Ti affidi alla concentrazione per superare il lavoro o la scuola ogni giorno. Quando non sei in grado di concentrarti, non puoi pensare chiaramente, concentrarti su un compito o mantenere la tua attenzione. Se non riesci a concentrarti, le tue prestazioni al lavoro o a scuola potrebbero risentirne. Potresti anche scoprire che non riesci a pensare altrettanto bene, il che può influenzare il tuo processo decisionale. Un certo numero di condizioni mediche può contribuire o causare l’incapacità di concentrazione.

Non è sempre un’emergenza medica, ma non riuscire a concentrarsi può significare che hai bisogno di cure mediche.

Quali sono i sintomi dell’incapacità di concentrarsi?

Non essere in grado di concentrarsi colpisce le persone in modo diverso. Alcuni sintomi che potresti riscontrare includono:

  • non riuscire a ricordare cose accadute poco tempo fa
  • difficoltà a stare fermo
  • difficoltà a pensare chiaramente
  • perdere spesso cose o difficoltà a ricordare dove sono le cose
  • incapacità di prendere decisioni
  • incapacità di eseguire compiti complicati
  • mancanza di concentrazione
  • mancanza di energia fisica o mentale per concentrarsi
  • commettere errori di distrazione

Potresti notare che è più difficile concentrarsi in determinate ore del giorno o in determinate impostazioni. Altri potrebbero commentare che sembri distratto. Potresti perdere appuntamenti o riunioni a causa della mancanza di concentrazione.

Quali sono le cause dell’incapacità di concentrazione?

L’incapacità di concentrarsi può essere il risultato di una condizione cronica, tra cui:

  • disturbo da uso di alcol
  • disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD)
  • Sindrome dell’affaticamento cronico
  • concussione
  • sindrome di Cushing
  • demenza
  • epilessia
  • insonnia
  • disturbo depressivo maggiore
  • disturbi mentali, come la schizofrenia
  • sindrome delle gambe senza riposo

I cambiamenti dello stile di vita che influenzano la tua concentrazione includono:

  • mancanza di sonno
  • fame
  • ansia
  • stress in eccesso

L’incapacità di concentrarsi è anche un effetto collaterale di alcuni farmaci. Leggere attentamente l’inserto. Rivolgersi al medico o al farmacista per determinare se i farmaci possono influenzare la concentrazione. Non interrompere l’assunzione di farmaci a meno che non lo dica il medico.

Quando è utile rivolgersi ad uno specialista?

Rivolgiti immediatamente a un medico se si verifica uno dei seguenti sintomi oltre all’incapacità di concentrarti:

  • perdita di conoscenza
  • intorpidimento o formicolio su un lato del corpo
  • forte dolore al petto
  • forte mal di testa
  • perdita di memoria improvvisa e inspiegabile
  • inconsapevolezza di dove sei

Prendi un appuntamento con il medico se riscontri i seguenti sintomi:

  • memoria compromessa che è peggio del solito
  • prestazioni ridotte al lavoro o a scuola
  • difficoltà a dormire
  • sensazioni insolite di stanchezza

Dovresti anche fissare un appuntamento per vedere il tuo medico se l’incapacità di concentrarti influisce sulle tue capacità di affrontare la vita quotidiana o goderti la vita.

Come viene diagnosticata l’incapacità di concentrarsi?

La diagnosi della tua condizione potrebbe comportare una varietà di test perché ci sono molte cause. Il medico inizierà raccogliendo una storia clinica e discutendo i sintomi.

Le domande poste possono includere: “Quando hai notato per la prima volta questa condizione?” e “Quando la tua capacità di concentrazione è migliore o peggiore?”

Il medico può anche esaminare farmaci, integratori ed erbe che potresti assumere per determinare se potrebbero influenzare la tua concentrazione.

Prendendo in considerazione tutte queste informazioni, il medico potrebbe essere in grado di fare una diagnosi o raccomandare ulteriori test. Lui o lei può raccomandare uno o più di questi test:

  • analisi del sangue per determinare i livelli ormonali
  • Scansioni TC per visualizzare le anomalie cerebrali
  • elettroencefalografia (EEG) che misura l’attività elettrica nel cuoio capelluto

La diagnosi dell’incapacità di concentrazione può richiedere tempo e ulteriori valutazioni.

Come si curano i problemi di concentrazione?

Potresti essere in grado di apportare modifiche che migliorano la tua capacità di concentrazione se sono legate allo stile di vita. Esempi inclusi:

  • seguire una dieta equilibrata con cereali integrali, frutta, verdura e proteine ​​magre
  • mangiare diversi piccoli pasti ogni giorno
  • dormire di più
  • ridurre l’assunzione di caffeina
  • adottare misure per ridurre lo stress, come meditare, scrivere su un diario o leggere un libro

Altri trattamenti dipenderanno dalla tua diagnosi specifica.

Ad esempio, le persone con diagnosi di ADHD potrebbero aver bisogno di diversi approcci terapeutici. Ciò include la terapia comportamentale per limitare le distrazioni o i farmaci per migliorare la concentrazione.

