Questa pagina contiene annunci di servizi o prodotti che riteniamo utili per i nostri lettori. Scopri il nostro processo di selezione

Cosa significa essere depressi?

Molte persone identificano la depressione con sentimenti di tristezza e apatia, ma la depressione è una condizione di malessere molto più complessa.

Secondo l’OMS la depressione sarà la più diffusa al mondo tra le malattie mentali e in generale la seconda malattia più diffusa dopo le patologie cardiovascolari.

La buona notizia è che la depressione è curabile. Se hai sintomi di depressione, parlane con uno specialista. Prima ricevi aiuto e prima potrai sentirti meglio.

Di seguito tutto ciò che bisogna sapere sulla depressione per uscirne il prima possibile.

Sommario

  1. Depressione o Tristezza Passeggera?
  2. Perchè viene la depressione?
  3. Depressione e Covid-19
  4. Tipi di Depressione
  5. Sintomi Generali della Depressione Maggiore
  6. Depressione negli Uomini e Depressione nelle Donne
  7. Depressione e Ansia
  8. Condizioni Spesso Associate alla Depressione
  9. Come si diagnostica la depressione?
  10. Come Uscire dalla Depressione?
  11. É possibile combattere la depressione da soli?
  12. Cos’è la Light Therapy?
  13. Depressione e Attività Fisica
  14. Prevenire la Depressione
  15. Conclusioni

1. Depressione o Tristezza Passeggera?

Crisi di pianto, tristezza improvvisa, desiderio di stare da soli…potrebbero sembrare sintomi di depressione maggiore, ma non bisogna allarmarsi.

Uno stato d’animo negativo, sentirsi tristi, sorridere poco o non avere voglia di interagire con gli altri, può essere una reazione normale alla perdita di una persona cara o a difficoltà della vita che compromettono momentaneamente il benessere mentale.

Ma quando il senso di intensa tristezza, incluso il sentirsi impotenti, senza speranza e senza valore, dura nel tempo, può essere la spia di un disturbo depressivo.

Inoltre, altri fattori possono aiutarci a distinguere un disturbo depressivo da un malessere passeggero:

  • Un disturbo depressivo compromette tutti gli ambiti di vita di una persona. Gradualmente si diventa incapaci di lavorare, di intrattenere rapporti sociali o di coltivare le proprie passioni e interessi, nei casi più gravi l’individuo può persino non riuscire ad alzarsi dal letto.
  • Nella depressione, il tono dell’umore basso e la mancanza di motivazione o interesse per la vita costituisce una costante, che ci appare slegata da un motivo specifico.
  • L’altro aspetto particolare della depressione è che riscontriamo frequentemente sentimenti di rabbia non espressa che vengono riversati sulla persona stessa sotto forma di gesti punitivi e autolesivi.
  • Al centro di molte depressioni,  troviamo una spirale di sentimenti di impotenza, auto-denigrazione, auto-rimprovero e auto-accusa.

 Depressione. Quando non è solo tristezza

2. Perchè Viene la Depressione?

Non è sempre facile individuare il motivo scatenante di un disturbo depressivo. Il più delle volte vi è una concomitanza di cause.

In alcuni casi, ad esempio, è predominante il fattore costituzionale, pur essendo evidenti anche difficoltà relazionali intra e interpersonali.

In altri casi, invece, prevalgono difficoltà relazionali di coppia o familiari, pur essendo presenti elementi di predisposizione individuale.

La ricerca dei fattori che hanno determinato l’insorgenza del disturbo depressivo richiede un’attenta valutazione ed una stretta collaborazione tra lo specialista della salute mentale (psichiatra – psicoterapeuta) e il paziente.

Riassumendo, tra le cause più comuni di depressione troviamo:

  • predisposizione individuale, che può essere valutata mediante un’indagine relativa alla personalità del paziente nel periodo precedente alla crisi. É inoltre necessario condurre un’accurata anamnesi sull’eventuale presenza di patologie psichiatriche nei familiari;
  • conflittualità intrapersonali, consistenti nella presenza di angosce, sensi di colpa, insicurezze e problemi psicologici del soggetto relativi al rapporto con se stesso, con la propria identità personale e sessuale;
  • conflittualità interpersonali microsociali, consistenti nella presenza di gravi problemi di rapporto all’interno della famiglia o della coppia;
  •  conflittualità interpersonali macrosociali, consistenti nella presenza di problemi di inserimento, adattamento sociale o in ambito lavorativo o, negli anziani, come conseguenza del pensionamento e della solitudine.

Molti altri fattori possono influenzare i sentimenti di depressione, gli eventi della vita che possono portare a malattie o a dolore cronico, ad esempio,  agiscono come fattori scatenanti per lo sviluppo della depressione. PubmedStatPearls Publishing Luglio 2021 Depression Suma P.C., Hasan A.. Anche la genetica può aumentare il rischio di interpersonale di incappare in status depressivi. Alcune prove suggeriscono che i fattori genetici svolgono un ruolo minore nella depressione a esordio tardivo rispetto a quella ad esordio precoce.

Quando può colpire un disturbo depressivo

Più della metà della patologie mentali viene avvertita all’età di 14 anni, come rileva l’OMS.  Tuttavia, un disturbo depressivo può colpire a qualsiasi età.

Secondo l’ultima indagine ISTAT la prevalenza della depressione e dell’ansia cronica grave tende ad aumentare con l’età (dal 5,8% all’età di 35-64 anni al 14,9% dopo i 64 anni) ISTATMental health at various stages of life Years 2015-2017.

In generale possiamo distinguere caratteristiche particolare dei disturbi depressivi a seconda della fase di vita in cui si manifestano i sintomi:

3. Depressione e Covid – 19

Dati più recenti segnalano un preccupante aumento dei casi di depressione post-pandemia. Italia si stimano nei prossimi mesi fino a 150.000 casi di depressione maggiore in più.

La devastazione della pandemia – milioni di morti, conflitti economici e limiti senza precedenti all’interazione sociale – ha già avuto un marcato effetto sulla salute mentale delle persone.

Se hai difficoltà a ritornare alla vita normale in seguito al lockdown e allo scoppio della pandemia, non esitare a rivolgerti ad un professionista della salute mentale.

4. Tipi di Depressione

La depressione può essere classificata e distinta secondo le principali cause, la prevalenza della sintomatologia, la durata nel tempo e l’età di insorgenza dei sintomi. Tra i principali tipi di depressione possiamo distinguere:

  • Disturbo depressivo maggiore (MDD): la depressione maggiore (depressione clinica) ha sintomi intensi o travolgenti che durano da più di due settimane. Questi sintomi interferiscono con la vita di tutti i giorni.
  • Depressione bipolare: le persone con disturbo bipolare hanno periodi alternati di umore basso e periodi di energia estremamente alta (maniacale). Durante il periodo di bassa, possono avere sintomi di depressione come sentirsi tristi, senza speranza o privi di energia.
  • Depressione perinatale e postpartum: La depressione perinatale può verificarsi durante la gravidanza e fino ad un anno dopo la nascita del bambino.
  • Disturbo depressivo persistente o Distimia:  I sintomi del disturbo depressivo persistente sono meno gravi della depressione maggiore.
  • Disturbo disforico premestruale: il disturbo disforico premestruale è una forma grave di disturbo premestruale (PMS). Colpisce le donne nei giorni o nelle settimane precedenti al ciclo mestruale.
  • Depressione psicotica: le persone con depressione psicotica hanno gravi sintomi depressivi e deliri o allucinazioni. I deliri sono credenze in cose che non sono basate sulla realtà, mentre le allucinazioni implicano vedere o sentire cose che in realtà non esistono.
  • Disturbo affettivo stagionale (SAD): la depressione stagionale, o disturbo affettivo stagionale, di solito inizia nel tardo autunno e all’inizio dell’inverno. Spesso va via durante la primavera e l’estate.

5. Sintomi Generali di Depressione Maggiore

La depressione maggiore può causare una varietà di sintomi. Alcuni influenzano l’umore e altri influenzano il corpo. I sintomi possono anche costanti o andare e venire. I sintomi più frequenti di un disturbo depressivo includono:
  • Sentimenti di tristezza, pianto, vuoto o disperazione
  • Irritabilità, frustrazione e persino scoppi di rabbia, sproporzionati rispetto alla situazione
  • Perdita di interesse o piacere nella maggior parte o in tutte le normali attività, come hobby o sport
  • Disturbi del sonno, inclusa l’insonnia o il dormire troppo
  • Stanchezza e mancanza di energia, quindi anche i piccoli compiti richiedono uno sforzo extra
  • Cambiamenti nell’appetito — spesso riduzione dell’appetito e perdita di peso, o al contrario, aumento del desiderio di cibo e drastico aumento di peso
  • Cambiamenti negativi nel rendimento scolastico o lavorativo
  • Problemi fisici inspiegabili, come mal di schiena o mal di testa
  • Ansia, agitazione o irrequietezza
  • Sentimenti di inutilità o senso di colpa, fissazione sui fallimenti passati o incolparsi ingiustamente
  • Difficoltà a pensare, concentrarsi, prendere decisioni e ricordare le cose
  • Pensieri frequenti o ricorrenti di morte, pensieri suicidi, tentativi di suicidio

I sintomi della depressione possono essere vissuti in modo diverso tra uomini, donne e bambini.

miniTest della depressione

6. Depressione Maschile vs. Depressione Femminile

Diversi studi evidenziano come, rispetto alle donne, gli uomini tenderebbero a manifestare la depressione con più frequenti “sintomi esternalizzantiEsternalizzazione è un termine usato dai professionisti della salute mentale per descrivere e diagnosticare disturbi psichiatrici caratterizzati da problemi di autocontrollo delle emozioni e dei comportamenti. Una persona con un disturbo esternalizzante dirige il comportamento antisociale e aggressivo verso l′esterno (esternamente), verso gli altri, piuttosto che rivolgere i propri sentimenti all′interno (interiorizzazione)” come irritabilità, rabbia, assunzione di rischi, impulsività  PubmedCurrent Psych. Rep. Men′s Depression and Suicide Sett. 2019 Oliffe J.L. et al .

Gli uomini tendono a nascondere le proprie emozioni in misura maggiore rispetto alle donne e possono sembrare arrabbiati, irritabili o aggressivi,  mentre nelle donne la depressione si manifesta più frequentemente con sintomi di tristezza. Alcuni tipi di depressione sono unici per le donne, come la depressione post-partum o il disturbo disforico premestruale

La depressione è quasi due volte più comune tra le donne rispetto agli uomini.

Inoltre, negli uomini, i sintomi di depressione tendono a manifestarsi più spesso come problemi fisici. Ad esempio, un battito cardiaco accelerato, un torace che stringe, mal di testa o problemi digestivi possono essere segni di un problema di salute mentale.

Tuttavia, gli uomini presentano anche una maggiore resistenza, rispetto alle donne, a consultare un professionista della salute mentale per affrontare il disagio emotivo sottostante Fondazione Veronesisegnali di depressione maschile.

7. Depressione e ansia

La depressione e l’ansia possono verificarsi contemporaneamente .

Il 70 per cento delle persone con disturbi depressivi presenta anche sintomi di ansia.

Anche se si pensa che siano causati da cose diverse, la depressione e l’ansia possono produrre diversi sintomi simili, che possono includere:

  • irritabilità
  • difficoltà con la memoria o la concentrazione
  • problemi di sonno

L’ansia, o la paura e la preoccupazione, possono capitare a chiunque di tanto in tanto. Non è insolito provare ansia prima di un grande evento o di una decisione importante.

Ma l’ansia cronica può essere debilitante e portare a pensieri e paure irrazionali che interferiscono con la vita quotidiana PubmedDepression and anxiety John W G Tiller 2013.

Se vuoi un aiuto per capire il problema che sta causando i sintomi d’ansia, fissa un appuntamento con uno specialista della salute mentale.

8. Condizioni Spesso Associate alla Depressione

Depressione e Aumento o perdita di peso

Le persone con depressione possono sperimentare cambiamenti di appetito, che possono causare perdita o aumento di peso non intenzionali.

Quando stai lottando con la depressione, le tue abitudini alimentari spesso ne risentono. Alcune persone mangiano troppo e ingrassano, ricorrendo al cibo per sollevare il loro umore. Altri scoprono di essere troppo stanchi per preparare pasti equilibrati o di aver perso l’appetito.

Tecniche di Mindful Eating possono essere utili per combattere le trappole alimentari associate alla depressione PubmedMindful eating and change in depressive symptoms L H H Winkens 2019.

Mindful eating. Esercizi per alimentarsi in modo saggio ed equilibrato

Depressione e Dolore cronico

Le persone con depressione possono provare dolori o crampi inspiegabili, inclusi dolori articolari o muscolari, tensione mammaria e mal di testa. I sintomi della depressione possono peggiorare a causa del dolore cronico.

Depressione e Cardiopatia

La depressione può ridurre la motivazione di una persona a fare scelte di vita positive. La depressione può anche essere un fattore di rischio per problemi di salute del cuore. Secondo una ricerca pubblicata nel 2015 , una persona su cinque con insufficienza cardiaca o malattia coronarica soffre di depressione PubmedDepression, Stress, Anxiety, and Cardiovascular Disease Nov 2015 Cohen E. B. .

Depressione e Infiammazione

Lo stress e la depressione cronici possono essere legati a processi di infiammazione e possono modificare il sistema immunitario.  Diverse ricerche suggeriscono che la depressione potrebbe essere dovuta a un’infiammazione cronica. Le persone con depressione hanno maggiori probabilità di avere condizioni infiammatorie o malattie autoimmuni PubmedThe role of inflammation in depression Gen 2016 Miller H M .

Tuttavia, non è chiaro se la depressione causi infiammazione o l’infiammazione cronica rende qualcuno più vulnerabile alla depressione.

La mente in fiamme. Un nuovo approccio alla depressione

Depressione e Problemi di salute sessuale

Le persone depresse possono avere una diminuzione della libido, avere difficoltà ad eccitarsi, non avere più orgasmi o avere orgasmi meno piacevoli. La depressione può causare problemi relazionali che possono avere un impatto sull’attività sessuale.

Depressione e Malattie Croniche

Un disturbo depressivo può peggiorare le condizioni fisiche di chi è affetto da malattia cronica.

Chi soffre di malattie croniche ha più probabilità di sentirsi solo o stressato e la depressione può esacerbare questi sentimenti.

Una persona depressa può anche avere difficoltà a seguire il piano di trattamento per una malattia cronica, un fattore che può far peggiorare i sintomi.

Le persone che soffrono di depressione e che hanno una malattia cronica dovrebbero parlare con un medico circa le strategie utili ad affrontare entrambe le condizioni. Preservare la salute mentale può migliorare la salute fisica e rendere più facile la gestione di una condizione cronica.

Depressione e Disturbi del Sonno

Le persone con depressione possono sperimentare insonnia o disturbi del sonno. Questa condizione può farli sentire esausti, rendendo difficile la gestione della salute sia fisica che mentale.

Articolo sui rimedi contro l’insonnia

Depressione e Problemi gastrointestinali

Le persone depresse segnalano spesso problemi di stomaco o digestione, come diarrea, vomito, nausea o costipazione  Alcune persone con depressione hanno anche condizioni croniche, inclusa l’IBS.

Secondo una ricerca pubblicata nel 2016, ciò potrebbe essere dovuto al fatto che la depressione modifica la risposta del cervello allo stress sopprimendo l’attività dell’ipotalamo, della ghiandola pituitaria e delle ghiandole surrenali PubmedAssociation between gastrointestinal symptoms and affectivity Ott 2016 Karling P et al.

9. Come viene diagnosticata la depressione?

Per determinare se soffri di depressione clinica, è necessario rivolgersi ad uno psicoterapeuta o allo psichiatra. Lo specialista, nel corso del primo colloquio, potrebbe farti domande specifiche per conoscere la tua storia medica e familiare pregressa.

In alcuni casi, potrebbe essere necessario completare un questionario o test specifico per la diagnosi di depressione.

Test Clinici per la Depressione

I professionisti della salute mentale spesso chiedono alle persone di completare questionari per aiutare a valutare la gravità della loro depressione. Alcuni esempi di questionari per la diagnosi della depressione includono:

  • La Hamilton Depression Rating Scale , ad esempio, ha 21 domande. I punteggi indicano la gravità della depressione tra le persone che hanno già una diagnosi.
  • Il Beck Depression Inventory è un altro questionario che aiuta i professionisti della salute mentale a misurare i sintomi di depressione.

Test per Autodiagnosi di Depressione

Oltre ai test clinici, è possibile ricorrere ad un breve test autosomministrato per valutare se si hanno sintomi di depressione. Un valido test per l’autodiagnosi della depressione è il PHQ-9 che può essere compilato se hai più di 16 anni.

10. Come Uscire dalla Depressione?

Psicoterapia

Un percorso di psicoterapia può essere efficace nell’identificare le cause del disturbo e guidare la persone verso la ripresa di una vita normale.  Per alcune forme di depressione, la psicoterapia è solitamente il trattamento di prima scelta, mentre in altri casi è necessario combinare la psicoterapia ai farmaci PubmedNon-pharmacological treatment of depression 2016 Wigdan H Farah et al..

La psicoterapia mira ad aiutare le persone a identificare:

  • problemi emotivi che influenzano le relazioni e la comunicazione
  • il modo in cui questi problemi influenzano l’umore
  • come tutto questo possa essere cambiato

Terapia Farmacologica

Gli antidepressivi possono aiutare a curare la depressione da moderata a grave Agenzia Italiana del FarmacoLinee Guida : La depressione e gli antidepressivi .

Sono disponibili diverse classi di antidepressivi:

  • inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI)
  • inibitori delle monoaminossidasi (IMAO)
  • antidepressivi triciclici
  • antidepressivi atipici
  • inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina e della noradrenalina (SNRI)

Ogni classe agisce su un neurotrasmettitore diverso o su una combinazione di neurotrasmettitori.

Una persona dovrebbe assumere questi farmaci solo come prescritto dal medico psichiatra. Alcuni farmaci possono richiedere del tempo per avere un impatto.

Interrompendo il farmaco, una persona potrebbe non sperimentare i benefici terapeutici. Alcune persone interrompono l’assunzione di farmaci dopo che i sintomi migliorano, ma questo può portare a una ricaduta.

11. É possibile combattere la depressione da soli?

Avere una rete di supporto sociale, curare l’alimentazione e la salute fisica possono essere fattori protettivi importanti per iniziare ad affrontare la sofferenza psicologica in autonomia.

Tuttavia, non esiste una soluzione rapida per uscire dalla depressione. Chiedere aiuto non appena si presentano sintomi di depressione o forti cambiamenti nel tono dell’umore è spesso il primo passo che può spianare la strada verso la guarigione.

In ogni caso, i sintomi di depressione spesso compromettono la capacità di rielaborare eventi di vita difficili e le cause scatenanti dietro al disagio emotivo senza un aiuto professionale.

Per questo motivo, anche nei casi di depressione lieve, è indicato un percorso di psicoterapia senza la prescrizione di psicofarmaci.

Quanto tempo ci vuole per guarire dalla depressione?

Non esiste un tempo prestabilito per uscire dalla depressione, molto dipende dalla gravità del disturbo, la sua durata nel tempo e altri fattori che possono complicare il processo di guarigione e recupero della vitalità.

Sebbene il numero di sessioni di psicoterapia può variare in base a fattori individuali, la gravità e la tipologia del disturbo depressivo, in molti casi si può notare un primo miglioramento dopo circa 3 mesi di trattamento.

Nel caso di ricorso ad antidepressivi, nella maggior parte dei casi ci si può aspettare un allentamento di alcuni sintomi di depressione dopo un periodo di circa 2-3 settimane.

12. Cos’è la Light Therapy?

La light therapy è un trattamento in cui sei esposto a una fonte di luce artificiale. La light therapy è indicata principalmente per trattare il disturbo affettivo stagionale o SAD PubmedBright white light therapy in depression Björn Mårtensson Aug 2015.

La terapia della luce ha molti aspetti positivi in quanto il trattamento può essere effettuato anche a domicilio utilizzando una light box e le sessioni di esposizione alla luce artificiale  durano dai 10 ai 15 minuti.

I trattamenti di solito iniziano in autunno e continuano fino all’inizio della primavera.

Sebbene, ad oggi, non se ne conoscano gli esatti meccanismi d’azione, la  fototerapia sembra essere efficace in particolari disturbi che condividono meccanismi patogenetici influenzati dalla stagionalità, da alterazioni dell’orologio biologico interno e da alterazioni dei sistemi serotoninergico, noradrenergico e dopaminergico nuova rassegna studi psichiatriciLa Light Therapy nei Disturbi Psichiatrici Valdagno M. et al 2010.

13. Depressione e Attività Fisica

L’esercizio fisico si è dimostrato efficace nel ridurre i sintomi della depressione maggiore in diversi studi controllati randomizzati Pubmed Exercise as a treatment for depression Schuch FB J Psychiatr Res. (2016) PubmedCochrane review on exercise for depression 2015 Ekkekakis P. Honey PubmedPhysical Exercise in Major Depression Martino Belvederi Murri et al 2018.

L’esercizio fisico provoca benefici nei sistemi omeostatici coinvolti nella risposta allo stress, compreso l’asse HPA (asse Ipotalamo-Ipofisi-Surrene).

Inoltre, l’attività fisica smorza i processi infiammatori ritardando l’invecchiamento del sistema immunitario. L’esercizio migliora anche il controllo viscerale autonomo ripristinando l’equilibrio simpaticovagale. Infine, migliora l’idoneità cardiorespiratoria sia negli individui sani che negli individui con depressione.

Gli interventiche consistono in tre sessioni di attività fisica a settimana per 12-24 settimane in genere determinano una riduzione da media a grande della gravità dei sintomi della depressione PubmedCochrane review on exercise for depression 2015 Ekkekakis P. Honey.

14. Rivolgiti ad uno Specialista

Se sospetti di poter soffrire di depressione, parlane con uno psicoterapeuta o uno psichiatra.

Prenota una visita con uno Psicoterapeuta
Prenota una visita con uno Psichiatra – psicoterapeuta

15. Prevenire la depressione

La depressione non è generalmente considerata prevenibile. È difficile riconoscere la causa esatta del disturbo, il che significa che prevenirlo è più difficile. Ma una volta che hai vissuto un episodio depressivo, potresti essere più preparato a prevenire un episodio futuro imparando quali cambiamenti dello stile di vita e trattamenti sono utili.

Le tecniche che possono aiutare includono:

  • Esercizio regolare
  • Psicoterapia
  • Tecniche di riduzione dello stress
  • Costruire forti relazioni con gli altri

Il Verdetto Finale

La depressione può essere temporanea o può essere una sfida a lungo termine.  Con il giusto supporto, una persona può gestire gli effetti della depressione sulla salute sia fisica che mentale. La psicoterapia, talvolta associata ad un’adeguata terapia farmacologica, è il trattamento di prima scelta per comprendere le cause del disturbo, gestire i sintomi e migliorare il benessere fisico e mentale.

Psicologi con expertise nei disturbi depressivi

  Libro Depressione. Quando non è solo tristezza

Libro Sentirsi bene. Il metodo per curare la depressione senza farmaci

Le Nuove Melanconie

 

Slava Grichenko, psicoterapeuta

Dott.ssa Slava Grichenko - Psicoterapeuta - Coautore e Revisore Scientifico

Psicologa, Psicoterapeuta Sistemico-Relazionale, la Dott.ssa Slava Grichenko è esperta di psicoterapia relazionale per il trattamento dei disturbi depressivi.

Slava Grichenko - Psicoterapeuta

Prenota su specialista.in

 

 

Fonti:

  • ACSM’s Health & Fitness Journal ,  16 (4), 14-21
    https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3674785/
  • Cohen, BE, Edmondson, D., & Kronish, IM (2015, 24 aprile). Revisione dello stato dell’arte: depressione, stress, ansia e malattie cardiovascolari. American Journal of Hypertension ,  28 (11), 1295–1302
    https://academic.oup.com/ajh/article/28/11/1295/2743312
  • Coryell, W. (2018, maggio). Disturbi depressivi
    https://www.merckmanuals.com/professional/psychiatric-disorders/mood-disorders/depressive-disorders
  • Karling, P., Wikgren, M., Adolfsson, R. e Norrback, K.-F. (2016, aprile). L’ipersuppressione dell’asse ipotalamo-ipofisi-surrene è associata a sintomi gastrointestinali nella depressione maggiore. Journal of Neurogastroenterology and Motility ,  22 (2), 292-303
    https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4819868/
  • Leonard, BE (2010, 15 dicembre). Il concetto di depressione come disfunzione del sistema immunitario. Current Immunology Reviews ,  6 (3), 205–212
    https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3002174/
  • Liu, H., Waite, L., Shen, S., & Wang, D. (2016, 6 ottobre). Il sesso fa bene alla salute? Uno studio nazionale sulla sessualità in coppia e il rischio cardiovascolare tra uomini e donne anziani. Journal of Health and Social Behaviour , 57 (3), 276–296
    https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5052677
  • Medic, G., Wille, M. e Hemels, MEH (2017, 19 maggio). Conseguenze sulla salute a breve e lungo termine dei disturbi del sonno. Nature and Science of Sleep ,  9 , 151–161
    https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5449130/
  • Miller, AH e Raison, CL (2017, 3 agosto). Il ruolo dell’infiammazione nella depressione: dall’imperativo evolutivo al moderno target di trattamento. Nature Reviews Immunology ,  16 (1), 22-34
    https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5542678/
  • Rantala, MJ, Luoto, S., Krams, I., & Karlsson, H. (2018, marzo). Sottotipizzazione della depressione basata sulla psichiatria evolutiva: meccanismi prossimi e funzioni ultime [Abstract]. Cervello, comportamento e immunità ,  69 , 603–617
    https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/29051086
  • Reynolds, CR e Kamphaus, RW (2013). Disturbo depressivo maggiore
    https://images.pearsonclinical.com/images/assets/basc-3/basc3resources/DSM5_DiagnosticCriteria_MajorDepressiveDisorder.pdf