Cos’è la Tocofobia?

La tocofobia è la paura della gravidanza e del parto. Le donne che hanno questa fobia hanno una paura patologica di partorire e spesso evitano di rimanere incinta o di partorire del tutto.

Questa paura può portare le donne a evitare una gravidanza, anche se desiderano avere figli o ad optare per un taglio cesareo per evitare il parto vaginale. La tocofobia può verificarsi in donne che non hanno mai dato alla luce un bambino, ma può colpire anche donne che hanno avuto precedenti esperienze traumatiche di nascita.

Tocofobia | Panoramica

La gravidanza e il parto sono eventi importanti nella vita di molte donne. Sebbene possa essere un momento di grande gioia, può anche essere fonte di stress e ansia . Le donne spesso si preoccupano del normale dolore del parto e della possibilità che qualcosa vada storto. Queste sono tutte preoccupazioni normali che quasi tutte le donne incinte sperimentano in una certa misura.

Le normali ansie che accompagnano la nascita di un bambino vengono spesso affrontate utilizzando l’assistenza medica, l’istruzione, il supporto sociale e le strategie di auto-aiuto . A volte, tuttavia, questa paura può diventare patologica e così grave che le donne eviteranno di rimanere incinta o di partorire del tutto.

Sintomi

La tocofobia è un tipo di fobia specifica, che è un disturbo d’ansia in cui le persone provano una quantità irrazionale e irragionevole di paura per un oggetto o una situazione specifici.

I sintomi della tocofobia possono includere disturbi del sonno, attacchi di panico, incubi e comportamenti di evitamento .

Altri sintomi possono includere:

  • Ansia e depressione
  • Estrema paura di difetti alla nascita, natimortalità o morte materna
  • Sentimenti di terrore al pensiero della gravidanza e del parto
  • Insistenza su un taglio cesareo

Le donne a volte possono evitare qualsiasi attività sessuale per paura di un’eventuale gravidanza. Coloro che rimangono incinte possono avere maggiori probabilità di richiedere un cesareo elettivo, provare un trauma maggiore intorno alla nascita e possono persino avere difficoltà a legare con il bambino.

Anche gli uomini possono sperimentare la tocofobia. I ricercatori hanno scoperto che gli uomini con tocofobia hanno spesso una forte paura riguardo alla salute e alla sicurezza del loro partner e del loro bambino.
Questa paura tende a concentrarsi sulle preoccupazioni per il travaglio e il parto, i trattamenti medici, il processo decisionale, le finanze e le capacità dei genitori.

 Cause

I ricercatori hanno suggerito una serie di spiegazioni per spiegare lo sviluppo della tocofobia. Alcuni di questi includono l’ascolto di racconti traumatizzanti di esperienze di parto da parte di altre donne, la paura di una gestione del dolore inadeguata e condizioni psichiatriche preesistenti come ansia e depressione .

Esistono due diversi tipi di tocofobia:

  • La tocofobia primaria si  verifica nelle donne che non hanno mai avuto un parto. Può iniziare durante l’adolescenza, anche se può verificarsi anche dopo che una donna è rimasta incinta. Può anche essere visto in ragazze e donne che sono state aggredite sessualmente o violentate. Gli esami medici durante la gravidanza e il parto possono anche innescare flashback del trauma originale.
  • La tocofobia secondaria si  verifica nelle donne che hanno precedentemente sperimentato la gravidanza e il parto. Spesso è il risultato di travaglio e parto traumatici. Tuttavia, può verificarsi anche in donne che hanno avuto nascite normali e non traumatiche, nonché in donne che hanno subito aborto spontaneo, nati morti, interruzione della gravidanza o trattamenti di fertilità falliti.