Rivolgiti ad uno Specialista

Se non ci sono cause organiche dietro il problema di concentrazione è probabile che si tratti di un problema psicologico. Lo psicoterapeuta è il professionista che ti potrà aiutare a comprendere eventuali fattori psicologici che condizionano la tua concentrazione e ti aiuterà ad imparare tecniche utili per migliorare i tuoi livelli di concentrazione.

  • Psicologo / Psicoterapeuta

7 consigli per migliorare la tua concentrazione

Rimanere concentrato può essere difficile, ma può essere particolarmente impegnativo quando sei circondato da una costante distrazione. Nel mondo sempre connesso di oggi, i diversivi non sono altro che un clic di distanza.

Anche durante i momenti di tranquillità, la distrazione è letteralmente a portata di mano mentre ti ritrovi a controllare le notifiche di Instagram o gli ultimi aggiornamenti di notizie.

1 Valuta il tuo focus mentale

Prima di iniziare a lavorare per migliorare la tua concentrazione mentale, potresti iniziare valutando quanto sia forte la tua concentrazione mentale nel momento presente.

La tua concentrazione è buona se…

  • Trovi facile stare all’erta
  • Stabilisci obiettivi e dividi le attività in parti più piccole
  • Fai delle brevi pause, poi torni al lavoro
La tua attenzione ha bisogno di essere migliorata se…

  • Sogni ad occhi aperti regolarmente
  • Non puoi escludere le distrazioni
  • Perdi traccia dei tuoi progressi

Se la prima serie di affermazioni sembra più il tuo stile, allora probabilmente hai già capacità di concentrazione abbastanza buone, ma potresti essere ancora più forte con un po’ di pratica.

Se ti identifichi di più con la seconda serie di affermazioni, probabilmente dovrai lavorare un po’ sulla tua concentrazione mentale. Potrebbe volerci del tempo, ma praticare alcune buone abitudini ed essere consapevoli della tua distraibilità può aiutare.

2 Elimina le distrazioni

Anche se può sembrare ovvio, le persone spesso sottovalutano quante distrazioni impediscono loro di concentrarsi sul compito da svolgere. Tali intrusioni potrebbero presentarsi sotto forma di una radio a tutto volume in sottofondo o forse di un collega odioso che passa costantemente dal tuo cubicolo per chattare.

Ridurre al minimo queste fonti di distrazione non è sempre così facile come sembra. Anche se potrebbe essere semplice come spegnere la televisione o la radio, potresti trovare molto più difficile avere a che fare con un collega, un coniuge, un figlio o un coinquilino che ti interrompe.

Un modo per affrontare questo problema è mettere da parte un tempo e un luogo specifici e chiedere di essere lasciati soli per quel periodo di tempo. Un’altra alternativa è cercare un luogo tranquillo dove sai che potrai lavorare indisturbato. La biblioteca, una stanza privata della tua casa o anche un tranquillo bar potrebbero essere tutti buoni posti da provare.

Non tutte le distrazioni provengono da fonti esterne. Esaurimento, preoccupazione , ansia, scarsa motivazione e altri disturbi interni possono essere particolarmente difficili da evitare.

Alcune strategie che potresti voler cercare di ridurre al minimo o eliminare tali distrazioni interne sono assicurarti di essere ben riposato prima dell’attività e utilizzare pensieri positivi e immagini per combattere l’ansia e la preoccupazione. Se ti accorgi che la tua mente vaga verso pensieri distraenti, riporta consapevolmente la tua attenzione al compito da svolgere.

3 Limita la tua concentrazione

Mentre il multitasking può sembrare un ottimo modo per fare molto velocemente, si scopre che le persone sono in realtà piuttosto scarse. Destreggiarsi tra più attività contemporaneamente può ridurre drasticamente la produttività e rendere molto più difficile concentrarsi sui dettagli veramente importanti.

Le risorse attentive sono limitate, quindi è importante stanziarle saggiamente.

Pensa alla tua attenzione come a un riflettore. Se accendi i riflettori su un’area particolare, puoi vedere le cose molto chiaramente. Se dovessi provare a diffondere la stessa quantità di luce in una grande stanza buia, potresti invece intravedere solo i contorni in ombra.

Parte del miglioramento della tua concentrazione mentale consiste nell’ottenere il massimo dalle risorse che hai a disposizione. Smetti di multitasking e concentra invece tutta la tua attenzione su una cosa alla volta.

4 Vivi il momento

È difficile rimanere concentrati mentalmente quando rimugini sul passato, ti preoccupi del futuro o ti disconnetti dal momento presente per qualche altro motivo.

Probabilmente hai sentito parlare dell’importanza di ” essere presenti “. Si tratta di mettere da parte le distrazioni, siano esse fisiche (il tuo cellulare) o psicologiche (le tue ansie) e di essere completamente impegnato mentalmente nel momento attuale.

Questa nozione di essere presenti è anche essenziale per riconquistare la tua concentrazione mentale. Rimanere impegnati nel qui e ora mantiene la tua attenzione acuta e le tue risorse mentali concentrate sui dettagli che contano davvero in un momento specifico.

Potrebbe volerci del tempo, ma lavora per imparare a vivere veramente il momento. Non puoi cambiare il passato e il futuro non è ancora accaduto, ma ciò che fai oggi può aiutarti a evitare di ripetere gli errori del passato e aprire la strada a un futuro di maggior successo.

5 Pratica la consapevolezza

La consapevolezza è un argomento caldo in questo momento, e per una buona ragione. Nonostante il fatto che le persone abbiano praticato forme di meditazione consapevole per migliaia di anni, i suoi numerosi benefici per la salute iniziano solo di recente a essere compresi.

In uno studio, i ricercatori hanno coinvolto professionisti delle risorse umane in simulazioni del tipo di multitasking complesso in cui si impegnavano ogni giorno al lavoro. 

Queste attività dovevano essere completate in 20 minuti e includevano la risposta al telefono, la pianificazione di riunioni e la scrittura di promemoria con fonti di informazioni provenienti da più fonti, tra cui telefonate, e-mail e messaggi di testo.

Alcuni dei partecipanti hanno ricevuto 8 settimane di formazione sull’uso della meditazione consapevole e i risultati hanno scoperto che solo coloro che avevano ricevuto questa formazione hanno mostrato un miglioramento della concentrazione e della concentrazione.

I membri del gruppo di meditazione sono stati in grado di rimanere più a lungo sul compito, passare da un compito all’altro meno frequentemente ed eseguire il lavoro in modo più efficiente rispetto agli altri gruppi di partecipanti.

Praticare la consapevolezza può implicare imparare a meditare, ma può anche essere semplice come provare un esercizio di respirazione profonda facile e veloce.

Suggerimento rapido per riprendere la concentrazione

Inizia facendo diversi respiri profondi mentre ti concentri davvero su ogni singolo respiro. Quando senti che la tua mente inizia naturalmente a vagare, guida dolcemente e acriticamente la tua attenzione verso il tuo respiro profondo.

Anche se questo potrebbe sembrare un compito apparentemente semplice, potresti scoprire che in realtà è molto più difficile di quanto sembri. Fortunatamente, questa attività respiratoria è qualcosa che puoi fare ovunque e in qualsiasi momento. Alla fine, probabilmente scoprirai che diventa più facile disimpegnarsi dai pensieri intrusivi e riportare la tua attenzione al punto a cui appartiene.

6 Fai una breve pausa

Hai mai provato a concentrarti sulla stessa cosa per un lungo periodo di tempo? Dopo un po’, la tua concentrazione inizia a cedere e diventa sempre più difficile dedicare le tue risorse mentali al compito. Non solo, ma le tue prestazioni alla fine ne risentono.

Le spiegazioni tradizionali in psicologia hanno suggerito che ciò sia dovuto all’esaurimento delle risorse dell’attenzione, ma alcuni ricercatori ritengono che abbia più a che fare con la tendenza del cervello a ignorare le fonti di stimolazione costante.

I ricercatori hanno scoperto che anche fare brevi pause spostando l’attenzione altrove può migliorare notevolmente la concentrazione mentale. 2

Quindi la prossima volta che lavorerai su un compito prolungato, come preparare le tasse o studiare per un esame, assicurati di concederti una pausa mentale occasionale.

Sposta la tua attenzione su qualcosa di estraneo al compito da svolgere, anche se solo per pochi istanti. Questi brevi momenti di tregua potrebbero significare che sei in grado di mantenere la tua concentrazione mentale acuta e le tue prestazioni elevate quando ne hai davvero bisogno.

7 Continuare ad esercitarti

Costruire la tua concentrazione mentale non è qualcosa che accadrà dall’oggi al domani. Anche gli atleti professionisti richiedono molto tempo e pratica per rafforzare le proprie capacità di concentrazione. Uno dei primi passi è riconoscere l’impatto che la distrazione sta avendo sulla tua vita. Se stai lottando per raggiungere i tuoi obiettivi e ti ritrovi distratto da dettagli non importanti, è ora di iniziare a dare un valore più alto al tuo tempo.

Costruendo la tua concentrazione mentale, scoprirai di essere in grado di ottenere di più e concentrarti sulle cose della vita che ti portano veramente successo, gioia e soddisfazione.

In Conclusione

Alcuni modi per migliorare la concentrazione possono funzionare bene, mentre altri possono sembrare non fare molto per te. Considera di provare una serie di approcci per vedere cosa aiuta. Gli esperti discutono ancora dei vantaggi di alcuni metodi, come l’allenamento del cervello. Ma le prove esistenti suggeriscono che la maggior parte di questi suggerimenti può promuovere almeno modesti miglioramenti nella concentrazione per molte persone. Uno psicologo può aiutarti ad apprendere tecniche utili per migliorare la tua concentrazione o scoprire le cause dietro ad un problema di concentrazione che non sembra risolversi da solo.

 

 

Fonti: