Facebook pixel

Le Migliori 15 Piante Commestibili da Coltivare in Vaso

Visualizzazioni0Voto medio0/5Condivisioni0
Le Migliori 15 Piante Commestibili da Coltivare in Vaso

Fortunatamente non é necessario essere dei veri agricoltori e né tantomeno vivere nei pressi di una fattoria agricola per beneficiare dell’orticoltura domiciliare. Non è una banale moda quella di avere piante da coltivare in vaso sul proprio balconcino, in terrazza ma anche direttamente in casa.

Una finestra soleggiata (o anche due, o cinque) e un pó di tempo libero da spendere, sono sufficienti per coltivare prodotti genuini tra le proprie mura di casa.

Coltivare alimenti a casa è un’abitudine molto sana, che garantisce la possibilitá di conoscere a fondo la provenienza e le modalitá di produzione di ció che si mangia (senza doversi preoccupare delle ingannevoli etichette alimentari!).

E se ancora non vi state attrezzando di cesoie, considerate quest’altro vantaggio: apprendere nuove abilità é un toccasana per il nostro cervello e un grande antistress.

Leggete oltre per scoprire le 15 piante facili da coltivare e far crescere in casa con tantissimi benefici per la salute!

Qualche Consiglio sulle Piante da Coltivare in Vaso

Prima di cominciare, ecco alcuni consigli utili da tenere a mente, per la coltivazione delle piante in casa:

 1. L’Irrigazione del Terreno

Tutte le piante proposte necessitano di terreno irrigato e con un buon sistema di drenaggio, per cui dovrete munirvi di vasi giá forati oppure distribuire delle pietre sul fondo del vaso prima di aggiungere il terriccio (cosi l’acqua potrá essere drenata attraverso le pietre).

scegliere vasi con fori per il drenaggio (piante da coltivare in vaso)

Se optate per i vasi forati assicuratevi di predisporre  un contenitore sottile sul quale poggiare il vaso, in modo da raccogliere l’acqua drenata ed evitare che finisca per terra o su menzole o davanzali.

2. Scegliere Il Terriccio Adatto

Per ciascuna pianta potete acquistare il terriccio pre-fertilizzato presente in commercio oppure potete prepararne uno vostro (scegliete anche se ricorrere solo a terricci biologici). Ogni pianta ha il suo terriccio preferenziale, che assicura il migliore ritmo di crescita, ma per iniziare l’invasatura è sufficiente utilizzare la ricetta per il ‘terriccio universale’ di base.

3. L’Illuminazione

Molte tra le piante che trovate nell’elenco crescono meglio dentro zone ben illuminate e che non prevedono cali di temperatura durante il giorno. Ampie finestre soleggiate sono particolarmente adatte per crescere le piante dentro casa.

Se, peró, nel vostro ambiente prescelto non sono presenti finestre esposte al sole (oppure se la zona tende ad diventare fredda), potete ricorrere alle lampade led per la coltivazione indoor – in questo modo sará facile assicurare la giusta illuminazione e mantenere la temperatura ottimale per le vostre piante, senza dover dipendere sulle reali condizioni ambientali, interne o esterne .

Come Coltivare Piante da Frutta in Vaso

 

 1. Il Limone

Il limone: piante da coltivare in vaso

Perché Fa Bene

I limoni, sono stracolmi di vitamina C e antiossidanti, sostanze che aiutano a ridurre il rischio di patologie cardiache, infiammazioni e che rappresentano dei buoni alleati nella lotta contro alcune forme di cancro. EBM(1)EBM(2)

Come si coltiva

  • Se avete fretta a raccogliere dei frutti in tempi brevi, acquistate un piccolo albero di limone maturo di 2-3 anni da un orticoltore .
  • Per piantarlo andrá bene un vaso di argilla, in ceramica oppure di plastica, necessariamente forato sul fondo e con un diametro leggermente superiore a quello della base del fusto, dove si trovano le radici.
  • Il piatto che utilizzate per raccogliere l’acqua drenata puó essere ricoperto di pietre per favorire la circolazione dell’aria. In questo caso é raccomandabile usare il terriccio specifico per le piante d’agrumi , o in ogni caso occorre scegliere un terriccio con maggiore aciditá e ricco d’argilla.
  • Posizionate il vaso in una zona illuminata dalla luce solare per almeno 12 ore al giorno e in cui la temperatura oscilla tra i 12 e i 30 gradi C˚.
  • Annaffiare regolarmente stando attenti a non saturare il terreno (deve restare umido ma non zeppo d’acqua). Le piante d’agrumi preferiscono l’aria umida, per cui potete periodicamente inumidire le foglie con un vaporizzatore spray per lasciarle rinvigorite e brillanti .

Crescere il limone in casa è facile

Come fare la raccolta

I limoni saranno maturi e pronti per la raccolta in circa 6-9 mesi. I segnali di maturazione in genere sono la pienezza del colore oppure una leggera morbidezza al tatto, quando si stringe delicatamente la buccia.

 

2. Il Mandarino

Il Kumquat, il mandarino cinese: piante da coltivare in vaso

Perché Fa Bene

Questi piccoli frutti dolci sono una fonte piú che soddisfacente di antiossidanti, calcio, fosforo, magnesio e fibre. EBM(3)

Come Si Coltiva

  • Acquistate una piccola pianta di mandarino  per essere certi di ottenere frutti commestibili cresciuti dentro casa. Per l’appartamento, è particolarmente adatta la varietà del mandarino cinese, chiamato anche Kumquat. Quest’alberello sempreverde produce piccoli frutti ovali, che maturano da ottobre a febbraio.
  • Gli alberi di mandarino crescono al meglio in vasi spaziosi, ricchi di terreno e con un buon drenaggio. Necessitano di tanta luce solare (è bene ruotare il vaso periodicamente per distribuire la luce equamente su tutti i lati della pianta).
  • Annaffiate con regolaritá, permettendo sempre al terriccio di asciugarsi tra un’annaffiatura e l’altra.
  • I mandarini, possono crescere fino a 2m d’altezza e anche le radici accompagnano tale crescita – quando iniziano ad aggrovigliarsi su se stesse o se fuoriescono dai fori presenti sul fondo del vaso, é l’indizio che bisogna rinvasare la pianta in un contenitore con un diametro maggiore di almeno 5 cm .

Il Mandarino Cinese è perfetto per l'appartamento

Come Fare La Raccolta

I mandarini devono essere raccolti appena diventano color arancione, in modo da preservare appieno il loro sapore.

Quando notate che i frutti si colorano di arancione acceso, potete rimuoverli con delle forbici o semplicemente ruotando e tirandoli lontano dall’albero, assicurandovi di lasciare intatto il piccolo “bottone verde” che congiunge ogni frutto all’albero.

 

Come Coltivare gli Ortaggi in Vaso

 

3. I Peperoncini

Il peperoncino piccante: piante da coltivare in vaso

Perché Fanno Bene

I peperoncini  sono ricchi di vitamina C, un fattore che li rende dei potenti antiossidanti. Contengono inoltre la vitamina A, che può potenziare la salute degli occhi e prevenire diversi disturbi legati alla vista. I peperoncini, inoltre, sono dotati di proprietà antinfiammatorie e immunostimolanti grazie alla presenza dei capsaicinoidi, le componenti chimiche che conferiscono loro il caratteristico sapore piccante! EBM(4)

Non ci dimentichiamo, infine, che il peperoncino è dotato di proprietà afrodisiache!In risposta alla dolorosa piccantezza che accompagna il consumo dei peperoncini, il cervello rilascia le endorfine, i neurotrasmettitori dal potente effetto analgesico, la cui produzione ci regala la sensazione di piacere e benessere.

