Questa pagina contiene annunci di servizi o prodotti che riteniamo utili per i nostri lettori. Scopri il nostro processo di selezione

La fibrillazione atriale è il tipo più comune di aritmia cardiaca (battito cardiaco irregolare) che può interrompere il normale flusso sanguigno. Sebbene la fibrillazione atriale non sia di per sé pericolosa per la vita, spesso provoca sintomi significativi, tra cui palpitazioni, mancanza di respiro e facile affaticamento.

Inoltre, può portare a problemi più seri, in particolare all’ictus e, nelle persone con malattie cardiache, al peggioramento dell’insufficienza cardiaca.

Sono disponibili diverse opzioni di trattamento per questa condizione cardiaca, ma scegliere quella migliore richiede l’attenta valutazione del cardiologo.

Sommario

  1. Sintomi di Fibrillazione Atriale
  2. Diagnosi di Fibrillazione Atriale
  3. Cause di Fibrillazione Atriale
  4.  Il consumo di caffeina può portare alla fibrillazione atriale?
  5. Fattori di Rischio per la Fibrillazione Atriale
  6. Complicazioni della Fibrillazione Atri.
  7. Quali sono i trigger comuni di fibrillazione atriale?
  8. La fibrillazione atriale provoca coaguli di sangue?
  9. Trattamenti Farmacologici della Fibrillazione Atriale
  10. Trattamenti Chirurgici della Fibrillazione Atriale
  11. Come Prevenire la Fibrillazione Atriale
  12. Rivolgiti allo Specialista Cardiologo
  13. In Conclusione

1. Sintomi di Fibrillazione Atriale

I sintomi della fibrillazione atriale possono variare molto da persona a persona e anche nella stessa persona in momenti diversi. Le palpitazioni sono il sintomo più frequente. Sebbene la fibrillazione atriale di per sé non sia un’aritmia pericolosa per la  vita, può portare a complicazioni che possono essere invalidanti o fatali, come l’ictus PubmedGoyal A, Robinson KJ, Katta S, Sanchack KE. Palpitations. 2021 Aug 13. .

Nella fibrillazione atriale, le palpitazioni sono causate dalla frequenza cardiaca rapida e irregolare che si osserva comunemente con questa aritmia.

Le persone che soffrono di palpitazioni con fibrillazione atriale di solito lamentano la sensazione di battiti “saltati”, “sfarfallìo” del battito cardiaco e occasionalmente brevi episodi di stordimento.

In generale, la fibrillazione atriale può manifestarsi con questi sintomi:

  • palpitazioni cardiache (sensazione come se il tuo cuore stesse saltando un battito oppure un battito irregolare ed accelerato)
  • dolore al petto
  • fatica
  • fiato corto
  • debolezza
  • vertigini
  • svenimento
  • confusione
  • intolleranza all’esercizio

Questi sintomi possono andare e venire in base alla gravità della propria condizione. Ad esempio, la fibrillazione atriale parossistica è un tipo di fibrillazione atriale che si risolve da sola senza intervento medico. Ma potrebbe essere necessario assumere farmaci per prevenire episodi futuri e potenziali complicazioni.

Nel complesso, potresti riscontrare sintomi di fibrillazione atriale per diversi minuti o ore alla volta. I sintomi che continuano per diversi giorni potrebbero indicare una fibrillazione atriale cronica. Informa il tuo medico di eventuali sintomi che stai riscontrando, soprattutto se c’è un cambiamento.

Sintomi correlati alla contrazione atriale

In molte persone con fibrillazione atriale, l’efficienza cardiaca può essere perfettamente adeguata a riposo, ma durante lo sforzo, quando il cuore viene spinto a lavorare di più, i sintomi possono diventare piuttosto gravi.

Comuni anche con la fibrillazione atriale sono una ridotta tolleranza all’esercizio, affaticamento, dispnea (mancanza di respiro) e persino stordimento con quasi tutti i livelli di sforzo. Questi sintomi sono solitamente associati alla perdita di efficienza cardiaca che si verifica quando le camere atriali non sono più in grado di battere efficacemente.

Quando si perde la contrazione atriale, la quantità di sangue che i ventricoli sono in grado di espellere ad ogni battito cardiaco può diminuire. Questa gittata cardiaca limitata riduce la tolleranza all’esercizio fisico di una persona.

2. Diagnosi di Fibrillazione Atriale

Esistono diversi test che possono essere eseguiti per valutare la funzione cardiaca. Il cardiolo può utilizzare uno o più dei seguenti test per diagnosticare la fibrillazione atriale:

  • un esame fisico per controllare il polso, la pressione sanguigna e i polmoni
  • un elettrocardiogramma (ECG) , un test che registra gli impulsi elettrici del cuore per alcuni secondi

Se la fibrillazione atriale non si verifica durante l’ECG, il medico potrebbe farti indossare un monitor ECG portatile o provare un altro tipo di test.

Questi test includono:

  • Monitor Holter, un piccolo dispositivo portatile che indossi dalle 24 alle 48 ore per monitorare il tuo cuore.
  • monitor eventi, un dispositivo che registra il tuo cuore solo in determinati momenti o quando hai sintomi di AFib
  • ecocardiogramma , un test non invasivo che utilizza le onde sonore per produrre un’immagine in movimento del tuo cuore.
  • ecocardiogramma transesofageo, una versione invasiva di un ecocardiogramma che viene eseguito posizionando una sonda nell’esofago
  • stress test, che monitora il tuo cuore durante l’esercizio
  • radiografia del torace per visualizzare il cuore e i polmoni
  • esami del sangue per verificare la tiroide e le condizioni metaboliche

3. Cause di Fibrillazione Atriale

Il cuore contiene quattro camere: due atri e due ventricoli.  La fibrillazione atriale si verifica quando queste camere non funzionano insieme come dovrebbero a causa di segnali elettrici difettosi.  Normalmente, atri e ventricoli si contraggono alla stessa velocità. Nella fibrillazione atriale, gli atri e i ventricoli non sono sincronizzati perché gli atri si contraggono molto rapidamente e in modo irregolare.

La causa della fibrillazione atriale non è sempre nota. Le condizioni che possono causare danni al cuore e portare a fibrillazione atriale includono:

  • ipertensione
  • insufficienza cardiaca congestizia
  • coronaropatia
  • malattia della valvola cardiaca
  • cardiomiopatia ipertrofica, un ispessimento del muscolo cardiaco
  • chirurgia cardiaca
  • difetti cardiaci congeniti , ovvero difetti cardiaci con cui sei nato
  • una ghiandola tiroidea iperattiva
  • pericardite, un’infiammazione del rivestimento del cuore
  • alcuni farmaci
  • alcolici
  • malattia della tiroide

In generale,uno stile di vita sano può ridurre il rischio di fibrillazione atriale. Ma non tutte le cause sono prevenibili. È importante informare il medico della propria storia medica in modo che possa individuare meglio le cause della fibrillazione atriale e essere in grado di scegliere il trattamento più efficace.

4. Il consumo di caffeina può portare alla fibrillazione atriale?

Nonostante venga comunemente suggerito ai pazienti con aritmie cardiache di evitare l’assunzione di caffeina, gli studi non sono riusciti a dimostrare che la caffeina, in quantità controllate, abbia alcun effetto su qualsiasi aritmia cardiaca HeartCaldeira D, Martins C, Alves LB, et al. Caffeine does not increase the risk of atrial fibrillation: A systematic review and meta-analysis of observational studies. Heart. 2013;99:1383-1389..

