Cos’è il PTSD?

Il disturbo da stress post-traumatico (PTSD) è una condizione di salute mentale che è innescata da un evento terrificante, sia sperimentandolo che assistendolo. I sintomi possono includere flashback, incubi e ansia grave, nonché pensieri incontrollabili sull’evento.

La maggior parte delle persone che attraversano eventi traumatici può avere difficoltà temporanee ad adattarsi e ad affrontarlo, ma con il tempo e una buona cura di sé, di solito migliorano. Se i sintomi peggiorano, durano mesi o addirittura anni e interferiscono con il tuo funzionamento quotidiano, potresti soffrire di disturbo da stress post-traumatico.

Ottenere un trattamento efficace dopo lo sviluppo dei sintomi del disturbo da stress post-traumatico può essere fondamentale per ridurre i sintomi e migliorare la funzione.

 

Sintomi di disturbo da stress post-traumatico

Il disturbo da stress post-traumatico può interrompere le tue normali attività e la tua capacità di funzionare. Parole, suoni o situazioni che ti ricordano un trauma possono innescare i tuoi sintomi.

I sintomi del disturbo da stress post-traumatico si dividono in quattro gruppi:

Sintomi di intrusività

  • flashback in cui ti sembra di rivivere l’evento più e più volte
  • ricordi vividi e sgradevoli dell’evento
  • incubi frequenti sull’evento
  • intenso disagio mentale o fisico quando pensi all’evento

Sintomi di evitamento

Evitare, come suggerisce il nome, significa evitare persone, luoghi o situazioni che ti ricordano l’evento traumatico.

Sintomi di elevata reattività

  • difficoltà a concentrarsi
  • sorprendersi facilmente e avere una risposta esagerata quando si è sorpresi
  • una costante sensazione di essere nervosi
  • irritabilità
  • attacchi di rabbia

Sintomi legati al tipo di pensiero e umore

  • pensieri negativi su te stesso
  • sentimenti distorti di colpa, preoccupazione o colpa
  • difficoltà a ricordare parti importanti dell’evento
  • ridotto interesse per le attività che una volta amavi

Inoltre, le persone con PTSD possono sperimentare depressione e attacchi di panico .

Gli attacchi di panico possono causare sintomi come:

  • agitazione
  • eccitabilità
  • vertigini
  • vertigini
  • svenimento
  • un cuore che corre o che batte forte
  • mal di testa

Sintomi di disturbo da stress post-traumatico nelle donne

Secondo l’American Psychiatric Association (APA), le donne hanno il doppio delle probabilità degli uomini di contrarre il disturbo da stress post-traumatico ei sintomi si manifestano in modo leggermente diverso.

Le donne possono sentirsi di più:

  • ansiose e depresse
  • insensibili, senza emozioni
  • facilmente spaventate
  • sensibili ai ricordi del trauma

I sintomi delle donne durano più a lungo di quelli degli uomini. In media, le donne aspettano 4 anni per vedere un medico, mentre gli uomini di solito chiedono aiuto entro 1 anno dall’insorgenza dei sintomi, secondo il Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti, Office of Women’s Health.

Sintomi di disturbo da stress post-traumatico negli uomini

Gli uomini di solito hanno i tipici sintomi di PTSD di rivivere, evitamento, problemi cognitivi e dell’umore e preoccupazioni di eccitazione. Questi sintomi spesso iniziano entro il primo mese dopo l’evento traumatico, ma possono essere necessari mesi o anni prima che compaiano i segni.

Tutti quelli con PTSD sono diversi. I sintomi specifici sono unici per ogni uomo in base alla sua biologia e al trauma che ha vissuto.

 

PTSD nei bambini

I bambini sono resistenti. Il più delle volte si riprendono da eventi traumatici. Eppure a volte continuano a rivivere l’evento o ad avere altri sintomi di disturbo da stress post-traumatico un mese o più dopo.

I sintomi comuni del disturbo da stress post-traumatico nei bambini includono:

  • incubi
  • problemi a dormire
  • continua paura e tristezza
  • irritabilità e difficoltà a controllare la propria rabbia
  • evitando persone o luoghi legati all’evento
  • negatività costante

 

Tipi di PTSD

Il disturbo da stress post-traumatico è una condizione, ma alcuni esperti lo suddividono in sottotipi a seconda dei sintomi di una persona, noti anche come “specificatori di condizioni”, per facilitare la diagnosi e il trattamento.

  • Il disturbo da stress acuto (ASD) non è PTSD. È un insieme di sintomi come ansia ed evitamento che si sviluppano entro un mese dopo un evento traumatico. Molte persone con ASD sviluppano PTSD.
  • Il disturbo da stress post-traumatico dissociativo è quando ti distacchi dal trauma. Ti senti separato dall’evento o come se fossi fuori dal tuo corpo.
  • Il disturbo da stress post-traumatico non complicato è quando si hanno sintomi di disturbo da stress post-traumatico come rivivere l’evento traumatico ed evitare persone e luoghi legati al trauma, ma non si hanno altri problemi di salute mentale come la depressione. Le persone con il sottotipo semplice spesso rispondono bene al trattamento.
  • Il disturbo da stress post-traumatico comorbido comporta sintomi di PTSD, insieme a un altro disturbo di salute mentale come depressione, disturbo di panico o un problema di abuso di sostanze. Le persone con questo tipo ottengono i migliori risultati dal trattamento sia del disturbo da stress post-traumatico che dell’altro problema di salute mentale.

Altri specificatori includono:

“Con derealizzazione” significa che una persona si sente emotivamente e fisicamente distaccata dalle persone e da altre esperienze. Hanno difficoltà a comprendere la realtà dei loro immediati dintorni.
“Con espressione ritardata” significa che una persona non soddisfa pienamente i criteri di PTSD fino ad almeno 6 mesi dopo l’evento. Alcuni sintomi possono manifestarsi immediatamente ma non abbastanza per fare una diagnosi completa di PTSD.

 

PTSD complesso

Molti degli eventi che innescano il disturbo da stress post-traumatico, come un attacco violento o un incidente d’auto, si verificano una volta e sono terminati. Altri, come l’abuso sessuale o fisico a casa, la tratta di esseri umani o l’incuria possono continuare per molti mesi o anni.

PTSD complessoè un termine separato ma correlato usato per descrivere le ripercussioni emotive di traumi continui ea lungo termine o traumi multipli.

Il trauma cronico può causare danni psicologici anche più gravi di quelli di un singolo evento. Va notato che esiste un notevole dibattito tra i professionisti sui criteri diagnostici per il disturbo da stress post-traumatico complesso.

Le persone con il tipo complesso possono avere altri sintomi oltre ai tipici sintomi del disturbo da stress post-traumatico, come sentimenti incontrollabili o percezione negativa di sé.

 

Quando vedere un dottore

Se hai pensieri e sentimenti inquietanti su un evento traumatico per più di un mese, se sono gravi o se ritieni di avere problemi a riprendere il controllo della tua vita, parla con il tuo medico o un professionista della salute mentale. Ottenere il trattamento il prima possibile può aiutare a prevenire il peggioramento dei sintomi del disturbo da stress post-traumatico.

 

Come ottenere aiuto di emergenza

Se pensi di poterti ferire o tentare il suicidio, chiama immediatamente il 118 o recati al Pronto Soccorso, o avverti il medico di base.

Se conosci qualcuno che rischia di tentare il suicidio o ha tentato il suicidio, assicurati che qualcuno rimanga con quella persona per tenerlo al sicuro . Chiama immediatamente il 118 o, se puoi farlo in sicurezza, porta la persona al pronto soccorso dell’ospedale più vicino.

 

Cause

Puoi sviluppare un disturbo da stress post-traumatico quando attraversi, vedi o apprendi di un evento che coinvolge morte reale o minacciata, lesioni gravi o violazioni sessuali.