Come Si Coltivano

  • I peperoncini crescono al meglio in temperature calde. Si può iniziare la coltivazione acquistando dei semi di peperoncino.
  • Le varietà che appartengono alla famiglia dei Capsicuum Annum (Jalapeno, Chipotle, Cayenne ecc.) sono particolarmente indicate per uso domestico.
  • È preferibile scegliere un vaso in plastica, piuttosto che in terracotta, dato che la terracotta potrebbe privare il terreno dell’umidità necessaria a far germogliare i semi.
  • Il vaso deve essere necessariamente munito di fori per il drenaggio dell’acqua, in modo da impedire eventuali ristagni.
  • Prima di piantare i semi, prendetene una manciata e lasciateli avvolti per qualche giorno in un foglio di carta assorbente inumidita, da conservare in un contenitore di plastica chiuso con il coperchio. Quando i semi si saranno gonfiati leggermente, saranno pronti per essere piantati!
  • Riempite il vaso di terriccio universale, lasciando uno spazio di 2,5 cm dal bordo. Si può potenziare la qualità del terriccio con l’aggiunta della vermiculite – un minerale che troviamo in commercio nella forma di una polvere dorata – utile per stimolare la germinazione dei semi e impedire il prosciugamento del terreno .
  • Piantate i semi, facendo attenzione a lasciare circa 5 cm di spazio tra un seme e l’altro. Spargete uno strato sottilissimo (0,5 cm) di compost sopra i semi e annaffiate con un annaffiatore spray, in modo da tenere il terreno umido.
  • I primi germogli dovrebbero spuntare in 1-6 settimane, a seconda della specie di peperoncino piantata.

La coltivazione dei peperoncini in vaso

Come Fare la Raccolta

É importante tenere la pianta del peperoncino in un luogo ben soleggiato e, se necessario, fare affidamento alle lampade led. Una volta al mese si può aggiungere del fertilizzante per favorire la crescita.

Una volta che i semi sono germogliati, potrebbero essere necessari circa 90 giorni, affinchè la pianta produca dei peperoncini commestibili. Per la raccolta, bisogna attendere che il peperoncino assumi la giusta tonalità di colore, che può variare a seconda della specie scelta, da verde-giallo ad arancione-rosso.

Una volta raggiunto il colore appropriato, usate delle cesoie oppure delle forbici da giardinaggio per tagliare lo stelo appena sopra il peperoncino.

 

4. Le Carote

Le carote: piante da coltivare in vaso

Perché fanno bene

Le carote sono un’ottima fonte di diverse vitamine e sali minerali, come la tiamina, la niacina, il folato, il manganese, il potassio, le vitamine B6, A, C, e K. Forniscono anche una buona quantitá di carotenoidi, un ottimo giovamento per la salute degli occhi. EBM(4)

Come si coltivano

  • Potete acquistare i semi di carota e poi piantarli in vaso o in una fioriera per balconi forata sul fondo, che sia larga e profonda almeno 45 cm.
  • Il contenitore va riempito con terriccio ricco di humus, fino a lasciare circa 2.5 cm dal bordo. Prima di piantare i semi é necessario annaffiare bene il terreno.
  • I semi vanno piantati in file di circa 15 cm ciascuna, lasciando uno spazio di circa 3 cm tra un seme e l’altro.
  • Ogni seme va pressato delicatamente nel terreno e poi ogni fila va ricoperta con uno strato sottile di terriccio.
  • Collocate il contenitore in una zona molto soleggiata. É importante annaffiare regolarmente per tenere il terreno umido, evitando peró di eccedere nella quantitá d’acqua versata.
  • Per preservare al meglio l’umiditá del terreno, potete utilizzare della torba messa in ammollo per una notte, da spargere sopra il seminato. I semi dovrebbero iniziare a germogliare (con i primi germogli visibili) in circa due settimane.

 

Come Fare la Raccolta

Le carote possono essere raccolte quando sono spuntate di circa 2 cm (visibili tra il terreno e lo stelo verde). Se avete difficoltá a vedere le carote spuntate, potete spazzolare via delicatamente il terreno intorno allo stelo così da verificare la misura della crescita (attenzione: anche se potreste essere tentati dalla voglia di scoprire quanto possono diventare grandi le carote piantate, una volta superato il picco di crescita ottimale, tendono a perdere di sapore, diventando piú amare).

