Facebook pixel

Sindrome burnout

Sindrome burnout

Il burnout è uno stato di esaurimento mentale e fisico che può spazzare via la gioia dalla tua carriera, dalle amicizie e dalle interazioni familiari. L’esposizione continua a situazioni stressanti, come prendersi cura di un familiare malato, lavorare per lunghe ore o assistere a notizie sconvolgenti legate alla politica e alla sicurezza scolastica può portare a questa condizione di stress.

Il burnout, tuttavia, non è sempre facile da individuare. Con questo in mente, abbiamo messo insieme una guida per aiutarti a identificare i segni del burnout, nonché i modi per prevenirlo.

Interessato ad aiutare amici, familiari o colleghi di lavoro che potrebbero essere in questo stato di stress? Abbiamo anche incluso un elenco dei nostri suggerimenti e trucchi preferiti per l’intervento sul burnout.

 

Cos’è il burnout?

Coniato dallo psicologo Herbert Freudenberger negli anni ’70 , il burnout descrive una grave condizione di stress che porta a un grave esaurimento fisico, mentale ed emotivo.

Molto peggio della normale stanchezza, il burnout rende difficile per le persone far fronte allo stress e gestire le responsabilità quotidiane.

Le persone che soffrono di burnout spesso si sentono come se non avessero più nulla da dare e potrebbero temere di alzarsi dal letto ogni mattina. Possono persino adottare una visione pessimistica della vita e sentirsi senza speranza.

Il burnout non va via da solo e, se non curato, può portare a gravi malattie fisiche e psicologiche come depressione, malattie cardiache e diabete.

 

Chi è a rischio di burnout?

Chiunque sia continuamente esposto a livelli elevati di stress può sperimentare il burnout. Aiutare i professionisti, come i primi soccorritori, i medici e gli infermieri sono particolarmente vulnerabili a questa condizione di salute.

Insieme al burnout indotto dalla carriera , le persone che si prendono cura dei bambini possono anche avere questo tipo di esaurimento estremo. Uno studio recente ha rilevato che, proprio come medici e dirigenti d’azienda, anche madri e padri possono bruciarsi.

Anche le caratteristiche della personalità come il bisogno di avere il controllo, il perfezionismo e l’essere di “tipo A” possono aumentare il rischio di esaurimento.

 

Quali sono i segnali del burnout?

Preoccupato di avere un burnout ma non sei sicuro dei segni? Abbiamo compilato un elenco di sintomi che puoi utilizzare come guida.

  • Esaurimento. Sensazione di esaurimento fisico ed emotivo. I sintomi fisici possono includere mal di testa, mal di stomaco e appetito o cambiamenti del sonno.
  • Solitudine. Le persone con burnout tendono a sentirsi sopraffatte. Di conseguenza, potrebbero smettere di socializzare e confidarsi con amici, familiari e colleghi.
  • Rifugio nelle fantasie. Insoddisfatte delle infinite richieste del loro lavoro, le persone affette da esaurimento possono fantasticare di scappare o di andare in vacanza da sole. In casi estremi, possono rivolgersi a droghe, alcol o cibo come un modo per intorpidire il loro dolore emotivo.
  • Irritabilità. Il burnout può far perdere più facilmente la calma alle persone con amici, colleghi e familiari. Anche affrontare i normali fattori di stress come prepararsi per una riunione di lavoro, accompagnare i bambini a scuola e occuparsi delle faccende domestiche può iniziare a sentirsi insormontabili, soprattutto quando le cose non vanno come previsto.
  • Malattie frequenti. Il burnout, come altri stress a lungo termine, può abbassare il tuo sistema immunitario, rendendoti più suscettibile a raffreddori, influenza e insonnia. Il burnout può anche portare a problemi di salute mentale come depressione e ansia.

 

Le 12 fasi del burnout

A differenza del raffreddore o dell’influenza, il burnout non colpisce tutto in una volta.

Gli psicologi Herbert Freudenberger e Gail North hanno delineato il 12 fasi di questo stressFonte attendibile sindrome:

  1. Impulso / ambizione eccessivi. Comune per le persone che iniziano un nuovo lavoro o intraprendono un nuovo compito, troppa ambizione può portare al burnout.
  2. Spingersi a lavorare di più. L’ambizione ti spinge a lavorare di più.
  3. Trascurare i propri bisogni. Inizi a sacrificare la cura di te stesso come dormire, fare esercizio e mangiare bene.
  4. Spostamento del conflitto. Invece di riconoscere che ti stai spingendo al massimo, dai la colpa al tuo capo, alle richieste del tuo lavoro o ai colleghi per i tuoi problemi.
  5. Non c’è tempo per esigenze non legate al lavoro. Inizi a ritirarti dalla famiglia e dagli amici. Gli inviti sociali a feste, film e appuntamenti a cena iniziano a sembrare pesanti, invece che piacevoli.
  6. Rifiuto. L’impazienza con coloro che ti circondano monta. Invece di assumerti la responsabilità dei tuoi comportamenti, dai la colpa agli altri, considerandoli incompetenti, pigri e prepotenti.
  7. Ritiro. Inizi a ritirarti dalla famiglia e dagli amici. Gli inviti sociali a feste, film e appuntamenti a cena iniziano a sembrare gravosi, invece che piacevoli.
  8. Cambiamenti comportamentali. Chi è sulla strada del burnout può diventare più aggressivo e aggredire i propri cari senza motivo.
  9. Depersonalizzazione. Sentirsi distaccati dalla tua vita e dalla tua capacità di controllare la tua vita.
  10. Vuoto interiore o ansia. Sensazione di vuoto o ansia. Potresti dedicarti a comportamenti da brivido per far fronte a questa emozione, come l’uso di sostanze, il gioco d’azzardo o l’eccesso di cibo.
  11. Depressione. La vita perde il suo significato e inizi a sentirti senza speranza.
  12. Collasso mentale o fisico. Questo può influire sulla tua capacità di farcela. Potrebbe essere necessaria la salute mentale o l’assistenza medica.

