Che cos’è la coulrofobia?

La coulrofobia è la paura dei pagliacci. È un tipo di fobia specifica, che comporta la paura di una situazione o di un oggetto specifici. È importante notare che mentre molte persone provano disagio con i pagliacci, quei sentimenti non rappresentano necessariamente una vera fobia.

I clown risalgono al giullare o allo sciocco dei tempi antichi. Col passare del tempo, il giullare si trasformò nell’imbroglione, una figura più sinistra con intenzioni tutt’altro che onorevoli.

Negli anni ’80, la fobia dei clown aveva raggiunto l’apice. Le voci di abusi rituali sui bambini erano dilaganti e i pagliacci figuravano pesantemente in molte delle storie. Racconti di molestie da parte di clown hanno iniziato a dilagare. Persino le leggende metropolitane hanno iniziato a concentrarsi su clown assassini in agguato per babysitter sfortunate.

L’autore horror Stephen King ha attinto alla coscienza nazionale americana con l’opera di finzione clown killer definitiva, It .

Sintomi

Le persone che soffrono di coulrofobia sperimentano sintomi di estrema paura e ansia in risposta ai pagliacci. Ciò può includere l’incontro con clown in situazioni di vita reale, ma può anche comportare la visione di clown raffigurati su film o su carta stampata. Alcuni sintomi che le persone potrebbero provare includono:

  •  Ansia
  • Pianto
  • Respirazione difficoltosa
  • Bocca asciutta
  • Sensazioni di morte imminente
  • Nausea
  • Panico
  • Battito cardiaco accelerato
  • tremante
  • Sudorazione
  • Tremito

In alcuni casi, le persone possono sperimentare attacchi di panico in risposta alla vista di un pagliaccio. Gli attacchi di panico sono caratterizzati da un improvviso senso di paura e terrore e sono accompagnati da altri sintomi che possono includere dolore toracico, brividi, derealizzazione , paura di morire, vertigini e intorpidimento.

Diagnosi

La coulrofobia non è riconosciuta come una condizione distinta nel ” Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali, quinta edizione ” (DSM-5). Invece, le persone possono essere diagnosticate con una fobia specifica se i loro sintomi soddisfino determinati criteri diagnostici , tra cui:

  •  Paura eccessiva e irragionevole in risposta all’oggetto paura
  • Una risposta immediata all’ansia sproporzionata rispetto al pericolo reale
  • Estrema angoscia o evitamento della fonte della paura
  • Effetti che limitano la vita su aree della vita di una persona, compresa la vita quotidiana, la scuola, il lavoro e le relazioni

I sintomi devono essere presenti da almeno sei mesi e non devono essere dovuti a un’altra condizione di salute mentale.

Cause

Perché le persone potrebbero non amare o temere i pagliacci? Come altri tipi di fobie specifiche, ci sono alcuni fattori diversi che possono svolgere un ruolo.

  • Storia familiare: alcune ricerche suggeriscono che avere un parente stretto con una fobia o un altro tipo di disturbo d’ansia può rendere le persone più suscettibili allo sviluppo di una fobia.  Ciò suggerisce che le fobie possono avere una componente genetica o possono essere influenzate da membri della famiglia che modellano comportamenti paurosi.
  • Esperienze negative: anche le esperienze personali negative con i clown in giovane età possono contribuire allo sviluppo di questa fobia.
  • Rappresentazioni mediatiche dei clown: un’altra teoria è che i mass media abbiano creato un clamore intorno ai clown malvagi in modo tale che anche i bambini che non sono personalmente esposti ai clown sono addestrati a non amarli o a temerli. Uno studio ha scoperto che le rappresentazioni di spaventosi personaggi clown hanno avuto un ruolo nell’aumento della paura e della fobia dei clown. 1

Impatto

La coulrofobia può potenzialmente interferire con la tua capacità di funzionare normalmente in diverse aree della tua vita. Potrebbe farti evitare situazioni o impostazioni specifiche in modo da non incontrare la fonte della tua paura.

La paura dei clown può essere un problema nel caso del clown medico, che viene spesso praticato in ambito pediatrico per alleviare l’ansia dei bambini. Uno studio negli Stati Uniti ha rilevato una prevalenza dell’1,2% della paura dei pagliacci nei pazienti pediatrici, con oltre l’85% dei quali erano ragazze. 1 Provavano paura anche solo al pensiero della visita di un clown.

La BBC News Magazine ha riferito che un sondaggio condotto negli ospedali britannici dall’Università di Sheffield che ha rilevato che tutti i 250 bambini (dai 4 ai 16 anni) intervistati esprimevano paura o antipatia per i pagliacci.  Tuttavia, altri studi trovano un ruolo molto positivo nei clown ospedalieri. 2

Trattamento

Fortunatamente, è possibile per i professionisti della salute mentale trattare la fobia del clown , come qualsiasi altra fobia, senza conoscere le ragioni precise del suo sviluppo. 1

Come altre fobie, la coulrofobia sarà spesso trattata con la psicoterapia. In alcuni casi, possono essere prescritti farmaci per aiutare a gestire alcuni dei sintomi associati alla condizione.

