I giochi di mental training funzionano davvero?

C’è un’idea di vecchia data che giocare a giochi cerebrali, come puzzle e attività di memorizzazione, può aiutare a prevenire gli effetti negativi dell’invecchiamento.

Questi giochi cognitivi hanno davvero un qualche tipo di impatto sul funzionamento mentale ?

In effetti il mental training può essere utile per aiutare le persone a mantenere e persino migliorare alcuni aspetti della cognizione.

Con una vasta popolazione di adulti che invecchiano, tali miglioramenti potrebbero avere un impatto significativo sulla salute mentale e sul funzionamento degli anziani.

Cos’è l’allenamento cognitivo?

Conosciuto anche come allenamento cerebrale, l’allenamento cognitivo è un approccio non farmacologico che prevede il seguire una serie di attività mentali regolari progettate per aiutare a mantenere o addirittura aumentare le capacità cognitive (di pensiero) di una persona.

Alcune delle abilità mentali spesso prese di mira dall’allenamento cognitivo includono:

  •  Attenzione
  • Flessibilità cognitiva
  • Risoluzione dei problemi
  • Ragionamento
  • Memoria di lavoro

Oltre a questo specifico allenamento cerebrale, esistono anche forme più generali di allenamento mentale che possono aiutare a mantenere o migliorare la forma mentale e il funzionamento cognitivo. Questo allenamento mentale più generale si concentra sul mantenere il cervello “in forma”, proprio come l’esercizio migliora e mantiene la salute fisica.

I tipi generali di allenamento mentale possono assumere una varietà di forme, tra cui esercizio fisico, giocare ai videogiochi, rimanere socialmente impegnati e partecipare a attività creative. 1

Potenziali vantaggi

L’obiettivo di queste attività è aiutare le persone a migliorare in cose come l’apprendimento, la risoluzione di problemi e il ragionamento.

Tali abilità hanno usi ovvi nella vita quotidiana. Essere in grado di prestare attenzione può aiutarti a concentrarti su una lezione in classe o a completare le attività senza distrarti. Essere in grado di ricordare di più potrebbe aiutarti a imparare cose nuove in modo efficiente o a ricordare i nomi di nuove persone che incontri.

La ricerca ha anche scoperto che queste abilità sono fortemente legate a cose come l’ intelligenza , il rendimento scolastico e il successo generale nella vita. 2 Data l’importanza di queste abilità, forse non sorprende che i ricercatori siano da tempo interessati a sapere se tali abilità sono malleabili.

Usi

Ci sono una serie di ragioni per cui le persone potrebbero voler provare l’allenamento cognitivo. 3 Questi includono:

  •  Rallentare i cali cognitivi associati all’invecchiamento
  • Aiutare gli anziani a rimanere più indipendenti
  • Affinare le abilità mentali necessarie nella vita quotidiana

Le abilità mentali che tendono a diminuire con l’età includono la velocità di elaborazione, il tempo di reazione, il processo decisionale , la memoria a breve termine e le capacità di pianificazione. L’allenamento del cervello può essere utile per affinare queste abilità e può aiutare a ridurre i rischi di alcuni problemi di memoria legati all’età.

Un 2016 studio, per esempio, ha scoperto che la formazione focalizzata sul miglioramento della velocità di elaborazione ha ridotto il rischio di sviluppare la demenza un decennio più tardi. 3

C’è anche la speranza che alcuni tipi di allenamento del cervello possano essere utili per affrontare certi tipi di menomazioni o problemi. Ad esempio, nel 2020, la FDA ha approvato un gioco di allenamento del cervello progettato per aiutare a trattare il disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) 4

Il trattamento viene erogato tramite un videogioco che è stato dimostrato in diversi studi clinici per migliorare l’attenzione nei bambini con ADHD. Questi effetti si sono tradotti anche in un miglioramento significativo del funzionamento quotidiano dopo un mese di trattamento. 5 Tali risultati mostrano il potenziale che può avere l’allenamento cerebrale.

Efficacia

I ricercatori studiano da decenni l’impatto dell’allenamento del cervello. Tuttavia, continua ad esserci sorprendentemente poco consenso sull’efficacia dell’allenamento cognitivo. 6

Mentre ci sono ricerche che supportano l’idea che specifici esercizi di allenamento del cervello possono migliorare specifiche abilità cognitive, ci sono altri studi che sono arrivati ​​a conclusioni diverse.

Nonostante questa mancanza di accordo nella ricerca, è emersa un’intera industria di app, giochi e altri strumenti basata sull’idea che giocare a questi giochi cerebrali può migliorare le tue capacità mentali.

Le competenze si trasferiscono nel mondo reale?

E mentre c’è un certo supporto per l’allenamento del cervello, i ricercatori si sono anche chiesti se le abilità acquisite durante questi esercizi di formazione si trasferiscano alle attività del mondo reale.  In altre parole, giocare a un gioco di allenamento della memoria significa davvero che ricorderai ciò di cui avevi bisogno per comprare al supermercato?

Ci sono alcune ricerche che supportano l’uso dell’allenamento cerebrale e la sua trasferibilità alla vita quotidiana e al funzionamento. In uno studio su larga scala, è stato scoperto che l’allenamento mentale migliora la funzione cognitiva degli anziani che ha portato a miglioramenti duraturi nel mondo reale, come ricordare quando prendere i farmaci. 7

Il potenziale di tali benefici duraturi potrebbe aiutare gli anziani a mantenere le loro capacità mentali e l’indipendenza mentre invecchiano.

Non sono solo i cervelli che invecchiano a trarre beneficio dall’allenamento cognitivo. La ricerca suggerisce anche che i giochi di allenamento del cervello possono aiutare a migliorare le funzioni esecutive come la memoria di lavoro e la velocità di elaborazione anche negli adulti più giovani.8

Perché i risultati possono variare?

La domanda, quindi, è perché alcuni studi hanno sostenuto gli effetti positivi del training cognitivo mentre altri non hanno riscontrato tali effetti? Potrebbero esserci alcuni fattori all’opera.

  •  Non tutti i tipi di allenamento del cervello sono uguali: la natura ampia dell'”allenamento cognitivo” stesso significa che studi diversi potrebbero non considerare la stessa cosa. I tipi di allenamento del cervello utilizzati nella ricerca possono portare a effetti diversi sia negli ambienti di laboratorio che nel come (e se) tali abilità potrebbero essere successivamente trasferite nel mondo reale.
  • Il mental training può non essere efficace per tutti allo stesso modo : è anche importante notare che gran parte della ricerca non tiene conto delle differenze individuali. L’allenamento della memoria può essere utile per le persone che stanno sperimentando specifici deficit di memoria, ma le persone con abilità normali possono sperimentare effetti meno significativi.
  • Può avere effetti limitati : una revisione della ricerca ha suggerito che mentre l’allenamento del cervello può essere utile, può essere più efficace per compiti molto simili all’attività di allenamento. Sembra anche che questa formazione possa essere più vantaggiosa se eseguita per un lungo periodo di tempo.

Dovresti provare l’allenamento del cervello?

Se sei interessato a utilizzare l’allenamento cerebrale, ci sono alcune cose diverse che puoi fare. Gli esercizi di allenamento cognitivo spesso implicano cose come il rilevamento di schemi, l’utilizzo di un programma touch screen per aumentare la velocità di pensiero e la memorizzazione di elenchi. Tali attività possono essere spesso trovate online o utilizzando app mobili.

Tuttavia, ci sono alcune cose che dovresti ricordare prima di provare questi siti Web, giochi o app:

  • Molte aziende di formazione del cervello esagerano i vantaggi dei loro prodotti.
  • I ricercatori devono ancora scoprire quali elementi rendano efficaci gli interventi di allenamento del cervello.
  • La ricerca non ha inoltre determinato quali tipi di formazione o quale combinazione di formazione è necessaria per essere efficace per diverse condizioni o problemi.
  • I tipi di app e giochi disponibili per i consumatori di solito non sono stati testati scientificamente per dimostrarne la validità o l’efficacia.

Come migliorare le prestazioni del cervello

La realtà è che l’allenamento del cervello può funzionare o meno, ma impegnarsi in attività mentalmente stimolanti è sempre una buona cosa. Trovare modi per sfidare il tuo cervello può aiutarti a sentirti più acuto ora e a proteggere il tuo cervello mentre invecchi.

Se sei interessato a provare un allenamento mentale più generale progettato per migliorare la forma fisica generale del cervello, potresti concentrarti sul fare esercizi mentali da solo. Alcune attività per stimolare il cervello che potrebbero essere utili includono:

  • Fai matematica nella tua testa
  • Disegna una mappa a memoria
  • Impara una nuova lingua
  • Impara a suonare uno strumento
  • Memorizza gli elenchi e verifica il tuo richiamo
  • Gioca a Sudoku
  • Metti insieme un puzzle

Oltre a tale allenamento cognitivo, ci sono altre cose che puoi fare per prenderti cura del tuo cervello. Le attività che possono migliorare la salute del cervello includono l’esercizio regolare , l’essere socialmente attivi e la meditazione.

Allenamento mentale | Gli Specialisti

Se sei interessato all’allenamento mentale, probabilmente ti starai chiedendo se tu o qualche tuo familiare stiate andando incontro a qualche forma di decadimento cognitivo. A volte, tuttavia, anche un periodo di stress o difficoltà emotive potrebbero portare a cali di concentrazione e problemi di memoria, e non sempre la soluzione è dedicarsi a sessioni di allenamento mentale. Altre volte, invece, nel caso di persone anziane, l’allenamento cognitivo potrebbe essere molto utile per preservale alcune abilità.

Non è semplice capire di cosa abbiamo bisogno, è quindi utile, in presenza di dubbi, rivolgersi a professionisti competenti in materia.

contatta lo psicologo

contatta il neuropsicologo

contatta lo psichiatra

contatta il neurologo

Il verdetto finale

L’allenamento cognitivo può avere una serie di potenziali vantaggi, ma è anche importante comprenderne i limiti. Può affinare le tue abilità e aiutarti a conservare più informazioni, ma non dovresti aspettarti miglioramenti miracolosi.

Tali abilità possono o non possono tradursi nel mondo reale. Se non altro, questi giochi per il cervello possono essere un modo divertente e stimolante per mettere alla prova le tue capacità cognitive.

Piuttosto che concentrarti sull’allenamento per una specifica abilità mentale come la memoria di lavoro, potresti concentrarti su cose che promuovono la salute e la forma fisica del cervello a lungo termine. Questi includono rimanere fisicamente attivi, gestire lo stress, dormire molto e mantenere le connessioni sociali.

Fonti: VerywellMind,

  1. Yates LA, Ziser S, Spector A, Orrell M. Attività per il tempo libero cognitive e rischio futuro di deterioramento cognitivo e demenza: revisione sistematica e meta-analisi . Psicogeriatria internazionale . 2016;28(11):1791-1806. doi:10.1017/S1041610216001137
  2. Katz B, Shah P, Meyer DE. Come giocare a 20 domande con la natura e perdere: riflessioni su 100 anni di ricerca sull’allenamento del cervello . Proc Natl Acad Sci USA . 2018;115(40):9897-9904. doi:10.1073/pnas.1617102114
  3. Williams KN, Kemper S. Interventi per ridurre il declino cognitivo nell’invecchiamento . J Psychosoc Nurs Ment Health Serv . 2010;48(5):42-51. doi:10.3928/02793695-20100331-03
  4. Edwards JD, Xu H, Clark DO, Guey LT, Ross LA, Unverzagt FW. La velocità di elaborazione della formazione si traduce in un minor rischio di demenza . Alzheimer e demenza: ricerca traslazionale e interventi clinici . 2017;3(4):603-611. doi:10.1016/j.trci.2017.09.002
  5. Food & Drug Administration (FDA) statunitense. La FDA consente la commercializzazione della prima terapia digitale basata sul gioco per migliorare la funzione di attenzione nei bambini con ADHD . Pubblicato il 15 giugno 2020.
  6. Kollins SH, DeLoss DJ, Cañadas E, et al. Un nuovo intervento digitale per ridurre attivamente la gravità dell’ADHD pediatrico (Stars-adhd): uno studio controllato randomizzato . La Lancetta Digital Health . 2020;2(4):e168-e178. doi:10.1016/S2589-7500(20)30017-0
  7. Tennstedt SL, Unverzagt FW. Lo studio ACTIVE: panoramica dello studio e principali risultati . J Invecchiamento Salute . 2013; 25 (8 Suppl): 3S-20S. doi:10.1177/0898264313518133
  8. Nouchi R, Taki Y, Takeuchi H, et al. Il gioco di allenamento del cervello aumenta le funzioni esecutive, la memoria di lavoro e la velocità di elaborazione nei giovani adulti: uno studio controllato randomizzato . PLoS UNO . 2013;8(2):e55518. doi:10.1371/journal.pone.0055518
  9. Hampshire A, Sandrone S, Hellyer PJ. Un’indagine trasversale su larga scala sull’efficacia dell’allenamento cerebrale . Front Hum Neurosci . 2019;13:221. doi:10.3389/fnhum.2019.00221
  10. Commissione federale per il commercio (FTC). Lumosity pagherà 2 milioni di dollari per saldare le spese pubblicitarie ingannevoli della FTC per il suo programma “Brain Training” . Pubblicato il 5 gennaio 2016.
  11. Kable JW, Caulfield MK, Falcone M, et al. Nessun effetto del training cognitivo commerciale sull’attività cerebrale, sul comportamento di scelta o sulle prestazioni cognitive . J Neurosci . 2017;37(31):7390-7402. doi:10.1523/JNEUROSCI.2832-16.2017
  12. Istituto nazionale per l’invecchiamento. Salute cognitiva e anziani . Aggiornato il 1 ottobre 2020.