 

Come prevenire il burnout

Lo stress può essere inevitabile, ma il burnout è prevenibile. Seguire questi passaggi può aiutarti a contrastare lo stress dall’ottenere il meglio di te:

Esercizio

Non solo l’esercizio fa bene alla nostra salute fisica, ma può anche darci una spinta emotiva.

Hai allungato il tempo? Non è necessario passare ore in palestra per raccogliere questi benefici. Mini-allenamenti e brevi passeggiate sono modi convenienti per fare dell’esercizio un’abitudine quotidiana.

Seguire una dieta equilibrata

Una dieta sana ricca di acidi grassi omega-3 può essere un antidepressivo naturale. L’aggiunta di cibi ricchi di omega-3 come olio di semi di lino, noci e pesce può aiutare a dare una spinta al tuo umore.

Praticare buone abitudini di sonno

Il nostro corpo ha bisogno di tempo per riposarsi e ripristinarsi, motivo per cui abitudini di sonno sane sono essenziali per il nostro benessere.

Secondo la National Sleep Foundation, evitare la caffeina prima di coricarsi, stabilire un rilassante rituale della buonanotte e vietare gli smartphone dalla camera da letto può aiutare a promuovere una sana igiene del sonno.

Chiedere aiuto

Durante i periodi di stress, è importante chiedere aiuto. Se chiedere assistenza sembra difficile, prendi in considerazione l’idea di sviluppare un “check-in” per la cura di te stesso con amici intimi e familiari in modo da poterti prendere cura l’uno dell’altro durante i momenti difficili.

 

Come aiutare amici o familiari

Come puoi aiutare qualcuno che soffre di burnout? Sebbene non sia possibile eliminare lo stress di qualcuno, offrire supporto può aiutare ad alleggerire il suo carico emotivo.

Ascoltare

Prima di passare alla modalità “aggiustamento”, offriti di ascoltare le difficoltà del tuo amico o familiare.

Avere qualcuno con cui parlare può fare la differenza. Spesso le persone hanno bisogno di qualcuno che sia testimone del loro stress e della loro sofferenza e l’ascolto può fare molto.

Convalidare sentimenti e preoccupazioni

Quando amici e familiari stanno sentendo gli effetti del burnout, dicendo che non suona così male o sono sicuro che le cose andranno meglio – pur essendo inteso a offrire rassicurazione – può sembrare invalidante se qualcuno si sente davvero giù e senza speranza.

Invece, offri la convalida dicendo: “Hai lavorato così duramente che posso capire perché ti senti esaurito”.

Offrire tipi specifici di aiuto

Gli individui che sono esausti sono spesso troppo stanchi per pensare a modi in cui gli altri possono aiutarli. Invece di chiedere: “Come posso aiutare?” offriti di lasciare un pasto, prendere il lavaggio a secco o fare un carico di lavanderia.

Gesti gentili

L’invio di fiori, un messaggio di testo premuroso o un biglietto scritto può ricordare ad amici e familiari che non sono soli.

Poiché spesso lavorano per lunghe ore, le persone con burnout possono sentirsi sole e sottovalutate. Ma piccoli gesti di gentilezza possono essere incoraggianti.

Risorse di ricerca

Se amici o familiari hanno bisogno di ulteriore supporto, come l’assistenza all’infanzia, una donna delle pulizie o uno psicoterapeuta, offriti di cercare e raccogliere risorse specifiche per alleviare lo stress.

 

Gli Specialisti del burnout

  • psicologo

  • psicoterapeuta

  • psichiatra

 

Il verdetto finale

Essere esposti a uno stress continuo può farci esaurire. Sentimenti di stanchezza, ansia e isolamento da amici e familiari possono essere alcuni dei segni. Tuttavia, seguire una dieta equilibrata, fare esercizio fisico regolare e dormire bene la notte può prevenire questo stato di stress.

Preoccupato per amici e familiari che potrebbero essere bruciati? Ascoltare le loro preoccupazioni, convalidare le loro emozioni e offrire tipi specifici di supporto può aiutare ad alleggerire il carico.

Il burnout può essere evitato inserendo la cura di sé nella tua routine quotidiana. Anche se lavori per molte ore, studi per gli esami o ti prendi cura di bambini piccoli, ricorda di aggiungere un po ‘di gioia ogni giorno.

Prova a fare una passeggiata, a parlare con un amico o a guardare un programma divertente in televisione. Piccoli gesti di cura di sé come questi possono impedire che lo stress si trasformi in qualcosa di più serio, come il burnout.

 

Fonte: Healthline

Bibliografia:

Vuoi collaborare all'articolo?

Vuoi apportare il tuo importante contributo all'articolo? Sentiti libero di scrivere il tuo pensiero e ne faremo tesoro.

Diventa uno 'Specialist
Articoli correlati