Facebook pixel

Dolori al Petto

Dolori al Petto

Panoramica

Quando hai dolore al petto, spesso il tuo primo pensiero è rivolto all’infarto.

Sicuramente il dolore al petto è un segno ben consolidato di un attacco di cuore, può però anche essere causato da molte altre condizioni meno gravi. Soltanto il 10% di tutti gli accessi al pronto soccorso per dolore al petto si traduce in un grave problema cardiaco.

Il dolore al petto appare in molte forme, che vanno da una pugnalata acuta a un dolore sordo. A volte il dolore al petto si sente schiacciante o bruciante. In alcuni casi, il dolore viaggia lungo il collo, nella mascella e poi si irradia alla schiena o giù per una o entrambe le braccia.

Molti problemi diversi possono causare dolore al petto. Le cause più pericolose per la vita coinvolgono il cuore o i polmoni. Poiché il dolore al petto può indicare un problema serio, è importante cercare assistenza medica immediata.

Sintomi

Il dolore al petto può causare molte sensazioni diverse a seconda di ciò che scatena il sintomo. Spesso, la causa non ha nulla a che fare con il tuo cuore, anche se non esiste un modo semplice per dirlo senza consultare un medico.

Dolore toracico correlato al cuore

Sebbene il dolore al petto sia spesso associato a malattie cardiache, molte persone con malattie cardiache affermano di provare un vago disagio che non è necessariamente identificato come dolore. In generale, il disagio toracico correlato a un attacco di cuore o un altro problema cardiaco può essere descritto o associato a uno o più dei seguenti:

  • Pressione, pienezza, bruciore o senso di oppressione al petto
  • Dolore schiacciante o lancinante che si irradia alla schiena, al collo, alla mascella, alle spalle e a una o entrambe le braccia
  • Il dolore che dura più di pochi minuti, peggiora con l’attività, scompare e ritorna o varia di intensità
  • Fiato corto
  • Sudorazioni fredde
  • Vertigini o debolezza
  • Nausea o vomito

Altri tipi di dolore al petto

Può essere difficile distinguere il dolore toracico correlato al cuore da altri tipi di dolore toracico. Tuttavia, il dolore al petto che è meno probabile a causa di un problema cardiaco è più spesso associato a:

  • Un sapore aspro o una sensazione di cibo che rientra nella tua bocca
  • Difficoltà a deglutire
  • Dolore che migliora o peggiora quando cambi la posizione del corpo
  • Dolore che si intensifica quando si respira profondamente o si tossisce
  • Sensibilità quando spingi sul petto
  • Dolore che è persistentemente presente per molte ore

I classici sintomi del bruciore di stomaco – una sensazione dolorosa e bruciante dietro lo sterno – possono essere causati da problemi al cuore o allo stomaco.

Quando vedere un dottore

Se hai un dolore toracico nuovo o inspiegabile o sospetti di avere un attacco di cuore, chiama immediatamente l’assistenza medica di emergenza.

Cause

Il dolore al petto ha molte possibili cause, tutte richiedono cure mediche.

Cause legate al cuore

Esempi di cause cardiache di dolore toracico includono:

  • Attacco di cuore. Un attacco di cuore deriva dal flusso sanguigno bloccato, spesso da un coagulo di sangue, al muscolo cardiaco.
  • Angina. Angina è il termine per il dolore al petto causato da uno scarso flusso sanguigno al cuore. Ciò è spesso causato dall’accumulo di placche spesse sulle pareti interne delle arterie che portano il sangue al cuore. Queste placche restringono le arterie e limitano l’afflusso di sangue al cuore, in particolare durante lo sforzo.
  • Dissezione aortica. Questa condizione pericolosa per la vita coinvolge l’arteria principale che parte dal cuore (aorta). Se gli strati interni di questo vaso sanguigno si separano, il sangue viene forzato tra gli strati e può causare la rottura dell’aorta.
  • Pericardite. Questa è l’infiammazione del sacco che circonda il tuo cuore. Di solito provoca un dolore acuto che peggiora quando si inspira o quando ci si sdraia.

Cause digestive

Il dolore al petto può essere causato da disturbi dell’apparato digerente, tra cui:

  • Bruciore di stomaco. Questa sensazione dolorosa e di bruciore dietro lo sterno si verifica quando l’acido dello stomaco scorre dallo stomaco nel tubo che collega la gola allo stomaco (esofago).
  • Disturbi della deglutizione. I disturbi dell’esofago possono rendere la deglutizione difficile e persino dolorosa.
  • Problemi alla cistifellea o al pancreas. I calcoli biliari o l’infiammazione della cistifellea o del pancreas possono causare dolore addominale che si irradia al petto.

Cause muscolari e ossee

Alcuni tipi di dolore toracico sono associati a lesioni e altri problemi che interessano le strutture che compongono la parete toracica, tra cui:

  • Costocondrite. In questa condizione, la cartilagine della gabbia toracica, in particolare la cartilagine che unisce le costole allo sterno, si infiamma e fa male.
  • Muscoli doloranti. Le sindromi dolorose croniche, come la fibromialgia, possono produrre dolore toracico persistente correlato ai muscoli.
  • Costole ferite. Una costola contusa o rotta può causare dolore al petto.

Cause correlate ai polmoni

Molti disturbi polmonari possono causare dolore al petto, tra cui:

  • Embolia polmonare. Ciò si verifica quando un coagulo di sangue si deposita in un’arteria polmonare, bloccando il flusso di sangue al tessuto polmonare.
  • Pleurite. Se la membrana che copre i polmoni si infiamma, può causare dolore al petto che peggiora quando si inala o si tossisce.
  • Polmone collassato. Il dolore toracico associato a un polmone collassato inizia tipicamente all’improvviso e può durare per ore ed è generalmente associato a mancanza di respiro. Un polmone collassato si verifica quando l’aria fuoriesce nello spazio tra il polmone e le costole.
  • Ipertensione polmonare. Questa condizione si verifica quando si ha la pressione alta nelle arterie che trasportano il sangue ai polmoni, che può produrre dolore al petto.

Altre cause

Il dolore al petto può anche essere causato da:

  • Attacco di panico. Se hai periodi di intensa paura accompagnati da dolore al petto, battito cardiaco accelerato, respiro accelerato, sudorazione profusa, mancanza di respiro, nausea, vertigini e paura di morire, potresti avere avuto degli un attacco di panico.
  • Herpes zoster. Causato da una riattivazione del virus della varicella, l’herpes zoster può produrre dolore e una fascia di vesciche dalla schiena alla parete toracica.

Diagnosi

Il dolore al petto non sempre segnala un attacco di cuore. Ma questo è ciò che i medici del pronto soccorso testeranno per primi perché è potenzialmente la minaccia più immediata per la tua vita. Possono anche verificare la presenza di condizioni polmonari pericolose per la vita, come un polmone collassato o un coagulo nel polmone.

 Test immediati

Alcuni dei primi test che il medico può ordinare includono:

  • Elettrocardiogramma (ECG). Questo test registra l’attività elettrica del tuo cuore attraverso gli elettrodi attaccati alla tua pelle. Poiché il muscolo cardiaco danneggiato non conduce normalmente gli impulsi elettrici, l’ECG può mostrare che hai avuto o stai avendo un attacco di cuore.
  • Analisi del sangue. Il medico può prescrivere esami del sangue per verificare l’aumento dei livelli di alcune proteine ​​o enzimi normalmente presenti nel muscolo cardiaco. Il danno alle cellule cardiache da un attacco di cuore può consentire a queste proteine ​​o enzimi di fuoriuscire, per un periodo di ore, nel sangue.
  • Radiografia del torace. Una radiografia del torace consente ai medici di controllare le condizioni dei polmoni e le dimensioni e la forma del cuore e dei principali vasi sanguigni. Una radiografia del torace può anche rivelare problemi polmonari come la polmonite o un polmone collassato.
  • Tomografia computerizzata (TAC). Le scansioni TC possono individuare un coagulo di sangue nel polmone (embolia polmonare) o assicurarsi di non avere una dissezione aortica.

Test di follow-up

A seconda dei risultati di questi test iniziali, potrebbe essere necessario un test di follow-up, che può includere:

  • Ecocardiogramma. Un ecocardiogramma utilizza le onde sonore per produrre un’immagine video del tuo cuore in movimento. Un piccolo dispositivo può essere passato in gola per ottenere una migliore visuale delle diverse parti del cuore.
  • Tomografia computerizzata (TAC). È possibile utilizzare diversi tipi di scansioni TC per verificare la presenza di blocchi nelle arterie cardiache. Un angiogramma coronarico TC può anche essere eseguito con colorante per controllare il cuore e le arterie polmonari per ostruzioni e altri problemi.
  • Test di stress. Questi misurano la risposta del cuore e dei vasi sanguigni allo sforzo, il che può indicare se il dolore al petto è correlato al cuore. Esistono molti tipi di stress test. È possibile che ti venga chiesto di camminare su un tapis roulant o di pedalare su una cyclette mentre sei collegato a un ECG. Oppure potresti ricevere un farmaco per via endovenosa per stimolare il tuo cuore in un modo simile all’esercizio fisico.
  • Cateterismo coronarico (angiogramma). Questo test aiuta i medici a identificare le singole arterie del cuore che potrebbero essere ristrette o bloccate. Un colorante liquido viene iniettato nelle arterie del cuore attraverso un tubo lungo e sottile (catetere) che viene alimentato attraverso un’arteria, attraverso il polso o l’inguine, alle arterie del cuore. Man mano che il colorante riempie le arterie, diventano visibili ai raggi X e al video.

Trattamento

Il trattamento varia a seconda di cosa sta causando il dolore al petto.

Farmaci

I farmaci usati per trattare alcune delle cause più comuni di dolore al petto includono:

  • Rilassanti delle arterie. La nitroglicerina – solitamente assunta come compressa sotto la lingua – rilassa le arterie cardiache, così il sangue può fluire più facilmente attraverso gli spazi ristretti. Alcuni medicinali per la pressione sanguigna inoltre rilassano e dilatano i vasi sanguigni.
  • Aspirina. Se i medici sospettano che il dolore al petto sia correlato al cuore, probabilmente ti verrà somministrata l’aspirina.
  • Farmaci trombolitici. Se stai avendo un attacco di cuore, potresti ricevere questi farmaci anti-coagulo. Questi lavorano per dissolvere il coagulo che impedisce al sangue di raggiungere il muscolo cardiaco.
  • Fluidificanti del sangue. Se hai un coagulo in un’arteria che alimenta il tuo cuore o i tuoi polmoni, ti verranno somministrati farmaci che inibiscono la coagulazione del sangue per prevenire la formazione di altri coaguli.
  • Farmaci che sopprimono l’acido. Se il dolore al petto è causato da schizzi di acido gastrico nell’esofago, il medico può suggerirti farmaci che riducono la quantità di acido nello stomaco.
  • Antidepressivi. Se si verificano attacchi di panico, il medico può prescrivere antidepressivi per aiutare a controllare i sintomi. Potrebbe anche essere raccomandata la terapia psicologica, come la terapia cognitivo comportamentale.

Procedure chirurgiche e di altro tipo

Le procedure per trattare alcune delle cause più pericolose di dolore toracico includono:

  • Angioplastica e posizionamento di stent. Se il dolore al petto è causato da un blocco in un’arteria che alimenta il tuo cuore, il medico inserirà un catetere con un palloncino all’estremità in un grande vaso sanguigno nell’inguine e lo infilerà fino al blocco. Il medico gonfierà la punta del palloncino per allargare l’arteria, quindi sgonfierà e rimuoverà il catetere. Nella maggior parte dei casi, un piccolo tubo di rete metallica (stent) viene posizionato all’esterno della punta del palloncino del catetere. Quando viene espanso, lo stent si blocca in posizione per mantenere aperta l’arteria.
  • Bypass. Durante questa procedura, i chirurghi prendono un vaso sanguigno da un’altra parte del corpo e lo usano per creare un percorso alternativo per il sangue che circonda l’arteria ostruita.
  • Riparazione della dissezione. Potrebbe essere necessario un intervento chirurgico d’urgenza per riparare una dissezione aortica, una condizione pericolosa per la vita in cui si rompe l’arteria che trasporta il sangue dal cuore al resto del corpo.
  • Rigonfiamento polmonare. Se hai un polmone collassato, i medici possono inserire un tubo nel torace per gonfiare nuovamente il polmone.

Come prepararsi per la visita dal medico

Chiama un’ambulanza o chiedi a qualcuno di portarti al pronto soccorso se avverti un dolore al petto nuovo o inspiegabile o una pressione che dura più di pochi istanti.

Non perdere tempo per paura di imbarazzo se non è un attacco di cuore. Anche se c’è un’altra causa per il tuo dolore al petto, devi essere immediatamente visitato.

Cosa puoi fare

Sulla strada per l’ospedale, condividi le seguenti informazioni con i soccorritori:

  • Sintomi. Descrivi i tuoi segni e sintomi in dettaglio, annotando quando sono iniziati e tutto ciò che rende il dolore migliore o peggiore.
  • Storia medica. Hai mai avuto dolore al petto prima? Cosa l’ha causato? Tu o un tuo familiare stretto avete una storia di malattie cardiache o diabete?
  • Farmaci. Avere un elenco di tutti i farmaci e gli integratori che prendi regolarmente sarà utile per i soccorritori. Potresti voler preparare un elenco del genere in anticipo da portare nel portafoglio o nella borsa.

Una volta che sei in ospedale, è probabile che la tua valutazione medica procederà rapidamente. Sulla base dei risultati di un elettrocardiogramma (ECG) e degli esami del sangue, il medico potrebbe essere in grado di determinare rapidamente se stai avendo un attacco di cuore o darti un’altra spiegazione dei tuoi sintomi. Probabilmente avrai una serie di domande a questo punto. Se non hai ricevuto le seguenti informazioni, potresti chiedere:

  • Qual è la causa più probabile del mio dolore al petto?
  • Ci sono altre possibili cause per i miei sintomi o condizioni?
  • Di che tipo di test ho bisogno?
  • Devo essere ricoverato in ospedale?
  • Di quali trattamenti ho bisogno in questo momento?
  • Ci sono rischi associati a questi trattamenti?
  • Quali sono i prossimi passi nella diagnosi e nel trattamento?
  • Ho altre condizioni mediche. Come potrebbe influenzare il mio trattamento?
  • Devo seguire delle restrizioni dopo il ritorno a casa?
  • Dovrei vedere uno specialista?

Non esitate a porre ulteriori domande che vi vengono in mente durante la vostra valutazione medica.

Cosa aspettarsi dal dottore

Un medico che ti vede per il dolore al petto può chiedere:

  • Quando sono iniziati i tuoi sintomi? Sono peggiorati nel tempo?
  • Il tuo dolore si irradia ad altre parti del tuo corpo?
  • Quali parole useresti per descrivere il tuo dolore?
  • Hai segni e sintomi diversi dal dolore al petto, come problemi di respirazione, vertigini, vertigini o vomito?
  • Ha la pressione alta? Se è così, prendi medicine per questo?
  • Fumi o fumavi? Quanto?
  • Usi alcol o caffeina? Quanto?
  • Usi droghe illegali, come la cocaina?

Tiriamo le Somme

Se il dolere è molto intenso e poco tollerabile è opportuno chiamare il 118 per poter così gestire una potenziale emergenza.

Nel caso in cui gli operatori del pronto soccorso non ravvisassero la necessità di un intervento urgente potrebbe essere conveniente effettuare un video o tele consulto on line urgente con un cardiologo.

Il cardiologo di fiducia potrà in ogni caso suggerirvi il miglior percorso da intraprendere.

  • Consulta il cardiologo

 

Fonte: Mayo Clinic

 

Vuoi collaborare all'articolo?

Vuoi apportare il tuo importante contributo all'articolo? Sentiti libero di scrivere il tuo pensiero e ne faremo tesoro.

Diventa uno 'Specialist
Articoli correlati