Per estrarle dal terreno, afferratele saldamente alla radice e agitate finché non si riescono a tirar via facilmente verso l’alto. Se il terreno appare troppo duro e arido, potete annaffiarlo e attendere un’ora circa, prima di procedere con la raccolta. Una volta estratte le carote dal suolo, rimuovete subito le foglie e gli steli, togliete i residui di terra e lasciate che si asciughino prima di metterle nel frigo.

 

5. I Pomodori

Idee per coltivare i pomodori: piante da coltivare in vaso

Perché fanno bene

I pomodori contengono il licopene, una sostanza lipofila con proprietá antiossidanti e antinfiammatorie, che sembra essere efficace nel contrastare le malattie coronariche dell’apparato cardiocircolatorio. EBM(5)

Come si Coltivano

  • Per coltivare i pomodori, procuratevi una vaso dal diametro di 15cm (per crescere una sola pianta) oppure un vaso piú grande (con un diametro raddoppiato) nel caso decidiate di coltivare più di una pianta.
  • Per beneficiare di un rifornimento continuo di pomodori, iniziate una o due piante da un seme ogni due settimane.
  • Riempite il/i contenitore/i con un mix di terriccio per la semina e piantate i semi a circa 2 cm di profonditá.
  • Annaffiate per mantenere il terreno umido, ma facendo attenzione ai ristagni d’acqua. Posizionate il vaso in un luogo con molta luce solare e occasionalmente ruotatelo per assicurare un’esposizione alla luce equamente distribuita.
  • Aspettatevi che i primi germogli compaiano in circa 5-10 giorni. Quando raggiungono un’altezza di circa 8 cm, trapiantateli usando un terriccio universale per piante commestibili.
  • Dopo circa due settimane potete aggiungere del fertilizzante organico  per favorire la crescita. Annaffiate regolarmente per garantire una buona irrigazione, facendo attenzione a non eccedere. Quando le piante saranno diventate abbastanza grandi, potrebbe essere necessario usare dei paletti per sostenerle e impedire che lo stelo si possa rompere.
  • Quando le piante inizieranno a fiorire scuotete leggermente lo stelo principale e i rami adiacenti  con un dito, per favorire l’impollinazione .

Abbellire la casa con una pianta di pomodori

Come Fare la Raccolta:

I pomodori coltivati in casa tendono ad avere dimensioni piú ridotte rispetto a quelli cresciuti all’aria aperta, ma risultano ugualmente gustosi in termini di sapore. Quando i frutti diventano di colore rosso pieno e di consistenza compatta, ma non troppo dura, sono pronti per essere mangiati! Potete tagliare via i frutti dallo stelo con le forbici da giardino oppure ruotarli e poi tirarli via con le mani.

 

6. L’Aglio o L’Erba Cipollina

L'aglio: piante da coltivare in vaso

Perché Fa bene

Il pungente aglio fa parte della piú grande famiglia delle piante allium, note per le loro proprietá anticancerogeneEBM(6). L’aglio è straordinariamente ricco di proprietà benefiche per la salute. Il suo consumo é stato associato al controllo dell’alta pressione e dell’alto colesterolo, così come alla prevenzione e cura delle cardiopatie e alcune forme di cancro EBM(7) .

Come si coltiva

  • Riuscire a coltivare con successo i bulbi d’aglio dentro casa puó essere impegnativo, ma é possibile far crescere facilmente la variante dell’erba cipollina (Allium Schoenoprasum), che puó essere usata a tavola come lo scalogno.
  • Potete iniziare la crescita della pianta partendo da qualche bulbo d’aglio. Per farlo prendete un vaso dal diametro di circa 10 cm, forato per il drenaggio dell’acqua (in alternativa potete usare un vasetto da yogurt grande almeno 500 ml, forato sul fondo) e una busta di terriccio universale per l’invasatura.
  • Riempite il vaso con il terriccio fino a lasciare circa 1,3 cm dal bordo. Staccate degli spicchi dal bulbo d’aglio e interrate ogni spicchio, senza togliere la buccia, a circa 2,5 cm di profonditá, tenendo il lato appuntito verso l’alto. Piantate circa 12 spicchi vicini tra loro.
  • In alternativa, potete acquistare una piantina di erba cipollina da un orticoltore, oppure decidere di piantarla acquistando dei semi
  • A questo punto annaffiate per bene e posizionate il contenitore in un luogo molto soleggiato. Continuate ad annaffiare regolarmente, controllando che il terriccio rimanga umido, ma non fradicio. Dovreste vedere i primi germogli comparire dopo una settimana circa.

L'erba cipollina: piante da coltivare in vaso

Come Fare la Raccolta

Una volta che i germogli raggiungono un’altezza di circa 20-25cm (ci vorranno alcune settimane), potete usare delle forbici per tagliar via la quantitá di erba cipollina necessaria. Quando inizieranno a comparire sempre piú germogli, potete trasformare in compost il contenuto del vaso e poi riempirlo nuovamente con terriccio fresco per piantare degli spicchi d’aglio nuovi. (Da ogni spicchio si puó ottenere l’erba cipollina commestibile solo una volta; per cui se volete un rifornimento costante é necessario ripiantare continuamente spicchi nuovi).

 

 7. I Micro Ortaggi o Microgreens

I micro ortaggi: piante da coltivare in vaso

Perché fanno bene

I micro ortaggi sono le giovani e tenere plantule commestibili (ovvero piantine da poco germinate dal seme) di diverse colture erbacee ed erbe aromatiche, generalmente raccolte 2-4 settimane dopo la semina. Si distinguono dai germogli per la diversa modalità di coltivazione, ma come dimostrano i recenti studi dell’Università di Bari Aldo Moro, presentano un’elevata concentrazione di sostanze antiossidanti e rappresentano una fantastica fonte di vitamine (E,C, K)  e di minerali (soprattutto calcio e potassio)EBM(8)EBM(9).

I micro ortaggi stanno diventando un modo sempre più popolare di condire molte pietanze e insalate, dato che possono contenere una quantitá di principi nutritivi maggiore rispetto alle verdure piú comuni.

Un nuovo trend culinario: i microgreens

Come coltivarli

  • Iniziate comprando una varietá di semi, come ad esempio semi di radicchio, semi di cavolo, semi di bietola, semi di cime di rapa o di aneto.
  • Riempite un vassoio (con una profonditá inferiore a 5 cm, detto anche “vassoio da piantine”) oppure un vaso sottile con i fori per il drenaggio, con il terriccio universale fino al bordo.
  • Inumidite il terreno con l’acqua, senza esagerare.
  • Spargete i semi sopra il terriccio (dovrebbero restare abbastanza vicini senza arrivare a toccarsi). A questo punto spargete un altro strato sottile di terriccio coprendo i semi completamente.
  • Con un vaporizzatore spray contenente dell’acqua, inumidite leggermente il terreno. Posizionate il vassoio su un davanzale ben soleggiato e in un ambiente con una temperatura tra i 15 e 21 C˚.
  • Continuate ad inumidire regolarmente il terreno del vassoio; cercate di non far inaridire il terriccio ma nemmeno di sommergerlo d’acqua con un’irrigazione eccessiva.
  • Nel giro di 3-5 giorni, i semi inizieranno a germogliare – da questo momento assicuratevi che siano esposti alla luce solare per 12-14 ore tutti i giorni. Inumidite periodicamente le radici ma fate attenzione a non infradiciare le foglie.