I medici non sono sicuri del motivo per cui alcune persone soffrono di disturbo da stress post-traumatico. Come con la maggior parte dei problemi di salute mentale, il disturbo da stress post-traumatico è probabilmente causato da un complesso mix di:

  • Esperienze stressanti, inclusa la quantità e la gravità del trauma che hai subito nella tua vita
  • Rischi ereditari per la salute mentale, come una storia familiare di ansia e depressione
  • Caratteristiche ereditate della tua personalità, spesso chiamate temperamento
  • Il modo in cui il tuo cervello regola le sostanze chimiche e gli ormoni che il tuo corpo rilascia in risposta allo stress

 

Fattori di rischio

Persone di tutte le età possono soffrire di disturbi da stress post-traumatico. Tuttavia, alcuni fattori potrebbero aumentare le probabilità di sviluppare un disturbo da stress post-traumatico dopo un evento traumatico, come ad esempio:

  • Vivere traumi intensi o di lunga durata
  • Avere subito altri traumi nella vita, come l’abuso infantile
  • Avere un lavoro che aumenta il rischio di essere esposti a eventi traumatici, come il personale militare e i primi soccorritori
  • Avere altri problemi di salute mentale, come ansia o depressione
  • Problemi con l’abuso di sostanze, come il consumo eccessivo di alcol o l’uso di droghe
  • Mancanza di un buon sistema di supporto di familiari e amici
  • Avere parenti di sangue con problemi di salute mentale, inclusa ansia o depressione

 

Tipi di eventi traumatici

Gli eventi più comuni che portano allo sviluppo di PTSD includono:

  • Combatti l’esposizione
  • Abuso fisico infantile
  • Violenza sessuale
  • Assalto fisico
  • Essere minacciato con un’arma
  • Un incidente

Molti altri eventi traumatici possono anche portare a PTSD, come incendi, disastri naturali, rapine, rapine, incidenti aerei, torture, rapimenti, diagnosi mediche pericolose per la vita, attacchi terroristici e altri eventi estremi o potenzialmente letali.

 

Complicazioni

Il disturbo da stress post-traumatico può sconvolgere tutta la tua vita: il tuo lavoro, le tue relazioni, la tua salute e il godimento delle attività quotidiane.

Il disturbo da stress post-traumatico può anche aumentare il rischio di altri problemi di salute mentale, come:

  • Depressione e ansia
  • Problemi con l’uso di droghe o alcol
  • Problemi alimentari
  • Pensieri e azioni suicidari

 

Prevenzione

Dopo essere sopravvissute a un evento traumatico, molte persone all’inizio hanno sintomi simili a quelli del disturbo da stress post-traumatico, come l’incapacità di smettere di pensare a quello che è successo. Paura, ansia, rabbia, depressione, senso di colpa: sono tutte reazioni comuni al trauma. Tuttavia, la maggior parte delle persone esposte a traumi non sviluppa disturbo da stress post-traumatico a lungo termine.

Ottenere aiuto e supporto tempestivi può impedire che le normali reazioni allo stress peggiorino e si sviluppino in PTSD. Questo può significare rivolgersi a familiari e amici che ascolteranno e offriranno conforto. Può significare cercare un professionista della salute mentale per un breve corso di terapia. Alcune persone potrebbero anche trovare utile rivolgersi alla loro comunità di fede.

Il sostegno degli altri può anche aiutarti a impedirti di ricorrere a metodi di coping malsani, come l’abuso di alcol o droghe.

