Incubi

Gli incubi sono sogni spaventosi o inquietanti. I temi degli incubi variano ampiamente da persona a persona, ma i temi comuni includono essere inseguiti, cadere o sentirsi persi o intrappolati. Gli incubi possono farti provare varie emozioni, tra cui:

  • rabbia,
  • tristezza
  • colpa
  • paura
  • ansia

Puoi continuare a provare queste emozioni anche dopo esserti svegliato.

Persone di tutte le età hanno incubi. Tuttavia, gli incubi sono più comuni nei bambini, specialmente quelli di età inferiore ai 10 anni. Le ragazze hanno maggiori probabilità di essere turbate dai loro incubi rispetto ai ragazzi. Gli incubi sembrano far parte del normale sviluppo e, tranne nel caso del disturbo da stress post-traumatico (PTSD) , di solito non sono sintomi di alcuna condizione medica sottostante o disturbo mentale.

Tuttavia, gli incubi possono diventare un problema se persistono e interrompono il tuo ritmo di sonno. Questo può portare a insonnia e difficoltà a funzionare durante il giorno. Consultare il proprio medico se si hanno problemi ad affrontare gli incubi.

Cause degli incubi notturni

Gli incubi possono essere scatenati da una varietà di fattori, tra cui:

  • film, libri o videogiochi spaventosi
  • fare spuntini poco prima di coricarsi
  • malattia o febbre
  • farmaci, inclusi antidepressivi, narcotici e barbiturici
  • aiuti per dormire da banco
  • abuso di alcol o droghe
  • astinenza da sonniferi o farmaci antidolorifici
  • stress, ansia o depressione
  • disturbo da incubo, un disturbo del sonno caratterizzato da frequenti incubi
  • apnea notturna , una condizione in cui la respirazione viene interrotta durante il sonno
  • narcolessia , un disturbo del sonno caratterizzato da estrema sonnolenza durante il giorno seguita da sonnellini veloci o attacchi di sonno
  • PTSD, un disturbo d’ansia che spesso si sviluppa dopo aver assistito o vissuto un evento traumatico, come uno stupro o un omicidio

È importante notare che gli incubi non sono la stessa cosa del sonnambulismo, chiamato anche sonnambulismo, che induce una persona a camminare mentre è ancora addormentata. Differiscono anche dai terrori notturni, noti anche come terrori del sonno. I bambini che hanno i terrori notturni dormono durante gli episodi e di solito non ricordano gli incidenti al mattino. Possono anche avere la tendenza a sonnambulismo o urinare a letto durante i terrori notturni. I terrori notturni di solito si fermano quando un bambino raggiunge la pubertà. Tuttavia, alcuni adulti possono avere terrori notturni e sperimentare un ricordo limitato dei sogni, specialmente durante i periodi di stress.

Diagnosi di incubi

La maggior parte dei bambini e degli adulti ha incubi di tanto in tanto. Tuttavia, dovresti fissare un appuntamento con il tuo medico se gli incubi persistono per un lungo periodo di tempo, interrompono i tuoi schemi di sonno e interferiscono con la tua capacità di funzionare durante il giorno.

Il tuo medico ti farà domande sul tuo uso di stimolanti, come caffeina, alcol e alcune droghe illegali. Ti chiederanno anche informazioni su eventuali farmaci e integratori da prescrizione o da banco che stai attualmente assumendo. Se ritieni che un nuovo farmaco stia provocando i tuoi incubi, chiedi al tuo medico se esiste un trattamento alternativo che puoi provare.

Non esistono test specifici per diagnosticare gli incubi. Tuttavia, il medico potrebbe consigliarti di sottoporsi a uno studio del sonno. Durante uno studio del sonno, trascorri la notte in un laboratorio. I sensori monitorano varie funzioni, tra cui:

  • battito cardiaco
  • onde cerebrali
  • respirazione
  • livelli di ossigeno nel sangue
  • movimenti degli occhi
  • movimenti delle gambe
  • tensione muscolare

Se il medico sospetta che i tuoi incubi possano essere causati da una condizione di base, come PTSD o ansia, potrebbe eseguire altri test.

Trattare gli incubi

Il trattamento di solito non è richiesto per gli incubi. Tuttavia, è necessario affrontare eventuali problemi di salute medica o mentale sottostanti.

Se i tuoi incubi si verificano a causa del disturbo da stress post-traumatico, il medico può prescriverti il ​​farmaco per la pressione sanguigna prazosin. Uno studio recente ha dimostrato che questo farmaco aiuta a trattare gli incubi legati al disturbo da stress post-traumatico.

Il medico può consigliare tecniche di consulenza o riduzione dello stress se una delle seguenti condizioni sta scatenando i tuoi incubi:

  • ansia
  • depressione
  • fatica

In rari casi, possono essere consigliati farmaci per i disturbi del sonno.

Gli Specialisti

Come anticipato, sebbene non ci sia un trattamento specialistico strettamente tarato sugli incubi, non bisogna dimenticare che molto spesso la causa sottostante sia uno stato di malessere psicologico, come un periodo di ansia, stress, depressione. Per questo motivo, il trattamento più indicato potrebbe essere una psicoterapia, o un aiuto farmacologico. Chiedi aiuto ad uno specialista.

  • psicoterapeuta
  • psicologo
  • psichiatra

Cosa fare in caso di incubi

I cambiamenti nello stile di vita possono aiutare a ridurre la frequenza dei tuoi incubi. Puoi provare:

  • allenarsi almeno tre volte a settimana
  • limitare la quantità di alcol e caffeina che bevi
  • evitare tranquillanti
  • impegnarsi in tecniche di rilassamento, come lo yoga o la meditazione, prima di andare a letto
  • stabilire un modello di sonno andando a letto alla stessa ora ogni notte e alzandosi alla stessa ora ogni mattina

Se tuo figlio ha incubi frequenti, incoraggialo a parlarne. Spiega che gli incubi non possono ferirli. Altre tecniche includono:

  • creare una routine della buonanotte per il tuo bambino, inclusa la stessa ora di andare a letto ogni notte
  • aiutare il tuo bambino a rilassarsi con esercizi di respirazione profonda
  • chiedere a tuo figlio di riscrivere la fine dell’incubo
  • far parlare tuo figlio con i personaggi dell’incubo
  • far tenere a tuo figlio un diario dei sogni
  • dare a tuo figlio peluche, coperte o altri oggetti per il comfort durante la notte
  • usare una luce notturna e lasciando la porta della camera aperta di notte

Fonti: