Ci sono state molte battute d’arresto nella mia vita, ma grazie a Dio non ho dovuto bere qualcosa. Sembra che l’anno scorso sia stato il mio più difficile; Mi sono rotto la schiena, ho perso un marito che amavo veramente e ho avuto un esaurimento nervoso completo . Ma ANCORA NON BEVO.

 Ogni giorno è come un nuovo giorno per me adesso; a volte mi sento come se non sapessi bene in quale direzione sto andando, ma so che finché rimango sobrio, la direzione prima o poi diventerà chiara. Ho il privilegio di poter svolgere un po ‘di lavoro in  un’unità di disintossicazione , ed è una sensazione fantastica condividere la mia esperienza, forza e speranza con un altro essere umano sofferente.

Spero, così facendo, di poter aiutare una sola persona a trovare la strada per l’unico programma al mondo che ha funzionato per me; il programma per i vivi, Alcolisti Anonimi. Grazie a Dio per Bill W. e il dottor Bob, i nostri co-fondatori. Cosa avremmo fatto se le loro strade non si fossero incrociate?

Non ho tutto al mondo che voglio in questo momento, ma ho tutto ciò di cui ho bisogno, e mi è stato dimostrato dal mio Potere Superiore, dai Passi e dalle Tradizioni di questo programma e da tutte le grandi persone in questo programma , che questa cosa funzioni. Ci sono molte cose che vorrei cambiare nella mia vita, ma sento che se è destinato a cambiare, succederà.

Ho i miei figli indietro, con l’eccezione di un bambino che è là fuori ed è un “tossicodipendente” praticante. Non posso fare niente per lui, tranne pregare. L’ho portato a molti incontri con me, quindi è stato esposto, e sta a lui decidere se scegliere di vivere o morire. È così semplice. Non c’è una via di mezzo.

Voglio concludere dicendo a ciascuno di voi, a quelli di voi che non conosco, che vi amo. Condividiamo la stessa malattia e sappiamo cosa dobbiamo fare nella vita. Oggi abbiamo una scelta. E non è meraviglioso? Alcune persone con malattie non hanno scelta. Mi è stato dato il dono della sobrietà; Amo la vita senza alcol; Mi piace così tanto bere il mio caffè sui miei passi indietro e guardare gli uccelli al mattino; cose semplici che nessun altro penserebbe siano così importanti.

Trovo di poter prendere decisioni chiare, anche se non sempre hanno il risultato che vorrei. Che altro posso dire? Sono un alcolizzato riconoscente il cui nome è Jean L. e ogni giorno è un nuovo risveglio perché mi è stata data un’altra possibilità e non devo lasciare che l’alcol mi distrugga la vita.

Questo è il motivo per cui devo rimanere attivo in questo programma e ricordare sempre a me stesso chi sono, dove sono stato e dove non voglio e non devo più tornare. Grazie per avermi permesso di condividere la mia storia con te.

 

Fonte: Healthline

Bibliografia:

Vuoi collaborare all'articolo?

Vuoi apportare il tuo importante contributo all'articolo? Sentiti libero di scrivere il tuo pensiero e ne faremo tesoro.

Diventa uno 'Specialist
Articoli correlati