Chiunque può sperimentare la depressione, anche se non sembra esserci una ragione apparente. Le cause della depressione includono difficoltà nella vita, anomalie della chimica del cervello, alcuni farmaci e condizioni fisiche. La buona notizia è che la depressione è curabile. Se hai sintomi di depressione, parlane con uno specialista. Prima ricevi aiuto e prima potrai sentirti meglio.

La depressione è una condizione di salute mentale complessa che fa sì che una persona abbia un umore basso e può farla sentire costantemente triste o senza speranza.  I sintomi depressivi possono essere un’esperienza temporanea in risposta al dolore o al trauma. Ma quando i sintomi durano più di 2 settimane, può essere un segno di un grave disturbo depressivo.

Depressione | Sintomi

La depressione può essere più di un costante stato di tristezza o di sentirsi giù.  La depressione maggiore può causare una varietà di sintomi. Alcuni influenzano l’umore e altri influenzano il corpo. I sintomi possono anche essere in corso o andare e venire.

I sintomi della depressione possono essere vissuti in modo diverso tra uomini, donne e bambini in modo diverso.

Gli uomini possono manifestare sintomi correlati a:

  • umore, come rabbia, aggressività, irritabilità, ansia, irrequietezza
  • benessere emotivo, come sentirsi vuoto, triste, senza speranza
  • comportamento, come perdita di interesse, non provare più piacere nelle attività preferite, sentirsi facilmente stanco, pensieri di suicidio, bere eccessivamente, usare droghe, impegnarsi in attività ad alto rischio
  • interesse sessuale, come riduzione del desiderio sessuale, mancanza di prestazioni sessuali
  • capacità cognitive, come incapacità di concentrazione, difficoltà a completare i compiti, risposte ritardate durante le conversazioni
  • modelli di sonno, come insonnia, sonno agitato, sonnolenza eccessiva, non dormire tutta la notte
  • benessere fisico, come stanchezza, dolori, mal di testa, problemi digestivi

Sintomi fisici della depressione

La ricerca ha documentato molti modi in cui la depressione può influire sulla salute fisica, inclusi i seguenti:

Depressione e Aumento o perdita di peso

Le persone con depressione possono sperimentare cambiamenti di appetito, che possono causare perdita o aumento di peso non intenzionali. Gli esperti medici hanno associato un aumento di peso eccessivo a molti problemi di salute, tra cui diabete e malattie cardiache. Allo stesso modo, essere sottopeso può danneggiare il cuore, influire sulla fertilità e causare affaticamento.

Depressione e Dolore cronico

Le persone con depressione possono provare dolori o crampi inspiegabili, inclusi dolori articolari o muscolari, tensione mammaria e mal di testa. I sintomi della depressione possono peggiorare a causa del dolore cronico.

Depressione e Cardiopatia

La depressione può ridurre la motivazione di una persona a fare scelte di vita positive. La depressione può anche essere un fattore di rischio indipendente per problemi di salute del cuore. Secondo una ricerca pubblicata nel 2015 , una persona su cinque con insufficienza cardiaca o malattia coronarica soffre di depressione.

Depressione e Infiammazione

La ricerca indica che lo stress e la depressione cronici sono legati all’infiammazione e possono modificare il sistema immunitario. Altre ricerche suggeriscono che la depressione potrebbe essere dovuta a un’infiammazione cronica. Le persone con depressione hanno maggiori probabilità di avere condizioni infiammatorie o malattie autoimmuni, come la sindrome dell’intestino irritabile (IBS), il diabete di tipo 2 e l’ artrite.

Tuttavia, non è chiaro se la depressione causi infiammazione o l’infiammazione cronica rende qualcuno più vulnerabile alla depressione. Sono necessarie ulteriori ricerche per comprendere il legame tra i due.

Depressione e Problemi di salute sessuale

Le persone depresse possono avere una diminuzione della libido, avere difficoltà ad eccitarsi, non avere più orgasmi o avere orgasmi meno piacevoli. Alcune persone hanno anche problemi relazionali che possono avere un impatto sull’attività sessuale.