Alcuni fattori che possono contribuire al suo sviluppo della tocofobia possono includere:

  • Paura per la vita del bambino e/o mancanza di fiducia nei medici
  • La paura di complicazioni legate alla nascita
  • Paura del dolore
  • Paura dell’ignoto, perdita di controllo e privacy
  • Avere una storia di ansia, depressione, o abuso sessuale infantile
  • Ascoltare storie di nascita traumatiche da amici o sui social media
  • Cambiamenti ormonali che rendono più difficile gestire l’ansia
  • Fattori psicosociali come rimanere incinta in giovane età, essere impoveriti o mancanza di supporto sociale
  • Incertezza sul processo del travaglio e del parto

Trattamenti

È importante che le donne con tocofobia ricevano un trattamento per garantire che sia la madre che il bambino siano sani. Ciò può includere ricevere supporto dall’ostetrico della donna in coordinamento con uno psicologo o uno psichiatra.

Un professionista della salute mentale può aiutare ad affrontare alcuni dei motivi alla base per cui il disturbo potrebbe essersi sviluppato in primo luogo, comprese le condizioni di depressione o ansia preesistenti.

Gli operatori sanitari materni possono offrire rassicurazione, istruzione e assistenza sanitaria adeguata in modo che le donne sentano che le loro paure che circondano il processo di nascita e adeguatamente affrontate.

Sostegno sociale

Trovare fonti di sostegno sociale è importante. Per molte donne, il semplice fatto di sapere che ci sono persone che sono lì per aiutarle può essere confortante. Tale supporto può rafforzare il senso di autoefficacia delle donne e persino ridurre il numero di cesarei elettivi.

Un supporto efficace può avvenire individualmente o attraverso gruppi di supporto. Tale supporto è spesso fornito da persone che le donne già conoscono, come familiari o amici, ma può anche provenire da ostetriche o psicologhe.

 Psicoterapia

Anche la psicoterapia può essere efficace nel trattamento della tocofobia. 1

La CBT può essere una buona scelta grazie alla sua durata a breve termine e al focus su sintomi specifici.

Uno studio ha esaminato l’efficacia dei trattamenti di terapia cognitivo comportamentale basati su Internet rispetto alle cure standard. 2 Mentre i ricercatori hanno scoperto che entrambi gli approcci hanno portato a riduzioni nella paura, quelli nel gruppo CBT ha mostrato una riduzione maggiore dei sintomi ad un anno dopo il parto.

Tuttavia, solo un piccolo numero di donne ha completato i moduli di trattamento CBT, che secondo i ricercatori indicavano una scarsa fattibilità e accettazione di questo approccio terapeutico.

 Farmaci

I farmaci possono anche essere usati da soli o in combinazione con altri approcci terapeutici per trattare la depressione sottostante, l’ansia o altri disturbi psichiatrici.

Il trattamento per la tocofobia adotta un approccio multidisciplinare, che incorpora sia il supporto psicologico che ostetrico.

Gestire la paura del parto

Se ritieni che una significativa paura del parto e della gravidanza possa influenzare la tua vita, ci sono dei passaggi che puoi intraprendere per ottenere l’aiuto di cui hai bisogno.

 Parla delle tue emozioni

Un po’ di ansia è normale e il medico o l’ostetrica potrebbero essere in grado di fornire rassicurazioni e ulteriore assistenza. Anche parlare con amici fidati o persone care può aiutare. Sapere che ci sono persone che capiscono le tue paure e sono lì per offrire supporto può aiutare a ridurre l’ansia.

 Fai un piano

Parla con il tuo medico dei tuoi desideri e delle tue esigenze, comprese le opzioni per la gestione del dolore e il parto. Avere un piano e scegliere il metodo di consegna può aiutarti a sentirti più autorizzato e in controllo.

 Evita le “storie dell’orrore” sul parto

Ascoltare storie del genere può esacerbare la tua tocofobia. Invece, cerca buone informazioni mediche e concentrati su esperienze positive con il parto. Se le persone cercano di condividere storie che non vuoi sentire, è perfettamente accettabile chiedere loro di smettere.

 Segui un corso di supporto prenatale

Imparare cosa succede durante il parto e cosa puoi fare per gestire il dolore del travaglio può aiutarti a sentirti più capace mentre ti avvicini al parto.

 Parla con un professionista della salute mentale

Se la tua paura sta interferendo con la tua vita, chiedi al tuo medico di indirizzarti a uno psichiatra, uno psicologo, un consulente o un altro fornitore di salute mentale che può offrire ulteriori consigli e assistenza.

  • Contatta lo psicologo specializzato
  • Contatta lo psichiatra
  • Contatta lo psicoterapeuta

Il verdetto finale

Sebbene la tocofobia sia rara, può avere un forte impatto sulla vita e sul funzionamento di una donna. Le persone che hanno questa grave paura del parto possono evitare di rimanere incinta anche se vogliono avere un figlio.

Un supporto e un trattamento adeguati possono affrontare le paure che le donne possono avere riguardo alla gravidanza e al parto, rendendo possibile la gestione dei sintomi e una gravidanza sana e un’esperienza di nascita positiva. Assicurati di parlare con il tuo medico se temi di avere sintomi di tocofobia.

Fonti: WeryWellMind,

  1. Bhatia MS, Jhanjee A. Tokofobia: paura della gravidanza . Ind Psichiatria J . 2012;21(2):158–159. doi:10.4103/0972-6748.119649
  2. Poggi, L, Goutaudier, N, Sejourne, N, & Chabrol, H. Quando la paura del parto è patologica: il continuum della paura . Matern Child Health J. 2018; 22(5): 772-778. doi:10.1007/s10995-018-2447-8
  3. Rondung, E, et al. Confrontando la terapia cognitivo comportamentale basata su Internet con le cure standard per le donne con paura della nascita: studio randomizzato controllato . JMIR Salute Mentale . 2018;10(5): e10420. doi:10.2196/10420/10
  4. Bhatia MS, Jhanjee A. Tokofobia: paura della gravidanza . Ind Psichiatria J . 2012;21(2):158–159. doi:10.4103/0972-6748.119649
  5. Bhatia MS, Jhanjee A. Tokofobia: paura della gravidanza. Ind Psychiatry J. 2012;21(2):158-9. doi:10.4103/0972-6748.119649
  6. Hantsoo L, Epperson CN. Disturbi d’ansia tra le donne: un approccio alla durata della vita femminile . Focus (Am Psychiatr Publ) . 2017;15(2):162–172. doi:10.1176/appi.focus.20160042
  7. O’Connell MA, Leahy-warren P, Khashan AS, Kenny LC, O’neill SM. Prevalenza mondiale della tocofobia nelle donne in gravidanza: revisione sistematica e meta-analisi . Acta Obstet Gynecol Scand . 2017;96(8):907-920. doi:10.1111/aogs.13138
  8. Hildingsson I, Haines H, Karlström A, Nystedt A. Presenza e processo di paura della nascita durante la gravidanza: risultati di uno studio di coorte longitudinale . Nascita delle donne. 2017;30(5):e242-e247. doi:10.1016/j.wombi.2017.02.003
  9. Sindaco S. Sessanta secondi sulla tocofobia . BMJ . 2018;362:k3933. doi:10.1136/bmj.k3933
  10. Furuta M, Horsch A, Ng ESW, Bick D, Spagna D, Sin J. Efficacia delle terapie psicologiche incentrate sul trauma per il trattamento dei sintomi del disturbo da stress post-traumatico nelle donne dopo il parto: una revisione sistematica e una meta-analisi . Psichiatria Frontale . 2018;9:591. doi:10.3389/fpsyt.2018.00591
  11. Hildingsson, I, Nilsson, C, Karlstrom, A e Lundgren, I. Un’indagine longitudinale sulla paura legata al parto e sui fattori associati . J Obstet Gynecol Infermieri neonatali . 2011; 40(5): 532-543. doi:10.1111/j.1552-6909.2011.01274.x
  12. Rondung, E, et al. Confrontando la terapia cognitivo comportamentale basata su Internet con le cure standard per le donne con paura della nascita: studio randomizzato controllato . JMIR Salute Mentale . 2018;10(5): e10420. doi:10.2196/10420