Cos’è l’autismo?

Il disturbo dello spettro autistico è una condizione correlata allo sviluppo del cervello che influisce sul modo in cui una persona percepisce e socializza con gli altri, causando problemi nell’interazione sociale e nella comunicazione. Il disturbo include anche modelli di comportamento limitati e ripetitivi. Il termine “spettro” nel disturbo dello spettro autistico si riferisce alla vasta gamma di sintomi e gravità.

Il disturbo dello spettro autistico include condizioni che in precedenza erano considerate separate: autismo, sindrome di Asperger, disturbo disintegrativo dell’infanzia e una forma non specificata di disturbo pervasivo dello sviluppo. Alcune persone usano ancora il termine “sindrome di Asperger”, che generalmente si pensa che sia all’estremità lieve del disturbo dello spettro autistico.

Il disturbo dello spettro autistico inizia nella prima infanzia e alla fine causa problemi di funzionamento nella società, ad esempio socialmente, a scuola e al lavoro. Spesso i bambini mostrano sintomi di autismo entro il primo anno. Un piccolo numero di bambini sembra svilupparsi normalmente nel primo anno, per poi passare attraverso un periodo di regressione tra i 18 ei 24 mesi di età quando sviluppano sintomi di autismo.

Anche se non esiste una cura per il disturbo dello spettro autistico, un trattamento intensivo e precoce può fare una grande differenza nella vita di molti bambini.

 

Sintomi

Alcuni bambini mostrano segni di disturbo dello spettro autistico nella prima infanzia, come ridotto contatto visivo, mancanza di risposta al loro nome o indifferenza verso i caregiver. Altri bambini possono svilupparsi normalmente per i primi mesi o anni di vita, ma poi improvvisamente diventano ritirati o aggressivi o perdono le abilità linguistiche che hanno già acquisito. I segni di solito si vedono all’età di 2 anni.

È probabile che ogni bambino con disturbo dello spettro autistico abbia un modello di comportamento e un livello di gravità unici, dal basso funzionamento al funzionamento elevato.

Alcuni bambini con disturbo dello spettro autistico hanno difficoltà di apprendimento e alcuni hanno segni di intelligenza inferiore al normale. Altri bambini con il disturbo hanno un’intelligenza da normale ad alta: imparano rapidamente, ma hanno difficoltà a comunicare e applicare ciò che sanno nella vita di tutti i giorni e ad adattarsi alle situazioni sociali.

A causa della combinazione unica di sintomi in ogni bambino, la gravità a volte può essere difficile da determinare. In genere si basa sul livello di menomazioni e sul modo in cui influiscono sulla capacità di funzionare.

Di seguito sono riportati alcuni segni comuni mostrati da persone che soffrono di disturbo dello spettro autistico.

Comunicazione e interazione sociale

Un bambino o un adulto con disturbo dello spettro autistico può avere problemi con l’interazione sociale e le capacità di comunicazione, incluso uno qualsiasi di questi segni:

  • Non risponde al suo nome o sembra non sentirti a volte
  • Resiste alle coccole e alle prese, e sembra preferire giocare da solo, ritirandosi nel proprio mondo
  • Ha uno scarso contatto visivo e manca di espressione facciale
  • Non parla o ha ritardato la pronuncia o perde la capacità precedente di pronunciare parole o frasi
  • Non è possibile avviare una conversazione o mantenerla oppure ne avvia una solo per effettuare richieste o etichettare elementi
  • Parla con un tono o ritmo anormale e può usare una voce cantilenante o un discorso simile a un robot
  • Ripete parole o frasi alla lettera, ma non capisce come usarle
  • Non sembra capire semplici domande o indicazioni
  • Non esprime emozioni o sentimenti e sembra inconsapevole dei sentimenti degli altri
  • Non punta né porta oggetti per condividere l’interesse
  • Affronta in modo inappropriato un’interazione sociale essendo passivo, aggressivo o distruttivo
  • Ha difficoltà a riconoscere segnali non verbali, come interpretare le espressioni facciali, le posture del corpo o il tono di voce di altre persone

