Cos’è il disturbo bipolare

Il disturbo bipolare, precedentemente chiamato depressione maniacale, è una condizione di salute mentale che causa sbalzi d’umore estremi che includono sbalzi emotivi (mania o ipomania) e bassi (depressione).

Quando diventi depresso, potresti sentirti triste o senza speranza e perdere interesse o piacere nella maggior parte delle attività. Quando il tuo umore si trasforma in mania o ipomania (meno estrema della mania), potresti sentirti euforico, pieno di energia o insolitamente irritabile. Questi sbalzi d’umore possono influenzare il sonno, l’energia, l’attività, il giudizio, il comportamento e la capacità di pensare chiaramente.

Episodi di sbalzi d’umore possono verificarsi raramente o più volte all’anno. Mentre la maggior parte delle persone sperimenterà alcuni sintomi emotivi tra gli episodi, alcuni potrebbero non sperimentarne nessuno.

Sebbene il disturbo bipolare sia una condizione permanente, puoi gestire i tuoi sbalzi d’umore e altri sintomi seguendo un piano di trattamento. Nella maggior parte dei casi, il disturbo bipolare viene trattato con farmaci e consulenza psicologica (psicoterapia).

 

Tipi di disturbo dipolare e sintomi

Esistono diversi tipi di disturbi bipolari e correlati. Possono includere mania o ipomania e depressione. I sintomi possono causare cambiamenti imprevedibili dell’umore e del comportamento, con conseguenti disagi e difficoltà significative nella vita.

  • Disturbo bipolare di tipo I. Hai avuto almeno un episodio maniacale che può essere preceduto o seguito da episodi ipomaniacali o depressivi maggiori. In alcuni casi, la mania può innescare una rottura dalla realtà (psicosi).
  • Disturbo bipolare II. Hai avuto almeno un episodio depressivo maggiore e almeno un episodio ipomaniacale, ma non hai mai avuto un episodio maniacale.
  • Disturbo ciclotimico. Hai avuto almeno due anni – o un anno nei bambini e negli adolescenti – di molti periodi di sintomi di ipomania e periodi di sintomi depressivi (sebbene meno gravi della depressione maggiore).
  • Altri tipi. Questi includono, ad esempio, disturbi bipolari e correlati indotti da determinati farmaci o alcol o dovuti a una condizione medica, come il morbo di Cushing, la sclerosi multipla o l’ictus.

 

Il disturbo bipolare II non è una forma più lieve di disturbo bipolare I, ma una diagnosi separata. Mentre gli episodi maniacali del disturbo bipolare I possono essere gravi e pericolosi, gli individui con disturbo bipolare II possono essere depressi per periodi più lunghi, il che può causare danni significativi.

Sebbene il disturbo bipolare possa manifestarsi a qualsiasi età, in genere viene diagnosticato negli anni dell’adolescenza o all’inizio dei 20 anni. I sintomi possono variare da persona a persona ei sintomi possono variare nel tempo.

Mania e ipomania

La mania e l’ipomania sono due tipi distinti di episodi, ma hanno gli stessi sintomi. La mania è più grave dell’ipomania e causa problemi più evidenti al lavoro, a scuola e nelle attività sociali, nonché difficoltà relazionali. La mania può anche innescare una rottura dalla realtà (psicosi) e richiedere il ricovero in ospedale.

Sia un episodio maniacale che uno ipomaniacale includono tre o più di questi sintomi:

  • Anormalmente ottimista, nervoso o nervoso
  • Attività, energia o agitazione aumentate
  • Senso esagerato di benessere e fiducia in se stessi (euforia)
  • Diminuzione del bisogno di dormire
  • Loquacità insolita
  • Pensieri di corsa
  • Distraibilità
  • Cattivo processo decisionale – ad esempio, andare a comprare baldorie, correre rischi sessuali o fare
  • investimenti sciocchi

Episodio depressivo maggiore

Un episodio depressivo maggiore include sintomi che sono abbastanza gravi da causare notevoli difficoltà nelle attività quotidiane, come il lavoro, la scuola, le attività sociali o le relazioni. Un episodio include cinque o più di questi sintomi:

  • Umore depresso, come sentirsi tristi, vuoti, senza speranza o in lacrime (nei bambini e negli adolescenti, l’umore depresso può apparire come irritabilità)
  • Marcata perdita di interesse o assenza di piacere in tutte – o quasi – le attività
  • Significativa perdita di peso quando non si è a dieta, aumento di peso o diminuzione o aumento dell’appetito (nei bambini, il mancato aumento di peso come previsto può essere un segno di depressione)
  • O insonnia o dormire troppo
  • O irrequietezza o comportamento rallentato
  • Stanchezza o perdita di energia
  • Sentimenti di inutilità o senso di colpa eccessivo o inappropriato
  • Diminuzione della capacità di pensare o concentrarsi o indecisione
  • Pensare, pianificare o tentare il suicidio

Sintomi nei bambini e negli adolescenti

I sintomi del disturbo bipolare possono essere difficili da identificare nei bambini e negli adolescenti. Spesso è difficile dire se si tratta di alti e bassi normali, risultati di stress o traumi o segni di un problema di salute mentale diverso dal disturbo bipolare.

I bambini e gli adolescenti possono avere episodi depressivi maggiori o maniacali o ipomaniacali distinti, ma il modello può variare da quello degli adulti con disturbo bipolare. E gli stati d’animo possono cambiare rapidamente durante gli episodi. Alcuni bambini possono avere periodi senza sintomi dell’umore tra gli episodi.

I segni più evidenti del disturbo bipolare nei bambini e negli adolescenti possono includere gravi sbalzi d’umore diversi dai loro soliti sbalzi d’umore.

 

Quando vedere un dottore

Nonostante gli stati d’animo estremi, le persone con disturbo bipolare spesso non riconoscono quanto la loro instabilità emotiva sconvolga le loro vite e le vite dei loro cari e non ottengono il trattamento di cui hanno bisogno.

E se sei come alcune persone con disturbo bipolare, potresti provare sentimenti di euforia e cicli di maggiore produttività. Tuttavia, questa euforia è sempre seguita da un crollo emotivo che può lasciarti depresso, esausto e forse in problemi finanziari, legali o di relazione.

In caso di sintomi di depressione o mania, consultare il medico o un professionista della salute mentale. Il disturbo bipolare non migliora da solo. Farsi curare da un professionista della salute mentale con esperienza nel disturbo bipolare può aiutarti a tenere sotto controllo i sintomi.

 

Quando ottenere aiuto di emergenza

Pensieri e comportamenti suicidari sono comuni tra le persone con disturbo bipolare. Se hai pensieri di farti del male, chiama immediatamente il 118, vai al pronto soccorso o confidati con un parente o un amico fidato.

Se hai una persona cara che è in pericolo di suicidio o ha tentato il suicidio, assicurati che qualcuno rimanga con quella persona. Chiama immediatamente il 911 o il numero di emergenza locale. Oppure, se pensi di poterlo fare in sicurezza, porta la persona al pronto soccorso dell’ospedale più vicino.

 

Cause

La causa esatta del disturbo bipolare è sconosciuta, ma possono essere coinvolti diversi fattori, come:

  • Differenze biologiche. Le persone con disturbo bipolare sembrano avere cambiamenti fisici nel cervello. Il significato di questi cambiamenti è ancora incerto, ma alla fine potrebbe aiutare a individuare le cause.
  • Genetica. Il disturbo bipolare è più comune nelle persone che hanno un parente di primo grado, come un fratello o un genitore, con la condizione. I ricercatori stanno cercando di trovare geni che potrebbero essere coinvolti nella causa del disturbo bipolare.

 

Fattori di rischio

I fattori che possono aumentare il rischio di sviluppare disturbo bipolare o agire come trigger per il primo episodio includono:

  • Avere un parente di primo grado, come un genitore o un fratello, con disturbo bipolare
  • Periodi di forte stress, come la morte di una persona cara o altri eventi traumatici
  • Abuso di droghe o alcol

 

Complicazioni

Se non trattato, il disturbo bipolare può causare seri problemi che interessano ogni area della tua vita, come ad esempio:

  • Problemi legati al consumo di droghe e alcol
  • Suicidio o tentativi di suicidio
  • Problemi legali o finanziari
  • Relazioni danneggiate
  • Lavoro scadente o rendimento scolastico

