Facebook pixel

Infarto

Infarto

In quest’articolo ti spieghiamo cos’è un infarto e come prevenirlo.

Un infarto si verifica quando il flusso di sangue al cuore è bloccato. Il blocco è molto spesso un accumulo di grasso, colesterolo e altre sostanze, che formano una placca nelle arterie che alimentano il cuore (arterie coronarie).

A volte, una placca può rompersi e formare un coagulo che blocca il flusso sanguigno. L’interruzione del flusso sanguigno può danneggiare o distruggere parte del muscolo cardiaco.

Se percepisci più dei sintomi presenti in questo articolo annotali e chiama subito il 118, nel frattempo, se riesci, cerca di metterti in contatto con un cardiologo.

Infarto | Sintomi

I sintomi tipici di un infarto sono:

  • Pressione, senso di oppressione, dolore o sensazione di schiacciamento o dolore al petto o alle braccia che possono diffondersi al collo, alla mascella o alla schiena
  • Nausea, indigestione, bruciore di stomaco o dolore addominale
  • Fiato corto
  • Sudore freddo
  • Fatica
  • Vertigini o vertigini improvvise

È importante notare che non tutte le persone che hanno attacchi di cuore manifestano gli stessi sintomi o la stessa gravità dei sintomi. Il dolore toracico è il sintomo più comunemente riportato sia nelle donne che negli uomini.

Chiama subito il 118 se pensi che tu o qualcuno che conosci stiate avendo un attacco di cuore.

Infarto | I Fattori di Rischio

Chi è a rischio infarto? Di seguito riportiamo le più frequenti caratteristiche presenti nelle persone che subiscono un infarto:

  • ipertesi
  • fumatori
  • chi presenta dislipidemie
  • obesi
  • diabetici
  • portatori di sindrome metabolica
  • chi ha casi in famiglia
  • sedentari
  • anziani
  • utilizzatori di droghe

Come prevenire un Infarto

Non è mai troppo tardi per prendere provvedimenti per prevenire un infarto. Il modo migliore per prevenire un infarto è consultare un cardiologo, soprattutto se si hanno i fattori di rischio su esposti.

Il cardiologo, in prevenzione primaria vi sottoporrà ad una visita cardiologica, un elettrocardiogramma, analisi del sangue e con ogni probabilità vi indicherà il modo migliore per correggere lo stile di vita.

In caso di necessità, inoltre, il cardiologo prescriverà un trattamento farmacologico e/o altri esami di approfondimento.

  • Prenota un Appuntamento con il Cardiologo

Cosa causa l’infarto miocardico acuto?

Il cuore è il principale organo del sistema cardiovascolare, che comprende anche diversi tipi di vasi sanguigni. Alcuni dei vasi più importanti sono le arterie. Portano sangue ricco di ossigeno all’organismo e a tutti gli organi. Le arterie coronarie portano sangue ricco di ossigeno specificamente al muscolo cardiaco. Quando queste arterie si ostruiscono o si restringono a causa di un accumulo di placca, il flusso sanguigno al cuore può diminuire in modo significativo o interrompersi completamente. Ciò può causare un attacco di cuore. Diversi fattori possono portare a un blocco delle arterie coronarie:

  • Colesterolo Cattivo
  • Grassi Saturi
  • Grassi Trans

Come viene diagnosticato l’infarto miocardico acuto?

Per determinare se hai avuto un attacco di cuore, il medico ascolterà il tuo cuore per verificare la presenza di irregolarità nel battito cardiaco. Possono anche misurare la pressione sanguigna. Il medico eseguirà anche una serie di test diversi se sospetta che tu abbia avuto un attacco di cuore. È possibile eseguire un elettrocardiogramma (ECG) per misurare l’attività elettrica del cuore. Gli esami del sangue possono essere utilizzati anche per verificare la presenza di proteine ​​associate a danni cardiaci, come la troponina.

Altri test diagnostici includono:

  • uno stress test per vedere come il tuo cuore risponde a determinate situazioni, come l’esercizio
  • un angiogramma con cateterismo coronarico per cercare aree di blocco nelle arterie
  • un ecocardiogramma per identificare le aree del cuore che non funzionano correttamente

Richiedi la Consulenza di un Cardiologo

 

Fonti Citate:

Vuoi collaborare all'articolo?

Vuoi apportare il tuo importante contributo all'articolo? Sentiti libero di scrivere il tuo pensiero e ne faremo tesoro.

Diventa uno 'Specialist
Articoli correlati