Facebook pixel

Scabbia: Foto HD, Sintomi, Trattamento | YouSpecialist

Scabbia: Foto HD, Sintomi, Trattamento | YouSpecialist

La scabbia è un’infestazione contagiosa della pelle causata da un acaro noto come Sarcoptes Scabiei. Può colpire sia gli esseri umani sia diversi animali. La scabbia è il risultato di un’infestazione di minuscoli acari a otto zampe. Questi insetti sono così piccoli che non puoi vederli sulla tua pelle, ma puoi sicuramente notare gli effetti legati alla loro presenza.

Non trattati, questi acari microscopici possono vivere e permanere sulla pelle per diversi mesi. Si riproducono sulla superficie della pelle e poi vi si insinuano e depongono le uova. Ciò provoca la formazione di un’eruzione cutanea pruriginosa, di colore rosso acceso, simile ad un eczema. Tuttavia, la differenza più importante è che la scabbia è altamente contagiosa, mentre l’eczema no.

L’infestazione dall’acaro della scabbia si manifesta con eruzioni cutanee pruriginose, dovute alla reazione allergica determinata dall’assorbimento degli escrementi degli acari nei capillari della pelle. Il prurito è generalizzato e avvertito specialmente di notte.

Scabbia |  Sintomi Principali

  • eruzione cutanea (protuberanze sottocutanee oppure simili a brufoli)
  • intenso prurito (che peggiora di notte)
  • piaghe infettate

Scabbia | Le Zone del Corpo più Colpite

  • polso
  • gomito
  • ascella
  • capezzolo
  • pene
  • vita
  • natiche
  • area tra le dita

Come si trasmette la scabbia

Sebbene sia una condizione altamente contagiosa che può essere facilmente trasmessa da una persona all’altra attraverso il contatto diretto con la pelle. Bisogna tenere presente che la scabbia non è una malattia a trasmissione sessuale. L’infestazione di acari può essere trasmessa anche attraverso indumenti infestati o lenzuola. Il contatto intimo non è necessario.

Diagnosi

Per diagnosticare la scabbia, il medico esamina la tua pelle, alla ricerca di segni di acari, comprese le caratteristiche tane. Quando il medico individua una tana di acari, può sottoporsi a un raschiamento da quell’area della pelle per esaminarla al microscopio. L’esame microscopico può determinare la presenza di acari o delle loro uova.

Foto Hd della Scabbia

La diagnosi strumentale della scabbia mediante la microscopia ottica, si è sempre preoccupata fino ad oggi di dimostrare l’acaro e i suoi prodotti al di fuori del corpo umano (sul vetrino) senza tener conto di ciò che accade esattamente sulla superficie della pelle. L’entodermoscopia cerca di valutare insieme alla presenza dei parassiti i cambiamenti prodotti negli strati superficiali dell’epidermide sottoposti al suo turnover (ricambio).

Così il tunnel degli acari mostra di essere composto da tre parti chiamate Testa, Corpo e Coda (dette Mite-Gallery-Unit) in cui si sviluppano diversi eventi correlati sia all’acaro che all’ospite. La Mite-Gallery Unit introduce una nuova visione anatomo-funzionale della scabbia offrendo al dermatologo nuovi segni per una diagnosi dermatoscopica in vivo e in situ più affidabile (Scanni G., 2019) ebm.

scabbia-foto-hd-1
foto hd della Scabbia evidenzia la Mite-Gallery-Unit fonte: MDPI
foto hd della scabbia
foto hd della scabbia con ingrandimento fonte: MDPI
scabbia foto hd
foto hd della scabbia nel bambino e nell’adulto fonte: MDPI

Il trattamento per la Scabbia

Il trattamento per la scabbia di solito comporta l’eliminazione dell’infestazione con unguenti, creme e lozioni da prescrizione che possono essere applicati direttamente sulla pelle. Sono disponibili anche farmaci orali. Lo zolfo è un ingrediente utilizzato in diversi trattamenti per la scabbia. Puoi anche acquistare lo zolfo da banco e usarlo come sapone, unguento, shampoo o liquido per trattare la scabbia.

Farmaci

Il trattamento della scabbia comporta l’eliminazione dell’infestazione con farmaci. Diverse creme e lozioni sono disponibili su prescrizione medica. Il medico probabilmente ti chiederà di applicare il farmaco su tutto il corpo, dal collo in giù, e di lasciarlo in posa per almeno 8-10 ore. Alcuni trattamenti richiedono una seconda applicazione e i trattamenti devono essere ripetuti se compaiono nuove tane e un’eruzione cutanea.

Poiché la scabbia si diffonde così facilmente, il medico probabilmente consiglierà il trattamento a tutti i membri della famiglia e ad altri contatti stretti, anche se non mostrano segni di infestazione da scabbia.

I farmaci comunemente prescritti per la scabbia includono:

  • Crema a base di permetrina. La permetrina è una crema topica che contiene sostanze chimiche che uccidono gli acari della scabbia e le loro uova. È generalmente considerata sicura per adulti, donne incinte e bambini dai 2 mesi in su.
  • Ivermectina. I medici possono prescrivere questo farmaco orale per le persone con un sistema immunitario alterato, per le persone che hanno la scabbia in crosta o per le persone che non rispondono alle lozioni e creme prescritte. L’ivermectina non è raccomandata per le donne incinte o che allattano o per i bambini che pesano meno di 33 libbre (15 chilogrammi).
  • Crotamitone. Questo farmaco è disponibile come crema o lozione. Viene applicato una volta al giorno per due giorni. La sicurezza di questo farmaco non è stata stabilita nei bambini, negli adulti di età pari o superiore a 65 anni o nelle donne in gravidanza o in allattamento. È stato segnalato un frequente fallimento del trattamento con il crotamitone.

Sebbene questi farmaci uccidano prontamente gli acari, potresti notare il persistere del prurito per diverse settimane. I medici possono prescrivere altri farmaci topici per le persone che non rispondono o non possono usare quelli che abbiamo citato.

Il Dermatologo

Lo specialista in trattamento della scabbia è il dermatologo, non è possibile risolvere autonomamente questa infezione. I cosiddetti rimedi naturali, molto ricercati dai pazienti purtroppo in questo caso possono solo alleviare i sintomi. Puoi risolvere il tuo problema fissando una visita dermatologica che permetta al medico di giungere ad una diagnosi e definire l’entità del problema. In alcuni casi, il medico potrebbe voler confermare la diagnosi rimuovendo un acaro dalla pelle ed analizzandolo al microscopio.

  • Prenota una Consulenza con il Dermatologo

Fonti:Healthline; Mayo Clinic

Vuoi collaborare all'articolo?

Vuoi apportare il tuo importante contributo all'articolo? Sentiti libero di scrivere il tuo pensiero e ne faremo tesoro.

Diventa uno 'Specialist
Articoli correlati