 

Condizioni concomitanti

Se soffri di disturbo bipolare, potresti anche avere un’altra condizione di salute che deve essere trattata insieme al disturbo bipolare. Alcune condizioni possono peggiorare i sintomi del disturbo bipolare o rendere il trattamento meno efficace. Esempi inclusi:

  • Disturbi d’ansia
  • Problemi alimentari
  • Disturbo da deficit di attenzione / iperattività (ADHD)
  • Problemi di alcol o droghe
  • Problemi di salute fisica, come malattie cardiache, problemi alla tiroide, mal di testa o obesità

 

Prevenzione

Non esiste un modo sicuro per prevenire il disturbo bipolare. Tuttavia, ottenere un trattamento al primo segno di un disturbo di salute mentale può aiutare a prevenire il peggioramento del disturbo bipolare o di altre condizioni di salute mentale.

Se ti è stato diagnosticato un disturbo bipolare, alcune strategie possono aiutare a prevenire che sintomi minori diventino episodi di mania o depressione in piena regola:

  • Prestare attenzione ai segnali di pericolo. Affrontare i sintomi nella fase iniziale può prevenire il peggioramento degli episodi. Potresti aver identificato uno schema per i tuoi episodi bipolari e cosa li innesca. Chiama il tuo medico se senti che stai cadendo in un episodio di depressione o mania. Coinvolgi familiari o amici nella ricerca di segnali di pericolo.
  • Evita droghe e alcol. L’uso di alcol o droghe ricreative può peggiorare i sintomi e aumentare le probabilità che si ripresentino.
  • Prendi i tuoi farmaci esattamente come indicato. Potresti essere tentato di interrompere il trattamento, ma non farlo. L’interruzione del trattamento o la riduzione della dose da soli possono causare effetti di astinenza oppure i sintomi possono peggiorare o ripresentarsi.

 

Diagnosi

Per determinare se soffri di disturbo bipolare, la tua valutazione può includere:

  • Esame fisico. Il medico può eseguire un esame fisico e test di laboratorio per identificare eventuali problemi medici che potrebbero causare i sintomi.
  • Valutazione psichiatrica. Il tuo medico potrebbe indirizzarti a uno psichiatra, che ti parlerà dei tuoi pensieri, sentimenti e modelli di comportamento. Puoi anche compilare un’autovalutazione psicologica o un questionario. Con il tuo permesso, ai familiari o agli amici intimi potrebbe essere chiesto di fornire informazioni sui tuoi sintomi.
  • Grafici dell’umore. È possibile che ti venga chiesto di tenere un registro quotidiano dei tuoi stati d’animo, dei tuoi schemi di sonno o di altri fattori che potrebbero aiutare con la diagnosi e trovare il trattamento giusto.
  • Criteri per il disturbo bipolare. Il tuo psichiatra può confrontare i tuoi sintomi con i criteri per i disturbi bipolari e correlati nel Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali (DSM-5), pubblicato dall’American Psychiatric Association.

 

Diagnosi nei bambini

Sebbene la diagnosi di bambini e adolescenti con disturbo bipolare includa gli stessi criteri utilizzati per gli adulti, i sintomi nei bambini e negli adolescenti spesso hanno schemi diversi e potrebbero non rientrare perfettamente nelle categorie diagnostiche.

Inoltre, ai bambini con disturbo bipolare vengono spesso diagnosticate anche altre condizioni di salute mentale come il disturbo da deficit di attenzione / iperattività (ADHD) o problemi comportamentali, che possono rendere la diagnosi più complicata. Si raccomanda di rivolgersi a uno psichiatra infantile con esperienza nel disturbo bipolare.

 

Trattamento

Il trattamento è meglio guidato da un medico specializzato nella diagnosi e nel trattamento di condizioni di salute mentale (psichiatra) esperto nel trattamento di disturbi bipolari e correlati. Potresti avere un team di trattamento che include anche uno psicologo, un assistente sociale e un infermiere psichiatrico.

Il disturbo bipolare è una condizione permanente. Il trattamento è diretto alla gestione dei sintomi. A seconda delle esigenze, il trattamento può includere:

  • Farmaci. Spesso, dovrai iniziare subito a prendere farmaci per bilanciare i tuoi stati d’animo.
  • Trattamento continuato. Il disturbo bipolare richiede un trattamento per tutta la vita con farmaci, anche durante i periodi in cui ti senti meglio. Le persone che saltano il trattamento di mantenimento sono ad alto rischio di una ricaduta dei sintomi o che i piccoli cambiamenti dell’umore si trasformino in mania o depressione in piena regola.
  • Programmi di trattamento diurno. Il medico potrebbe consigliarti un programma di trattamento giornaliero. Questi programmi forniscono il supporto e la consulenza di cui hai bisogno per tenere sotto controllo i sintomi.
  • Trattamento di abuso di sostanze. Se hai problemi con alcol o droghe, avrai anche bisogno di un trattamento per l’abuso di sostanze. Altrimenti, può essere molto difficile gestire il disturbo bipolare.
  • Ricovero in ospedale. Il medico può consigliare il ricovero in ospedale se ti comporti in modo pericoloso, ti senti suicida o ti distacchi dalla realtà (psicotico). Ottenere cure psichiatriche in un ospedale può aiutarti a mantenerti calmo e al sicuro e stabilizzare il tuo umore, sia che tu stia avendo un episodio maniacale o depressivo maggiore.

I trattamenti primari per il disturbo bipolare includono farmaci e consulenza psicologica (psicoterapia) per controllare i sintomi e possono anche includere gruppi di istruzione e supporto.

Farmaci

Un certo numero di farmaci viene utilizzato per trattare il disturbo bipolare. I tipi e le dosi dei farmaci prescritti si basano sui tuoi sintomi particolari.

I farmaci possono includere:

  • Stabilizzatori dell’umore. In genere avrai bisogno di farmaci stabilizzatori dell’umore per controllare gli episodi maniacali o ipomaniacali. Esempi di stabilizzatori dell’umore includono litio (Lithobid), acido valproico (Depakene), divalproex sodico (Depakote), carbamazepina (Tegretol, Equetro, altri) e lamotrigina (Lamictal).
  • Antipsicotici. Se i sintomi di depressione o mania persistono nonostante il trattamento con altri farmaci, aggiungere un farmaco antipsicotico come olanzapina (Zyprexa), risperidone (Risperdal), quetiapina (Seroquel), aripiprazolo (Abilify), ziprasidone (Geodon), lurasidone (Latuda) o asenapina (Saphris) può aiutare. Il medico può prescrivere alcuni di questi farmaci da soli o insieme a uno stabilizzatore dell’umore.
  • Antidepressivi. Il medico può aggiungere un antidepressivo per aiutare a gestire la depressione. Poiché un antidepressivo a volte può innescare un episodio maniacale, di solito viene prescritto insieme a uno stabilizzatore dell’umore o un antipsicotico.
  • Antidepressivo-antipsicotico. Il farmaco Symbyax combina l’antidepressivo fluoxetina e l’antipsicotico olanzapina. Funziona come trattamento della depressione e stabilizzatore dell’umore.
  • Ansiolitici. Le benzodiazepine possono aiutare con l’ansia e migliorare il sonno, ma di solito vengono utilizzate a breve termine.

Psicoterapia

La psicoterapia è una parte vitale del trattamento del disturbo bipolare e può essere fornita in contesti individuali, familiari o di gruppo. Diversi tipi di terapia possono essere utili, come la terapia psicodinamica, la terapia familiare, la terapia cognitivo-comportamentale.

 

Stile di vita

Probabilmente dovrai apportare modifiche allo stile di vita per interrompere i cicli di comportamento che peggiorano il tuo disturbo bipolare. Ecco alcuni passaggi da eseguire:

  • Smetti di bere o di usare droghe ricreative. Una delle maggiori preoccupazioni con il disturbo bipolare sono le conseguenze negative del comportamento a rischio e dell’abuso di droghe o alcol. Chiedi aiuto se hai problemi a smettere da solo.
  • Crea relazioni sane. Circondati di persone che hanno un’influenza positiva. Amici e familiari possono fornire supporto e aiutarti a rilevare i segnali di allarme dei cambiamenti di umore.
  • Crea una routine sana. Avere una routine regolare per dormire, mangiare e fare attività fisica può aiutare a bilanciare i tuoi stati d’animo. Verificare con il proprio medico prima di iniziare qualsiasi programma di esercizi. Segui una dieta sana. Se prendi il litio, parla con il tuo medico dell’assunzione appropriata di liquidi e sale. Se hai problemi a dormire, parla con il tuo medico o professionista della salute mentale su cosa puoi fare.
  • Controlla prima di prendere altri farmaci. Chiama il medico che ti sta curando per il disturbo bipolare prima di prendere i farmaci prescritti da un altro medico o qualsiasi integratore o farmaco da banco. A volte altri farmaci innescano episodi di depressione o mania o possono interferire con i farmaci che stai assumendo per il disturbo bipolare.
  • Considera l’idea di tenere un grafico dell’umore. Tenere un registro degli stati d’animo quotidiani, dei trattamenti, del sonno, delle attività e dei sentimenti può aiutare a identificare i fattori scatenanti, le opzioni di trattamento efficaci e quando il trattamento deve essere regolato.

 

La storia di Chelsea

https://www.psychiatry.org/patients-families/bipolar-disorders/patient-story

Chelsea era una bibliotecaria sposata di 43 anni che è arrivata in una clinica ambulatoriale di salute mentale con una lunga storia di depressione. Ha descritto di essere depressa per un mese da quando ha iniziato un nuovo lavoro. Temeva che il suo nuovo capo e i suoi colleghi pensassero che il suo lavoro fosse scarso e lento e che non fosse amichevole. A casa non aveva né energia né entusiasmo. Invece di giocare con i suoi figli o parlare con suo marito, ha guardato la TV per ore, ha dormito troppo e ha dormito molte ore. Ha guadagnato sei libbre in sole tre settimane, il che la faceva sentire ancora peggio con se stessa. Ha pianto molte volte durante la settimana, cosa che ha riferito come un segno che “la depressione era tornata”. Pensava spesso anche alla morte, ma non aveva mai tentato il suicidio.

Chelsea ha detto che la sua memoria sulla sua storia di depressione era un po ‘confusa, quindi ha portato suo marito, che la conosceva dai tempi del college. Hanno convenuto che era diventata depressa per la prima volta durante l’adolescenza e che aveva avuto almeno cinque diversi periodi di depressione da adulta. Questi episodi includevano umore depresso, mancanza di energia, sentimenti di colpa profondi, perdita di interesse per il sesso e alcuni pensieri che la vita non valeva la pena vivere. Il Chelsea a volte ha avuto anche periodi di “troppa” energia, irritabilità e pensieri da corsa. Questi episodi di energia in eccesso potrebbero durare ore, giorni o un paio di settimane.

Il marito di Chelsea ha anche descritto le volte in cui il Chelsea sembrava eccitato, felice e sicuro di sé, “come una persona diversa”. Parlava velocemente, sembrava piena di energia e allegria, faceva tutte le faccende quotidiane e iniziava (e spesso portava a termine) nuovi progetti. Avrebbe avuto bisogno di dormire poco e sarebbe stata ancora sveglia il giorno successivo.

A causa dei suoi periodi di umore basso e pensieri di morte, aveva visto fornitori di servizi di salute mentale sin dalla sua adolescenza. La psicoterapia aveva dato un po ‘di aiuto. Chelsea ha detto che “ha funzionato bene” – fino a quando non ha avuto un altro episodio depressivo. Quindi non poteva partecipare alle sessioni e si limitava a smettere. Aveva provato tre antidepressivi. Ognuno ha dato sollievo a breve termine dalla depressione, seguito da una ricaduta. Una zia e un nonno erano stati in ospedale per la mania, anche se Chelsea si è affrettata a sottolineare che “non era affatto come loro”.

A Chelsea è stato diagnosticato un disturbo bipolare II e un episodio depressivo in corso. Le informazioni di suo marito sui suoi momenti di ipomania hanno aiutato a fare la diagnosi.