5. Fattori di Rischio per la Fibrillazione Atriale

Sebbene la causa esatta della fibrillazione atriale non sia sempre nota, ci sono alcuni fattori che potrebbero metterti a maggior rischio per questa condizione. Alcuni di questi possono essere prevenuti, mentre altri sono genetici. Parla con il tuo medico dei seguenti fattori di rischio:

  • età
  • avere una storia familiare di fibrillazione atriale
  • cardiopatia
  • difetti cardiaci strutturali
  • difetti cardiaci congeniti
  • pericardite
  • storia di attacchi di cuore
  • storia di cardiochirurgia
  • condizioni della tiroide
  • sindrome metabolica
  • obesità
  • malattia polmonare
  • diabete
  • bere alcolici, soprattutto binge drinking
  • apnea notturna
  • terapia steroidea ad alto dosaggio

6. Quali sono i trigger comuni di fibrillazione atriale?

Un episodio può verificarsi durante uno sforzo fisico o da stress. Infatti, circa la metà delle persone con fibrillazione atriale afferma che lo stress è il fattore scatenante più comune per la comparsa dei sintomi. La fibrillazione atriale può anche essere innescata da altri fattori, come farmaci, caffeina, alcol o fumo. Anche altre condizioni, tra cui apnea notturna, ipertensione e BPCO, possono aumentare il rischio di avere un episodio di fibrillazione atriale.

7. La fibrillazione atriale provoca coaguli di sangue?

Sì, la fibrillazione atriale può aumentare il rischio di coaguli di sangue PubmedDing WY, Gupta D, Lip GYH. Atrial fibrillation and the prothrombotic state: revisiting Virchow’s triad in 2020. Heart. 2020 Oct;106(19):1463-1468.. Quando il cuore batte in modo irregolare, il sangue può accumularsi nel cuore e lì coagularsi. Di conseguenza, i coaguli di sangue possono raggiungere il cervello, causando un ictus. I coaguli di sangue possono anche bloccare altre arterie. Questo è uno dei motivi principali per cui la fibrillazione atriale è considerata una condizione medica pericolosa.

8. Complicazioni della Fibrillazione Atriale

Un trattamento medico regolare e controlli con lo specialista in cardiologia possono aiutarti ad evitare complicazioni. Ma se non viene trattata, la fibrillazione atriale può essere grave e persino mortale. Le complicazioni gravi includono insufficienza cardiaca e ictus . Sia i farmaci che le abitudini di vita possono aiutare a prevenirli nelle persone con fibrillazione atriale.

Un ictus si verifica a seguito di un coagulo di sangue nel cervello. Ciò priva il tuo cervello di ossigeno e può portare a danni permanenti. Gli ictus possono anche essere fatali. L’insufficienza cardiaca si verifica quando il tuo cuore non può più funzionare correttamente. La fibrillazione atriale può logorare il muscolo cardiaco, poiché i ventricoli nelle camere inferiori tentano di lavorare di più per compensare la mancanza di flusso sanguigno nelle camere superiori.

Nelle persone con fibrillazione atriale, l’insufficienza cardiaca si sviluppa nel tempo – non è un evento improvviso come potrebbe essere un infarto o un ictus. Seguire il piano di trattamento può ridurre le possibilità di complicazioni dovute alla fibrillazione atriale.

9. Trattamenti Farmacologici della Fibrillazione Atriale

Se hai bisogno di cure, il tuo medico può raccomandare i seguenti tipi di farmaci:

  • beta bloccanti per diminuire la frequenza cardiaca
  • bloccanti dei canali del calcio per rilassare i muscoli arteriosi e diminuire la frequenza cardiaca generale
  • bloccanti dei canali del sodio o del potassio per controllare il ritmo cardiaco
  • glicosidi digitali per rafforzare le contrazioni cardiache
  • fluidificanti del sangue per prevenire la formazione di coaguli di sangue

Gli anticoagulanti orali senza vitamina K (NOAC) sono i fluidificanti del sangue preferiti per la fibrillazione atriale. Includono rivaroxaban (Xarelto) e apixaban (Eliquis) PubmedAmin A. Choosing Non-Vitamin K Antagonist Oral Anticoagulants: Practical Considerations We Need to Know. Ochsner J. 2016;16(4):531-541..  In generale, lo scopo dell’assunzione di farmaci per la fibrillazione ariale è quello di normalizzare la frequenza cardiaca e promuovere una migliore funzione cardiaca in generale.

