Facebook pixel

Chi Cura le emorroidi? Qual è lo Specialista giusto?

Chi Cura le emorroidi? Qual è lo Specialista giusto?

Chi cura le emorroidi? Da quale specialista bisogna farsi visitare in caso di emorroidi?

Molte delle richieste di visite per le emorroidi iniziano con una chiacchierata col medico di famiglia, quest’ultimo vi consiglierà di prenotare una visita specialistica.

Gli specialisti in emorroidi sono i proctologi!

Il proctologo nella maggior parte dei casi è un medico che ha una specializzazione chirurgica, come ad esempio:

  • il  gastroenterologo
  • il chirurgo generale
  • il chirurgo vascolare
  • l’urologo

Questi medici, sebbene abbiano specializzazioni diverse, hanno un’expertise in malattie del colon-retto e ano.

Chi Cura le Emorroidi di Primo Grado? Nessuno, facciamo “self care”!

Qualora vi accorgiate di soffrire di almeno uno dei sintomi più lievi tipici delle emorroidi di primo grado (link), come ad esempio prurito e fastidio all’ano allora vi consigliamo di seguire le indicazioni che le evidenze scientifiche ci suggeriscono, ovvero:

Metodi domestici e naturali – che in questo caso sono la migliore terapia possibile! Si tratta di modificare alcuni specifici comportamenti (link) ed alcune specifiche abitudini alimentari (Link), questo sempre e solo in caso di emorroidi lievi, poco sintomatiche.

Chi Cura le Emorroidi di Secondo, Terzo o Quarto Grado? Il Proctologo!

Qualora vi accorgiate di soffrire di almeno uno dei sintomi propri delle emorroidi si secondo (link), terzo (Link) o quarto grado (link), uno su tutti, il sanguinamento anale, allora è importantissimo (link Emorroidi:sangue rosso vivo? andare dal proctologo per prevenire il  tumore al colon)  contattare un bravo proctologo .

Il proctologo, infatti, sarà chiamato tanto a diagnosticare le emorroidi quanto ad escludere alcune patologie neoplastiche (anche se probabilmente non ve lo dirà), che purtroppo hanno lo stesso comune sintomo.

In caso di sanguinamento anale è quindi sempre consigliato contattare un proctologo

Solo attraverso la diagnosi di un proctologo, a seguito della prima visita e di altri eventuali esami di approfondimento, come ad esempio l’anoscopia(link), la rettoscopia(link) o la colonscopia(Link), è possibile arrivare a questo risultato.

La Visita Proctologica

Spesso sottoporsi alla prima visita proctologica può risultare difficile, a causa del malessere e dell’imbarazzo che un’accurata analisi della zona anale provoca nella maggior parte di noi (link come prepararsi ad una visita proctologica: fisicamente e psicologicamente).

Il Piano d’Azione

Il consiglio che vi diamo è di superare al più presto questo genere di resistenza, e farvi visitare da uno specialista per ottenere una diagnosi precisa ed iniziare il processo di cura.
  • In Caso di emorroidi di primo grado, ed anche di secondo grado poco o non sintomatiche: bisogna adottare degli accorgimenti nello stile di vita, ed il nostro consiglio è quello di contattare via chat un proctologo che vi possa seguire anche a distanza;
  • In Caso di emorroidi di secondo grado sintomatiche, di terzo e quarto grado, ed in caso di sanguinamento anale prendere un appuntamento con un proctologo.

Le emorroidi sono sovente soggette a degenerazione, e rimandare significa nella maggior parte dei casi peggiorare il problema!

    Vuoi collaborare all'articolo?

    Vuoi apportare il tuo importante contributo all'articolo? Sentiti libero di scrivere il tuo pensiero e ne faremo tesoro.

    Diventa uno 'Specialist
    Articoli correlati