Modelli di comportamento

Un bambino o un adulto con disturbo dello spettro autistico può avere modelli di comportamento, interessi o attività limitati e ripetitivi, incluso uno qualsiasi di questi segni:

  • Esegue movimenti ripetitivi, come oscillare, girare o sbattere le mani
  • Svolge attività che potrebbero causare autolesionismo, come mordere o sbattere la testa
  • Sviluppa routine o rituali specifici e viene disturbato al minimo cambiamento
  • Ha problemi di coordinazione o ha schemi di movimento strani, come goffaggine o camminare in punta di piedi, e ha un linguaggio del corpo strano, rigido o esagerato
  • È affascinato dai dettagli di un oggetto, come le ruote che girano di un’auto giocattolo, ma non comprende lo scopo o la funzione generale dell’oggetto
  • È insolitamente sensibile alla luce, al suono o al tatto, ma può essere indifferente al dolore o alla temperatura
  • Non si impegna in giochi imitativi o fittizi
  • Si fissa su un oggetto o un’attività con intensità o concentrazione anormali
  • Ha preferenze alimentari specifiche, come mangiare solo pochi alimenti o rifiutare cibi con una certa consistenza

Man mano che maturano, alcuni bambini con disturbo dello spettro autistico diventano più coinvolti con gli altri e mostrano meno disturbi nel comportamento. Alcuni, di solito quelli con i problemi meno gravi, alla fine possono condurre una vita normale o quasi normale. Altri, tuttavia, continuano ad avere difficoltà con le abilità linguistiche o sociali e l’adolescenza può portare a problemi comportamentali ed emotivi peggiori.

 

Quando vedere un dottore

I bambini si sviluppano al proprio ritmo e molti non seguono le tempistiche esatte che si trovano in alcuni libri sui genitori. Ma i bambini con disturbo dello spettro autistico di solito mostrano alcuni segni di sviluppo ritardato prima dei 2 anni.

Se sei preoccupato per lo sviluppo di tuo figlio o sospetti che tuo figlio possa avere un disturbo dello spettro autistico, discuti le tue preoccupazioni con il tuo medico. I sintomi associati al disturbo possono anche essere collegati ad altri disturbi dello sviluppo.

Segni di disturbo dello spettro autistico spesso compaiono all’inizio dello sviluppo quando ci sono evidenti ritardi nelle abilità linguistiche e nelle interazioni sociali. Il medico può raccomandare test di sviluppo per identificare se tuo figlio ha ritardi nelle abilità cognitive, linguistiche e sociali, se tuo figlio:

  • Non risponde con un sorriso o un’espressione felice entro 6 mesi
  • Non imita i suoni o le espressioni facciali entro 9 mesi
  • Non balbetta o tuba entro 12 mesi
  • Non fa gesti, come indicare o salutare, entro 14 mesi
  • Non dice singole parole entro 16 mesi
  • Non gioca a “finzione” o finge da 18 mesi
  • Non pronuncia frasi di due parole entro 24 mesi
  • Perde le abilità linguistiche o sociali a qualsiasi età

 

Cause

Il disturbo dello spettro autistico non ha una singola causa nota. Data la complessità del disturbo e il fatto che i sintomi e la gravità variano, le cause sono probabilmente molte. Sia la genetica che l’ambiente possono avere un ruolo.

  • Genetica. Diversi geni diversi sembrano essere coinvolti nel disturbo dello spettro autistico. Per alcuni bambini, il disturbo dello spettro autistico può essere associato a una malattia genetica, come la sindrome di Rett o la sindrome dell’X fragile. Per altri bambini, i cambiamenti genetici (mutazioni) possono aumentare il rischio di disturbo dello spettro autistico. Ancora altri geni possono influenzare lo sviluppo del cervello o il modo in cui le cellule cerebrali comunicano, oppure possono determinare la gravità dei sintomi. Alcune mutazioni genetiche sembrano essere ereditate, mentre altre si verificano spontaneamente.
  • Fattori ambientali. I ricercatori stanno attualmente esplorando se fattori come infezioni virali, farmaci o complicazioni durante la gravidanza o inquinanti atmosferici abbiano un ruolo nell’innescare il disturbo dello spettro autistico.