Questi medicinali possono anche prevenire possibili coaguli di sangue in futuro, nonché complicazioni correlate come infarto e ictus. A seconda delle condizioni, il medico può raccomandare una combinazione di farmaci per contrastare la fibrillazione atriale.

10. Trattamenti Chirurgici della Fibrillazione Atriale

I trattamenti per la fibrillazione atriale possono includere farmaci e altri interventi per cercare di regolarizzare il sistema elettrico del cuore, la chirurgia nei casi più gravi.

Nel caso di fibrillazione atriale cronica o grave, la chirurgia è l’opzione raccomandata. Esistono diversi tipi di interventi chirurgici che prendono di mira il muscolo cardiaco nel tentativo di aiutarlo a pompare il sangue in modo più efficiente. La chirurgia può anche aiutare a prevenire danni al cuore PubmedMcClure GR, Belley-Cote EP, Jaffer IH, Dvirnik N, An KR, Fortin G, Spence J, Healey J, Singal RK, Whitlock RP. Surgical ablation of atrial fibrillation: a systematic review and meta-analysis of randomized controlled trials. Europace. 2018 Sep 1;20(9):1442-1450.

I tipi di interventi chirurgici che possono essere utilizzati per trattare la fibrillazione atriale includono:

Cardioversione elettrica

In questa procedura, una breve scarica elettrica ripristina il ritmo delle contrazioni cardiache.

Ablazione transcatetere

Nell’ablazione transcatetere, un catetere fornisce onde radio al cuore per distruggere il tessuto anormale che invia impulsi irregolari.

Ablazione del nodo atrioventricolare (AV)

Le onde radio distruggono il nodo AV, che collega atri e ventricoli in questa procedura. Quindi gli atri non possono più inviare segnali ai ventricoli.

Viene inserito un pacemaker per mantenere un ritmo regolare.

Chirurgia del labirinto

Si tratta di un intervento chirurgico invasivo che può essere a cuore aperto o attraverso piccole incisioni nel torace, durante le quali il chirurgo esegue piccoli tagli o ustioni negli atri del cuore per creare un “labirinto” di cicatrici che impedirà a impulsi elettrici anomali di raggiungere altri aree del cuore. Questo intervento chirurgico viene utilizzato solo nei casi in cui altri trattamenti non hanno avuto successo.

Il medico potrebbe anche raccomandare altre procedure per trattare le condizioni di salute sottostanti, come le malattie della tiroide o del cuore, che potrebbero causare la fibrillazione atriale. La chirurgia è una delle opzioni di trattamento della fibrillazione atriale, tuttavia, i farmaci e i cambiamenti dello stile di vita sono raccomandati come prime linee di trattamento. Il medico può raccomandare un intervento chirurgico come ultima risorsa se la tua condizione è grave.

11. Come Prevenire la Fibrillazione Atriale

La maggior parte dei casi di fibrillazione atriale può essere gestita o trattata. Ma la fibrillazione atriale tende a ripresentarsi e peggiorare nel tempo. Puoi ridurre il rischio di fibrillazione atriale procedendo come segue:

  • seguire una dieta ricca di frutta e verdura fresca e povera di grassi saturi e trans
  • fare esercizio regolarmente
  • mantenere un peso sano
  • evitare di fumare
  • evitare di bere alcolici o bere solo piccole quantità di alcol occasionalmente
  • segui i consigli del tuo medico per il trattamento di eventuali condizioni di salute sottostanti

 

Se hai la fibrillazione atriale e non stai assumendo farmaci adeguati, hai cinque volte più probabilità di avere un ictus rispetto alle persone che non hanno AFib.

12. Rivolgiti allo Specialista Cardiologo

Palpitazioni, facile affaticabilità, mancanza di respiro, fastidio al torace ed episodi di stordimento o svenimento sono sintomi che dovresti sempre menzionare al tuo medico. Assicurati di condividere anche i dettagli su ciò che ha portato a questi sintomi.

Se stai avendo un episodio di fibrillazione atriale e il tuo cuore non torna al suo ritmo normale in pochi minuti, o i tuoi sintomi peggiorano, chiama il tuo medico.