 Psicoterapia

Un tipo di psicoterapia noto come terapia dell’esposizione è solitamente il trattamento preferito per le fobie. Questo approccio comporta l’esposizione graduale di qualcuno alla fonte della sua paura mentre si trova in un ambiente sicuro. Le persone possono praticare tecniche di rilassamento durante questa esposizione per aiutarle a sentirsi meno timorose.

La terapia cognitivo-comportamentale (CBT) è un altro approccio che può essere utile. La CBT si concentra sull’aiutare le persone a identificare e modificare i pensieri negativi che contribuiscono ai loro sentimenti di paura.

  • Contatta lo psicoterapeuta

 Farmaci

A volte possono essere prescritti anche antidepressivi e farmaci anti-ansia per aiutare le persone a far fronte ai sintomi che stanno vivendo. Tali farmaci potrebbero anche essere usati per trattare condizioni concomitanti.

  • Contatta lo psichiatra

Gestire la paura dei clown

Anche trovare modi per affrontare i tuoi sentimenti di ansia nei confronti dei pagliacci può essere utile. Alcune strategie di coping che potresti trovare utili includono:

  • Tecniche di rilassamento: ci sono una serie di utili strategie di rilassamento che possono aiutarti a calmare la risposta del tuo corpo alla paura. La respirazione profonda è una tecnica che può essere particolarmente utile per calmare l’ansia.
  • Pratica la consapevolezza: questa tecnica comporta la focalizzazione della mente sul momento presente piuttosto che sul passato o sul futuro. Può permetterti di trovare modi per centrarti nel momento e sentirti più in sintonia con le reazioni del tuo corpo.
  • Tieni un diario: la scrittura espressiva può essere una strategia utile quando si ha a che fare con sentimenti di ansia. Considera di trascorrere alcuni momenti ogni giorno concentrandoti su un pensiero positivo o scrivendo dei sentimenti di gratitudine.

Il verdetto finale

La paura dei pagliacci non è rara. In un sondaggio del 2016, il 7,8% degli intervistati adulti ha dichiarato di aver paura dei pagliacci.

Sebbene molte persone riferiscano di provare antipatia o senso di disagio nei confronti dei pagliacci, ciò non significa che abbiano necessariamente la coulrofobia. Se i tuoi sintomi causano disagio significativo e interferiscono con aspetti della tua vita quotidiana, è importante parlare con il medico.

I trattamenti per fobie specifiche come la coulrofobia sono abbastanza efficaci.

Prima cerchi aiuto, prima puoi iniziare a trovare sollievo dai tuoi sentimenti di paura e ansia.

Fonti: VeryWellMind

  1. Ragni, pagliacci e grandi talpe di Thompson A .: oltre 150 fobie che ti faranno impazzire, dall’aracnofobia alla zemmifobia . Ulisse Press . 2019.
  2. Re S. It . Scribner . 2016.
  3. Associazione Psichiatrica Americana. Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali . 5a ed. Associazione Psichiatrica Americana; 2013.
  4. Van houtem CM, Laine ML, Boomsma DI, Ligthart L, Van wijk AJ, De jongh A.  Una revisione e una meta-analisi dell’ereditarietà di specifici sottotipi di fobia e paure corrispondenti . J Disturbo d’ansia . 2013;27(4):379-88. doi:10.1016/j.janxdis.2013.04.007
  5. Loken EK, Hettema JM, Aggen SH, Kendler KS. La struttura dei fattori di rischio genetici e ambientali per paure e fobie . Psicologo Med . 2014;44(11):2375-2384. doi:10.1017/S0033291713003012
  6. Meiri N, Schnapp Z, Ankri A, et al. Paura dei clown nei bambini ricoverati: esperienza prospettica . Eur J Pediatr . 2017;176(2):269-272. doi:10.1007/s00431-016-2826-3
  7. Rohrer F. I clown fanno paura? Rivista di notizie della BBC . Pubblicato il 16 gennaio 2008.
  8. Finlay F, Baverstock A, Lenton S. Clownerie terapeutiche nella pratica pediatrica . Psicologia clinica e psichiatria infantile . 2013;19(4):596-605. doi:10.1177/1359104513492746
  9. van Venrooij LT, Barnhoorn PC. Clownerie ospedaliere: il punto di vista di un pediatra . Eur J Pediatr . 2017;176(2):191-197. doi:10.1007/s00431-016-2821-8
  10. Fobia . Facoltà di Medicina di Harvard. Dicembre 2018.
  11. Zaccaro A, Piarulli A, Laurino M, et al. Come il controllo del respiro può cambiarti la vita: una revisione sistematica sui correlati psicofisiologici della respirazione lenta . Front Hum Neurosci . 2018;12:353. doi:10.3389/fnhum.2018.00353
  12. Niles AN, Haltom KE, Mulvenna CM, Lieberman MD, Stanton AL. Prova controllata randomizzata di scrittura espressiva per la salute psicologica e fisica: il ruolo moderatore dell’espressività emotiva . Affrontare lo stress da ansia . 2014;27(1):1-17. doi:10.1080/10615806.2013.802308
  13. Chapman University. Le principali paure americane 2016 . Pubblicato l’11 ottobre 2016.
  14. Thng CEW, Lim-Ashworth NSJ, Poh BZQ, Lim CG. Recenti sviluppi nell’intervento della fobia specifica tra gli adulti: una rapida rassegna . F1000Res . 2020;9: Facoltà F1000 Rev-195. doi:10.12688/f1000research.20082.1