Questa pagina contiene annunci di servizi o prodotti che riteniamo utili per i nostri lettori. Scopri il nostro processo di selezione

Quando è utile la visita endocrinologica?

L’endocrinologo ed è specializzato in disturbi del sistema endocrino. Questo sistema produce ormoni che regolano il metabolismo, la riproduzione e l’omeostasi. I pazienti si rivolgono agli endocrinologi per ragioni che vanno dalla gestione del diabete a problemi alla tiroide , alcuni tipi di cancro, disturbi surrenali e altro ancora.

Sommario

  1. Chi è l’endocrinologo?
  2. Di Cosa si Occupa l’Endocrinologo
  3. Cosa succede durante una visita endocrinologica
  4. Quando vedere un endocrinologo per il diabete
  5. Endocrinologi Pediatrici
  6. In conclusione

1. Chi è l’endocrinologo?

Un endocrinologo è un medico specializzato in endocrinologia, una branca della medicina dedicata allo studio delle ghiandole ormonali e delle malattie e dei disturbi che le colpiscono. La specialità prevede la valutazione di un’ampia gamma di sintomi in relazione a una carenza o eccesso di ormoni. Molte di queste condizioni sono croniche (nel senso che persistono a lungo) e richiedono una gestione medica continua e persino permanente.

Gli endocrinologi trattano il diabete e le malattie che colpiscono altri sistemi endocrini come la tiroide, l’ipofisi e le ghiandole surrenali. Queste malattie possono includere, ma non sono limitate a:

2. Di Cosa si Occupa l’Endocrinologo

L’endocrinologia è una sottospecialità della medicina interna la cui funzione è valutare come gli ormoni possono influenzare il metabolismo, la crescita, il peso, il sonno, la digestione, l’umore, la riproduzione, la percezione sensoriale, le mestruazioni, l’allattamento e la funzione degli organi.

Sebbene ogni sistema di organi secerne e risponda agli ormoni, l’endocrinologia si concentra principalmente sugli organi del sistema endocrino, in particolare:

  • Ghiandole surrenali: due ghiandole situate sopra i reni che secernono cortisolo, il principale ormone dello stress del corpo, e aldosterone, che regola la pressione sanguigna e i livelli di sodio
  • Ipotalamo: una parte del cervello medio-basso che dice alla ghiandola pituitaria quando rilasciare gli ormoni
  • Ovaie: gli organi riproduttivi femminili che producono gli ormoni sessuali femminili
  • Pancreas: un organo dell’addome che secerne gli ormoni  insulina  e glucagone
  • Paratiroidi: quattro ghiandole del collo che svolgono un ruolo chiave nello sviluppo delle ossae nella regolazione del calcio nel sangue
  • Ghiandola pineale: una ghiandola al centro del cervello che aiuta a regolare il sonno
  • Ghiandola pituitaria:spesso chiamata “ghiandola maestra” perché influenza la funzione di tutte le altre ghiandole.
  • Testicoli: le ghiandole riproduttive maschili che producono gli ormoni sessuali maschili
  • Ghiandola del timo: un organo nella parte superiore del torace che influenza lo sviluppo del sistema immunitario nelle prime fasi della vita
  • Ghiandola tiroidea: un organo a forma di farfalla nel collo che regola il metabolismo

Qualsiasi disfunzione di questi organi può influenzare la quantità o la piccola quantità di un ormone prodotto. Inoltre, poiché gli organi endocrini si influenzano a vicenda, la disfunzione di un organo può avere un effetto a catena e innescare molteplici squilibri ormonali.

3. Cosa succede durante una visita endocrinologica

L’appuntamento generalmente inizia con un’ampia revisione dei sintomi, della storia medica, della storia familiare e di tutti i farmaci che stai assumendo. Spesso aiuta annotare queste cose in anticipo per evitare di dimenticarle o trascurarle.

Durante la prima visita, il medico porrà al paziente una serie di domande relative a:

  • farmaci attuali
  • storia familiare di problemi ormonali
  • altre condizioni mediche comprese le allergie
  • abitudini alimentari

Per una valutazione più accurata di eventuali sintomi, potrebbero essere richiesti test specifici.

Gli esami del sangue e delle urine sono normalmente utilizzati per misurare i livelli ormonali nei campioni di sangue o urina. Altri test prevedono l’iniezione di un agente stimolante o inibente per vedere come reagisce una ghiandola endocrina. Oltre agli esami del sangue, l’endocrinologo può ordinare studi di imaging e altre procedure per osservare da vicino una ghiandola.

