Facebook pixel

I 10 trattamenti più efficaci per eliminare la cellulite approvati dalla scienza

Visualizzazioni0Voto medio0/5Condivisioni0
I 10 trattamenti più efficaci per eliminare la cellulite approvati dalla scienza

Hai ormai da tempo iniziato la tua battaglia personale contro la cellulite? Hai rinunciato a indossare il tuo vestito preferito per via dell’imbarazzo suscitato da quei cuscinetti tanto evidenti sulle cosce? Il tuo armadio è diventato il fidato custode di segretissimi vestitini aderenti che non osano uscire alla luce del sole? Se è così, sappi che sei decisamente in buona compagnia! Circa l’80-90% delle donne adulte sta combattendo la tua stessa battaglia. Chiunque, infatti, può sviluppare la cellulite.

“Contrariamente alla credenza popolare, la cellulite non è un problema di peso. Anche le persone molto magre possono avere la cellulite ed è considerato normale averne un pò, da un punto di vista medico”

Quindi non è necessario essere obese per cadere preda alla cellulite. La genetica infatti ha un ruolo molto importante nel determinare la quantità e la localizzazione delle cellule adipose nell’organismo.

Ok, bene, tutte (o quasi) hanno la cellulite. Ma la domanda che davvero importante è: ci sono rimedi per la cellulite? Ebbene, la risposta è sì!

Anche se tutti vi dicono che la via verso la cellulite è una strada senza ritorno, prevenire la cellulite è possibile! E, a volte, anche ridurla.
Eppure, non esiste un unico modo comprovato per prevenire la comparsa della cellulite.

Nel mercato della cosmesi esistono svariati rimedi per la cellulite, che possono aiutare a ridurne l’aspetto. Alcuni di questi metodi sono piú economici, come l’impiego di creme topiche e pomate specifiche, altri invece sono piú costosi e includono trattamenti cosmetici con laser oppure massaggi specialistici.

Ecco quali sono le terapie e i trattamenti più efficaci per combattere la cellulite.

1. Creme e Lozioni

Molte creme e lozioni,utilizzate come trattamenti topici contro la cellulite, sono stati studiate apposta per ridurre la sua comparsa, e svolgono un’azione drenante sui ristagni linfatici, così da stimolare la circolazione.

Vengono somministrati come agenti topici le erbe, i retinoidi, l’acido lattico, le xantine. Uno dei trattamenti topici contro la cellulite più comuni è la caffeina (xantina) che spesso si ritrova nelle lozioni e creme anticellulite, poiché stimola la lipolisi e migliora il drenaggio linfatico e vascolare. ebm

Dagli studi medici effettuati, il trattamento topico anticellulite più efficace risulta essere quello in cui si hanno più ingredienti attivi combinati contro le adiposità localizzate.

Sembra che le azioni svolte da tali ingredienti  presenti nelle lozioni  svolgano il loro effetto di riduzione della cellulite attraverso:

  • l’eliminazione dei grassi
  • il miglioramento della circolazione sanguigna
  • il miglioramento dell’elasticità della pelle
  • la riduzione della ritenzione dei liquidi
ebm

Per essere ancora più efficaci le creme anti cellulite dovrebbero essere applicare con i gesti propri del massaggio linfodrenante (di cui parleremo in seguito).

I prezzi per i trattamenti anticellulite ad uso topico variano in base alla marca e alla quantità e qualità dei composti contenuti nelle creme o lozioni, per una buona crema si parte da 25 euro in su. Noi ti consigliamo BYOTHEA Crema Anticellulite Bleumarine Professional Crema Anticellulite[/simple_tooltip].

 

2. Riduci il grasso, costruisci il muscolo

top 7 trattamenti per la cellulite, dieta e sport

Ormai l’abbiamo capito: persone di tutte le taglie possono avere la cellulite. Ma questa non può essere una scusa per dedicarci inesorabilmente al cibo! Una soluzione, infatti, c’è sempre…per chi ha la voglia e la motivazione di metterla in pratica, s’intende.

Tra i migliori rimedi per combattere la cellulite ci sono, come possiamo aspettarci, anche la dieta e lo sport.

Se sei in sovrappeso, il trattamento più efficace è, innanzitutto quello di buttare giù più chili possibili, attraverso una dieta mirata concordata con il tuo nutrizionista . La nutrizione è un aspetto importantissimo della cellulite, che non possiamo permetterci di sottovalutare. Anzi, un giusto regime alimentare deve essere considerato il primo e imprescindibile passo.