Depressione e Malattie Croniche

Un disturbo depressivo può peggiorare le condizioni fisiche di chi è affetto da malattia cronica. Chi soffre di malattie croniche ha più probabilità di sentirsi solo o stressato e la depressione può esacerbare questi sentimenti.

Una persona depressa può anche avere difficoltà a seguire il piano di trattamento per una malattia cronica, il fattore che può far peggiorare i sintomi. Le persone che soffrono di depressione e che hanno una malattia cronica dovrebbero parlare con un medico circa le strategie utili ad affrontare entrambe le condizioni. Preservare la salute mentale può migliorare la salute fisica e rendere più facile la gestione di una condizione cronica.

Depressione e Disturbi del Sonno

Le persone con depressione possono sperimentare insonnia o disturbi del sonno. Questa condizione può farli sentire esausti, rendendo difficile la gestione della salute sia fisica che mentale. I medici collegano la privazione del sonno a una serie di problemi di salute. Allo stesso modo, la ricerca ha correlato la privazione del sonno a lungo termine con ipertensione , diabete, problemi legati al peso e alcuni tipi di cancro .

Depressione e Problemi gastrointestinali

Le persone depresse segnalano spesso problemi di stomaco o digestione, come diarrea , vomito, nausea o costipazione  Alcune persone con depressione hanno anche condizioni croniche, inclusa l’IBS. Secondo una ricerca pubblicata nel 2016 , ciò potrebbe essere dovuto al fatto che la depressione modifica la risposta del cervello allo stress sopprimendo l’attività dell’ipotalamo, della ghiandola pituitaria e delle ghiandole surrenali.

Le Cause della Depressione

  • predisposizione individuale, che può essere valutata mediante un’indagine relativa alla personalità del paziente nel periodo precedente alla crisi. E’ inoltre necessario condurre un’accurata anamnesi sull’eventuale presenza di patologie psichiatriche nei familiari;
  •  conflittualità intrapersonali, consistenti nella presenza di angosce, sensi di colpa, insicurezze e problemi psicologici del soggetto relativi al rapporto con se stesso, con la propria identità personale e sessuale;
  •  conflittualità interpersonali microsociali, consistenti nella presenza di gravi problemi di rapporto all’interno della famiglia o della coppia;
  •  conflittualità interpersonali macrosociali, consistenti nella presenza di problemi di inserimento, adattamento sociale o in ambito lavorativo o, negli anziani, come conseguenza del pensionamento e della solitudine.

 

Nel cercare di individuare cosa ha determinato lo stato di crisi, è necessario tenere presente il fatto che il più delle volte vi è una concomitanza di cause. Ciò che varia, da soggetto a soggetto, è l’incidenza del singolo fattore causale. In alcuni casi, ad esempio, è predominante il fattore costituzionale, pur essendo evidenti anche difficoltà intra e interpersonale. In altri casi, invece, prevalgono i problemi psicologici di relazione (di coppia o intrafamiliari), pur essendo presenti elementi di predisposizione individuale. In altri casi ancora prevalgono i problemi psicologici individuali.

La difficoltà nell’individuare le cause consiste nella necessità di distinguere quelle scatenanti il malessere psichico dalle concause che, pur presenti, non avrebbero da sole determinato la crisi. Si tratta di un lavoro difficile che richiede un’attenta valutazione ed una stretta collaborazione
tra il medico e il paziente. L’importanza dell’individuazione delle cause consiste nel fatto che da essa dipende l’indicazione terapeutica.

Circa il 21% delle persone che hanno un problema di uso di sostanze soffre anche di depressione. Oltre a queste cause, altri fattori di rischio per la depressione includono:

  • bassa autostima o autocritica
  • storia personale di malattia mentale
  • alcuni farmaci
  • eventi stressanti, come la perdita di una persona cara, problemi economici o un divorzio

 

Molti fattori possono influenzare i sentimenti di depressione, così come chi sviluppa la condizione e chi no. Le cause della depressione sono spesso legate ad altri elementi della tua salute.

Quali sono i tipi di depressione?

I tipi di depressione includono:

  • Disturbo depressivo maggiore (MDD): la depressione maggiore (depressione clinica) ha sintomi intensi o travolgenti che durano più di due settimane. Questi sintomi interferiscono con la vita di tutti i giorni.
  • Depressione bipolare: le persone con disturbo bipolare hanno periodi alternati di umore basso e periodi di energia estremamente alta (maniacale). Durante il periodo di bassa, possono avere sintomi di depressione come sentirsi tristi, senza speranza o privi di energia.
  • Depressione perinatale e postpartum: La depressione perinatale può verificarsi durante la gravidanza e fino a un anno dopo aver avuto un bambino.
  • Disturbo depressivo persistente (PDD): PDD è anche noto come distimia. I sintomi del PDD sono meno gravi della depressione maggiore. Ma le persone sperimentano i sintomi della PDD per due anni o più.
  • Disturbo disforico premestruale (PMDD): il disturbo disforico premestruale è una forma grave di disturbo premestruale (PMS). Colpisce le donne nei giorni o nelle settimane precedenti al ciclo mestruale .
  • Depressione psicotica: le persone con depressione psicotica hanno gravi sintomi depressivi e deliri o allucinazioni. I deliri sono credenze in cose che non sono basate sulla realtà, mentre le allucinazioni implicano vedere o sentire cose che in realtà non esistono.
  • Disturbo affettivo stagionale (SAD): ladepressione stagionale, o disturbo affettivo stagionale, di solito inizia nel tardo autunno e all’inizio dell’inverno. Spesso va via durante la primavera e l’estate.

Depressione nelle Donne

La depressione è quasi due volte più comune tra le donne rispetto agli uomini. Di seguito sono riportati alcuni sintomi della depressione che tendono ad apparire più spesso nelle donne:

  • irritabilità
  • ansia
  • sbalzi d’umore
  • fatica
  • ruminare (soffermarsi su pensieri negativi)

Inoltre, alcuni tipi di depressione sono unici per le donne, come ad esempio:

  • depressione postparto
  • disturbo disforico premestruale

Depressione negli Uomini

Gli uomini affetti dalla depressione, rispetto alle donne, hanno maggiori probabilità di bere alcolici in eccesso, manifestare rabbia e assumersi rischi a causa del disturbo.

Altri sintomi di depressione nei maschi possono includere:

  • evitare famiglie e situazioni sociali
  • lavorare senza interruzioni
  • avere difficoltà a tenere il passo con il lavoro e le responsabilità familiari
  • mostrare comportamenti offensivi o di controllo nelle relazioni

Depressione negli Studenti Universitari

Il tempo all’università può essere stressante e una persona può avere a che fare con altri stili di vita, culture ed esperienze per la prima volta. Alcuni studenti hanno difficoltà ad affrontare questi cambiamenti e di conseguenza possono sviluppare depressione, ansia o entrambi.

I sintomi della depressione negli studenti universitari possono includere:

  • difficoltà a concentrarsi
  • insonnia
  • dormire troppo
  • una diminuzione o un aumento dell’appetito
  • evitamento delle situazioni sociali e delle attività solitamente gradite

Depressione nei Bambini

Nei bambini, i sintomi di depressione non necessariamente si esprimono con un umore triste. I bambini con depressione possono manifestare sintomi come:

  • pianto
  • bassa energia
  • attaccamento
  • comportamento provocatorio
  • esplosioni vocali

I bambini più piccoli possono avere difficoltà a esprimere a parole come si sentono. Questo può rendere più difficile per loro spiegare i loro sentimenti di tristezza.

Depressione negli Adolescenti

Cambiamenti fisici, pressione dei pari e altri fattori possono contribuire alla depressione negli adolescenti. Potrebbero verificarsi alcuni dei seguenti sintomi:

  • ritiro da amici e familiari
  • difficoltà a concentrarsi sui compiti scolastici
  • sentirsi in colpa, impotente o inutile
  • irrequietezza o incapacità di stare fermi

Depressione e ansia

La depressione e l’ ansia possono verificarsi contemporaneamente in una persona. In effetti, la ricerca ha dimostrato che il 70 per cento delle persone con disturbi depressivi ha anche sintomi di ansia. Anche se si pensa che siano causati da cose diverse, la depressione e l’ansia possono produrre diversi sintomi simili, che possono includere:

  • irritabilità
  • difficoltà con la memoria o la concentrazione
  • problemi di sonno

Le due condizioni condividono anche alcuni trattamenti comuni.

Come viene diagnosticata la depressione?

Tutti possono sentirsi tristi o abbattuti di tanto in tanto. Tuttavia, la depressione clinica ha sintomi più intensi che durano due settimane o più. Per determinare se soffri di depressione clinica, lo psicoterapeuta o lo psichiatra ti farà delle domande. Potrebbe chiederti di completare un questionario e fornire una storia familiare. Il medico potrebbe anche eseguire un esame o ordinare test di laboratorio per vedere se hai un’altra condizione medica.

Test

I professionisti della salute mentale spesso chiedono alle persone di completare questionari per aiutare a valutare la gravità della loro depressione. Alcuni esempi di questionari per la diagnosi della depressione includono:

  • La Hamilton Depression Rating Scale , ad esempio, ha 21 domande. I punteggi indicano la gravità della depressione tra le persone che hanno già una diagnosi.
  • Il Beck Depression Inventory è un altro questionario che aiuta i professionisti della salute mentale a misurare i sintomi di depressione.

Depressione | Trattamento

Psicoterapia

Un percorso di psicoterapia può essere efficace nell’identificare le cause del disturbo e guidare la persone verso la ripresa di una vita normale.  Per alcune forme di depressione, la psicoterapia è solitamente il trattamento di prima scelta, mentre in altri casi è necessario combinare la psicoterapia ai farmaci.

La psicoterapia mira ad aiutare le persone a identificare:

  • problemi emotivi che influenzano le relazioni e la comunicazione
  • il modo in cui questi problemi influenzano l’umore
  • come tutto questo possa essere cambiato

Farmaci

Gli antidepressivi possono aiutare a curare la depressione da moderata a grave.

  • Sono disponibili diverse classi di antidepressivi:
  • inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI)
  • inibitori delle monoaminossidasi (IMAO)
  • antidepressivi triciclici
  • antidepressivi atipici
  • inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina e della noradrenalina (SNRI)

Ogni classe agisce su un neurotrasmettitore diverso o su una combinazione di neurotrasmettitori.

Una persona dovrebbe assumere questi farmaci solo come prescritto dal medico. Alcuni farmaci possono richiedere del tempo per avere un impatto. Interrompendo il farmaco, una persona potrebbe non sperimentare i benefici che potrebbe offrire. Alcune persone interrompono l’assunzione di farmaci dopo che i sintomi migliorano, ma questo può portare a una ricaduta.

Rivolgiti ad uno Specialista

Se sospetti di poter soffrire di depressione, parlane con uno psicoterapeuta o uno psichiatra.

  • Richiedi la Consulenza di uno Psicoterapeuta
  • Contatta lo Psichiatra più vicino a te

Prevenire la depressione

La depressione non è generalmente considerata prevenibile. È difficile riconoscere cosa lo causa, il che significa che prevenirlo è più difficile. Ma una volta che hai vissuto un episodio depressivo, potresti essere più preparato a prevenire un episodio futuro imparando quali cambiamenti dello stile di vita e trattamenti sono utili.

Le tecniche che possono aiutare includono:

  • esercizio regolare
  • dormire molto
  • mantenere i trattamenti
  • ridurre lo stress
  • costruire forti relazioni con gli altri

La Storia di Dan (fonte: https://www.time-to-change.org.uk/blog)

La mia storia? Beh, mi sono reso conto solo di recente di avere sintomi di depressione clinica. E probabilmente l’ho avuta molto più a lungo di quanto pensassi. Sono sempre stato convinto che la depressione fosse il risultato di un evento traumatico, una perdita, stress, infelicità a casa, essere vittima di bullismo, quel tipo di cose. Ma si scopre che puoi avere solo una cattiva chimica del cervello. Il mio cervello non produce abbastanza serotonina.

Mi sono reso conto che non mi piacevano più le cose che amavo. Non riuscivo a ricordare l’ultima volta che ho riso. E intendo il tipo di riso che fa venire i crampi alla pancia e il naso che sbuffa. Leggere, disegnare, giocare e fare passeggiate non mi facevano sentire come prima. La depressione stava iniziando a influenzare il mio lavoro e ho iniziato a mostrare poco interesse per nella mia relazione sentimentale di 9 anni.

Per tutta la mia adolescenza, i miei 20 e la maggior parte dei miei 30 anni, mi è sempre stato detto che sembro rilassato, come se non mi disturbasse mai niente.  Ho sempre creduto che questi fossero buoni tratti della personalità. Sempre piacevole, “felice”  e sempre pronto di accontentare gli altri, questa era l’immagine che avevo di me.

Ma c’erano anche altri segni. Non ho mai avuto molta spinta o motivazione per fare bene a livello accademico. Spesso mi sentivo inutile, stanco, senza speranza e ansioso.

Ho respinto l’idea che si trattasse di depressione, poiché non avevo motivo di essere triste. Ho avuto un’infanzia fantastica con genitori amorevoli. Avevo trovato la mia anima gemella e ora possedevo una casa in una bellissima parte del paese. Avevo un buon lavoro con brave persone. Ed ero in buona salute, e tutti erano importanti per me.

Allora perché mi sentivo così?

Ho deciso di cercare aiuto circa un anno fa. La mia depressione aveva raggiunto un punto in cui volevo solo svanire in una nuvola di fumo. Tutto, ogni attività, ogni e-mail, ogni piccolo lavoro sembrava un’attività di routine.

Quindi, per quanto sciocco pensassi di essere, sono andato dal mio dottore. E anche prima di finire la mia prima frase mi sono completamente lasciato andare. È venuto fuori tutto,  e per quanto mi sentissi male in quel momento, è stato un sollievo poter finalmente dire a qualcuno come mi sentivo. Quella prima conversazione è stata un primo passo estremamente importante per essere più felice.

È stata una lunga strada. Non mentirò e dirò che il farmaco (Zoloft) mi ha curato durante la notte. Mi sento ancora giù, stanco e alcuni giorni sono ancora faticosi. Ma sto molto meglio. Il mio rapporto è di nuovo sano, sono concentrato sul lavoro e mi godo la vita un po ‘di più ogni giorno. La mia compagna mi è stata di grande aiuto e ora capisce perché ci sono giorni in cui non voglio parlare o fare nulla. Aspetti del mio comportamento che prima erano fastidiosi ora hanno una spiegazione.

E questo ha fatto una grande differenza anche per me. Mentre in precedenza mi sentivo come se dovessi mettere il “me felice” in prima linea ogni giorno, ora non ne ho più bisogno. Per me, questo aspetto si era manifestato principalmente come irritabilità. Non avevo pazienza per nessuno o per niente e scattavo anche per le cose più banali.

Ho sempre avuto un rapporto molto stretto con mio fratello e mia sorella. Sono due dei miei migliori amici. Inoltre, mio ​​fratello maggiore soffre di depressione da alcuni anni. Quindi parlare con lui di come si sentiva e cosa ha fatto al riguardo mi ha aiutato ad agire.

Se il ragazzo più bello e forte che ho ammirato crescendo era abbastanza a suo agio da parlarne e cercare aiuto, allora potevo farlo anch’io. Sono anche abbastanza fortunato da avere un buon rapporto con il mio manager al lavoro. Abbiamo già lavorato insieme e siamo sempre andati d’accordo, al lavoro e come amici. Quindi, sono riuscito a comunicarle il mio problema e lei si è mostrata comprensiva.

Solo dicendo a questa manciata di persone – le persone con cui trascorro la maggior parte del tempo ogni giorno – mi ha permesso, finalmente, di essere me stesso.