Richiedere assistenza medica di emergenza immediata per questi sintomi di infarto o ictus:
  • Dolore o pressione nel mezzo del petto
  • Viso cadente
  • Debolezza del braccio
  • Difficoltà del discorso
  • Intorpidimento improvviso, soprattutto su un lato
  • Forte mal di testa improvviso
  • Problemi di vista improvvisi in uno o entrambi gli occhi
  • Improvvisa perdita di equilibrio o difficoltà a camminare

Chiedi subito la consulenza di un medico specializzato in cardiologia se avverti i sintomi della fibrillazione atriale. Insieme allo specialista potrai pianificare il trattamento più adatto a te.

  • Cerca il Cardiologo più vicino a te

13. In Conclusione

In tutto il mondo, la fibrillazione atriale è una delle aritmie più comuni. Una volta che si verifica la fibrillazione atriale, è più probabile che si ripresenti e peggiori con il passare del tempo. L’avanzare dell’età, il sovrappeso e la sedentarietà sono fattori di rischio importanti per lo sviluppo della fibrillazione atriale.

Fonti

  1. Heidt ST, Kratz A, Najarian K, et al. Symptoms In Atrial Fibrillation: A Contemporary Review And Future Directions. J Atr Fibrillation. 2016;9(1):1422.
  2. Rienstra M, Lubitz SA, Mahida S, et al. Symptoms and functional status of patients with atrial fibrillation: state of the art and future research opportunities. Circulation. 2012;125(23):2933–2943. doi:10.1161/CIRCULATIONAHA.111.069450
  3. Goyal A, Robinson KJ, Sanchack KE. Palpitations. StatPearls Publishing.
    Shah SR, Luu SW, Calestino M, David J, Christopher B. Management of atrial fibrillation-flutter: uptodate guideline paper on the current evidence. J Community Hosp Intern Med Perspect. 2018;8(5):269–275.
  4. Czick ME, Shapter CL, Silverman DI. Atrial Fibrillation: The Science behind Its Defiance. Aging Dis. 2016;7(5):635–656.
  5. Hussain S, Jerry C, Luck. Syncope And Atrial Fibrillation: Which Is The Chicken And Which Is The Egg? J Atr Fibrillation. 2015;8(4):1175.
  6. Frykman V, Frick M, Jensen-urstad M, Ostergren J, Rosenqvist M. Asymptomatic versus symptomatic persistent atrial fibrillation: clinical and noninvasive characteristics. J Intern Med. 2001;250(5):390-7.
  7. Uetake S, Maruyama M, Yamamoto T, et al. Left ventricular stiffness estimated by diastolic wall strain is associated with paroxysmal atrial fibrillation in structurally normal hearts. Clin Cardiol. 2016;39(12):728-732.
  8. Fleischmann KE, Orav EJ, Lamas GA, et al. Atrial fibrillation and quality of life after pacemaker implantation for sick sinus syndrome: data from the Mode Selection Trial (MOST). Am Heart J. 2009;158(1):78-83.e2.
  9. Patel JJ, Whittaker CT. Tachycardia-induced heart failure. Perm J. 2007;11(3):50–52. doi:10.7812/tpp/07-008
  10. Jaakkola J, Mustonen P, Kiviniemi T, et al. Stroke as the First Manifestation of Atrial Fibrillation. PLoS One. 2016;11(12):e0168010.
  11. Carmona-Puerta R, Castro-Torres Y. Atrial fibrillation and cryptogenic stroke. What is the current evidence? Role of electrocardiographic monitoring. J Arrhythm. 2017;34(1):1–3.
  12. Hansson A, Madsen-Härdig B, Olsson SB. Arrhythmia-provoking factors and symptoms at the onset of paroxysmal atrial fibrillation: A study based on interviews with 100 patients seeking hospital assistance. BMC Cardiovasc Disord. 2004 Aug 3;4:13.
  13. Hald EM, Rinde LB, Lochen M-L, et al. Atrial fibrillation and cause-specific risks of pulmonary embolism and ischemic stroke. J Am Heart Assoc. 2018 Jan 29;7(3):e006502.