Cos’è il biofeedback?

Il biofeedback è un tipo di terapia che utilizza sensori collegati al corpo per misurare le funzioni chiave del corpo. Il biofeedback ha lo scopo di aiutarti a saperne di più su come funziona il tuo corpo. Queste informazioni possono aiutarti a sviluppare un controllo migliore su alcune funzioni del corpo e ad affrontare i problemi di salute.

Il biofeedback si basa sul concetto di “mente sulla materia”. L’idea è che, con tecniche adeguate, puoi cambiare la tua salute prestando attenzione a come il tuo corpo risponde a fattori di stress e altri stimoli.

Lo stress cronico può avere effetti drammatici sul tuo corpo. Ciò può includere pressione sanguigna elevata, aumento della temperatura corporea e interruzione della funzione cerebrale. Promuovendo una risposta mentale e fisica più efficace allo stress, il biofeedback mira ad aiutarti a controllare i processi del corpo come la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna. Una volta si pensava che questi processi corporei fossero completamente involontari.

 

Tipi di biofeedback

Il tuo terapista potrebbe utilizzare una varietà di metodi di biofeedback a seconda dei tuoi problemi di salute e dei tuoi obiettivi. I tipi di biofeedback includono:

  • Onde cerebrali. Questo tipo utilizza sensori del cuoio capelluto per monitorare le onde cerebrali utilizzando un elettroencefalografo (EEG).
  • Respirazione. Durante il biofeedback respiratorio, vengono posizionate fasce attorno all’addome e al torace per monitorare i modelli di respirazione e la frequenza respiratoria.
  • Frequenza del battito cardiaco. Questo tipo utilizza sensori del dito o del lobo dell’orecchio con un dispositivo utilizzato per rilevare le variazioni del volume del sangue (fotopletismografo). Oppure i sensori posizionati sul torace, sulla parte inferiore del busto o sui polsi utilizzano un elettrocardiografo (ECG) per misurare la frequenza cardiaca e come varia la frequenza cardiaca.
  • Contrazione muscolare. Questo tipo prevede il posizionamento di sensori sui muscoli scheletrici con un elettromiografo (EMG) per monitorare l’attività elettrica che causa la contrazione muscolare.
  • Attività delle ghiandole sudoripare. I sensori fissati intorno alle dita o sul palmo o sul polso con un elettrodermografo (EDG) misurano l’attività delle ghiandole sudoripare e la quantità di sudore sulla pelle, avvertendoti di ansia.
  • Temperatura. I sensori collegati alle dita o ai piedi misurano il flusso sanguigno sulla pelle. Poiché la temperatura spesso scende quando sei sotto stress, una lettura bassa può spingerti a iniziare le tecniche di rilassamento.

 

Lo scopo del biofeedback

Il biofeedback ha lo scopo di combattere lo stress attraverso tecniche di rilassamento. Maneggi consapevolmente la respirazione, la frequenza cardiaca e altre funzioni normalmente “involontarie” per ignorare la risposta del tuo corpo a situazioni di stress.

Il biofeedback sembra essere più efficace per le condizioni fortemente influenzate dallo stress. Alcuni esempi includono: disturbi dell’apprendimento, disturbi alimentari, pipì a letto e spasmi muscolari.

Il biofeedback può essere utilizzato per trattare numerosi problemi di salute fisica e mentale, tra cui:

  • Ansia o stress
  • Asma
  • Disturbo da deficit di attenzione / iperattività (ADHD)
  • Effetti collaterali della chemioterapia
  • Dolore cronico
  • Stipsi
  • Incontinenza fecale
  • Fibromialgia
  • Mal di testa
  • Ipertensione
  • Sindrome dell’intestino irritabile
  • La malattia di Raynaud
  • Ronzio nelle orecchie (tinnito)
  • Traumi
  • Disturbo dell’articolazione temporomandibolare (ATM)
  • Incontinenza urinaria

 

Come funziona

I sensori elettrici che si collegano a un monitor saranno collegati al tuo corpo. I sensori misurano uno o più segni di stress. Questo può includere la frequenza cardiaca, la tensione muscolare o la temperatura corporea. Le misurazioni forniscono un feedback su come il tuo corpo risponde a diversi stimoli.

Un terapista di biofeedback può insegnarti come abbassare la frequenza cardiaca attraverso esercizi di respirazione, tecniche di rilassamento ed esercizi mentali. È possibile misurare i risultati di queste tecniche ed esercizi sul monitor. Questo incoraggia reazioni più positive e rilassamento.

Una tipica sessione di biofeedback dura tra i 30 ei 60 minuti. Il numero di sessioni necessarie per risolvere un problema varia a seconda di una serie di fattori, inclusa la velocità con cui impari a controllare le tue risposte fisiche.

