Cos’è la piromania?

Quando un interesse o un’attrazione per il fuoco cambia da sano a malsano, le persone possono immediatamente dire che si tratta di “piromania”.

Ma ci sono molte percezioni errate e incomprensioni che circondano la piromania. Uno dei più grandi è che un piromane o chiunque appiccichi un fuoco è considerato un “piromane”. La ricerca non lo supporta.

La piromania è spesso usata in modo intercambiabile con i termini incendio doloso o incendio, ma questi sono diversi.

La piromania è una condizione psichiatrica. L’incendio doloso è un atto criminale. L’accensione è un comportamento che può o meno essere collegato a una condizione.

La piromania è molto rara e incredibilmente poco studiata, quindi è difficile determinarne l’effettiva presenza. Alcune ricerche affermano che solo tra il 3 e il 6% delle persone negli ospedali psichiatrici ospedalieri soddisfa i criteri diagnostici.

Cosa dice l’American Psychiatric Association sulla piromania

La piromania è definita nel Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali (DSM-5) come un disturbo del controllo degli impulsi. I disturbi del controllo degli impulsi si verificano quando una persona non è in grado di resistere a un impulso o impulso distruttivo.

Altri tipi di disturbi del controllo degli impulsi includono il gioco d’azzardo patologico e la cleptomania .

Per ricevere una diagnosi di piromania, i criteri del DSM-5 affermano che qualcuno deve:

  • appiccare intenzionalmente fuochi in più di un’occasione
  • sperimentare la tensione prima di appiccare il fuoco e un rilascio dopo
  • hanno un’attrazione intensa per il fuoco e il suo armamentario
  • trarre piacere dall’accendere o vedere i fuochi
  • hanno sintomi che non sono meglio spiegati da un altro disturbo mentale, come: disturbo della condotta, episodio, maniacale, disturbo antisociale di personalità

Una persona con piromania può ricevere una diagnosi solo se non appiccano fuochi:

  • per un tipo di guadagno, come il denaro
  • per ragioni ideologiche
  • per esprimere rabbia o vendetta
  • per coprire un altro atto criminale
  • per migliorare la propria situazione (ad esempio, ottenere i soldi dell’assicurazione per comprare una casa migliore)
  • in risposta a deliri o allucinazioni
  • a causa di un giudizio alterato, come l’essere intossicati

Il DSM-5 ha criteri molto rigidi sulla piromania. Raramente viene diagnosticato.

Piromania o incendio doloso?

Mentre la piromania è una condizione psichiatrica che si occupa del controllo degli impulsi, l’incendio doloso è un atto criminale. Di solito è fatto in modo malizioso e con intenti criminali.

La piromania e l’incendio doloso sono entrambi intenzionali, ma la piromania è strettamente patologica o compulsiva. Incendio doloso potrebbe non esserlo.

Sebbene un piromane possa avere la piromania, la maggior parte degli incendiari non ce l’ha. Possono, tuttavia, avere altre condizioni di salute mentale diagnosticabile o essere socialmente isolati.

Allo stesso tempo, una persona con piromania non può commettere un atto di incendio doloso. Sebbene possano spesso accendere incendi, possono farlo in un modo che non è criminale.

Sintomi del disturbo da piromania

Qualcuno che ha la piromania accende gli incendi con una frequenza ogni 6 settimane circa .

I sintomi possono iniziare durante la pubertà e durare fino all’età adulta.

Altri sintomi includono:

  • un bisogno incontrollabile di appiccare fuochi
  • fascino e attrazione per gli incendi e il suo armamentario
  • piacere, impeto o sollievo quando si accendono o si vedono fuochi
  • tensione o eccitazione intorno all’accensione del fuoco

Alcune ricerche dicono che mentre una persona con piromania otterrà un rilascio emotivo dopo aver appiccato un fuoco, potrebbe anche provare sensi di colpa o angoscia in seguito, specialmente se stavano combattendo l’impulso il più a lungo possibile.

Qualcuno può anche essere un avido osservatore degli incendi che fa di tutto per cercarli, fino al punto di diventare un vigile del fuoco.

Ricorda che l’accensione del fuoco di per sé non indica immediatamente piromania. Può essere associato ad altre condizioni di salute mentale, come:

  • altri disturbi del controllo degli impulsi, come il gioco d’azzardo patologico
  • disturbi dell’umore, come il disturbo bipolare o la depressione
  • disturbi della condotta
  • disturbi da uso di sostanze

Cause di piromania

La causa esatta della piromania non è ancora nota. Simile ad altre condizioni di salute mentale, può essere correlato a determinati squilibri di sostanze chimiche cerebrali, fattori di stress o genetica.

L’accensione degli incendi in generale, senza una diagnosi di piromania, può avere numerose cause. Alcuni di questi includono:

  • avere una diagnosi di un’altra condizione di salute mentale, come un disturbo della condotta
  • una storia di abuso o abbandono
  • abuso di alcol o droghe
  • deficit nelle abilità sociali o nell’intelligenza

Piromania e genetica

Sebbene la ricerca sia limitata, l’impulsività è considerata in qualche modo ereditabile. Ciò significa che potrebbe esserci una componente genetica.

Questo non si limita solo alla piromania. Molti disturbi mentali sono considerati moderatamente ereditabili.

La componente genetica può anche provenire dal nostro controllo degli impulsi. I neurotrasmettitori dopamina e serotonina, che aiutano a regolare il controllo degli impulsi, possono essere influenzati dai nostri geni.

Piromania nei bambini

La piromania non viene spesso diagnosticata fino a circa 18 anni, anche se i sintomi della piromania possono iniziare a manifestarsi intorno alla pubertà. Almeno un rapporto suggerisce che l’insorgenza della piromania potrebbe verificarsi già all’età di 3 anni.

Ma l’attivazione del fuoco come comportamento può verificarsi anche nei bambini per una serie di motivi, nessuno dei quali include la piromania.

Spesso molti bambini o adolescenti sperimentano o sono curiosi di accendere fuochi o giocare con i fiammiferi. Questo è considerato uno sviluppo normale. A volte si chiama “incendio per curiosità”.

Se appiccare incendi diventa un problema, o hanno l’intenzione di causare gravi danni, viene spesso indagato come un sintomo di un’altra condizione, come l’ ADHD o un disturbo della condotta, piuttosto che la piromania.

Chi è a rischio di piromania?

Non c’è abbastanza ricerca per indicare i fattori di rischio per qualcuno che sviluppa piromania.

Le poche ricerche che abbiamo indica che le persone che soffrono di piromania sono:

  • prevalentemente maschile
  • intorno ai 18 anni alla diagnosi
  • più probabilità di avere difficoltà di apprendimento o mancanza di abilità sociali

Diagnosi di piromania

La piromania viene diagnosticata raramente, in parte a causa dei rigidi criteri diagnostici e della mancanza di ricerca. Spesso è anche difficile da diagnosticare perché qualcuno avrebbe bisogno di cercare attivamente aiuto, e molte persone non lo fanno.

A volte la piromania viene diagnosticata solo dopo che una persona è stata sottoposta a cure per una condizione diversa, come un disturbo dell’umore come la depressione.

Durante il trattamento per l’altra condizione, un professionista della salute mentale può cercare informazioni sulla storia personale o sui sintomi di cui la persona si preoccupa e potrebbe verificarsi un incendio. Da lì, possono valutare ulteriormente per vedere se la persona soddisfa i criteri diagnostici per la piromania.

Se qualcuno viene accusato di incendio doloso, può anche essere valutato per piromania, a seconda delle ragioni che hanno dietro l’accensione dell’incendio.

Piromania: il trattamento

La piromania può essere cronica se non trattata, quindi è importante cercare aiuto. Questa condizione può andare in remissione e una combinazione di terapie può gestirla.

Non esiste un unico trattamento che i medici prescrivano per la piromania. Il trattamento varierà. Potrebbe volerci del tempo per trovare quello o la combinazione migliore per te. Le opzioni includono:

  • terapia comportamentale cognitiva
  • altre psicoterapie
  • antidepressivi , come gli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI)
  • farmaci anti-ansia (ansiolitici)
  • farmaci antiepilettici
  • antipsicotici atipici
  • litio
  • anti-androgeni

La terapia cognitivo comportamentale si è dimostrata promettente per aiutare a lavorare attraverso gli impulsi e i trigger di una persona. Un medico può anche aiutarti a elaborare tecniche di coping per affrontare l’impulso.

Se un bambino riceve una diagnosi di piromania o incendio, potrebbe essere necessaria anche la terapia congiunta o la formazione dei genitori.

Il verdetto finale

La piromania è una condizione psichiatrica raramente diagnosticata. È diverso dallo scoppio di un incendio o da un incendio doloso.

Sebbene la ricerca sia stata limitata a causa della sua rarità, il DSM-5 lo riconosce come un disturbo del controllo degli impulsi con criteri diagnostici specifici.

Se credi che tu o qualcuno che conosci stia soffrendo di piromania, o sei preoccupato per un malsano fascino con il fuoco, cerca aiuto. Non c’è niente di cui vergognarsi e la remissione è possibile.

Una storia di piromania

“Mio nonno mi ha fatto da babysitter una volta quando avevo 4 anni. Mi ha lasciato da solo in soggiorno, probabilmente per non più di cinque minuti. Senza supervisione, sono stato attratto dalla piramide natalizia di mia madre alimentata da candele, un presepe a tre livelli in legno. Una volta avevo visto mia madre accendere le candele…”

Continua a leggere la storia: https://dangerousmentaldisorders.weebly.com/personal-stories.html

Fonti: