Facebook pixel

Yoga o Pilates? 4 Step Per Fare la Tua Scelta

Visualizzazioni0Voto medio0/5Condivisioni0
Yoga o Pilates? 4 Step Per Fare la Tua Scelta

Chi non ha mai pensato di iscriversi ad un corso di Yoga o Pilates?

Anche chi dallo sport si è sempre tenuto a distanza di sicurezza ha pensato, almeno una volta nella vita, di provare a fare Yoga o Pilates. E giustamente! Oltre ad essere due discipline all’ultimissima moda, comportano una serie di preziosi benefici ed è normale che, dopo averne sentito parlare, venga subito la voglia di cercare il corso più vicino e fare, quantomeno, una lezione di prova.

Ma sono davvero due discipline interscambiabili come può sembrare? Entrambi sono degli ottimi metodi per migliorare la propria flessibilità e per ridurre lo stress ma le origini, i modi di praticare e gli obbiettivi sono totalmente diversi.

Se anche tu stai pensando di provare una lezione di Yoga o Pilates, sappi che la disciplina che sceglierai diverrà parte integrante della tua vita. Pondera bene, quindi, la tua decisione, ricordando che tutto dipende dagli obiettivi che ti poni.

Il consiglio: prima informati sulle differenze, poi prendi la tua decisione in base ai risultati che vuoi ottenere.

Questo articolo, quindi, proverà, in maniera sintetica ed esaustiva, ad aiutarti a capire se hai bisogno di un corso di Yoga o Pilates.

Step 1: Yoga o Pilates? Conoscere le Principali Differenze

Iniziamo, quindi, con qualche informazione di base.

#Storia

Lo Yoga è una pratica che ha lo scopo di armonizzare corpo, mente e anima, nata in India oltre 5000 anni fa. Quello che comunemente definiamo Yoga è in realtà una piccola parte di una filosofia molto più ampia, che definisce un intero stile di vita. A confronto con lo Yoga, il metodo Pilates potrebbe essere definito come un suo “fratello minore”.

Il Pilates, creato all’inizio del 1900 da Joseph Pilates come tecnica di riabilitazione per i soldati tornati dalla Prima Guerra mondiale, è stato diffuso poi  per opera di alcuni ballerini che hanno usato la disciplina per migliorare le proprie prestazione nella danza. Questa pratica rimane tutt’oggi molto popolare, così come lo Yoga.


yoga o pilates? ecco come scegliere

#Finalità

Yoga e Pilates, in quanto a finalità e obiettivi, si assomigliano sotto molti aspetti. Entrambi includono movimenti e posizioni volti ad aumentare forza, flessibilità e connessione tra mente e corpo. Tuttavia occorre comunque dare uno sguardo alle differenze.

I principi base dello Yoga, che possiamo considerare una vera e propria filosofia, riguardano la tolleranza verso gli altri e il rifiuto di ogni tipo di violenza, così come una migliore comprensione di se stessi e del mondo circostante. La consapevolezza e la respirazione profonda sono le caratteristiche principali di questa disciplina, attraverso cui si mira a raggiungere il benessere della mente e dello spirito, oltre che del corpo. L’efficacia dello Yoga per le problematiche mentali ed emotive è, infatti, ormai comprovata.

EBM

Il Pilates si rivolge perlopiù alla tonificazione del corpo e al miglioramento di postura e movimenti. Tra gli obiettivi, infatti, grazia e libertà del movimento ed equilibrio. Grazie al Pilates possiamo imparare a muoverci in modo armonioso e rimodellare il nostro corpo, soprattutto tonificando i muscoli. Il Pilates ci aiuta a ritrovare il giusto allineamento della colonna vertebrale e può modificare in meglio il nostro modo di camminare o di rimanere seduti. La pratica del Pilates, quindi, è utile sia per fini estetici che per obiettivi riabilitativi: aiuta nella riabilitazione in seguito a traumi fisici e lesioni e può avvantaggiare chi soffre di problemi muscolari o di mal di schiena.

EBM

#Esercizi

Lo Yoga moderno comprende diverse scuole, ciascuna delle quali ha una lunga tradizione. Le varianti della disciplina, quindi, sono tantissime. Alcune sono più dinamiche, come l’Hashtanga, che include anche momenti di cardio, altre invece, sono più statiche e classiche, come l’Hata Yoga. Ad ogni modo, i principi universali della disciplina si basano su diversi esercizi di postura accompagnati dalle tecniche di respirazione. Per quanto riguarda la modalità di svolgimento degli esercizi, a parte alcune scuole che prevedono l’utilizzo di mattoncini, corde e altri strumenti, lo yoga è prevalentemente una pratica libera che necessita solo di un tappetino.

Il metodo Pilates prevede diversi tipi di ginnastica. Molti esercizi, come nello yoga, vengono eseguiti a corpo libero, sfruttando il peso del proprio corpo per sviluppare forza e resistenza. Ma questa disciplina prevede in gran parte anche l‘utilizzo di vari attrezzi, come step, pesi, circle, roller, elastici, Pilates machine o tavolo da Pilates. Perciò è praticabile prevalentemente in palestra e solo parzialmente nel salotto di casa propria.  Gli esercizi di Pilates hanno effetto soprattutto sui muscoli del tronco e sulla flessibilità della colonna vertebrale, ma rafforzano anche i muscoli delle braccia, delle gambe e dei glutei.

pilates o yoga, le differenze


#Respiro

Entrambe le discipline hanno come punto fondamentale l’insegnamento di precise tecniche respiratorie, ma anche qui è opportuno accennare qualche differenza.

Gli esercizi respiratori sono centrali nello Yoga, e mirano a raggiungere uno stato di concentrazione e, al contempo, di rilassamento. Durante la pratica, infatti, è fondamentale rimanere costantemente focalizzati sulla respirazione. Inviare il flusso di ossigeno verso le aree del corpo in cui si accumulano stress e tensioni può favorire il rilassamento dei rispettivi muscoli.

Nel Pilates la respirazione è, invece, sostanzialmente uno strumento volta a fornire ai muscoli l’energia necessaria a sostenere l’allenamento. Concentrarsi sulle tecniche di respirazione consente di gestire al meglio la quantità di ossigeno immessa nel corpo.


#Flessibilità

Lo Yoga può essere utilizzato per migliorare gradualmente la flessibilità dei muscoli e delle articolazioni: allungamenti e mantenimento di posizioni statiche sono alla base di questa disciplina.

Il Pilates è invece più dinamico e non pone molta attenzione sulla flessibilità del corpo, sebbene anch’esso consenta di diventare più flessibili.


#Allenamento cardiovascolare

La maggior parte delle  varianti dello Yoga non prevede un lavoro cardiovascolare molto intenso, poichè, alla radice di questa disciplina si trova la ricerca di un equilibrio interiore. Tuttavia, stili di Yoga richiedono movimenti energici associati al respiro, come il Kundalini o il Power yoga e posizioni estreme come l’Ashtanga. Queste pratiche possono accelerare il battito cardiaco allenando in maniera leggera il cuore.

Questo vale anche per le lezioni di Pilates, in cui l’allenamento cardio è ridotto al minimo (le lezioni più avanzate sono paragonabili a una passeggiata a ritmo accelerato).


#Consumo energetico

In una lezione di Yoga è possibile bruciare dalle 150 alle 300 calorie. Certo, rispetto a tanti tipi di sport più intenso sembra pochissimo, ma considerate che, essendo una disciplina che allenta lo stress e migliora il tono muscolare, il nobile risultato è comunque quello di incrementare il metabolismo di base. Molte persone, infatti, dimagriscono con lo yoga semplicemente mangiando di meno grazie alla sensazione generale di rilassamento.

In un’ora di Pilates si possono bruciare dalle 200 alle 400 calorie.


#Forza muscolare

Sia Yoga che Pilates includono la pratica di diverse posizioni che consentono di tonificare tutta la muscolatura, con particolare focus sugli addominali. Tuttavia in questo ambito il Pilates ha una marcia in più, includendo esercizi più intensi. La pratica frequente e costante del pilates garantisce il raggiungimento di un addome più tonico e piatto in meno tempo.

Step 2: Yoga o Pilates? Conoscere i Benefici

Come ormai possiamo immaginare, gli effetti positivi di entrambe le discipline sono vasti. Entrambi gli allenamenti possono, infatti, aumentare la salute generale, portando ad un sensibile miglioramento della qualità della vita.

Ad ogni modo, vi consiglio di dare uno sguardo ai benefici apportati nello specifico dallo Yoga e dal Pilates, perchè potrebbero sorprendervi.

yoga o pilates? i benefici

Lo yoga è una disciplina in grado di allentare sin dalla prima lezione il livello di stress e ansia quotidiana EBM . A lungo termine, inoltre, è stato dimostrato essere un valido alleato anche contro la depressione EBM . Esercizi e respirazione tengono sotto controllo i livelli di cortisolo prodotti dalle ghiandole surrenali, regolano la pressioneEBM  e garantiscono un miglioramento generale nel metabolismo e salute generale della persona. Diverse ricerche hanno, inoltre, dimostrato rilevanti effetti benefici anche su condizioni come sclerosi multipla EBM , artrite e diabete di tipo 2 EBM .

La tecnica Pilates è incredibilmente potente nel migliorare l’apparato muscolare la postura e l’equilibrio in breve tempo EBM. Ottimo per riabilitare il corpo dopo un incidente. Può essere adatto alla preparazione fisica di sport diversi, perfeziona il portamento e favorisce un aspetto tonico e magro. Diverse ricerche hanno dimostrato importanti effetti benefici anche su condizioni come artrite EBM , incontinenza urinaria EBM, mal di schiena, dolori articolari EBM .

Step 3: Yoga o Pilates? Guarda i Migliori Video

Ok, abbiamo provato a descriverti le caratteristiche di ciascuna disciplina, i benefici sulla salute, e le principali differenze che le contraddistinguono.

Ma, probabilmente, per farti un’idea potresti aver bisogno di qualche informazione più “diretta e coinvolgente”. E allora, cosa c’è di meglio di un bel video per captare meglio l’essenza dello Yoga e del Pilates?

Guarda il Video sulle basi dello Yoga

Guarda la lezione di Pilates per principianti

Guarda gli esercizi di Pilates con la Soft Ball

 

Step 4: Yoga o Pilates? Rivolgiti a persone esperte

Sei ancora indeciso tra un corso di Yoga e uno di Pilates? La cosa migliore è andare a fare una lezione di prova. Ormai tutti i centri e le palestre prevedono prime lezioni gratuite. Partecipa ad una lezione di entrambe le discipline, potrai farti un’idea più precisa di cosa è meglio per te.

Il consiglio di affidarti in mani esperte, soprattutto all’inizio, è importante soprattutto in presenza di particolari problemi.  Alcune posizioni potrebbero essere pericolose nel caso tu soffra di qualche patologia o abbia subito interventi chirurgici. Potresti anche voler prendere qualche lezione privata prima di iniziare un corso o seguire un video di allenamento. Nonostante siano discipline relativamente leggere e adatte a tutti, un’esecuzione errata o il superamento dei limiti possono causare lesioni.

Seguire un corso con un istruttore preparato, dunque, è sempre la scelta migliore, in quanto un allenatore esperto potrà cambiare gli esercizi in base ai tuoi limiti e alle tue problematiche, cosa fondamentale soprattutto per chi sceglie, ad esempio, il Pilates per la necessità di fare un periodo di riabilitazione.

Cerca il Personal Trainer più vicino a te 

Cerca l’istruttore di Yoga più vicino a te 

Cerca l’istruttore di Pilates più vicino a te 

Il Verdetto Finale

Come scegliere, allora, la disciplina più adatta a noi? Semplice: chiediti cosa quali sono i tuoi obiettivi e in che modo preferisci praticare.

“Cosa voglio ottenere dalla pratica?”

Se quello che desideri è semplicemente sentirti meglio fisicamente, avere un corpo più tonico e sodo, essere più flessibile, o magari hai solo il bisogno di migliorare la tua postura, la scelta migliore probabilmente sarà il Pilates. Se invece, oltre alla pratica prettamente fisica, stai cercando un equilibrio mentale e vuoi migliorare la tua vita anche sotto altri aspetti (alimentazione, etica, tranquillità, disciplina, ecc), molto probabilmente la migliore scelta che puoi fare è orientarti verso lo Yoga.

“Come preferisco praticare?”

Se preferisci praticare senza nessun attrezzo, lo yoga probabilmente ti piacerà di più. Se invece preferisci un tipo di pratica che si avvicini di più alla ginnastica o alla palestra in cui ogni lezione è impostata diversamente, con sessioni dinamiche in cui si alterni l’utilizzo di cerchi, palle mediche, macchinari e roller, quasi certamente preferirai il Pilates.

Prenditi tutto il tempo di cui necessiti per prendere questa decisione, fai tesoro delle informazioni lette in questo articolo, guarda i video e fai qualche lezione di prova di entrambe le discipline. E poi? Beh, l’ultimo consiglio che possiamo darti è di seguire l’istinto.

 

Visualizzazioni0Voto medio0/5Condivisioni0

    Vuoi collaborare all'articolo?

    Vuoi apportare il tuo importante contributo all'articolo? Sentiti libero di scrivere il tuo pensiero e ne faremo tesoro.

    Diventa uno 'Specialist

    Articoli correlati