 

Disturbi bipolari | Gli specialisti

  • psicologo

  • psichiatra

  • psicoterapeuta

 

Bibliografia:

  1. Reilly-Harrington NA et al. Uno strumento per prevedere l’ideazione e il comportamento suicidario nel disturbo bipolare: il rapporto conciso di monitoraggio del rischio per la salute. Journal of Affective Disorders. 2016; 192: 212.
  2. Disturbi bipolari e correlati. In: Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali DSM-5. 5a ed. Arlington, Virginia: American Psychiatric Association; 2013. http://www.psychiatryonline.org. Accesso 2 dicembre 2016.
  3. Disordine bipolare. Istituto Nazionale di Salute Mentale. https://www.nimh.nih.gov/health/topics/bipolar-disorder/index.shtml. Accesso 2 dicembre 2016.
  4. Disordine bipolare. Istituto Nazionale di Salute Mentale. https://www.nimh.nih.gov/health/publications/bipolar-disorder-tr-15-3679/index.shtml. Accesso 2 dicembre 2016.
  5. Disturbo bipolare nei bambini e negli adolescenti. Istituto Nazionale di Salute Mentale. https://www.nimh.nih.gov/health/publications/bipolar-disorder-in-children-and-teens-qf-15-6380/index.shtml. Accesso 2 dicembre 2016.
  6. Disordine bipolare. Alleanza nazionale sulla malattia mentale. https://www.nami.org/Learn-More/Mental-Health-Conditions/Bipolar-Disorder. Accesso 2 dicembre 2016.
  7. AskMayoExpert. Disordine bipolare. Rochester, Minnesota: Mayo Foundation for Medical Education and Research; 2016. Accesso 2 dicembre 2016.
  8. Suppes T, et al. Disturbo bipolare negli adulti: caratteristiche cliniche. http://www.uptodate.com/home. Accesso 2 dicembre 2016.
  9. Axelson D, et al. Disturbo bipolare pediatrico: panoramica sulla scelta del trattamento. http://www.uptodate.com/home. Accesso 2 dicembre 2016.
  10. Birmaher B. Disturbo bipolare pediatrico: epidemiologia, patogenesi, manifestazioni cliniche e decorso. http://www.uptodate.com/home. Accesso 2 dicembre 2016.
  11. Picardi A, et al. Psicoterapia dei disturbi dell’umore. Pratica clinica ed epidemiologia nella salute mentale. 2014; 10: 140.
  12. Fountoulakis KN, et al. Linee guida per il trattamento del disturbo bipolare negli adulti (CINP-BP-2017), parte 2: revisione, classificazione delle prove e algoritmo preciso. Giornale internazionale di neuropsicofarmacologia. In stampa. http://ijnp.oxfordjournals.org/content/early/2016/11/05/ijnp.pyw100.long. Accesso 6 dicembre 2016.
  13. Beyer JL, et al. Nutrizione e depressione bipolare. Cliniche psichiatriche del Nord America. 2016; 39:75.
  14. Qureshi NA, et al. Disturbi dell’umore e medicina complementare e alternativa: una revisione della letteratura. Malattia e trattamento neuropsichiatrici. 2013; 9: 639.
  15. Sansone RA, et al. Ottenere un talento per NAC: N-acetil-cisteina. Innovazioni nelle neuroscienze cliniche. 2011; 8:10.
  16. Sylvia LG, et al. Terapie a base di nutrienti per il disturbo bipolare: una revisione sistematica. Psicoterapia e psicosomatica. 2013; 82: 10.
  17. Hall-Flavin DK (opinione degli esperti). Mayo Clinic, Rochester, Minn. 27 dicembre 2016.
  18. Krieger CA (opinione degli esperti). Mayo Clinic, Rochester, Minn.4 gennaio 2017.
  19. Posta RM. Disturbo bipolare negli adulti: scelta del trattamento di mantenimento. http://www.uptodate.com/home. Accesso effettuato il 4 gennaio 2016.
  20. Janicak PG. Disturbo bipolare negli adulti e litio: farmacologia, somministrazione ed effetti collaterali. http://www.uptodate.com/home. Accesso effettuato il 4 gennaio 2017.
  21. Stovall J. Disturbo bipolare negli adulti: farmacoterapia per la mania acuta e l’ipomania. http://www.uptodate.com/home. Accesso effettuato il 4 gennaio 2017.