Le regole da tenere sempre a mente:

  • bere tantissima acqua
  • assumere vitamine e minerali attraverso il consumo di frutta e verdura
  • consumare cibi ad alto contenuto di fibre
  • eliminare fumo e alcool
  • ridurre l’uso di bevande nervine
  • ridurre l’uso cibi grassi, salati e piccanti
  • eliminare dolciumi e zuccheri raffinati

Queste sono le regole di partenza da tenere sempre a mente. Ma, soprattutto se si parte da uno stato di sovrappeso, sarebbe utile rivolgersi ad un nutrizionista che ci aiuti a capire come muoverci.

Oltre alla dieta corretta, è indispensabile impegnarci in un serio e costante allenamento fisico.

Attenzione! Diffidate da tutti coloro che vi hanno detto che ormai se si ha la cellulite non c’è più niente da fare, e che è inutile qualsiasi allenamento. Quante volte ve lo siete sentito dire? Balle!

Uno studio recente ha mostrato che abbinare una dieta equilibrata ad un esercizio fisico regolare, soprattutto nelle donne che soffrono di obesità, può ridurre significativamente il peso corporeo, ed è probabile che queste due abitudini sane, possano aiutare a combattere anche la cellulite.

Il consiglio è quello di affidarvi ad un qualificato personal trainer, e, naturalmente, di impegnarvi più che potete!

In sostanza: mangia meno e aggiungi più esercizio di allenamento cardio e forza. Solleva pesi almeno 2 giorni alla settimana. Focus sulle gambe, i fianchi e la parte posteriore. I muscoli forti e definiti sotto uno strato di grasso più sottile renderanno la pelle più liscia e meno vulnerabile alla cellulite.

3. Manipolazione manuale : il linfodrenaggio

top 7 trattamenti per la cellulite, massaggi

Il massaggio è sicuramente uno dei trattamenti più efficaci per combattere la cellulite.

Massaggiare le zone interessate usando la giusta pressione, nei punti giusti, ottiene in molti casi effetti eccezionali. il massaggio aiuta, infatti, a drenare i fluidi in eccesso e a ridurre la comparsa della cellulite. Si ritiene, inoltre, che l’azione del massaggio miri a danneggiare le cellule grasse in modo che si “ricostruiscano”, in seguito, in modo più uniformemente distribuito, rendendo la pelle più liscia.

Ma è bene sottolineare che non basta un semplice massaggio di 5 minuti, magari fatto distrattamente prima di andare a dormire, per ottenere gli effetti desiderati. Parliamo, invece, di un tipo preciso di massaggio, che è mirato su punti particolari e che è caratterizzato da precisi movimenti e manipolazioni in determinate direzioni, e dalla giusta pressione. Per ottenere un trattamento efficace per combattere la cellulite, ti consigliamo di rivolgerti, quindi, ad un fisioterapista esperto in linfodrenaggio

Una tecnica molto usata da medici, massaggiatori  o fisioterapisti esperti, infatti, è proprio il linfodrenaggio, che viene eseguito partendo dalle zone periferiche con movimenti circolari salendo in modo graduale nelle altre zone del corpo. Il linfodrenaggio stimola il flusso linfatico a drenare la stagnazione dei liquidi. È ormai appurato nella comunità medica che il drenaggio linfatico riattiva la circolazione sanguigna aumentando la velocità del metabolismo locale (cioè aumentando il catabolismo). In termini biochimici la cellula inizia a bruciare più energia, sciogliendo di fatto il grasso in eccesso. Si tratta, quindi, di una tecnica di precisione, che sarebbe saggio affidare nelle mani di un fisioterapista qualificato.

Il costo per il linfodrenaggio parte da 30 euro in su.

Tuttavia, se stai pensando di non aver abbastanza tempo o di voler risparmiare, puoi sempre ricorrere ai massaggi anticellulite fatti in casa che, se fatti bene e con costanza, possono comunque portare a risultati apprezzabili. Ti consiglio, dunque, di dare uno sguardo ai consigli che seguono, che possono tornare davvero utili a tutte!

Come fare massaggi anticellulite a casa?

Innanzitutto, prima di cominciare, è sempre consigliabile fare uno scrub cutaneo, in modo da eliminare tutte le impurità e le cellule morte che potrebbero fare da barriera alla penetrazione della crema. Questo, quindi, aiuterà i principi attivi contenuti nelle creme anticellulite ad essere assorbiti ancora più in profondità.

L’applicazione della crema anticellulite deve iniziare dal collo del piede, per poi passare alla caviglia (soffermandosi in particolare intorno ai malleoli perché zona riflessa del drenaggio linfatico) con movimenti circolari.

Compressioni profonde dal basso verso l’alto devono essere fatte dalle caviglie al ginocchio e dal ginocchio all’inguine.

Soffermati in particolare nelle zone “più critiche” del  corpo, inizia con movimenti circolari per poi passare alle compressioni sempre dalla periferia verso il centro (cioè verso il cuore).

Per potenziare il massaggio, sfrutta la forza di gravità: manteni le gambe ad un’altezza superiore rispetto alla testa, ad esempio sdraiandoti a terra e appoggiando i piedi sul letto e se possibile, facendoti fare il massaggio da un’altra persona.

Terminato il massaggio assumente una tisana drenante.

4. Terapia ad onde d’urto

La terapia ad onde acustiche è un trattamento studiato già a partire dagli anni 70 per il trattamento di alcune patologie, per le sue capacità antinfiammatorie e antidolorifiche. Recentemente questa terapia è stata apprezzata anche per i suoi effetti nella cura di patologie cutanee…come la nostra acerrima nemica: la cellulite

La terapia a onda acustica (AWT) invia onde d’urto a basso consumo energetico ai tessuti colpiti dalla cellulite. Si pensa che ciò possa contribuire ad aumentare il flusso sanguigno, ridurre la ritenzione idrica e abbattere il grasso. Permette il rassodamento dei tessuti e migliora il drenaggio dei liquidi. Infatti introducendo le onde acustiche nel corpo, il tessuto connettivo si rilassa, mentre la tonicità dell’epidermide aumenta.

La vascolarizzazione del tessuto sottocutaneo aumenta e le cellule adipose si riducono sino a riprendere la loro grandezza naturale

Ci spiega la dottoressa Elena Maria Abati, fisiatra, responsabile del Servizio onde d’urto di Humanitas Gavazzeni.

Il trattamento anticellulite con le onde d’urto è una terapia rigorosamente medica.

Ogni seduta completa dura un’ora anche se esistono trattamenti più ridotti limitati alla aree caratterizzate da adiposità localizzate. Spesso una riduzione del volume della parte trattata è già visibile precocemente. Tuttavia per gli effetti del trattamento contro la cellulite è necessario aspettare un pò di tempo. Il numero delle sedute può variare a seconda dei casi, in genere va dalle 6 alle 10 sedute, con intervalli di 3-4 giorni tra l’una e l’altra.

Alcuni studi dimostrano l’efficacia e la sicurezza di questo trattamento contro la cellulite ebm

5. Laser a luce pulsata: laser a Diodo 808 nm

i migliori 7 rimedi per la cellulite, laser anticellulite

Altra terapia per eliminare la cellulite è il laser a luce pulsata, che emette una luce ad infrarossi che stimola la produzione di collagene. Per avere maggior efficacia viene abbinata l’applicazione di creme che contengono retinolo.

Il trattamento tramite laser è una tecnica non invasiva e sicura ebm

Un tipo di trattamento laser a luce pulsata è il TriActive, approvato dalla FDA (Agenzia per gli Alimenti e i Medicinali), che si basa sull’emissione di laser a bassa energia combinato ad un massaggio ad aspirazione che ha un effetto drenante e ad un sistema di raffreddamento localizzato per eliminare la sensazione di bruciore.

Ricordiamo inoltre altre terapie laser a luce pulsata utilizzate contro le adiposità localizzate sono: VelaSmooth, GentleYAG, SmoothShapes, i costi partono da 30 euro.

Lo scorso Gennaio, “L’Agenzia per gli Alimenti e i Medicinali” americana ha introdotto un trattamento anticellulite laser chiamato “Cellulaze”, basato sul metodo del congelamento e progettato per ridurre significativamente la comparsa della cellulite. Questa procedura prevede un piccolo tubo laser che viene inserito sotto la pelle della paziente. Mentre il laser si riscalda, fonde le tasche grasse di grasso e ammorbidisce le fasce di fibre di tessuto connettivo che le tengono insieme. Tuttavia, è una procedura molto lunga, impegnativa e costosa, per cui ti consigliamo di tenerla come ultima spiaggia!

6. Radiofrequenza

Tra i migliori rimedi per la cellulite c’è il trattamento a radiofrequenza.

Il trattamento a radiofrequenze comporta il riscaldamento della pelle e dei tessuti sottocutanei usando onde radio elettromagnetiche.
Come la terapia laser, funziona incoraggiando il rinnovamento della pelle e la produzione di collagene, oltre ad abbattere le cellule adipose.

Il dispositivo per la radiofrequenza, adatto particolarmente a chi soffre di ritenzione idrica, attraverso l’aspirazione a vuoto, permette l’aumento del flusso sanguigno e il ricambio di ossigeno ai tessuti adiposi mentre il massaggio dei rulli meccanici favorisce il drenaggio linfatico.

L’intensità del trattamento può essere regolata cambiando la frequenza delle onde radio. È spesso usato in combinazione con altre terapie come il massaggio.

Il trattamento con radiofrequenza costa a partire da 150 euro a seduta.

7. Pressoterapia

epilazione laser

Tra i 7 trattamenti più efficaci per eliminare la cellulite c’è sicuramente la pressoterapia.

La pressoterapia è un trattamento medico ed estetico non invasivo che si usa per migliorare il drenaggio linfatico e venoso. Viene effettuata con un’apparecchiatura che utilizza pompe di gonfiaggio che creano una compressione pneumatica intermittente. Questa pressione viene esercitata direttamente sulle zone da trattare.

La pressoterapia è un rimedio indicato per:

  • Combattere gli inestetismi della cellulite
  • Ridurre la ritenzione idrica
  • Favorire lo snellimento di alcune parti del corpo
  • Incentivare l’eliminazione delle sostanze tossiche dal corpo

Una classica seduta di pressoterapia dura dai 30 ai 50 minuti. In genere, il numero minimo di sedute affinchè la pressoterapia risulti efficace è 8.

8. Mesoterapia

La Mesoterapia è una tecnica di medicina alternativa mirata all’eliminazione della ritenzione idrica, quindi viene utilizzata come trattamento medico altamente specializzato contro la cellulite e gli inestetismi. EBM Questa terapia consiste nell’iniezione nel mesoderma di farmaci attraverso aghi sottilissimi.

Lo scopo di questa tecnica è quello di disintossicare l’organismo dalle scorie in eccesso, eliminare i liquidi e, contemporaneamente, tonificare ed elasticizzare la pelle.

In base al farmaco che viene impiegato, in realtà, la mesoterapia può avere diversi benefici, non solo dimagranti e drenanti, ma anche antinfiammatori e antalgici. Risulta, pertanto, utile sia per i trattamenti di tipo estetico e dermatologico sia per trattamenti di tipo medico relativi all’apparato osteoarticolare, come ad altre problematiche.

Soprattutto per questo tipo di tecnica è assolutamente raccomandabile rivolgersi ad un medico estetico (in realtà il consiglio vale per tutte quelle terapie basate su macchinari tecnologici). Rivolgendoci ad un medico estetico con un’adeguata esperienza, infatti, possiami ottenere delle garanzie circa la nostra incolumità e sicurezza durante il trattamento, nonché sul raggiungimento di un risultato finale che sia pienamente soddisfacente.

Per il trattamento della cellulite, la mesoterapia può essere supportata da terapie complementari quali linfodrenaggio, bendaggi, idromassaggi, liposuzione, fanghi termali e laser. Per ottenere un risultato ottimale, infatti, di solito non ci si limita ad un solo tipo di tecnica, ma si preferisce optare per un ciclo di tecniche diverse alternate tra loro.

La mesoterapia, come ormai abbiamo capito, è un vero e proprio trattamento medico, altamente specializzato e sicuro. Di conseguenza, il costo tenderà a salire. Il prezzo non è universale, ma si può comunque stimare, in linea di massima, che il costo unitario di una seduta di mesoterapia possa essere compreso tra i cinquanta e gli ottanta euro,  tenendo presente che un ciclo mediamente comprende un numero di sedute compreso tra le otto e le quindici.

9. Cavitazione: tecnologia a ultrasuoni

La cavitazione è una tecnica medica che può essere impiegata per diversi scopi, come, per esempio, per la frantumazione dei calcoli renali. Sempre più spesso, tuttavia, si sta utilizzando la cavitazione come tecnica estetica di successo volta ad eliminare adiposità localizzate e inestetismi cutanei, come la cellulite e la pelle a buccia d’arancia.

Questo particolare trattamento estetico prevede la generazione del fenomeno di cavitazione mediante l’utilizzo di ultrasuoni erogati da appositi macchinari. Gli ultrasuoni provocano variazioni di pressione e di temperatura nel fluido interstiziale presente fra gli adipociti. Queste variazioni fanno sì che avvenga la rapida formazione di microbolle di vapore che aumentano e diminuiscono il loro volume in maniera molto rapida, fino ad arrivare a implodere. Ne consegue una fuoriuscita di grassi.

