Facebook pixel

Elettrofisiologia

Elettrofisiologia
Gli studi di elettrofisiologia (EPS) sono test che aiutano i medici a comprendere la natura dei ritmi cardiaci anormali (aritmie). Gli studi di elettrofisiologia testano l’attività elettrica del cuore per scoprire da dove proviene un’aritmia (battito cardiaco anormale). Questi risultati possono aiutare te e il tuo medico a decidere se hai bisogno di medicinali, un pacemaker , un defibrillatore cardioverter impiantabile (ICD) , un’ablazione cardiaca  o un intervento chirurgico. Questi studi si svolgono in una stanza speciale chiamata laboratorio di elettrofisiologia (EP) o laboratorio di cateterizzazione mentre sei leggermente sedato.

Perché le persone effettuano studi di elettrofisiologia?

Quando il cuore di qualcuno non batte normalmente, i medici usano l’EPS per scoprire il perché. I segnali elettrici di solito viaggiano attraverso il cuore in modo regolare. Attacchi di cuore, invecchiamento e ipertensione possono causare cicatrici al cuore. Ciò può far battere il cuore in modo irregolare. Anche vie elettriche anormali trovate in alcuni difetti cardiaci congeniti possono causare aritmie.

Come Funziona uno Studio di Elettrofisiologia?

Durante lo studio di elettrofisiologia, i medici inseriscono un tubo sottile chiamato catetere in un vaso sanguigno che conduce al cuore. Un catetere per elettrodi progettato per studi EP consente loro di inviare segnali elettrici al cuore e registrare la sua attività elettrica. Durante un EPS, da 3 a 5 cateteri elettricamente sensibili vengono posizionati all’interno del cuore per registrare l’attività elettrica.

I medici usano l’EPS per vedere:

  • Da dove proviene un’aritmia.
  • Come funzionano alcuni farmaci  per trattare l’aritmia.
  • Valutare se è necessaria la procedura di ablazione transcatetere .
  • Valutare se un pacemaker o un defibrillatore cardioverter impiantabile (ICD)  potrebbe aiutarti.
  • Verificare il rischio di problemi cardiaci come svenimento o morte cardiaca improvvisa a causa di arresto cardiaco.

Quali sono i rischi dell’EPS?

I rischi possono includere:

  • Aritmia. Durante l’EPS potresti avere ritmi cardiaci anormali che ti fanno venire le vertigini. Se ciò accade, il medico può sottoporlo a una scarica elettrica per ripristinare un battito cardiaco regolare.
  • Talvolta possono formarsi coaguli di sangue sulla punta del catetere, staccarsi e bloccare un vaso sanguigno. Il medico potrebbe prescriverle medicinali per prevenire la formazione di coaguli di sangue.
  • Infezione, sanguinamento e lividi nel sito in cui è entrato il catetere (inguine, braccio o collo). Il tuo medico o infermiere ti aiuterà a evitare questi problemi.

Come ti prepari per l’Esame di Elettrofisiologia?

  • Non mangiare o bere nulla per 6-8 ore prima del test.
  • Informa il tuo medico di qualsiasi medicinale che prendi, inclusi medicinali da banco, erbe e vitamine. Lui o lei potrebbe chiederti di non prenderli prima dell’EPS. Non interrompere l’assunzione del medicinale fino a quando non lo dice il medico.
  • Chiedi a qualcuno di accompagnarti all’appuntamento e di portarti a casa.
  • Se di solito indossi un apparecchio acustico, indossalo durante la procedura. Se porti gli occhiali, portali all’appuntamento.

Cosa succede durante l’EPS?

In un ospedale o in una clinica, medici e infermieri eseguono l’EPS in una stanza dotata di attrezzature speciali per i test. Potresti sentire questa stanza chiamata laboratorio di elettrofisiologia o laboratorio di EP. Alcuni lo chiamano il laboratorio di cateterizzazione (laboratorio di cateterismo). Durante il test:

  • Un’infermiera ti inserirà una flebo (linea endovenosa) nel braccio. Riceverai una medicina (un sedativo) che ti aiuterà a rilassarti. Ma sarai sveglio e in grado di seguire le istruzioni durante il test.
  • La tua infermiera pulirà e raderà la parte del tuo corpo dove lavorerà il medico. Questo di solito è all’inguine ma può essere il braccio o il collo.
  • Ti verrà somministrato un colpo – verrà somministrato un anestetico locale – per intorpidire l’area. Il medico eseguirà una puntura dell’ago attraverso la pelle e nel vaso sanguigno. Un piccolo tubo delle dimensioni di una cannuccia chiamato guaina verrà inserito nell’arteria o nella vena. Il medico guiderà delicatamente diversi cateteri EP specializzati nel vaso sanguigno attraverso la guaina e li farà avanzare fino al cuore. Uno schermo video mostrerà la posizione dei cateteri. Potresti sentire una certa pressione nell’area in cui è stata inserita la guaina, ma non dovresti sentire alcun dolore.
  • Il medico invierà piccoli impulsi elettrici attraverso i cateteri per far battere il cuore a velocità diverse. Potresti sentire il tuo cuore battere più forte o più veloce.
  • I segnali elettrici prodotti dal tuo cuore saranno captati dagli speciali cateteri e registrati. Questa si chiama mappatura cardiaca e consente al medico di individuare la provenienza delle aritmie,
  • Il medico rimuoverà i cateteri e la linea IV. La tua infermiera farà pressione sul sito della puntura per fermare l’emorragia.
  • L’EPS di solito dura da 1 a 4 ore.

Se il tipo e la sede dell’aritmia vengono identificati e viene decisa una terapia appropriata, durante o immediatamente dopo l’EPS è possibile eseguire l’ablazione cardiaca o l’inserimento di un pacemaker o di un ICD.

“Potevo sentire il mio cuore accelerare, il che era strano. Ma non faceva male. Era più come fare un’escursione su e giù per le colline molto velocemente.” Esmerelda, 38 anni

Cosa succede dopo l’EPS?

Verrai trasferito in una stanza di recupero dove dovresti riposare in silenzio per 1 o 3 ore. Durante questo periodo:

  • Rimani fermo finché la tua infermiera ti dice di farlo. Assicurati di tenere dritto il braccio o la gamba utilizzati per il test.
  • La tua infermiera ti controllerà spesso per vedere se c’è sanguinamento o gonfiore nel sito di puntura.
  • Dopo che il sedativo svanisce, il medico ti parlerà dei risultati del test.
  • Prima di partire, ti verrà detto cosa fare a casa.

Cosa succede dopo essere arrivato a casa?

Seguire le istruzioni fornite dall’infermiere o dal medico, inclusa l’assunzione di nuovi medicinali prescritti. La maggior parte delle persone può iniziare a mangiare cibo e assumere i farmaci entro 4-6 ore dal test. La maggior parte può svolgere le normali attività quotidiane il giorno dopo il test. Non guidare per almeno 24 ore.

Il sito di puntura può essere dolorante per diversi giorni. Un piccolo livido nel sito di puntura è normale. Se il sito inizia a sanguinare, sdraiati su una superficie piana e premi con decisione sopra di esso. Chiedi a qualcuno di chiamare il medico o il laboratorio di pronto soccorso.

Attenzione a:

Chiama il 118 se noti:

  • Un improvviso aumento del gonfiore intorno al sito di puntura.
  • Il sanguinamento non rallenta quando si preme forte sul sito.

Chiama subito il tuo medico se noti:

  • Il braccio o la gamba utilizzati per la guaina si sente intorpidito o formicolio.
  • La tua mano o il tuo piede sono molto freddi o cambiano colore.
  • Il sito della puntura sembra sempre più ammaccato.
  • Il sito di puntura inizia a gonfiarsi o da esso iniziano a fuoriuscire liquidi.

Come ottengo i risultati del mio esame di Elettrofisiologia?

Il più delle volte, i medici ti chiederanno di fissare un appuntamento per discutere i risultati del tuo test. Discuterai del tuo trattamento a quell’appuntamento.

Come posso saperne di più sull’Esame di Elettrofiosiologia?

Parla con il tuo medico cardiologo. Ecco alcune buone domande da porre:

  • Ci sono medicinali che posso usare per controllare i miei battiti cardiaci anormali?
  • Avrò bisogno di un pacemaker o di un defibrillatore cardioverter impiantabile (ICD) ora o in futuro?
  • Cosa ha causato il mio battito cardiaco irregolare?
  • Sono a rischio di gravi problemi del ritmo cardiaco in futuro?

Rivolgiti ad un Cardiologo

Il cardiologo è lo specialista che può aiutarti a stabilire il migliore trattamento per l’aritmia o irregolarità del battito cardiaco.

  • Cerca il Cardiologo più vicino a te

Fonte: Heart and Stroke Association

Vuoi collaborare all'articolo?

Vuoi apportare il tuo importante contributo all'articolo? Sentiti libero di scrivere il tuo pensiero e ne faremo tesoro.

Diventa uno 'Specialist
Articoli correlati