Facebook pixel

Digrigni i Denti? Bruxismo SOS You’Specialist

Digrigni i Denti? Bruxismo SOS You’Specialist

Chi soffre di bruxismo digrigna i denti senza rendersene conto, stringendo con forza le mascelle e contraendo i muscoli della masticazione.

Questa condizione si verifica soprattutto di notte, quindi è molto difficile da controllare. Tuttavia è importante non sottovalutarlo, poiché si tratta di uno dei disturbi del sonno più comuni.

Proviamo, quindi, a capire quali sono le conseguenze del bruxismo e come possiamo prevenirlo o curarlo.

Le Conseguenze del Bruxismo

Passare gran parte della notte a digrignare i denti è un’attività logorante, per cui è frequente provare stanchezza durante il giorno . All’indomani si può spesso verificare anche mal di testa e mal d’orecchi.

Altri sintomi chiave includono ansia, depressione, disturbi alimentari e insonnia. Se il rumore disturba un partner addormentato, potrebbero svilupparsi problemi di relazione.

Ma ci sono anche problematiche più “meccaniche” dovute proprio al tipo di lavoro che fanno i denti quando si serrano, che può condurre a: mascelle doloranti, gengive doloranti, denti rotti o sensibili, sentire un “clic” nell’articolazione della mascella.

Un bruxismo eccessivo può danneggiare le superfici occlusali dei denti, in particolare i molari. Questo può contribuire alla sindrome dell’articolazione temporo-mandibolare.

Ma la situazione non è sempre così tragica: ci sono anche molte persone che digrignano i denti senza accusare poi alcun tipo di sintomo.

Quali Sono le Cause del Bruxismo?

digrigni i denti? la cause del bruxismo

Le cause del bruxismo sono ancora poco chiare, ma possono essere coinvolti diversi fattori.

Il fenomeno si verifica spesso in momenti di stress, rabbia, ansiaelevata concentrazione. Gli studi hanno dimostrato che l’attività cerebrale e la frequenza cardiaca possono aumentare prima di un episodio di bruxismo, suggerendo il ruolo centrale che svolge il sistema nervoso centrale.

Ma anche l’anatomia della persona può essere un fattore scatenante: avere denti mancanti o storti può spingere i denti a digrignare.

Il bruxismo, inoltre, può essere un effetto collaterale di alcuni farmaci, tra cui alcuni antidepressivi e antipsicotici e anfetamine.

Anche condizioni neurologiche come il morbo di Huntington o il morbo di Parkinson possono causarlo. Altri fattori che possono essere correlati includono affaticamento, consumo di alcol, fumo, apnea notturna e russamento.

Nei bambini piccoli, il bruxismo può essere una risposta al dolore alla dentizione o, come per gli adulti, una reazione allo stress, per esempio. I bambini con disturbo da iperattività possono avere bruxismo.

Esistono Terapie per il Bruxismo?

Non esiste un’unica soluzione.

Diverse possono essere le cause del bruxismo, per cui altrettanto diverse possono essere le terapie. Se il bruxismo è dovuto allo stress, è sullo stress che si dovrebbe agire, così come se è dovuto alle apnee notturne , si farebbe meglio a curare quelle. A questo proposito, nel 2002, alcuni ricercatori hanno scoperto che il trattamento dell’apnea notturna riduceva i sintomi del bruxismo PubMed

Tuttavia esistono alcuni rimedi che possono alleviare la condizione. Ad esempio, spesso i dentisti consigliano di portare un paradenti durante la notte, per proteggere i denti. Inoltre, talvolta viene prescritto un miorilassante a breve termine, per prevenire che la condizione si verifichi, creando a monte il rilassamento dei muscoli della mandibola.

Un altro consiglio è quello di rilassare i muscoli della mascella con un panno caldo almeno una volta al giorno, per allentare la tensione.

Spesso i medici consigliano alcuni comportamenti salutari che possono prevenire il bruxismo, che riguardano:

  • Esercizio fisico regolare durante il giorno
  • Migliorare l’igiene del sonno
  • Evitare cibi e bevande che contengono alte concentrazioni di caffeina o alcool
  • Evitare la gomma da masticare

Come Curare il Bruxismo con l’Osteopatia | Il Video

Il mal di denti può essere collegato, oltre al mal di testa, anche al mal di schiena. Il Dr Gabriele Benetti, osteopata, ci mostra come è possibile curare il bruxismo sfruttando proprio questo collegamento:

  • Contatta l’osteopata più vicino a te

Il Verdetto Finale

Il bruxismo è una patologia del sonno che potrebbe comportare una serie di problematiche e sintomi anche molto invalidanti.

Per capire come intervenire, bisogna prima risalire alla causa. Consulta uno specialista, che potrà aiutarti a risolvere il problema.

  • Contatta il dentista

Vuoi collaborare all'articolo?

Vuoi apportare il tuo importante contributo all'articolo? Sentiti libero di scrivere il tuo pensiero e ne faremo tesoro.

Diventa uno 'Specialist
Articoli correlati