Esistono anche dispositivi commerciali di biofeedback disponibili sul mercato aperto destinati all’uso domestico. Esistono dispositivi con monitor palmari e altri che si collegano al computer. Tuttavia, dovresti stare attento alle truffe. Assicurati di verificare con il tuo fornitore di cure primarie prima di acquistare uno di questi dispositivi. Non tutti i produttori sono affidabili.

 

I vantaggi

  • Non è invasivo.
  • Potrebbe ridurre o eliminare la necessità di farmaci.
  • Potrebbe aumentare i benefici dei farmaci.
  • Potrebbe aiutare le donne che non possono assumere farmaci durante la gravidanza.
  • Aiuta le persone a sentirsi maggiormente in controllo della propria salute.

 

I rischi

Il biofeedback è generalmente sicuro, ma potrebbe non essere appropriato per tutti. I dispositivi di biofeedback potrebbero non funzionare correttamente su persone con determinate condizioni mediche, come problemi del ritmo cardiaco o determinate condizioni della pelle. Assicurati di discuterne prima con il tuo medico.

 

Come prepararsi

Non hai bisogno di una preparazione speciale per il biofeedback.

Per trovare un terapista di biofeedback, chiedi al tuo medico oa un altro operatore sanitario con conoscenza della terapia di biofeedback di consigliarti qualcuno che abbia esperienza nel trattamento della tua condizione. Molti professionisti del biofeedback sono autorizzati in un’altra area dell’assistenza sanitaria, come la psicologia, l’assistenza infermieristica o la terapia fisica.

Le leggi statali che regolano i professionisti del biofeedback variano. Alcuni professionisti del biofeedback scelgono di ottenere la certificazione per mostrare la loro formazione ed esperienza extra nella pratica.

Chiedi a un professionista del biofeedback che stai considerando di porre domande prima di iniziare il trattamento, come ad esempio:

  • Sei autorizzato, certificato o registrato?
  • Qual è la tua formazione ed esperienza?
  • Hai esperienza nel fornire biofeedback per la mia condizione?
  • Di quante sessioni di biofeedback pensi che avrò bisogno?
  • Qual è il costo ed è coperto dall’assicurazione sanitaria?
  • Potete fornire un elenco di referenze?

 

Cosa puoi aspettarti

Durante la procedura

Durante una sessione di biofeedback, un terapista collega sensori elettrici a diverse parti del corpo. Questi sensori potrebbero essere utilizzati per monitorare le onde cerebrali, la temperatura della pelle, la tensione muscolare, la frequenza cardiaca e la respirazione. Queste informazioni ti vengono restituite tramite segnali, come modifiche su un monitor, un segnale acustico o una luce lampeggiante.

Il feedback ti insegna a cambiare o controllare le reazioni del tuo corpo cambiando i tuoi pensieri, emozioni o comportamento. Questo può aiutare la condizione per la quale hai richiesto il trattamento.

Ad esempio, il biofeedback può individuare i muscoli tesi che causano il mal di testa. Quindi impari come apportare cambiamenti fisici deliberati nel tuo corpo, come rilassare muscoli specifici, per ridurre il dolore. L’obiettivo finale del biofeedback è imparare a usare queste tecniche a casa da solo.

Una tipica sessione di biofeedback dura dai 30 ai 60 minuti. La durata e il numero di sessioni sono determinati dalle tue condizioni e dalla velocità con cui impari a controllare le tue risposte fisiche. Il biofeedback potrebbe non essere coperto da assicurazione.

Risultati

Se il biofeedback ha successo per te, potrebbe aiutarti a controllare i sintomi della tua condizione o ridurre la quantità di farmaci che prendi. Alla fine, puoi praticare le tecniche di biofeedback che impari da solo. Non interrompere il trattamento medico per la tua condizione, tuttavia, senza consultare il tuo team di assistenza.

 

  • Contatta lo psicologo specializzato in Biofeedback

 

Fonte: MayoClinic, Healthline

 

Bibliografia

Biofeedback. (nd)
my.clevelandclinic.org/services/wellness/integrative-medicine/treatments-services/biofeedback
Mayo Clinic Staff. (2013, 26 gennaio). Biofeedback: usare la mente per migliorare la salute: rischi
mayoclinic.org/tests-procedures/biofeedback/basics/risks/prc-20020004
Mayo Clinic Staff. (2013, 26 gennaio). Biofeedback: usare la mente per migliorare la salute: perché è stato fatto
mayoclinic.org/tests-procedures/biofeedback/basics/why-its-done/prc-20020004
Tecniche di rilassamento per la salute: cosa devi sapere. (2014, dicembre)
nccih.nih.gov/health/stress/relaxation.htm