 

Nessun legame tra vaccini e disturbo dello spettro autistico

Una delle più grandi controversie nel disturbo dello spettro autistico si concentra sull’esistenza di un legame tra il disturbo ei vaccini per l’infanzia. Nonostante le ricerche approfondite, nessuno studio affidabile ha mostrato un legame tra il disturbo dello spettro autistico e qualsiasi vaccino. In effetti, lo studio originale che ha acceso il dibattito anni fa è stato ritirato a causa di una progettazione scadente e metodi di ricerca discutibili.

Evitare le vaccinazioni infantili può mettere tuo figlio e gli altri in pericolo di contrarre e diffondere malattie gravi, tra cui la pertosse (pertosse), il morbillo o la parotite.

 

Diagnosi

Il medico di tuo figlio cercherà segni di ritardi nello sviluppo durante controlli regolari. Se tuo figlio mostra sintomi di disturbo dello spettro autistico, probabilmente verrai indirizzato a uno specialista che tratta bambini con disturbo dello spettro autistico, come un neuropsichiatria infantile o uno psicologo infantile specializzato.

Poiché il disturbo dello spettro autistico varia ampiamente in termini di sintomi e gravità, fare una diagnosi può essere difficile. Non esiste un unico test medico specifico per determinare il disturbo. Ma uno specialista ha a sua disposizione una vasta gamma di strumenti, tra cui anche l’osservazione clinica.

 

Trattamento

Non esiste una cura per il disturbo dello spettro autistico e non esiste un trattamento valido per tutti. L’obiettivo del trattamento è massimizzare la capacità del bambino di funzionare riducendo i sintomi del disturbo dello spettro autistico e supportando lo sviluppo e l’apprendimento. Un intervento precoce durante gli anni prescolari può aiutare il tuo bambino ad apprendere abilità sociali, comunicative, funzionali e comportamentali critiche.

Tuttavia recentemente, sono state pubblicate numerosissime ricerche scientifiche a favore della terapia ABA Analisi Comportamentale Applicata). Vediamo di che si tratta.

 

Cos’è il metodo ABA?

L’analisi comportamentale applicata (ABA) è un tipo di terapia che può migliorare le capacità sociali, comunicative e di apprendimento attraverso il rinforzo positivo.

Molti esperti considerano l’ABA il trattamento standard per i bambini con disturbo dello spettro autistico (ASD) o altre condizioni di sviluppo.

 

Come funziona?

L’ABA prevede diverse fasi, consentendo un approccio su misura per le esigenze specifiche di tuo figlio.

 

Consultazione e valutazione

Innanzitutto, ti consigliamo di consultare un terapista addestrato in ABA. Questa consultazione è chiamata valutazione del comportamento funzionale (FBA). Il terapista chiederà quali sono i punti di forza e le capacità di tuo figlio, nonché le cose che lo sfidano.

Passeranno del tempo a interagire con tuo figlio per fare osservazioni sul suo comportamento, livello di comunicazione e abilità. Potrebbero anche visitare la tua casa e la scuola di tuo figlio per osservare il comportamento di tuo figlio durante le tipiche attività quotidiane.

Un trattamento ASD efficace sembra diverso per ogni bambino. A tal fine, i terapisti ABA dovrebbero menzionare interventi specifici che si adattano alle esigenze di tuo figlio. Potrebbero anche chiedere informazioni sull’integrazione di determinate strategie nella tua vita domestica.

 

Sviluppare un progetto terapeutico

Il terapista di tuo figlio utilizzerà le sue osservazioni dalla consultazione iniziale per creare un piano formale per la terapia. Questo piano dovrebbe essere in linea con le esigenze specifiche di tuo figlio e includere obiettivi di trattamento concreti.

Questi obiettivi generalmente riguardano la riduzione di comportamenti problematici o dannosi, come i capricci o l’autolesionismo, e l’aumento o il miglioramento della comunicazione e di altre abilità.

Il piano includerà anche strategie specifiche che i caregiver, gli insegnanti e il terapista possono utilizzare per raggiungere gli obiettivi del trattamento. Questo aiuta a mantenere tutti coloro che lavorano con tuo figlio sugli stessi obiettivi e le stesse modalità.

 

Formazione del caregiver

L’ABA si affida anche ai genitori e agli operatori sanitari per aiutare a rafforzare i comportamenti desiderati al di fuori della terapia.

Il terapista di tuo figlio insegnerà a te e agli insegnanti di tuo figlio le strategie che aiuteranno a rafforzare il lavoro che svolgono in terapia.

Imparerai anche come evitare in sicurezza tipi di rinforzo meno efficaci, come cedere agli scoppi d’ira.

 

Valutazione frequente

I terapisti ABA cercano di scoprire le cause di determinati comportamenti per aiutare tuo figlio a cambiarli o migliorarli. Nel corso della terapia, il terapista di tuo figlio può adattare il proprio approccio in base a come il bambino risponde a determinati interventi.

Finché tuo figlio continua il trattamento, il suo terapista continuerà a monitorare i suoi progressi e ad analizzare quali strategie stanno funzionando e dove tuo figlio può trarre vantaggio da diverse tattiche di trattamento.

 

Qual è l’obiettivo finale?

L’obiettivo del trattamento dipende in gran parte dalle esigenze individuali di tuo figlio.

Tuttavia, l’ABA spesso si traduce nei bambini:

  • mostrare più interesse per le persone che li circondano
  • comunicare con altre persone in modo più efficace
  • imparare a chiedere le cose che vogliono (un certo giocattolo o cibo, per esempio), in modo chiaro e specifico
  • restare più concentrati a scuola
  • ridurre o fermare i comportamenti autolesionistici
  • fare meno capricci o altri scoppi d’ira

 

Si può fare a casa?

La terapia può avvenire anche a casa tua. In effetti, alcuni bambini riescono meglio con l’ABA a casa perché si sentono più a loro agio nel loro ambiente abituale. Può anche rendere più facile per loro padroneggiare alcune abilità di vita, come vestirsi e usare il bagno.

Ma è meglio provare l’ABA a casa solo con l’aiuto di un terapista autorizzato, almeno all’inizio. Possono aiutarti a trovare un programma su misura per le esigenze di tuo figlio.

Inoltre, recente ricerca suggerisce che la terapia ABA fornita attraverso i servizi di telemedicina può essere un’alternativa conveniente all’ABA tradizionale. Tutto ciò di cui hai bisogno è un computer funzionante e una connessione Internet.

 

Disturbo dello spettro autistico: la storia di Celi

https://www.chop.edu/stories/autism-spectrum-disorder-celi-s-story

“Sapevo che qualcosa non andava”
“Celi non è mai stata tipica”, dice Megan Schmidt della prima infanzia di sua figlia a Orange County, in California. “Non ha stabilito molto contatto visivo. Non ha mai parlato. Non ha detto “mamma”, niente “.

C’erano anche altri segnali preoccupanti: “Andavamo alle lezioni di Mamma e Me, ed era ovviamente diversa dagli altri bambini”, dice Megan. “Non si sarebbe seduta in cerchio e non avrebbe seguito le indicazioni. Sapevo che qualcosa non andava. ”

A un controllo quando Celi aveva 2 anni, il suo pediatra disse a Megan che sospettava che Celi avesse un disturbo dello spettro autistico. “Sono salita in macchina e ho pianto a crepapelle”, dice Megan.

Nel giro di poco tempo, tuttavia, mamma e papà decidono di prendere la situazione in mano e, armati di tanto coraggio e pazienza, consultano i professionisti del Children’s Hospital of Philadelphia (CHOP), inserendo Celi nel programma di cura integrato per l’autismo. Il programma prevede 5 giorni a settimana di ABA.

I terapisti hanno lavorato a stretto contatto con Megan per aiutare Celi a sviluppare abilità come stare fermo, prestare attenzione ai compiti e seguire le istruzioni, ma il processo era noioso e il progresso era lento. “Facevamo esercitazioni per ore”, dice Megan. “È stato estenuante.”

Ma un giorno, quando Celi aveva 4 anni, accadde qualcosa di straordinario. Durante una delle loro sedute regolari, il terapista di Celi ha messo una tazza sul tavolo. Poi mise una seconda tazza sul tavolo e Celi disse “due”.