 

Diagnosi

Per diagnosticare il disturbo da stress post-traumatico, il medico probabilmente seguirà questi passi:

  •  esame fisico per verificare la presenza di problemi medici che potrebbero causare i tuoi sintomi
  • una valutazione psicologica che includa una discussione dei tuoi segni e sintomi e dell’evento o degli eventi che li hanno portati
  • Utilizzare i criteri nel Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali (DSM-5) , pubblicato dall’American Psychiatric AssociationLa diagnosi di PTSD richiede l’esposizione a un evento che ha coinvolto la minaccia effettiva o possibile di morte, violenza o lesioni gravi. La tua esposizione può avvenire in uno o più di questi modi:
  • Hai vissuto direttamente l’evento traumatico
  • Hai assistito, di persona, all’evento traumatico accaduto ad altri
  • Hai appreso che qualcuno vicino a te ha vissuto o è stato minacciato dall’evento traumatico
  • Sei esposto ripetutamente a dettagli grafici di eventi traumatici (ad esempio, se sei un primo soccorritore sulla scena di eventi traumatici)

Potresti avere un disturbo da stress post-traumatico se i problemi che riscontri dopo questa esposizione continuano per più di un mese e causano problemi significativi nella tua capacità di funzionare in contesti sociali e lavorativi e hanno un impatto negativo sulle relazioni.

 

Trattamento

Il trattamento del disturbo da stress post-traumatico può aiutarti a ritrovare un senso di controllo sulla tua vita. Il trattamento principale è la psicoterapia, ma può includere anche farmaci. La combinazione di questi trattamenti può aiutare a migliorare i sintomi:

  • Insegnarti le abilità per affrontare i tuoi sintomi
  • Aiutandoti a pensare meglio a te stesso, agli altri e al mondo
  • Imparare modi per affrontare se i sintomi si ripresentano
  • Trattare altri problemi spesso legati a esperienze traumatiche, come depressione, ansia o abuso di alcol o droghe

Non devi cercare di gestire da solo il peso del disturbo da stress post-traumatico.

Psicoterapia

Diversi tipi di psicoterapia, chiamata anche terapia della parola, possono essere usati per trattare bambini e adulti con PTSD.

Alcuni tipi di psicoterapia utilizzati nel trattamento del disturbo da stress post-traumatico includono:

  • Terapia cognitiva. Questo tipo di terapia del linguaggio ti aiuta a riconoscere i modi di pensare (schemi cognitivi) che ti tengono bloccato, ad esempio le convinzioni negative su te stesso e il rischio che le cose traumatiche si ripetano. Per il disturbo da stress post-traumatico, la terapia cognitiva viene spesso utilizzata insieme alla terapia di esposizione.
  • Desensibilizzazione. Questa terapia comportamentale ti aiuta ad affrontare in sicurezza sia le situazioni che i ricordi che trovi spaventosi in modo che tu possa imparare ad affrontarli in modo efficace. La terapia dell’esposizione può essere particolarmente utile per i flashback e gli incubi. Un approccio utilizza programmi di realtà virtuale che ti consentono di rientrare nell’ambiente in cui hai subito il trauma.
  • Desensibilizzazione e ritrattamento del movimento degli occhi (EMDR). L’EMDR combina la terapia dell’esposizione con una serie di movimenti oculari guidati che ti aiutano a elaborare i ricordi traumatici e cambiare il modo in cui reagisci ad essi.
    Il tuo terapista può aiutarti a sviluppare capacità di gestione dello stress per aiutarti a gestire meglio le situazioni stressanti e far fronte allo stress nella tua vita.

Tutti questi approcci possono aiutarti a ottenere il controllo della paura duratura dopo un evento traumatico. Tu e il tuo professionista della salute mentale potete discutere quale tipo di terapia o combinazione di terapie può soddisfare meglio le vostre esigenze.

Puoi provare la terapia individuale, la terapia di gruppo o entrambe. La terapia di gruppo può offrire un modo per connettersi con altri che stanno vivendo esperienze simili.

Farmaci

Diversi tipi di farmaci possono aiutare a migliorare i sintomi del disturbo da stress post-traumatico:

  • Antidepressivi. Questi farmaci possono aiutare i sintomi della depressione e dell’ansia. Possono anche aiutare a migliorare i problemi di sonno e la concentrazione. I farmaci inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI) sertralina (Zoloft) e paroxetina (Paxil) sono approvati dalla Food and Drug Administration (FDA) per il trattamento del disturbo post-traumatico da stress.
  • Farmaci anti-ansia. Questi farmaci possono alleviare l’ansia grave e i problemi correlati. Alcuni farmaci anti-ansia hanno il potenziale di abuso, quindi vengono generalmente utilizzati solo per un breve periodo.
  • Prazosin. Mentre diversi studi hanno indicato che la prazosina (Minipress) può ridurre o sopprimere gli incubi in alcune persone con PTSD, uno studio più recente non ha mostrato alcun beneficio rispetto al placebo. Ma i partecipanti al recente studio differivano dagli altri in modi che potenzialmente potrebbero avere un impatto sui risultati. Le persone che stanno prendendo in considerazione la prazosina dovrebbero parlare con un medico per determinare se la loro situazione particolare potrebbe meritare o meno una prova di questo farmaco.

 

La storia di Jared

Jared era un veterano sposato di 36 anni che era tornato dall’Afghanistan, dove aveva prestato servizio come ufficiale. È andato all’ambulatorio per la salute mentale dei Veterans Affairs lamentandosi di avere “una miccia corta” e di essere “facilmente innescato”.

I sintomi di Jared includevano rabbia fuori controllo quando spaventato, pensieri e ricordi costanti di eventi legati alla morte, vividi incubi settimanali di combattimento che causavano disturbi del sonno, ansia e perdita di interesse per gli hobby che una volta amava con gli amici.

Sebbene tutti questi sintomi fossero molto angoscianti, Jared era molto preoccupato per la sua rabbia estrema. Il suo “carattere irascibile” ha causato litigi con i conducenti che lo hanno interrotto, imprecando contro gli estranei che erano troppo vicini nelle linee di cassa e passa alla “modalità di attacco” quando i colleghi lo hanno spaventato per sbaglio. In una recente visita dal dottore, si stava addormentando sul lettino degli esami. Un’infermiera gli sfiorò un piede e lui balzò in piedi, imprecandola e minacciandola, spaventando sia l’infermiera che se stesso.

Teneva una pistola nella sua macchina per proteggersi, ma Jared non aveva alcuna intenzione di danneggiare gli altri. Aveva un profondo rimorso dopo un incidente minaccioso ed era preoccupato di poter ferire accidentalmente qualcuno.

Questi momenti gli ricordavano un periodo nell’esercito in cui era di guardia al cancello principale. Mentre stava sonnecchiando, un colpo di mortaio nemico lo ha stordito in azione.

Jared è cresciuto in una famiglia amorevole che ha lottato per sbarcare il lunario come agricoltori del Midwest. All’età di 20 anni è entrato nell’esercito degli Stati Uniti e si è schierato in Afghanistan. Si è descritto come ottimista e felice prima del servizio militare. Ha detto che gli è piaciuto l’addestramento di base e le sue prime settimane in Afghanistan, fino a quando uno dei suoi compagni è stato ucciso. A quel punto, tutto ciò che gli importava era riportare a casa se stesso e il suo migliore amico, anche se significava uccidere gli altri. La sua personalità è cambiata, ha detto, da quella di un ragazzo di campagna spensierato a un soldato spaventato e iperprotettivo.

Quando è tornato alla vita civile, ha conseguito una laurea e una laurea in economia. Ha scelto di lavorare come idraulico autonomo a causa della sua necessità di rimanere da solo nel suo lavoro. Era sposato da sette anni ed era padre di due giovani figlie. Quando era in pensione, non vedeva l’ora di lavorare il legno, leggere e ottenere un po ‘di “pace e tranquillità”.

A Jared è stato diagnosticato un disturbo da stress post-traumatico. Le sue principali preoccupazioni erano dovute ai suoi sintomi di paura e alla sua aggressività quando veniva spaventato da qualcuno. Jared era nervoso e sempre alla ricerca del pericolo. Aveva anche ricordi intrusivi, incubi e flashback.

I tentativi di Jared di ridurre il rischio di conflitti hanno ridotto le sue opportunità sociali e di carriera. Ad esempio, la sua decisione di lavorare come idraulico piuttosto che utilizzare il suo MBA sembrava basata in gran parte sui suoi sforzi per controllare il suo spazio personale.

 

Gli Specialisti

  • psicologo
  • psichiatra

 

Il verdetto finale

Se soffri di disturbo da stress post-traumatico, un trattamento precoce può aiutare ad alleviare i sintomi. Può anche darti strategie efficaci per affrontare pensieri, ricordi e flashback intrusivi.

Attraverso la terapia, i gruppi di supporto e i farmaci, puoi metterti sulla strada del recupero.

Tieni sempre presente che non sei solo. Il supporto è disponibile se e quando ne hai bisogno.

 

Bibliografia

Ansia e Depressione Society of America. (nd). Disturbo post-traumatico da stress (PTSD).
adaa.org/understanding-anxiety/posttraumatic-stress-disorder-ptsd
Ayers S et al. (2018). Sviluppo di una misura del PTSD postpartum: la scala del trauma alla nascita in città. DOI:
10.3389 / fpsyt.2018.00409
Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie. (2019). Disturbo post-traumatico da stress nei bambini.
cdc.gov/childrensmentalhealth/ptsd.html
PTSD complesso. (nd).
ptsd.va.gov/professional/treat/essentials/complex_ptsd.asp
D’Arrigo T. (2015). Screening per PTSD dopo eventi medici pericolosi per la vita.
acpinternist.org/archives/2015/11/ptsd.htm
Come il trauma può influenzare i tuoi sogni. (nd).
sleepfoundation.org/articles/how-trauma-can-affect-your-dreams
Kissen D. (nd). Come evitare che un trauma diventi PTSD.
adaa.org/learn-from-us/from-the-experts/blog-posts/consumer/how-prevent-trauma-becoming-ptsd
Kronish IM et al. (2018). Disturbo post-traumatico da stress nei pazienti che escludono rispetto alla regola per la sindrome coronarica acuta. DOI:
10.1016 / j.genhosppsych.2018.02.007
Logue MW, et al. (2018). Volume ippocampale più piccolo nel disturbo da stress post-traumatico: uno studio ENIGMA-PGC multisito: la volumetria sottocorticale risulta da consorzi con disturbo da stress post-traumatico. DOI:
10.1016 / j.biopsych.2017.09.006
Mayo Clinic Staff. (2017). Disturbo di depersonalizzazione-derealizzazione.
mayoclinic.org/diseases-conditions/depersonalization-derealization-disorder/symptoms-causes/syc-20352911
Mayo Clinic Staff. (2018). Disturbo post-traumatico da stress (PTSD).
mayoclinic.org/diseases-conditions/post-traumatic-stress-disorder/symptoms-causes/syc-20355967
Istituto Nazionale di Salute Mentale. (2019). Disturbo post traumatico da stress.
nimh.nih.gov/health/topics/post-traumatic-stress-disorder-ptsd/index.shtml
Olff M. (2017). Differenze di sesso e genere nel disturbo da stress post-traumatico: un aggiornamento. DOI:
10.1080 / 20008198.2017.1351204
PTSD e matrimonio: consigli di qualcuno che è stato lì. (nd).
blogs.va.gov/VAntage/39009/ptsd-and-marriage-advice-from-someone-whos-been-there/
Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti: Office of Women’s Health. (2018). Disturbo post traumatico da stress.
womenshealth.gov/mental-health/mental-health-conditions/post-traumatic-stress-disorder
Dipartimento degli affari dei veterani degli Stati Uniti: Centro nazionale per il disturbo da stress post-traumatico. (nd). PTSD.
ptsd.va.gov/index.asp
Cosa sono i disturbi dissociativi? (2018).
psychiatry.org/patients-families/dissociative-disorders/what-are-dissociative-disorders
Cos’è il disturbo da stress post-traumatico? (2017).
psychiatry.org/patients-families/ptsd/what-is-ptsd