In realtà, bisognerebbe sottolineare che esiste qualche differenza tra cavitazione medica e cavitazione estetica. La cavitazione estetica si limita ad agire esclusivamente sul livello superficiale della pelle, al fine di sollecitarla, rivitalizzarla e tonificarla. Trattandosi di una procedura che non agisce in profondità, la cavitazione estetica può essere eseguita da personale non medico, quali gli estetisti all’interno dei centri estetici. La cavitazione medica, invece, si avvale di strumenti che generano ultrasuoni a basse frequenze (30-40 Kilo Hertz, KHz) e che riescono, perciò, a penetrare fino allo strato adiposo sottocutaneo. A differenza della cavitazione estetica, la cavitazione medica può essere eseguita solo da personale medico specializzato mediante l’utilizzo di appositi apparecchi elettromedicali di sola pertinenza medica (cioè, non possono essere impiegati da personale non medico).

In realtà, trattandosi comunque di una tecnica medica, il consiglio resta sempre quello di rivolgersi, in ogni caso, ad un medico estetico, che sarà in grado di massimizzare il risultato e minimizzare i rischi.

L’unica nota dolente della cavitazione, probabilmente, è il costo, non esattamente popolare. Una seduta di cavitazione, infatti, costa intorno ai 100 euro. Da considerare, inoltre, è che spesso sono necessarie dalle cinque alle dieci sedute per ottenere un risultato apprezzabile. Inoltre, perchè gli effetti siano duraturi, c’è bisogno di altre sedute periodiche del trattamento, con cadenza almeno semestrale.

10. Carbossiterapia

La Carbossiterapia è un’altra tecnica medica il cui utilizzo è previsto sia per problematiche mediche che per problematiche più prettamente estetiche. Questa tecnica viene frequentemente usata, infatti, per combattere cellulite, rughe, smagliature, cicatrici, gonfiori e molto altro ancora. L’efficacia e la sicurezza di questa terapia sono state dimostrate attraverso diversi studi scientifici EBM

Consiste nell’iniezione sottocutanea di anidride carbonica, tramite piccolissime iniezioni con aghi sottili. Questo trattamento agisce sul grasso, riattivando il metabolismo cellulare e gli enzimi capaci di sciogliere e riassorbire i grassi ed agisce anche sulla circolazione sanguigna, che ossigena meglio i tessuti e permette un più facile smaltimento di scorie e gonfiori.

Ogni seduta, che può durare circa un quarto d’ora, può avere un costo che si aggira dagli 80 ai 150 euro, in base all’area da trattare e al problema da risolvere. Le sedute, solitamente, si ripetono una o due volte a settimana ed il loro numero varia in base alla patologia da trattare: si va, comunque, dalle 6 alle 10 sedute.

 

Take away

Ok, abbiamo visto che di trattamenti efficaci contro la cellulite ce ne sono diversi, ma come fare a scegliere quello più giusto per te?

In sostanza, le principali figure cui rivolgersi sono, innanzitutto, un nutrizionista e un personal trainer, perchè dieta e sport sono passi imprescindibili da compiere verso il benessere e la bellezza. Occhio, in particolare, alla dieta. La cellulite è una malattia nella nostra società, ed è figlia, pertanto, delle nostre abitudini alimentari. Nel mondo occidentale il cibo spazzatura fa ormai da padrone, tanto che spesso neanche ci accorgiamo più di mangiarlo e, cosa più grave, di farlo mangiare ai nostri figli. Questo, pertanto, è un consiglio speciale che rivolgiamo in particolar modo alle mamme: occhio alla dieta dei nostri bambini! L’alimentazione che seguiamo nei primi anni di vita (fino ai 5 o 6 anni) potrebbe essere decisiva nella formazione e nello sviluppo, in seguito, della cellulite, poichè una dieta ricca di grassi contribuisce alla moltiplicazione di cellule adipose.

Tuttavia, per intraprendere un percorso mirato e adatto alle nostre specifiche necessità, è opportuno prenotare una visita col medico estetico. Non esiste, infatti, un trattamento universale in grado di combattere la cellulite. Ognuno di noi ha specifiche problematiche, che necessiteranno di specifiche terapie.

Cerca il medico estetico più vicino a te

Cerca il nutrizionista più vicino a te

Cerca il personal trainer più vicino a te

 

Visualizzazioni0Voto medio0/5Condivisioni0

    Vuoi collaborare all'articolo?

    Vuoi apportare il tuo importante contributo all'articolo? Sentiti libero di scrivere il tuo pensiero e ne faremo tesoro.

    Diventa uno 'Specialist

    Articoli correlati