Era la sua prima parola.

Ed è stata la prima di molte scoperte.

Celi ha continuato a lavorare molto duramente nelle sue sessioni di terapia, costruendo lentamente il suo vocabolario e diventando più a suo agio nelle situazioni sociali. Lungo la strada, ha scoperto di avere un talento per la commedia (“Ama ridere – pensa di essere divertente!” Dice Megan) e per l’arte (le piace disegnare e realizzare figure di argilla 3D). Celi ha ancora alcune sfide – avere conversazioni avanti e indietro è particolarmente difficile per lei – ma sta prosperando in una scuola media tradizionale, dove riceve supporto da un assistente individuale. “È una ragazzina super felice”, dice Megan.

 

Gli Specialisti dell’Autismo

  • neuropsichiatra infantile
  • psicologo infantile
  • BCBA

 

Il Verdetto Finale

L’ABA ha aiutati molti bambini che vivono con un disturbo dello spettro autistico aiutandoli ad apprendere le capacità di sviluppo. Può aiutare a migliorare le capacità di comunicazione riducendo i comportamenti dannosi, incluso l’autolesionismo.

Estremamente importante è ricevere una diagnosi precoce per iniziare l’intervento comportamentale quanto prima: se noti particolari caratteristiche nel tuo bimbo che ti sembrano strane o che non riesci a spiegarti, ascolta il parere di un neuropsichiatra infantile!

 

Bibliografia

Sull’analisi del comportamento. (nd).
bacb.com/about-behavior-analysisIntegrare gli interventi ABA basati sul centro con l’assistenza domiciliare. (nd).
applybehavioranalysisedu.org/in-home-care
La polemica intorno all’ABA. (nd).
childmind.org/article/controversy-around-applied-behavior-analysis
Devita-Raeburn E. (2016). La controversia sulla terapia più comune dell’autismo.
spettronews.org/features/deep-dive/controversy-autisms-common-therapy
Helton MR, et al. (2018). Aiutare i genitori a comprendere l’analisi comportamentale applicata: creazione di una guida per i genitori in 10 passaggi. DOI:
10.1007 / s40617-018-00284-8
Herbert JD, et al. (2002). Analisi comportamentale applicata per l’autismo infantile: l’imperatore ha vestiti? DOI:
10.1037 / h0099958
Come sapere se stai diventando bravo ABA. (nd).
childmind.org/article/know-getting-good-aba
Leaf JB, et al. (2018). Un’introduzione all’analisi comportamentale applicata. DOI:
10.1007 / 978-3-319-71210-9_3
Lindgren S, et al. (2016). Telesalute e autismo: trattare comportamenti difficili a un costo inferiore. DOI:
10.1542 / ped.2015-2851O
Pratt C, et al. (2014). Cosa considerare quando si cerca un fornitore ABA qualificato.
iidc.indiana.edu/pages/what-to-consider-when-looking-for-a-qualified-aba-provider
Il processo di analisi comportamentale applicata. (nd).
applybehavioranalysisedu.org/the-applied-behavior-analysis-process
Quest K. (2016). Utilizzare l’addestramento alla comunicazione funzionale per ridurre il comportamento autolesionistico.
iidc.indiana.edu/pages/using-functional-communication-training-to-reduce-self-injurious-behavior
Roane HS, et al. (2016). Analisi comportamentale applicata come trattamento per il disturbo dello spettro autistico. DOI:
10.1016 / j.jpeds.2016.04.023
Mandati di assicurazione statale per il disturbo dello spettro autistico. (nd).
asha.org/Advocacy/state/States-Specific-Autism-Mandates
Trattamento per il disturbo dello spettro autistico. (2018).
cdc.gov/ncbddd/autism/treatment.html
Cos’è l’analisi comportamentale applicata? (nd).
childmind.org/article/what-is-applied-behavior-analysis
Cos’è l’analisi comportamentale applicata? (nd).
applybehavioranalysisedu.org/what-is-aba
Dove posso trovare servizi ABA gratuiti per il mio bambino autistico? (nd).
applybehavioranalysisedu.org/where-can-i-find-free-aba-services-for-my-autistic-child