Cos’è il disturbo dipendente di personalità

Il disturbo di personalità dipendente (DPD) è un disturbo di personalità ansioso caratterizzato dall’incapacità di stare da solo. Le persone con DPD sviluppano sintomi di ansia quando non sono vicino agli altri. Si affidano ad altre persone per ricevere conforto, rassicurazione, consigli e supporto.

Le persone che non hanno questa condizione a volte affrontano sentimenti di insicurezza. La differenza è che le persone con DPD hanno bisogno di rassicurazioni da parte degli altri per funzionare. Secondo la Cleveland Clinic , le persone con questa condizione normalmente mostrano i primi segni nella prima età adulta.

Cause e sintomi

Una condizione deve rientrare in uno dei seguenti gruppi per essere classificata come disturbo di personalità :

  • Gruppo A: comportamento strano o eccentrico
  • Gruppo B: comportamento emotivo o irregolare
  • Gruppo C: comportamento ansioso e nervoso

La DPD appartiene al gruppo C. I segni di questo disturbo includono:

  • comportarsi in modo sottomesso
  • fare affidamento su amici o familiari per il processo decisionale
  • bisogno di ripetute rassicurazioni
  • essere facilmente ferito dalla disapprovazione
  • sentirsi isolati e nervosi quando sono soli
  • temendo il rifiuto
  • essere eccessivamente sensibile alle critiche
  • non essere in grado di stare da solo
  • avere la tendenza ad essere ingenuo
  • temendo l’abbandono

Le persone con DPD possono richiedere rassicurazioni costanti. Possono diventare devastati quando le relazioni e le amicizie vengono interrotte.

Quando da sola, una persona con DPD può sperimentare:

  • nervosismo
  • ansia
  • attacco di panico
  • paura
  • senza speranza

Alcuni di questi sintomi sono gli stessi per le persone con disturbi d’ansia . Anche le persone con condizioni mediche come la depressione o la menopausa possono manifestare alcuni di questi sintomi. Rivolgiti al tuo medico per ricevere una diagnosi specifica se si verifica uno dei sintomi di cui sopra.

Non è noto cosa induca le persone a sviluppare DPD. Tuttavia, gli esperti citano fattori sia biologici che di sviluppo.

Quali sono i fattori di rischio?

Alcuni fattori di rischio che potrebbero contribuire allo sviluppo di questo disturbo includono:

  • avere una storia di abbandono
  • avere un’educazione abusiva
  • essere in una relazione a lungo termine e violenta
  • avere genitori iperprotettivi o autoritari
  • avere una storia familiare di disturbi d’ansia

Come viene diagnosticato il disturbo dipendente di personalità?

Il tuo medico ti sottoporrà a un esame fisico per vedere se una malattia fisica potrebbe essere la fonte dei sintomi, in particolare l’ansia. Ciò può includere esami del sangue per verificare la presenza di squilibri ormonali . Se i test non sono conclusivi, il medico probabilmente ti indirizzerà a uno specialista della salute mentale .

Uno psichiatra o uno psicologo di solito diagnostica la DPD. Prenderanno in considerazione i tuoi sintomi, la tua storia e il tuo stato mentale durante la diagnosi.

La diagnosi inizia con una cronologia dettagliata dei sintomi. Questo include da quanto tempo li stai sperimentando e come sono avvenuti. Il tuo medico potrebbe anche porre domande sulla tua infanzia e sulla tua vita attuale.

 Come viene trattato il disturbo dipendente di personalità?

Il trattamento si concentra sull’alleviare i sintomi. La psicoterapia è spesso il primo corso d’azione. La terapia può aiutarti a capire meglio la tua condizione. Può anche insegnarti nuovi modi per costruire relazioni sane con gli altri e migliorare la tua autostima.

La psicoterapia viene solitamente utilizzata a breve termine. La terapia a lungo termine potrebbe metterti a rischio di diventare dipendente dal tuo terapeuta.

I farmaci possono aiutare ad alleviare l’ ansia e la depressione , ma sono generalmente usati come ultima risorsa. Il tuo terapista o medico potrebbe prescriverti un farmaco per trattare gli attacchi di panico che derivano da un’ansia estrema. Alcuni farmaci per l’ansia e la depressione creano abitudine, quindi potresti dover consultare regolarmente il medico mentre li prendi per prevenire la dipendenza da prescrizione .

Quali sono le potenziali complicanze

Le complicazioni che possono derivare da DPD non trattata sono:

  • disturbi d’ansia, come disturbo di panico , disturbo evitante di personalità e disturbo ossessivo-compulsivo di personalità (OCPD)
  • depressione
  • abuso di sostanze
  • fobie

Il trattamento precoce può prevenire lo sviluppo di molte di queste complicazioni.

Supportare qualcuno con disturbo dipendente di personalità

Il DPD può essere opprimente. Come con altri disturbi della personalità, molte persone si sentono a disagio nel cercare aiuto per i loro sintomi. Ciò può influire sulla qualità della vita e aumentare i rischi a lungo termine di ansia e depressione.

Se sospetti che una persona cara possa avere DPD, è importante incoraggiarla a cercare un trattamento prima che le sue condizioni peggiorino. Questa può essere una questione delicata per qualcuno con DPD, soprattutto perché cerca l’approvazione costante e non vuole deludere i propri cari. Concentrati sugli aspetti positivi per far sapere alla persona amata che non viene rifiutata.

Gli Specialisti

  • psicologo

  • psicoterapeuta

  • psichiatra

 

Fonte: MayoClinic

Bibliografia: