Sebbene la paura del buio possa far parte del normale sviluppo dei bambini piccoli, non è così per i bambini più grandi e gli adulti. La nictofobia o acluofobia è una paura dell’oscurità inappropriata all’età che può portare la persona a limitare le proprie attività, evitare determinate situazioni e provare ansia in previsione della mancanza di luce.

Quando la preoccupazione passa dall’essere un meccanismo protettivo innato all’interruzione della vita quotidiana, si parla di una fobia.

Paura del Buio: Cause

La nictofobia, nota anche come acluofobia, può essere di natura evolutiva, poiché molti predatori cacciano di notte. La paura potrebbe non essere correlata all’oscurità stessa, ma a pericoli sconosciuti nascosti nell’oscurità (motivo per cui i film horror e di suspense spesso usano l’oscurità come un modo per spaventare gli spettatori).

Anche la mancanza di sicurezza e fiducia può avere un ruolo in questo, soprattutto se tendi ad avere paura del buio più spesso mentre sei da solo .

Alcuni scrittori psicoanalitici ritengono che la paura del buio possa essere correlata all’ansia da separazione da una figura di attaccamento primaria , un fenomeno che è ulteriormente dettagliato in un’analisi del 2014 sull’attaccamento e l’eccitazione della paura pubblicata sulla rivista Psychoanalytic Dialogues

Sintomi e diagnosi

I sintomi della nictofobia variano da persona a persona e in base alla gravità di un caso particolare. In generale, i sintomi della nictofobia includono:

  • Diventare nervoso in qualsiasi ambiente buio
  • Essere riluttanti ad uscire la sera
  • Sperimentare sintomi fisiologici, tra cui un aumento della frequenza cardiaca, sudorazione, tremori visibili e persino sentirsi male quando si è costretti a trascorrere del tempo al buio
  • Hai bisogno di dormire con una luce notturna

I sintomi dei casi più gravi di nictofobia includono:

  • Tentativo di scappare da stanze buie
  • Arrabbiarsi o mettersi sulla difensiva se qualcuno cerca di incoraggiarti a trascorrere del tempo al buio
  • Stare compulsivamente in casa di notte

La nictofobia ha alcuni criteri diagnostici comuni a tutte le fobie, che le distinguono dalle semplici paure.

Paura del Buio e disturbi del sonno

La nictofobia può essere associata a un disturbo del sonno, come l’insonnia . Un piccolo studio sugli studenti universitari con insonnia ha scoperto che quasi la metà degli studenti aveva paura del buio. I ricercatori hanno misurato le risposte degli studenti ai rumori sia nella luce che nell’oscurità. Coloro che avevano più problemi a dormire erano più facilmente spaventati dal rumore nell’oscurità. Non solo, ma i buoni dormienti si sono abituati ai rumori con il tempo. Gli studenti con l’insonnia diventavano sempre più ansiosi e anticipatori.

Trattamento per la nictofobia

L’ obiettivo della terapia  è sfidare le credenze paurose sull’oscurità e ridurre la gravità dei sintomi che si sperimentano a causa di quella paura.

Il tasso di successo del trattamento per fobie specifiche come la nictofobia è di circa il 90%. 4 Molte tecniche per il trattamento della nictofobia sono tratte dalla scuola di terapia cognitivo-comportamentale.

Il piano di trattamento che il tuo terapeuta suggerisce per te o per tuo figlio può includere:

  • Esposizione al buio in piccole dosi incrementali e non minacciose in un processo chiamato desensibilizzazione (questo dovrebbe essere fatto solo sotto supervisione professionale)
  • Terapia della conversazione individuale
  • Imparare tecniche di rilassamento, come la respirazione profonda

Desensibilizzazione

Questo trattamento espone ripetutamente le persone alle loro paure fino a quando la cosa che temono, come essere al buio, non innesca più sentimenti di ansia o panico.

Ci sono un paio di modi per essere esposti alle paure, inclusa la visualizzazione della paura e l’esperienza della paura nella vita reale. Molti piani di trattamento fondono questi due approcci. Alcuni piani di trattamento basati sull’esposizione hanno funzionato per le persone in appena una lunga sessione.

Terapia cognitiva

Questo tipo di terapia aiuta le persone a identificare i propri sentimenti di ansia e a sostituirli con pensieri più positivi o realistici.

Con la nictofobia, a una persona possono essere presentate informazioni per dimostrare che essere al buio non porta necessariamente a conseguenze negative. Questo tipo di trattamento di solito non viene utilizzato da solo per trattare le fobie.

Rilassamento

Il trattamento di rilassamento include cose come la respirazione profonda e l’esercizio. Può aiutare le persone a gestire lo stress e i sintomi fisici legati alle loro fobie.

Farmaco

I farmaci non sono sempre un trattamento appropriato per le persone con fobie specifiche. A differenza dei farmaci per altri disturbi d’ansia , ci sono poche ricerche sul trattamento di fobie specifiche con i farmaci.

Rivolgiti ad uno Specialista

  • psicologo/psicoterapeuta
  • psichiatra

In Conclusione: Paura Normale del Buio o Fobia?

Avere un po’ di paura del buio non significa necessariamente avere una fobia. Tuttavia, quando la paura inizia a interferire con la tua vita quotidiana, può essere considerata paura irrazionale. Se sospetti che tuo o tuo figlio abbia la nictofobia, ci sono molte risorse in cui potresti trovare aiuto. Contattare il proprio medico o uno psicologo è un buon primo passo per ottenere un trattamento.