Solo poche persone lo sanno e ancora non ne parlo molto. Immagino che ci sia ancora quello stigma sulla salute mentale degli uomini che deve cambiare. Quindi, se pensi di poter avere qualcosa, la cosa migliore che puoi fare è parlarne con qualcuno.

Se hai notato un cambiamento in un amico o in una persona cara, anche solo chiedergli se sta bene o come si sente può essere d’aiuto. Potrebbero non voler aprirsi con te lì per lì, ma almeno sanno che sei lì e ci tieni. E quando sono pronti a parlarne, sanno che possono venire da te.

Ci sono così tante organizzazioni là fuori, con persone che si prendono cura e vogliono aiutare. Offrono supporto e consigli a chiunque abbia problemi di salute mentale.

Non devi soffrire da solo. Per favore, prova a fare il primo passo per sentirti finalmente meglio.

Il Verdetto Finale

La depressione può essere temporanea o può essere una sfida a lungo termine. Spesso, gestire i sintomi della depressione implica trovare la giusta combinazione di farmaci e terapie. Riconoscere che la depressione può causare problemi di salute fisica può aiutare una persona a cercare un trattamento e apportare modifiche per aiutare a gestire i propri sintomi. La depressione è curabile. Un medico può raccomandare un approccio combinato, utilizzando farmaci, psicoterapia e cambiamenti nello stile di vita. Con il giusto supporto, una persona può gestire gli effetti della depressione sulla salute sia fisica che mentale.

 

 

 

Fonti:

  • ACSM’s Health & Fitness Journal ,  16 (4), 14-21
    https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3674785/
  • Cohen, BE, Edmondson, D., & Kronish, IM (2015, 24 aprile). Revisione dello stato dell’arte: depressione, stress, ansia e malattie cardiovascolari. American Journal of Hypertension ,  28 (11), 1295–1302
    https://academic.oup.com/ajh/article/28/11/1295/2743312
  • Coryell, W. (2018, maggio). Disturbi depressivi
    https://www.merckmanuals.com/professional/psychiatric-disorders/mood-disorders/depressive-disorders
  • Karling, P., Wikgren, M., Adolfsson, R. e Norrback, K.-F. (2016, aprile). L’ipersuppressione dell’asse ipotalamo-ipofisi-surrene è associata a sintomi gastrointestinali nella depressione maggiore. Journal of Neurogastroenterology and Motility ,  22 (2), 292-303
    https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4819868/
  • Leonard, BE (2010, 15 dicembre). Il concetto di depressione come disfunzione del sistema immunitario. Current Immunology Reviews ,  6 (3), 205–212
    https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3002174/
  • Liu, H., Waite, L., Shen, S., & Wang, D. (2016, 6 ottobre). Il sesso fa bene alla salute? Uno studio nazionale sulla sessualità in coppia e il rischio cardiovascolare tra uomini e donne anziani. Journal of Health and Social Behaviour , 57 (3), 276–296
    https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5052677
  • Medic, G., Wille, M. e Hemels, MEH (2017, 19 maggio). Conseguenze sulla salute a breve e lungo termine dei disturbi del sonno. Nature and Science of Sleep ,  9 , 151–161
    https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5449130/
  • Miller, AH e Raison, CL (2017, 3 agosto). Il ruolo dell’infiammazione nella depressione: dall’imperativo evolutivo al moderno target di trattamento. Nature Reviews Immunology ,  16 (1), 22-34
    https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5542678/
  • Rantala, MJ, Luoto, S., Krams, I., & Karlsson, H. (2018, marzo). Sottotipizzazione della depressione basata sulla psichiatria evolutiva: meccanismi prossimi e funzioni ultime [Abstract]. Cervello, comportamento e immunità ,  69 , 603–617
    https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/29051086
  • Reynolds, CR e Kamphaus, RW (2013). Disturbo depressivo maggiore
    https://images.pearsonclinical.com/images/assets/basc-3/basc3resources/DSM5_DiagnosticCriteria_MajorDepressiveDisorder.pdf