Tra alcuni dei test comunemente ordinati da un endocrinologo:

  • Raccolta delle urine delle 24 ore , che fornisce un quadro più accurato dei livelli ormonali nel corpo, compreso il cortisolo
  • Test stimolante ACTH , che utilizza un’iniezione di ormone adrenocorticotropo (ACTH) per aiutare a diagnosticare i disturbi surrenali
  • Tomografia computerizzata (TC) , un tipo di radiografia assistita da computer che crea “fette” tridimensionali di strutture interne
  • Test di stimolazione del CRH , che utilizza un’iniezione di ormone di rilascio della corticotropina (CRH) per verificare la presenza di disturbi surrenali
  • Test di soppressione del desametasone , che utilizza un’iniezione di cortisolo sintetico per verificare la presenza della malattia di Cushing
  • Biopsia per aspirazione con ago sottile (FNA) , in cui un ago viene inserito nella ghiandola tiroidea o nel tumore per estrarre le cellule per la valutazione microscopica
  • Imaging a risonanza magnetica (MRI) , che utilizza potenti onde magnetiche e radio per creare immagini altamente dettagliate, in particolare della ghiandola pituitaria.
  • Scansione della metaiodobenzilguanidina (MIBG) , a volte utilizzata per rilevare i tumori metastatici
  • Test di tolleranza al glucosio orale , in cui si beve una bevanda a base di glucosio dolce per aiutare a diagnosticare il diabete
  • Scansione completa, in cui un radioisotopo, il gallio 68, viene iniettato nel corpo e si lega ai recettori della somatostatina che sono altamente espressi nella maggior parte dei tumori neuroendocrini.
  • Tomografia a emissione di positroni (PET) , un test di imaging che utilizza una sostanza radioattiva per identificare le anomalie metaboliche osservate nella maggior parte dei tumori
  • Scansione dello iodio radioattivo (RAI) , utilizzata per rilevare le cellule normali e cancerose nella ghiandola tiroidea
  • Ultrasuoni , sia addominali che endoscopici, che utilizzano le onde sonore per rilevare masse o liquidi nei tessuti molli
  • Prelievo venoso , che prevede l’inserimento di un catetere in una vena per estrarre il sangue da una parte specifica del corpo per il test ormonale

4. Quando vedere un endocrinologo per il diabete

In alcuni casi, ad esempio se hai il diabete di tipo II semplice, potresti non aver mai bisogno di consultare un operatore sanitario per il diabete perché puoi gestire la malattia attraverso cambiamenti nello stile di vita con la guida del tuo medico di base. In altri casi più complicati, come il diabete di tipo 1, il tuo medico di base ti consiglierà di consultare un endocrinologo.

5. Endocrinologi Pediatrici

Se tuo figlio ha problemi di crescita, pubertà, diabete o altri disturbi legati agli ormoni e alle ghiandole che li producono, un endocrinologo pediatrico può curarlo.

Gli endocrinologi pediatrici diagnosticano, trattano e gestiscono i disturbi ormonali, inclusi i seguenti:

  • Problemi di crescita, come la bassa statura
  • Pubertà precoce o ritardata
  • Ingrossamento della tiroide (gozzo)
  • Ghiandola tiroidea iperattiva o iperattiva
  • Ipo/iperfunzione della ghiandola pituitaria
  • Ipo/iperfunzione delle ghiandole surrenali
  • Genitali/intersessuali ambigui
  • Disfunzione ovarica e testicolare
  • Diabete
  • Basso livello di zucchero nel sangue (ipoglicemia)
  • Obesità
  • Problemi con la vitamina D (rachitismo, ipocalcemia

Dott.ssa Renata Auriemma - Endocrinologo

La dott.ssa Auriemma è specialista in Endocrinologia e Malattie del Ricambio. Presta, inoltre, attività come Ricercatrice presso il Dipartimento di Medicina Clinica e Chirurgia dell’Università Federico II di Napoli.

leggi di più

Renata Auriemma - Endocrinologo

6. In conclusione

L’endocrinologia è il campo delle malattie legate agli ormoni. Un endocrinologo può diagnosticare e trattare i problemi ormonali e le complicazioni che ne derivano. Uno squilibrio ormonale può derivare da fattori genetici o ambientali. Se esiste il sospetto che la causa alla base di una condizione medica sia correlata alla produzione di ormoni, è necessario sottoporsi a visita endocrinologica. L’endocrinologo ti aiuterà a ripristinare l’equilibrio ormonale all’interno dei sistemi del corpo.

 

Fonti

  1. Pasquali R, Casanueva F, Haluzik M, van Hulsteijn L, Ledoux S, Monteiro MP, Salvador J, Santini F, Toplak H, Dekkers OM. European Society of Endocrinology Clinical Practice Guideline: Endocrine work-up in obesity. Eur J Endocrinol. 2020 Jan;182(1)
  2. Diabetes – Management.
  3. Preparing for your appointment. (2016, January 13)
  4. Your health care team. (2015, June 5)
  5. Hormones and EDCs. (n.d.)
  6. Journey through the endocrine system. (n.d.)
  7. Nussey, S., & Whitehead, S. (2001). Endocrinology: An integrate approachOxford BIOS Scientific Publishers
  8. What is the endocrine system? (2017, January 24)