Coltivare i micro ortaggi in casa è semplice

Come fare la raccolta

Una volta che le piantine hanno raggiunto un’altezza di circa 3-5 cm (potrebbero richiedere anche tre settimane o piú) e sono presenti almeno 2 serie di foglie ciascuna, sono pronte per essere mangiate! Per raccoglierle, tenete saldamente lo stelo e con un paio di forbici rimuovete una serie di foglie, facendo attenzione a non rimuovere le radici (lasciando le radici intatte vi assicurate le successive raccolte). A questo punto potete mangiare i vostri microgreens all’istante o conservarli nel frigo in una busta di plastica fino a un massimo di 5 giorni.

8. I Funghi

Idee per coltivare i funghi in casa

Perché fanno bene

I funghi, oltre ad essere un cibo molto gustoso, costituiscono un’ottima fonte di fibre e di vitamina C.  Contengono, inoltre, numerosi antiossidantiEBM(10)EBM(11) e sono ricchi di sostanze anticancerogene EBM(12)

 

Come Coltivarli

Il modo piú semplice per coltivare i funghi dentro casa é quello di acquistare un kit specifico. Se non siete temerari potete rifarvi a delle istruzioni piú impegnative.

 

9. Le Verdure da Insalata

Come coltivare verdure da insalata: piante da coltivare in vaso

Perché fanno bene

Come le verdure microgreen, le verdure da insalata ( che comprendono l’insalata iceberg, gli spinaci, la lattuga romana, la lattuga a foglia rossa, la rucola) sono ricche di vitamine A, C, e K e contengono anche folati e minerali come il ferro.

Come si coltivano

  • Potete iniziare acquistando delle piantine giá innestate oppure dei semi da un orticoltore (i semi si possono ordinare anche nei negozi di giardinaggio online).
  • Munitevi di una scatola fioriera con fori da drenaggio sul fondo e riempitela di terriccio universale. Poi usate un dito per creare i solchi nel terreno distanti 10 cm uno dall’altro.
  • Se avete iniziato con i semi: posizionate alcuni semi all’interno di ciascun solco e poi riempitelo con il terreno, compattandolo sulla superficie.
  • Se avete iniziato con le piantine innestate: prima di posizionare le piantine negli appositi solchi nel terreno, massaggiate bene le radici, e poi ricoprite di nuovo con il terriccio.
  • Dopo aver piantato i semi o le piantine: Annaffiate il terriccio. Quando le piante iniziano a comparire (nel caso abbiate cominciato solo con i semi), rimuovete tutti i germogli tranne quelli che appaiono piú grandi e in salute. Ricordatevi di annaffiare regolarmente per mantenere il terreno costantemente umido al tatto.

Come fare la raccolta

Per raccogliere le verdure da insalata, tirate via soltanto le foglie esteriori per permettere alle piante di continuare a crescere, e assicuratevi di non rimuovere le radici.

 

10. Lo Scalogno

L'Allium Ascalonicum o Scalogno: piante da coltivare in vaso

Perché fa bene

Come l’aglio, lo scalogno fa parte della famiglia degli ortaggi allium, associati alla prevenzione del cancro e al contrasto dei radicali liberi (sottoprodotti dei processi cellulari che possono provocare danni precoci alle cellule sane) EBM(13)

Come si Coltiva

  • Non sono necessari i semi! Per coltivare il proprio scalogno in casa, semplicemente acquistate degli scalogni, unite gli spicchi con un elastico e immergete l’intera composizione (foglie e bulbi) in un bicchiere con 2,5 ml d’acqua.
  • Cambiate l’acqua tutti i giorni.
  • Quando compaiono i germogli e le radici hanno raddoppiato la loro lunghezza (ci vorranno circa 7-10 giorni), piantate gli scalogni in un vaso non troppo profondo oppure in un altro contenitore dalle dimensioni non troppo grandi.
  • Mantenete le piante equamente irrigate (assicuratevi che il terreno non si inaridisca eccessivamente) e ben esposte alla luce solare.

Come fare la Raccolta

Tagliate via le foglie verdi e gli steli (lasciate almeno 3-5 cm della pianta nel terreno) a seconda della necessitá. Per poter usare la parte bianca dello scalogno, aspettate che le piante arrivino ad un altezza di circa 15 cm prima di procedere con la raccolta. A questo punto estraete delicatamente i bulbi dal terreno. Gli scalogni lavati e puliti possono restare nel frigorifero anche per una settimana intera (per massimizzare la freschezza potete avvolgerli nella carta assorbente inumidita e racchiuderli in una bustina di plastica).

 

Come Coltivare le Erbe Aromatiche in Vaso

 

11. Il Basilico

il basilico: piante da coltivare in vaso

Perchè Fa Bene

Quest’erba aromatica, piena di sapore, si dice abbia proprietà antinfiammatorie grazie alla presenza di un tipo di olio, l’eugenolo, capace di bloccare gli enzimi responsabili dei gonfiori da infiammazione. In Italia, la varietà del basilico napoletano si è rivelata particolarmente ricca di polifenoli e componenti antiossidanti EBM(14).

Oltre alle potenti proprietà antifiammatorie del basilico, esistono studi preliminari che testimoniano come questa pianta possa fungere da antidepressivo naturale, da utilizzare nel trattamento dei disturbi da stress cronico EBM(15)!

 

Come Si Coltiva

  • Per inziare comprate i semi di basilico oppure una piantina acquistabile online , come anche nei supermercati e negozi di giardinaggio.
  • Scegliete un contenitore che sia largo almeno 10 cm e abbia i fori da drenaggio. Il basilico ama il sole (almeno sei ore di luce solare diretta ogni giorno) e le temperature calde.
  • Circa una volta al mese è bene aggiungere del terriccio fertilizzante organico oppure quello a lento rilascio.
  • Bisogna annaffiare spesso – circa una volta al giorno quando fa molto caldo, oppure a giorni alterni quando le condizioni climatiche sono meno estreme (ma se il terriccio sembra arido, annaffiate lo stesso!).
  • La potatura costante vi garantirà una buona raccolta: quando le foglie poste in cima raggiungono un’altezza di circa 15 cm, potete iniziare a potarli. Continuate la potatura man mano che la pianta si infoltisce, assicurandovi di staccare anche i fiori se ci sono.

Come Fare la Raccolta

Con delicatezza strappate via qualche foglia da ciascuna pianta, cercando di non rimuovere tutte le foglie presenti su ogni piantina.

 

12. L’Origano

L'origano: piante da coltivare in vaso

Perchè Fa Bene

L’origano  è un’erba medicinale originaria della Grecia, utilizzata per secoli come sostanza disinfettante e antibatterica. Possiede, inoltre, numerosi composti antiossidanti, vitamine (A, C, E, K) e minerali, preziosi aiutanti del sistema immunitario EBM(16)!

Come si Coltiva

  • Per prima cosa comprate i semi di origano oppure delle  giovani piantine  e procuratevi un contenitore profondo almeno 20cm e munito di fori per il drenaggio.
  • L’origano ama il sole, per cui è importante posizionare il vaso in un luogo ben soleggiato.
  • Se avete acquistato la pianta, rinvasatela in un contenitore dal diametro di almeno 15 cm.
  • Se volete iniziare la crescita a partire dai semi, riempite il contenitore di terriccio, lasciando 3-5 cm di spazio dal bordo e piantate i semi distanti tra di loro. Aggiungete del fertilizzante per favorire la crescita.
  • Annaffiate i germogli piú o meno tutti i giorni e mantenete il contenitore in una zona che sia ben illuminata dal sole.
  • Quando la pianta sarà diventata alta 4 cm, tagliate le estremità per favorire una crescita più vigorosa.

 

Come Fare la Raccolta

Strappate le foglie con delicatezza senza mai rimuoverle del tutto dalla pianta.

 

13. Lo Zenzero

Lo zenzero: piante da coltivare in vaso

Perchè fa bene

Questo superalimento dal sapore piccante è rinomato per la sua azione antinfiammatoria, oltre ad essere un efficace rimedio contro la nausea o la chinetosi (come il mal d’auto o mal di mare)EBM(17). Alcune ricerche inoltre hanno dimostrano come lo zenzero crudo possa essere un buon rimedio per alleviare i dolori muscolari e i primi sintomi di artrite. Infine, sembra che lo zenzero sia in grado di rallentare la lenta crescita delle cellule cancerogene EBM(18).

Come si Coltiva

  • Stavolta è davvero facile: semplicemente acquistate un pezzo di zenzero al supermercato e mettetelo in un contenitore, coprendolo con del terriccio universale – le parti piú fresche dovrebbero essere rivolte all’insú.
  • Lasciate il contenitore in una zona che riceve la luce solare in maniera indiretta e aspettate che la pianta inizi a crescere dal vostro terreno (noterete che inizierà a mettere spontaneamente le radici nel terriccio).
  • Bisogna mantenere il suolo costantemente umido, per favorire una giusta irrigazione.

 

Come Fare la Raccolta

Tirate via tutta la pianta dal terreno, tagliate le parti di cui avete bisogno e successivamente ripiantate lo zenzero con lo stesso procedimento usato all’inizio.

 

14. La Menta

La menta: piante da coltivare in vaso

Perchè fa bene

Oltre ad essere un arricchimento saporito per molte pietanze, quest’erba dal colore verde acceso favorisce i processi digestivi. La menta esercita, anche, degli effetti neuroprotettivi per il sistema nervoso centrale EBM(19).Inoltre, il thè alla menta è considerato un buon rimedio contro il malessere post-sbornia!

Come Si Coltiva

  • Per prima cosa acquistate i semi di menta oppure qualche piantina giovane , e attrezzatevi con un vaso largo e profondo (con un diametro di circa 25 cm) – in questo modo si estenderà meglio.
  • Riempite il vaso con del terriccio universale e piantate i semi oppure la piantina.
  • Collocate il vaso in un ambiente con molta luce solare ed annaffiate con regolarità per evitare che il terriccio si possa inaridire.

 

Come fare la raccolta

Strappate in modo delicato qualche foglia da ciascuna pianta, assicurandovi di non rimuovere completamente le foglie di un’unica pianta.

 

15. Il Rosmarino

Come crescere in casa il profumatissimo rosmarino

Perchè Fa Bene

Quest’erba dall’aroma paradisiaco, è ricca di acido carnosico , un polifenolo dal potere antiossidante, utilizzato nella prevenzione e nel trattamento di diverse forme di cancro EBM(20). L’acido carnosico si è, inoltre, rivelato un rimedio efficace contro l’aumento di peso e i disturbi del metabolismoEBM(21).

 

Come si coltiva

  • Per prima cosa piantate i semi di rosmarino (oppure di talee radicate di rosmarino) in un contenitore munito di fori per il drenaggio.
  • Il terriccio ottimale per questa pianta è composto per due terzi di terriccio universale e per un terzo di sabbia grezza.
  • Potete anche aggiungere un cucchiaino di lime per ogni 12 cm di suolo (s’intende il tipo per uso agricolo e non il frutto) per rendere il terreno alcalino.
  • Posizionate il vaso in una zona soleggiata dentro casa; il rosmarino cresce al meglio in ambienti con almeno 6 ore di luce solare diretta al giorno.
  • Annaffiate solo quando il suolo in superficie sembra arido al tatto (ma fate attenzione a non far inaridire il suolo completamente).

 

Come Fare la Raccolta

Tagliate via con delicatezza qualche rametto da ogni pianta, facendo attenzione a non rimuovere tutte le foglie presenti.

 

 

 

Visualizzazioni0Voto medio0/5Condivisioni0

    Vuoi collaborare all'articolo?

    Vuoi apportare il tuo importante contributo all'articolo? Sentiti libero di scrivere il tuo pensiero e ne faremo tesoro.

    Diventa uno 'Specialist

    Articoli correlati